Posts by tag: imola sport live

Sport 5 Gennaio 2019

Giocatori e dirigenti de Le Naturelle consegnano i peluche ai pazienti del reparto di Pediatria e Nido dell'Ospedale di Imola

Basket e beneficenza si sono incontrati ieri a Imola. Giocatori, allenatori e dirigenti de Le Naturelle, infatti,  hanno fatto visita al reparto di Pediatria e Nido dell’Ospedale Santa Maria della Scaletta, donando ai piccoli tifosi i peluche raccolti in occasione della sfida del 23 dicembre scorso giocata con Cento, quando al PalaRuggi, dopo il primo canestro della partita, tutto il pubblico presente lanciò sul parquet centinaia di orsacchiotti per il cosiddetto Teddy Bear Toss.

Emozione grande per i biancorossi e in particolare per i padri di famiglia come Rossi, Raymond, Bowers, Crow, Prato, coach Di Paolantonio e l’assistente allenatore Mauro Zappi. Entusiasti, infine, i piccoli tifosi, per la visita dei campioni imolesi e per aver ricevuto in dono quei peluche davvero molto speciali. (d.b.)

Nella foto: giocatori, allenatori e dirigenti de Le Naturelle all”interno del reparto di Pediatria e Nido dell”Ospedale di Imola

Giocatori e dirigenti de Le Naturelle consegnano i peluche ai pazienti del reparto di Pediatria e Nido dell'Ospedale di Imola
Sport 3 Gennaio 2019

Oggi al «Ruggi» il gran finale dell'edizione 2019 del Babyvolley

Si conclude oggi il Babyvolley, la manifestazione organizzata da Diffusione Sport, che da ieri, all’interno di 9 palestre imolesi (Ravaglia, Cavina, Ruscello, Penazzi, Pulicari, Veterani, Rubri, Querzè e Ruggi), ospita circa 50 squadre e 600 atlete da tutta Italia. Da segnalare che la finale delle Under 16 femminile, Under 18 femminile e Under 16 maschile (una novità) saranno di scena questo pomeriggio al «Ruggi», comprese anche la cerimonia finale di premiazione con tutte le squadre partecipanti.

Sarà, inoltre, possibile seguire l”evento sia sul sito di Diffusione Sport, sia sui canali «social» dell’associazione, con foto e brevi filmati su Instagram e con le dirette delle gare e della premiazione su Facebook . (Redazione sportiva)

Nella foto: le squadre partecipanti all”edizione 2018

Oggi al «Ruggi» il gran finale dell'edizione 2019 del Babyvolley
Sport 3 Gennaio 2019

Basket A2, Le Naturelle-Fortitudo si giocherà a mezzogiorno in diretta tv

Il match tra Le Naturelle e Fortitudo, in programma domenica 20 gennaio al palaCattani di Faenza, sarà anticipata a mezzogiorno, invece del classico orario delle 18, così come comunicato dalla Lega Pallacanestro di A2.

Le novità però non sono finite qui. Il derby contro i bolognesi, infatti, sarà trasmesso in diretta tv su Sportitalia, al canale 60 del digitale terrestre o 225 di Sky. (d.b.)

Nella foto (dalla pagina facebook dell”Andrea Costa): Fultz

Basket A2, Le Naturelle-Fortitudo si giocherà a mezzogiorno in diretta tv
Cultura e Spettacoli 2 Gennaio 2019

Folla ed emozioni per la mostra fotografica su Ayrton Senna aperta fino al 31 gennaio

Straordinaria affluenza e grandi emozioni all’inaugurazione della mostra fotografica «Simply the Best» di Angelo Orsi e Mirco Lazzari. Tanti gli amici e i collaboratori dei due fotografi, tanti i rappresentanti istituzionali, i giornalisti di stampa, televisioni, radio, i protagonisti e appassionati del mondo del motorsport, che insieme a tanti cittadini e visitatori hanno partecipato al taglio del nastro con il sindaco Fausto Tinti alla sala di via Matteotti 79, nel cuore del centro storico di Castel San Pietro immerso nell’atmosfera natalizia.

La mostra rimarrà aperta a ingresso libero fino al 31 gennaio 2019, tutti i giorni dalle 16.30 alle 19, racconta la storia dell’amicizia autentica fra il grande fotografo bolognese di Autosprint Angelo Orsi e un uomo speciale, Ayrton Senna, che sceglieva spesso la città di Castel San Pietro come luogo di riposo e ristoro. Da non perdere l’appuntamento di mercoledì 9 gennaio alle ore 20.30 al Cassero Teatro Comunale in via Matteotti 1, speciale serata «Ricordo di un amico», un’ulteriore occasione di approfondimento alla quale, insieme ai fotografi Angelo Orsi e Mirco Lazzari, parteciperanno importanti ospiti del mondo del motorsport. La mostra è patrocinata dal Comune di Castel San Pietro Terme, dalla Città Metropolitana di Bologna e dalla Regione Emilia Romagna. (Redazione sportiva)

Nella foto: i fotografi Angelo Orsi e Mirco Lazzari insieme al sindaco Fausto Tinti il giorno dell”inaugurazione della mostra

Folla ed emozioni per la mostra fotografica su Ayrton Senna aperta fino al 31 gennaio
Sport 31 Dicembre 2018

Calcio coppa serie C, negli ottavi l'Imolese sfiderà la vincente tra Virtus Entella e Carrarese

Nei giorni scorsi la Lega di serie C ha comunicato gli accoppiamenti degli ottavi di finale della Coppa Italia di categoria.

L”Imolese sfiderà quindi in gara secca, mercoledì 6 febbraio, al Galli (orario ancora da definire) la vincente di Virtus Entella-Carrarese che si sfideranno il prossimo 30 gennaio.

In campionato, invece, i rossoblù torneranno in campo sabato 19 gennaio, in casa, contro il Giana Erminio, con gli allenamenti che riprenderanno invece lunedì 7 gennaio (d.b.)

Nella foto: Luca Belcastro

Calcio coppa serie C, negli ottavi l'Imolese sfiderà la vincente tra Virtus Entella e Carrarese
Sport 31 Dicembre 2018

La società di ciclismo Dalfiume sfida il tempo e conferma le gare anche per il 2019

Dicembre è tempo di bilanci per tutti, dunque anche per la società ciclistica Sergio Dalfiume, come sempre impegnata a promuovere nel proprio territorio l’utilizzo della bicicletta, a tutti i livelli. E riguarda al proprio 2018 con orgoglio: anche quest’anno il team presieduto da Mauro Romagnoli (Luigi Roli è presidente onorario) ha organizzato alcuni degli appuntamenti più in vista del calendario ciclistico locale. Una menzione speciale per la «Due giorni ciclistica delle colline castellane», con la partecipazione di quasi 400 giovani atleti in due giornate tra Allievi ed Elite-Under 23. Domenica 29 aprile il 31° «Memorial Benfenati» a Osteria Grande ha visto ben 200 Allievi (15-16 anni), mentre domenica 13 maggio la 67ª «Coppa Varignana» ha avuto come protagonisti 189 dilettanti Elite e Under 23, provenienti da 10 regioni italiane e in rappresentanza di 35 società sportive. «Anche in questi giorni di fine anno riceviamo messaggi da formazioni Under 23-Elite che si augurano di incontrarci di nuovo a maggio alla Varignana – dicono con un sorriso dal consiglio direttivo della Sc Dalfiume -, come si fa a pensare di non organizzarla più? Ci impegniamo per poter confermare le nostre gare anche nel calendario 2019.  Per noi la soddisfazione più grande è sapere che tante persone non vedono l’ora di tornare nel territorio di Castel San Pietro Terme».

Una soddisfazione sincera che va di pari passo con una riflessione: il tempo passa, trovare volontari appassionati di ciclismo al punto tale da farsi in quattro per organizzare gare dilettantistiche è sempre più difficile. La Dalfiume però non molla e continua con tutte le sue forze a impegnarsi in quello che sa fare meglio: consentire ai giovani ciclisti di mettersi in mostra. Il sodalizio di Osteria Grande ha dato slancio a tanti talenti che poi sono riusciti a passare tra i professionisti, basti pensare che hanno vestito la maglia della Dalfiume corridori come Roberto Conti, Roberto Pelliconi, Marco Vergnani, Raffaele Bosi, Roger Piana, ma anche Fabrizio Amerighi, Davide Ricci Bitti, Francesco Reda, Leopoldo Rocchetti o Enrico Montanari nelle ultime stagioni in cui la società ha avuto le forze per competere a livello nazionale con un proprio team tra i dilettanti. Oggi l’attività organizzativa resta una chicca in Regione e si affianca a un’attività di promozione della bicicletta a tutto tondo: le casacche della Dalfiume nel 2018 sono state vestite da una quarantina di cicloturisti che hanno pedalato sulle strade emiliano romagnole e non solo. A fine luglio si organizza il tradizionale raduno cicloturistico, che anche nel 2018 ha visto quasi 700 partecipanti di 48 diverse società sportive. (ma.ma.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 13 dicembre.

Nella foto (di Massimo Fulgenzi): il podio dell”ultima Coppa Varignana. La ragazza sulla sinistra indossa la maglia della Dalfiume

La società di ciclismo Dalfiume sfida il tempo e conferma le gare anche per il 2019
Cultura e Spettacoli 30 Dicembre 2018

Il «Santo Stefano dei Ragazzi» fa ancora centro nel cuore della gente. IL VIDEO

Sport, spettacolo e tanta gente ha invaso il palaRuggi di Imola per la 48^ edizione del tradizionale «Santo Stefano dei Ragazzi», l”evento promosso da Uisp Faenza-Imola e che ha visto protagonisti, ovviamente nel pomeriggio del 26 dicembre scorso, circa trecento giovani atleti appartenenti a dieci società sportive del territorio. (d.b.)

Nella foto (Isolapress): un momento dell”edizione 2018

Il «Santo Stefano dei Ragazzi» fa ancora centro nel cuore della gente. IL VIDEO
Sport 29 Dicembre 2018

Basket serie B, una Sinermatic Ozzano incerottata cede solo nel finale alla forte Cesena

Seconda sconfitta consecutiva (e prima casalinga) per la Sinermatic Ozzano che cede 77-89 contro Cesena. I biancorossi, però, pur privi degli infortunati Agusto e Dordei, lottano fino alla fine al cospetto della seconda in classifica.

La squadra di coach Grandi, infatti, rende la vita dura ai romagnoli nel primo tempo, trascinati da Mastrangelo e Ranocchi, con il punteggio che è in perfetta parità. Nel secondo tempo Cesena allunga grazie al talento di Brkic e Battisti, Corcelli riporta Ozzano a -4 a trenta secondi dalla sirena, ma il finale sorride agli ospiti.

Nel prossimo turno, in programma domenica 6 gennaio (ore 18), la Sinermatic Ozzano giocherà in casa del San Vendemiano. (d.b.)

Tabellino

Sinermatic-Cesena 77-89 (22-25, 43-43, 57-63)

Ozzano: Ranocchi 14, Mastrangelo 15, Giannasi, Klyuchnyk 4, Morara 10, Folli 7, Corcelli 9, Mengoli ne, Chiusolo 13, Salvardi, Martini 5. All. Grandi. 

Cesena: Dagnello 17, Battisti 20, De Fabritiis 6, Raschi 11, Papa 8, Rossi ne, Trapani 8, Ferrari 2, Brkic 17, Puntolini ne, Poggi ne, Sacchettini. All. Di Lorenzo. 

Nella foto: Nicola Mastrangelo

Basket serie B, una Sinermatic Ozzano incerottata cede solo nel finale alla forte Cesena
Sport 29 Dicembre 2018

Intervista a Margherita Boggi, la giovane amazzone imolese campionessa italiana del «Progetto Sport»

La 15enne imolese Margherita Boggi ha un carattere molto forte e vispo. D’altronde, non può essere altrimenti per una ragazza che poco più di un mese fa si è laureata campionessa italiana del Progetto Sport. Un’enorme soddisfazione per lei e per tutto lo staff (in primo luogo per l’istruttore Angelo Alpi) del Centro Ippico La Botte, dove è stata tesserata fino ad un mese fa, prima di passare al Cisi di Imola. «La passione per i cavalli è nata quando ero piccolissima, a 3-4 anni mio babbo mi portava a vederli al maneggio di un amico. Anche se i miei inizialmente erano contrari, a 6 anni ho iniziato a montare, ma solo verso i 13 anni ho cominciato a fare le gare».

L’equitazione all’inizio era un passatempo, mentre ora sta diventando qualcosa di importante a livello agonistico.

«Esattamente. Prima andavo a montare nel week-end, mentre ora è molto cambiato il mio stile di vita. A 11 anni ho preso il mio primo cavallo: si chiamava Rj, era un morello (tutto nero, nda) un po’ pazzo. Dopo un po’ ero troppo spaventata dal suo carattere e quindi abbiamo deciso di cambiarlo».

Raccontaci qualcosa della tua vittoria nel campionato italiano Progetto Sport.

«Dall’estate 2017 ho iniziato a fare le gare di Completo (programma che prevede il superamento di diverse prove, tra cui dressage, salto ostacoli e cross-country, nda). Inizialmente per me era un esperimento, invece mi sono ritrovata a vincere tutte le gare a cui ho partecipato tranne una, dove sono arrivata seconda. Mi sono trovata così a fare la finale del campionato italiano, dove sono partita per vincere. L’inizio non è stato dei migliori, poi sono riuscita a migliorare e a vincere».

Un successo frutto del binomio perfetto con il tuo cavallo.

«Ho preso Mr Marmite a febbraio. Ha 7 anni, quindi è molto giovane e ha grandi potenzialità: di solito i cavalli si cambiano se il binomio si rompe o se si sale di categoria, ma io ho scelto Mr Marmite per tenerlo il più a lungo possibile».

A cosa aspiri per il tuo futuro in questo sport?

«Mi piacerebbe raggiungere livelli abbastanza alti, magari fare appunto gli Europei entro i 18 anni con il mio cavallo. Non credo di poter vivere di equitazione, quindi non sono dell’idea di andare avanti e di entrare in un gruppo militare. Sicuramente avrò un percorso lavorativo normale, ma spero che la passione per i cavalli non finisca mai». (an.cas.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 20 dicembre.

Nella foto: Margherita Boggi mentre monta «Mr Marmite», con il quale ha vinto il «Progetto Sport»

Intervista a Margherita Boggi, la giovane amazzone imolese campionessa italiana del «Progetto Sport»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast