Cronaca

Ristori piscine comunali, dalla Regione 70 mila euro per Imola, Fontanelice, Castel San Pietro, Medicina e Ozzano

Ristori piscine comunali, dalla Regione 70 mila euro per Imola, Fontanelice, Castel San Pietro, Medicina e Ozzano

La Giunta regionale ha approvato la graduatoria del bando per il trasferimento dei fondi relativi a 147 piscine comunali dell’Emilia Romagna, inattive o soggette a restrizioni a causa delle misure sanitarie legate al Covid-19. Si tratta di ristori per complessivi 1,5 milioni di euro che vengono destinati a 117 Comuni i quali, a loro volta, li assegnano ai gestori degli impianti.

Per quanto ci riguarda da vicino, agli impianti natatori del nostro territorio sono stati destinati 70.077 euro così ripartiti: a Imola 26.696 euro, a Fontanelice 6.674 euro, a Castel San Pietro 13.348 euro, a Medicina 10.011 euro e a Ozzano Emilia 13.348 euro.

La suddivisione delle risorse ai singoli Comuni varia a seconda della tipologia dell’impianto, ovvero se presenti una o più vasche allo scoperto e/o anche al coperto, e se queste siano olimpioniche.

«In attesa delle prossime riaperture – afferma il presidente della Regione, Stefano Bonaccini – abbiamo voluto sostenere i gestori delle piscine, in difficoltà per lo stato di emergenza. Queste chiusure hanno creato una situazione critica non solo per il blocco dei servizi a migliaia di utenti, ma anche per le esposizioni finanziarie che i gestori stessi hanno dovuto sopportare a fronte di spese necessarie per garantire comunque il buon funzionamento degli impianti».

L’impegno della Regione per lo sport non si ferma – aggiunge Francesca Marchetti, consigliera regionale e presidente della commissione Sport – ed è in linea con il Piano regionale dello Sport, del quale non vogliamo vanificare gli obiettivi, ovvero l’incremento della pratica motoria e sportiva e la lotta contro la sedentarietà, in particolare per le fasce d’età più giovani. Anche per questo nei mesi scorsi avevamo stanziato 3 milioni di euro, a supporto delle spese di iscrizione dei giovani a corsi, attività e campionati organizzati da associazioni e società sportive dilettantistiche, attraverso l’erogazione di oltre 22 mila voucher sport alle famiglie». (gi.gi.)

Nella foto: la piscina comunale Ruggi di Imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook