Cronaca

Coronavirus, l’hub vaccinale di Castel San Pietro riparte lunedì nell’ex palestra Alberghetti di via Tosi

Coronavirus, l’hub vaccinale di Castel San Pietro riparte lunedì nell’ex palestra Alberghetti di via Tosi

Il Centro vaccinale anti-Covid di Castel San Pietro lascia il centro Artemide per trasferirsi nella ex palestra di via Tosi 7. Come previsto, dal 23 agosto l’hub vaccinale riaprirà in via Tosi dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 19.30 e viene confermata anche per questo hub la possibilità di accesso diretto senza prenotazione per i ragazzi dai 12 ai 19 anni (preferibilmente nell’orario dalle 13.30 alle 18.30). “Da lunedì saremo nuovamente operativi dopo una pausa di una settimana che ci ha permesso di trasferirci presso la nuova sede” dichiara Sabrina Gabrielli, coordinatrice delle Case della Salute del territorio dell’Ausl di Imola. La struttura, che è stata scelta non solo per le sue dimensioni, che sono persino un po” più ampie rispetto all”Artemide, consentirà percorsi più fluidi e una maggiore comodità per gli operatori, ma anche per la sua collocazione in città, facilmente raggiungibile, e per la disponibilità di parcheggi, nonché per la possibilità, se fosse necessario, di tenerla aperta 7 giorni su 7.

Nel frattempo l’Artemide, che fa parte dell’Hotel Castello, potrà così riprendere la
sua attività congressuale (la proprietà l”ha messa a disposizione per
cinque mesi).

“Abbiamo somministrato 26.429 dosi presso l’hub vaccinale Artemide – spiega Andrea Neri direttore sanitario dell’Azienda sanitaria che aggiunge -. La diffusione della variante delta determina un momento di preoccupazione al quale l’azienda sta rispondendo incrementando al massimo l’offerta vaccinale (3000 appuntamenti aggiuntivi nelle sole prime tre settimane di agosto). Il nostro principale obiettivo – aggiunge  – è cercare di tutelare al massimo la salute della popolazione e lo stiamo facendo accelerando il più possibile la campagna vaccinale”. 

La situazione epidemiologica imolese attualmente è analoga a quella del resto della regione con numeri costanti di nuovi contagi ma pochi casi gravi. Sono 199 i casi attivi attualmente nel circondario imolese, due le persone ancora in terapia intensiva a Bologna. Oggi sono 15 i contagi su circa 600 tamponi e 4 le guarigioni. Dei nuovi positivi 7 sono asintomatici individuati tramite contact tracing; 2 hanno meno di 14 anni, 4 da 15 a 24 anni, 4 da 25 a 44 anni, 3 tra i 45 e i 64 anni, 1 tra i 65 e i 79 anni e 1 è ultraottantenne. Nessun caso è riferibile a focolaio già noto. Tra l’altro per quanto riguarda il focolaio della casa di riposo della vallata, i 9 ospiti positivi presenti in struttura, ad oggi non presentano sintomi. (l.a.)

Nella foto il nuovo punto vaccinale in via Tosi nelle palestre dell”ex Alberghetti (Foto Ausl di Imola)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast