Posts by tag: ospedale

Cronaca 6 Gennaio 2023

Nuova Tac di ultima generazione all’ospedale di Imola, via ai lavori dal 9 gennaio

Da lunedì 9 gennaio a Imola via ai lavori per l’installazione della seconda nuova Tac all’ospedale Santa Maria della Scaletta, quella presente in Radiologia di Urgenza, l’area di diagnostica per immagini del pronto soccorso. Come per la sostituzione della Tac della radiologia centrale, avvenuta tra fine settembre e novembre, i lavori di smontaggio della macchina attualmente presente e di installazione della nuova avranno una durata di 6 settimane circa, durante le quali l’attività per pazienti esterni continuerà ad essere svolta all’Istituto di Montecatone, dove, grazie ad un accordo tra le due aziende, opera il personale dell’Ausl di Imola. Gli esami per interni e per i pazienti del pronto soccorso saranno invece svolti alla Radiologia centrale dell’ospedale. (r.cr.)

Nella foto: l’ospedale di Imola

Nuova Tac di ultima generazione all’ospedale di Imola, via ai lavori dal 9 gennaio
Cronaca 2 Gennaio 2023

È Mubasshir il primo nato del 2023 all’ospedale di Imola

Si chiama Mubasshir il primo nato del 2023 all’ospedale di Imola. Venuto alla luce con un parto spontaneo alle 21.51 dell’1 gennaio, il bimbo pesava 2860 grammi ed era lungo 48 cm.

«Auguriamo a lui e alla sua splendida famiglia, originaria del Bangladesh, tanta felicità e fortuna» fanno sapere dall’Ausl d i Imola. «Non potevamo iniziare meglio il nuovo anno»  dichiarano felicissimi i genitori ringraziando per la gentilezza e la professionalità il personale del reparto.

Come annunciato, al bimbo primo nato dell’anno è stato regalato il kit preparato dall’Imolese Calcio in collaborazione con il negozio di giocattoli La Cicogna. (r.cr.)

Nella foto (dall’Ausl di Imola): il piccolo Mubasshir con i genitori

È Mubasshir il primo nato del 2023 all’ospedale di Imola
Cronaca 2 Dicembre 2022

Sanità, per gli screening oncologici da dicembre inviti direttamente sul fascicolo elettronico

Da inizio di dicembre, l’Azienda USL di Imola avvierà una nuova modalità di invio degli inviti per l’adesione agli screening oncologici. I cittadini che possiedono ed utilizzano regolarmente il Fascicolo sanitario elettronico non riceveranno più anche la classica lettera tramite posta ordinaria ma saranno invitati esclusivamente attraverso il supporto digitale.

Grazie a questa iniziativa, nel solco della digitalizzazione e della sostenibilità ambientale, sarà possibile ridurre l’uso di carta, la stampa e il ricorso al servizio postale per le oltre 75.000 lettere che vengono inviate ogni anno per gli screening gratuiti della cervice uterina, della mammella, e del colon-retto. Questa innovazione, inoltre, aumenta l’efficienza del servizio grazie a tempi più brevi e certi, evitando il rischio di mancata ricezione delle lettere, e consentendo un risparmio sia economico che energetico.

Oltre agli inviti, anche i solleciti e le lettere di risposta in caso di esito negativo saranno disponibili nel proprio Fascicolo. Ricordiamo che tutti coloro che non hanno il Fascicolo Sanitario Elettronico o non hanno espresso il consenso alla pubblicazione e al ritiro del referto attraverso FSE, rimane comunque garantito l’invio cartaceo postale.

Il nuovo percorso, come detto, partirà a dicembre e sarà sui programmi Cervice Uterina, Colon e Mammella. (r.cr.)

Sanità, per gli screening oncologici da dicembre inviti direttamente sul fascicolo elettronico
Cronaca 28 Ottobre 2022

A Castel San Pietro aperto il nuovo parcheggio da 40 posti in viale Oriani

È stato aperto ieri pomeriggio a Castel San Pietro il nuovo parcheggio da 40 posti in viale Oriani, vicino a quello dell’ospedale già esistente.

Il nuovo parcheggio, terminato a fine agosto, è stato utilizzato durante il Settembre Castellano per la Locanda Slow. A seguire sono stati completati anche l’ampliamento del parcheggio per i camper con tre nuovi posti a fianco degli otto preesistenti e l’installazione di un nuovo svuotatoio, con relativi allacci alla rete idrica, posto nella zona che era stata dedicata all’allestimento del drive through utilizzato dall’Ausl per effettuare i test Covid. Al termine, nei giorni scorsi, prima della riapertura è stata tracciata la segnaletica orizzontale.

Il nuovo parcheggio, del costo complessivo di 173.500 euro e finanziato dalla Regione con un contributo di 100 mila euro, ha una superficie di circa 1.000 metri quadri con 40 nuovi stalli per auto distribuiti sui lati e su due file centrali, compresi uno stallo per disabili e 4 stalli per moto. La raccolta delle acque meteoriche è garantita da una serie di caditoie più una canaletta centrale con griglia, collegate alla rete fognaria esistente mediante apposite tubazioni, mentre l’illuminazione è costituita da 4 corpi illuminanti a led montati a 9 metri di altezza su pali di nuova installazione. (r.cr.)

Nella foto: il nuovo parcheggio in viale Oriani

A Castel San Pietro aperto il nuovo parcheggio da 40 posti in viale Oriani
Cronaca 26 Settembre 2022

Partono oggi i lavori per la sostituzione delle due Tac nell’ospedale di Imola

Investimento per il rinnovamento tecnologico prendono il via oggi nell’ospedale di Imola. Nello specifico l’area interessata è la Radiologia. Nel frattempo le tomografie per esterni saranno effettuate dal personale Ausl presso l’ospedale di Montecatone.

Da oggi via alla sostituzione della prima delle due Tac che nei prossimi mesi sostituiranno le macchine presenti rispettivamente in Radiologia centrale e in Radiologia di Emergenza.

La prima sostituzione riguarderà la Tac della Radiologia centrale: i lavori avranno una durata di 6 settimane circa, durante le quali l’attività per pazienti esterni sarà trasferita presso la sede di Montecatone Rehabilitation Institute (MRI) dove, grazie ad un accordo tra le due aziende, opererà il personale dell’Ausl di Imola.

Gli esami per interni saranno invece svolti in Radiologia di Emergenza, situata al piano terra del dipartimento di Emergenza Accettazione, nell’area di Pronto Soccorso.

Nei primi mesi del 2023 si procederà quindi alla sostituzione della Tac presente in Radiologia di emergenza. (r.cr)

Nello foto d’archivio l’ospedale di Imola

Partono oggi i lavori per la sostituzione delle due Tac nell’ospedale di Imola
Cronaca 5 Settembre 2022

Nuovi orari di chiusura serale per l’ospedale vecchio di Imola

Da oggi, lunedì 5 settembre, le chiusure degli accessi alla struttura dell’ospedale vecchio verranno anticipate per motivi di sicurezza alle ore 19.
 
Nello specifico, le chiusure anticipate riguarderanno: ingresso storico di viale Amendola 8; le porte di accesso interne alle salite A, B e C; il cancello che conduce al cortile della camera mortuaria e quello scorrevole che separa l’ospedale vecchio dall’area ex Lolli. (r.cr.)

Nuovi orari di chiusura serale per l’ospedale vecchio di Imola
Cronaca 9 Agosto 2022

Procedono a tutto… gas i lavori nel parcheggio di viale Oriani a Castel San Pietro

Procedono i lavori di ampliamento e riqualificazione del parcheggio di viale Oriani a Castel San Pietro. L’obiettivo è, infatti, di avere a disposizione l’area in tempo per l’apertura della Locanda Slow, che sarà allestita come ogni anno dalla Pro Loco nell’ambito delle manifestazioni del “Settembre castellano”.
Il nuovo parcheggio, del costo complessivo di 173.500 euro e finanziato dalla Regione Emilia Romagna con un contributo di 100.000 euro in base alla legge regionale n. 5, sarà un piazzale asfaltato di circa 1000 mq, con 40 nuovi stalli per auto della dimensione di 5×2,50 metri ciascuno, distribuiti sui lati e su due file centrali, comprensivi di uno stallo per disabili, nonché di 4 stalli per moto della dimensione di 2,50 x 1,25 metri ricavati sul retro del bagno pubblico. (r.cr.)

Nella fotografia del Comune di Castel San Pietro, il cantiere

Procedono a tutto… gas i lavori nel parcheggio di viale Oriani a Castel San Pietro
Cronaca 15 Luglio 2022

Il 21 luglio torna «Glucasia RunByNight», l’evento a sostegno del progetto della Camera delle mamme

Dopo il successo del 2019, con 450 presenze, e la sospensione per il 2020 e il 2021 a causa della pandemia, torna la “Glucasia RunByNight”, la Corsa e camminata ludico motoria a scopo benefico sulla distanza di 5,5 km circa che si svolgerà in notturna all”interno del parco delle Acque minerali e dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari giovedì 21 luglio.

«La manifestazione è aperta a tutti ed ha lo scopo di mettere in evidenza l”importanza dello sport nella gestione del diabete e i fondi raccolti serviranno per attività dedicate ai bambini e adulti con diabete del nostro territorio – spiega l’associazione Glucasia –. In particolare quest’anno, attraverso una lotteria di beneficenza, si potrà contribuire al progetto “Camera delle mamme” volto a migliorare le condizioni di degenza delle mamme e dei loro bimbi all’interno della Pediatria di Imola». (lu.ba.)

Nella fotografia dell”associazione Glucasia, l”edizione 2019

Il 21 luglio torna «Glucasia RunByNight», l’evento a sostegno del progetto della Camera delle mamme
Cronaca 6 Giugno 2022

L'artista Roberto Cafarotti dona diciotto opere all’Ausl di Imola

L’artista Roberto Cafarotti ha donato 18 stampe, tra paesaggi e autoritratti, all”Azienda usl di Imola. Le opere saranno distribuite nei corridoi e nelle sale dell”ospedale Santa Maria della Scaletta.

«È un momento emozionante – commenta – e sono molto felice di poter aiutare la nostra comunità con una donazione che ha l’intento di offrire con l’arte un piccolo sollievo a chi è in ospedale». «L’ospedale, oltre ad essere un luogo di cura, può essere un luogo di cultura, di accoglienza nel senso più ampio della parola – aggiunge Andrea Neri, direttore sanitario dell’Ausl cittadina –. Umanizzare l’ambiente e renderlo più ospitale è uno dei nostri obiettivi. E questa donazione ci supporta a raggiungere questo traguardo». (lu.ba.)

Nella fotografia dell”Azienda usl, la donazione

L'artista Roberto Cafarotti dona diciotto opere all’Ausl di Imola
Cronaca 29 Maggio 2022

Prende a pugni la vetrata della portineria dell’ospedale e la manda in frantumi

Episodio grave questa mattina all’ospedale di Imola quando un uomo ha preso a pugno la vetrata della portineria mandandola in frantumi.

«Solo per caso l’utente, non nuovo a tali episodi, non ha fatto feriti gravi tra le lavoratrici dello sportello – si legge sulla pagina Facebook del sindacato Sgb-Sanità -. Da anni le lavoratrici denunciano la scarsa protezione della struttura e ne chiedono migliore contro il perpetrarsi crescente di situazioni simili. Come Sindacato Generale di Base esprimiamo la piena solidarietà alle operatrici aggredite e chiediamo che l”azienda ospedaliera si occupi al più presto di applicare misure atte alla protezione personale ed adeguate alla sicurezza delle lavoratrici».

Sull’aggressione, postando anche un video sui social, è intervenuto anche il sindacato Fials Ausl Imola. «Da anni insieme ai dipendenti della portineria e del check point denunciamo la scarsa attenzione sulla sicurezza e le protezioni del gabbiotto chiedendone la messa in sicurezza con vetri anti-aggressione proprio contro il perpetrarsi di situazioni simili, utile anche un sistema di video sorveglianza e il posto di polizia sulle 24 ore – fanno sapere su Facebook -. Anche noi esprimiamo solidarietà alle operatrici aggredite che in questo momento vivono attimi di paura e stress e rivendichiamo nei confronti dell”azienda che temi come la sicurezza, monitoraggio e prevenzione delle aggressioni verso il personale, vengano presi in considerazione e discussi sui tavoli di confronto sindacale e che sopratutto vengano attenzionati al più presto».

Infine, il commento della Uil-Fpl Imola. «Ennesimo di una serie di episodi che sempre lo stesso soggetto ha ripetuto negli sei mesi da quando uscito dal carcere ha ripreso a frequentare assiduamente sia il pronto soccorso che gli spazi adiacenti la portineria attardandosi durante la notte a dormire sulle poltroncine per disabili ubicate nel retro dell’ingresso – fa sapere il sindacato -. Giá in passato l”uomo si è reso protagonista di episodi analoghi con lancio di estintori verso gli infermieri del pronto soccorso, aggressioni verbali e fisiche verso utenti e parenti dei ricoverati, che solo per fortunate coincidenze hanno causato solo danni a cose e non alle persone. Come stamattina alle 7 quando l’operatrice con freddezza è andata a chiudere a chiave la porta di accesso della portineria e le ha evitato che la vetrata le cadesse addosso. (r.cr.)

Foto dalla pagina Facebook del sindacato Sgb-Sanità; video dalla pagina Facebook del sindacato Fials Ausl Imola

Prende a pugni la vetrata della portineria dell’ospedale e la manda in frantumi

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA