Ciucci (ri)belli

Cucina di fango, orti e casette per gli uccellini, il Covid non ferma i genitori castellani

Cucina di fango, orti e casette per gli uccellini, il Covid non ferma i genitori castellani

Anche nel 2020-21, nonostante il perdurare della pandemia, i nidi d’infanzia Girotondo di Castel San Pietro e Arcobaleno di Osteria Grande sono riusciti a portare avanti per il terzo anno il progetto che promuove la partecipazione dei genitori alla vita scolastica dei loro bimbi, finanziato dalla Fondazione Con i bambini.

«Quando ancora non c’era il Covid – spiega la pedagogista, Erika Panzacchi – i genitori potevano entrare in sezione e partecipare attivamente alle esperienze del nido. Quest’anno si sono prodigati a distanza, per cercare di “far bello” il nido, creando a casa con i loro bambini delle decorazioni o dei manufatti che poi sono stati utilizzati per allestire le sezioni e il giardino in occasione del Natale e della Pasqua. Hanno costruito una bellissima “cucina di fango” per i bambini e tantissime casette per gli uccellini.  Infine hanno preparato il terreno degli orti, affinché poi i bambini potessero piantare e innaffiare nuove piante».

«L’Amministrazione comunale di Castel San Pietro dedica grande attenzione al rapporto con le famiglie, in un’ottica di collaborazione nel percorso educativo dei bambini e dei ragazzi» afferma l’assessora alle Politiche educative, Giulia Naldi, ringraziando tutti i protagonisti.

I nidi comunali sono aperti anche nel mese di luglio per fornire il servizio estivo a 35 bambini a Castel San Pietro e 35 a Osteria Grande. L’anno educativo 2021-22 inizierà il 6 settembre.

Nella foto: genitori e nonni al lavoro per preparare gli orti

La cucina di fango realizzata dai genitori

 

Una delle casette per uccellini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast