Cultura e Spettacoli

A Imola si progetta la… cultura, creato un «punto d’ascolto» per le associazioni

A Imola si progetta la… cultura, creato un «punto d’ascolto» per le associazioni

A Imola, dopo gli incontri informativi dal titolo «Progettare la cultura», il Comune ha attivato un «punto d’ascolto», ovvero un nuovo servizio che è rivolto ad associazioni ed enti del territorio impegnati nella realizzazione di progetti artistici e culturali.

Il via dal prossimo 9 gennaio negli uffici del Servizio Attività culturali (piazza Gramsci 21, 2° piano) dove il servizio riguarderà il supporto e la consulenza su specifici procedimenti in capo al Servizio (es. richiesta contributi e patrocini per eventi culturali), ma anche informazioni e indicazioni utili a «giovani» associazioni che si confrontano per la prima volta con la pratica dell’organizzazione di un evento culturale. Gli orari dedicati in modo specifico a quest’attività sono: lunedì e giovedì mattina dalle 9 alle 13 e martedì pomeriggio dalle 15 alle 18.

«La collaborazione tra le associazioni del territorio e il Comune rappresenta una grande ricchezza per Imola e la sua offerta culturale. Dopo gli incontri informativi e formativi del ciclo “Progettare la cultura” che hanno rafforzato questo legame, attiviamo questo nuovo servizio che fornirà alle realtà associative nuovi e migliori strumenti per svolgere il loro operato, dal punto di vista amministrativo e organizzativo, semplificando in questo modo la comunicazione tra queste realtà e la Pubblica amministrazione» sottolinea Giacomo Gambi, assessore alla Cultura.

Informazioni generali sugli incontri organizzati e link ai filmati sono disponibili all’indirizzo https://www.comune.imola.bo.it/argomenti/cultura/progettare-la-cultura. Per informazioni: attivita.culturali@comune.imola.bo.it (tel. 0542 602300). (r.cr.)

Nella foto: l’assessore alla Cultura Giacomo Gambi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SCARICA L’APP GRATUITA DI SABATO SERA

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook