Posts by tag: resistenza

Cronaca 10 Settembre 2021

Il Consiglio comunale dei ragazzi di Castello ha presentato in Prefettura l’album di figurine… per la libertà

Dopo la presentazione alla Città tenuta nei giorni scorsi in piazza XX Settembre, una delegazione di 10 giovani del Consiglio Comunale dei ragazzi e delle ragazze di Castel San Pietro, si è recata in Prefettura a Bologna dal prefetto Francesca Ferrandino per presentare l”album di figurine dal titolo «…per la libertà», dedicato a luoghi e persone della resistenza castellana. Con loro anche il sindaco Fausto Tinti, l’assessora Giulia Naldi, il facilitatore della Coop. Solco che segue le attività del Consiglio comunale dei ragazzi e la responsabile dell”Unità Operativa Solidarietà e Politiche Giovanili del Comune.

In apertura dell”incontro sono stati proiettati una presentazione dei progetti realizzati ed un video sulle motivazioni che hanno spinto i ragazzi a scegliere di realizzare l”album e a mettere al centro del progetto il concetto di libertà.
Il prefetto ha apprezzato sia l’idea dell”album, sia il tema trattato, e ha illustrato a sua volta il lavoro che svolge quotidianamente per la sicurezza dei cittadini, affiancata dal sindaco Tinti che ha sottolineato l”importanza del ruolo della Prefettura e del coordinamento costante che esiste con i Comuni. (r.cr.)

Approfondimenti sull’album delle figurine su «sabato sera» del 9 settembre.

Nella foto: il prefetto Ferrandino, la sindaca dei ragazzi Michelle Lamieri ed il sindaco di Castel San Pietro Tinti

Il Consiglio comunale dei ragazzi di Castello ha presentato in Prefettura l’album di figurine… per la libertà
Cronaca 4 Settembre 2021

Commemorazione di Monte Battaglia, un giorno tra ricordo e riconciliazione

Monte Battaglia, altura posta fra Casola Valsenio e Fontanelice, è l’ultimo baluardo naturale prima dello sbocco nella valle Padana. Nella fase cruciale della campagna d’Italia ha quindi rivestito un ruolo strategico molto importante e per il suo possesso ha avuto luogo una delle più cruenti battaglie combattute nel periodo che va dal luglio 1943 (sbarco in Sicilia) al maggio 1945 (la resa del corpo di occupazione tedesco). Battaglia alla quale presero parte con successo anche i partigiani imolesi.

Per iniziativa dell’associazione Nazionale Partigiani d’Italia domani, domenica 5 settembre, si svolge la cerimonia commemorativa degli avvenimenti bellici dell’autunno 1944: alle ore 9.30 posa di corone di alloro ai cippi del ponte del Cantone, Sant’Apollinare e San Ruffillo; alle 10.30 intrattenimento con musiche del Corpo bandistico «Venturi» di Casola Valsenio; alle 11 cerimonia commemorativa, coi saluti del sindaco di Casola Valsenio, Giorgio Sagrini, e dell’Amministrazione comunale di Fontanelice e l’intervento della vicepresidente della Regione Emilia Romagna, Elly Schlein. Previsto un punto di ristoro con piadina farcita e bevande. (r.cr.)

Nella foto: monte Battaglia

Commemorazione di Monte Battaglia, un giorno tra ricordo e riconciliazione
Cronaca 10 Luglio 2021

Il Comune di Imola ha aderito all’anagrafe virtuale antifascista ed alla «Carta di Stazzema»

La Città di Imola ha aderito all’anagrafe virtuale antifascista istituita dal Comune di Stazzema, attraverso la sottoscrizione della carta di valori detta «Carta di Stazzema». A deciderlo la Giunta comunale, che nei giorni scorsi ha approvato l’apposita delibera. «Imola Citta Medaglia d’Oro al Valor Militare per attività partigiana non poteva non aderire all’anagrafe virtuale antifascista ed alla “Carta di Stazzema”. Iscriversi significa condividere i principi raccolti nella carta stessa, che sono alla base della nostra democrazia, della Costituzione Italiana, della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani» spiega il sindaco Marco Panieri, che aggiunge «aderire all’anagrafe è un impegno a sentirsi parte di una comunità, che agisce per affermare e per rivendicare con orgoglio e coraggio i principi della Carta, per restituire loro forza, dignità, fascino, per riportarli al centro del dibattito pubblico, della vita quotidiana, della contemporaneità».

Con questa adesione, l’Amministrazione comunale dà corso all’ordine del giorno presentato dal Consigliere comunale Filippo Samachini (Gruppo Imola Coraggiosa Ecologista Progressista) e approvato con emendamenti dal Consiglio comunale nell’aprile scorso.  Ricordiamo che il Comune di Stazzema, sede del Parco nazionale della pace di Sant’Anna di Stazzema, luogo martire della violenza nazifascista, ha promosso l’iniziativa di istituire un’anagrafe virtuale antifascista a difesa dei valori della nostra Costituzione, che raccolga tutti coloro che si sentono impegnati in difesa dei valori di libertà, democrazia, legalità e contro il diffondersi di episodi di intolleranza e rievocazione del nazifascismo che fece della violenza lo strumento di affermazione contro oppositori politici, minoranze etniche e religiose. (r.cr.)

Nella foto: il Comune di Imola

Il Comune di Imola ha aderito all’anagrafe virtuale antifascista ed alla «Carta di Stazzema»
Sport 3 Luglio 2021

«Passeggiata della Resistenza» col Cai, percorso di 11 chilometri fino a Casetta di Tiara

Domani, domenica 4 luglio, la sezione locale del Cai organizza la «Passeggiata della Resistenza» a Casetta di Tiara.

La partenza con auto proprie è alle ore 7.30 dal parcheggio della Bocciofila, in viale Saffi. Il ritrovo per l’inizio della passeggiata, aperta a tutti, è invece alle ore 8.30 alla curva del Molinaccio sul Rovigo. Si camminerà per circa 11 chilometri, con un dislivello in salita di 600 metri. Non è prevista alcuna festa o pranzo.

Per informazioni:Romano (tel. 335-6411488). (r.cr.)

Nella foto: Casetta di Tiara

«Passeggiata della Resistenza» col Cai, percorso di 11 chilometri fino a Casetta di Tiara
Cultura e Spettacoli 26 Giugno 2021

Officine Re-Esistenti, oggi la prima visita guidata al museo a cielo aperto sulla Resistenza imolese

Tutto pronto per la prima camminata urbana del progetto Officine Re-Esistenti, il museo diffuso nel centro di Imola dedicato alla storia della Resistenza cittadina. Un’idea lanciata dalla cooperativa Officina Immaginata, dal Cidra, dalla sezione di Imola dell’Anpi e dall’Istituto comprensivo 7, assieme alla cooperativa Il Mosaico, all’associazione Noi giovani, al presidio «Giudice Alberto Giacomelli» di Imola e del circondario dell’associazione Libera, con la partecipazione di Bacchilega editore.

La visita guidata partirà questo pomeriggio dal Cidra (ore 18.30), a gruppi, e toccherà le tappe del museo diffuso nel centro storico. La conclusione sarà al prato della rocca (ore 19.30) con aperitivo di lancio della raccolta fondi di Officine Re-Esistenti. In serata (ore 20.30) presentazione dei libri «La scelta di una vita» e «Il valore della memoria» di Lisa Laffi, presso il Verziere delle monache in via Caterina Sforza, con la partecipazione di Virginia «Gina» Manaresi e degli studenti dell’Istituto comprensivo 7. Letture a cura di Extravagantis Teatro.

COME PRENOTARSI 

Nella foto: la sede del Cidra a Imola, punto di ritrovo per la camminata urbana di oggi

Officine Re-Esistenti, oggi la prima visita guidata al museo a cielo aperto sulla Resistenza imolese
Cronaca 5 Giugno 2021

Faggiola, Festa partigiana con camminata notturna

Domani, domenica 6 giugno, nel contesto del 76° anniversario della Liberazione dal nazifascismo e della celebrazione della 36a Brigata Garibaldi «Alessandro Bianconcini», è in programma al monte Faggiola la decima Festa dei Partigiani – Mai più fascismi promossa dalle sezioni Anpi di Imola, Castel del Rio, Palazzuolo e Marradi e dai Comuni di Castel del Rio e Palazzuolo.

Il programma della manifestazione, con inizio alle ore ore 9.30, prevede il ritrovo e la deposizione di una corona presso il Santerno Valley War Cemetery, in località
Ceretola di Coniale. L’appuntamento successivo è previsto per le ore 10.30 al passo del Paretaio. La manifestazione si concluderà con la deposizione di una corona al monumento dedicato ai caduti durante la guerra di liberazione. Niente tradizionale pranzo campestre, ma chi vorrà potrà portarsi da casa il pranzo al sacco per consumarlo sui prati del Paretaio. Com’è ormai tradizione si svolgerà anche la Camminata notturna della trafila partigiana, organizzata da Cai e Anpi.

Per informazioni: Romano Bacchilega, tel. 335 6411488.

Ulteriori dettagli su «sabato sera» del 3 giugno.

Nella foto: l’arrivo al monumento al passo del Paretaio della camminata dello scorso anno

Faggiola, Festa partigiana con camminata notturna
Cronaca 24 Aprile 2021

Festa Liberazione, Imola lustra la sua medaglia d’oro. Il programma delle celebrazioni del 25 aprile

Imola, Città medaglia d’oro al valor militare per attività partigiana, è pronta per le celebrazioni del 76° anniversario della Liberazione in programma domani, domenica 25 aprile.

A partire dalle 11, il sindaco Marco Panieri, alla presenza del presidente dell’Anpi Imola, Gabrio Salieri, deporrà una corona ai piedi del Monumento al Partigiano, in piazzale Leonardo da Vinci. Saranno presenti anche le forze dell”ordine, il presidente del Coordinamento associazioni d’arma imolesi, Franco Camaggi e la Banda Musicale Città di Imola. Sempre domani, personale incaricato posizionerà corone di fiori all’interno della Rocca sforzesca, alla lapide a ricordo dei partigiani e antifascisti detenuti e torturati in Rocca; all’esterno della sede dell’Anpi, alla lapide dei partigiani ed antifascisti caduti e fucilati a Bologna; nell’androne del Municipio ed alla lapide dei caduti in guerra. (da.be.)

Nella foto: le celebrazioni davanti al Comune per la Liberazione di Imola del 14 aprile 

Festa Liberazione, Imola lustra la sua medaglia d’oro. Il programma delle celebrazioni del 25 aprile
Cronaca 23 Aprile 2021

Strage di Sant'Anna di Stazzema, bufera a Imola sulle parole revisioniste della consigliera comunale

“A Sant”Anna di Stazzema i partigiani rossi provocarono coscientemente la rappresaglia tedesca, lasciando che le Ss massacrassero centinaia di civili e tornarono a strage ultimata per rapinare i cadaveri delle vittime”. Lo ha detto, ieri durante la seduta del consiglio comunale di Imola, Maria Teresa Merli, consigliera comunale di Fratelli d”Italia. Il Consiglio comunale stava discutendo la proposta dell”iscrizione del Comune di Imola all”Anagrafe Virtuale Antifascista di Stazzema.

L”accaduto ha portato il sindaco Marco Panieri e la sua Giunta ad una dura presa di posizione di condanna: “La consigliera comunale, con una ricostruzione dei fatti rabberciata quanto singolare e storicamente infondata, ha attribuito ai partigiani la responsabilità morale dell’eccidio di Sant’Anna di Stazzema che, con i suoi 560 civili massacrati, rappresenta una delle pagine più dolorose e drammatiche della storia d’Italia del ‘900”.

“Abbiamo ascoltato frasi inaccettabili e vergognose – continua la nota dell”Amministrazione comunale imolese – gravissime in ogni contesto e certamente, a maggior ragione, nella sede del Consiglio comunale di Imola, Città medaglia d”oro al valor militare per attività partigiana”.

“Alla vigilia della giornata che celebra la Liberazione dal nazifascismo, questa aggressione gratuita offende gravemente la memoria di quanti, in ogni parte d”Italia ed anche ad Imola, hanno pagato un prezzo altissimo in termini di vite umane, umiliazioni, prevaricazioni, ingiustizie e sacrifici alla causa della libertà riconquistata. Queste affermazioni sono ancora più gravi in quanto pronunciate da chi riveste il ruolo di insegnante di scuola, ovvero da chi ha il compito altissimo e meraviglioso di educare i cittadini di oggi e di domani”.

L”Anagrafe Virtuale Antifascista di Stazzema è aperta a tutti coloro che si riconoscono nei valori legati dall”impegno verso la memoria, a difesa dei valori e dei principi racchiusi nella nostra Carta Costituzionale. La proposta di adesione era stata avanzata dal gruppo di maggioranza Imola Coraggiosa. La seduta del Consiglio comunale si è conclusa con l”approvazione dell”adesione del Comune. Imola, tra l”altro, è una città che vanta la Medaglia d”oro al valor militare per attività partigiana. (r.cr.)

http://www.santannadistazzema.org/

Strage di Sant'Anna di Stazzema, bufera a Imola sulle parole revisioniste della consigliera comunale
Cronaca 23 Aprile 2021

«Quando un posto diventa un luogo», doppio appuntamento per i ragazzi delle scuole in occasione della Liberazione

Doppio appuntamento, nel fine settimana, per il progetto «Quando un posto diventa un luogo» in occasione della Festa della Liberazione del 25 aprile.

Sabato 24, dalle ore 10, l’iniziativa promossa dall’Istituto Tecnico «L. Paolini». dal titolo Studenti Resistenti. Omaggio alla scuola e agli studenti partigiani, con un numero ridotto di rappresentanti delle classi 2C, 2D, 4G, 5G, 5N e le professoresse Chiara Billi e Monica Tassoni.

Domenica 25, invece, al Monumento al Partigiano, verrà diffuso un intervento audio registrato dalla classe del Liceo delle Scienze Applicate «F. Alberghetti», con la professoressa Francesca Ferri, in collaborazione con il Viola Ensemble, a cui parteciperanno Stella Degli Esposti, Rachele Fiorini, Giulia Guardenti e Elisabeth Reolid, della Fondazione Accademia Internazionale di Imola «Incontri con il Maestro».

Entrambi gli eventi saranno trasmessi in diretta streaming, sulle pagine Facebook del Cidra, del Comune di Imola e dei Musei Civici di Imola. (da.be.)

Nella foto: l’evento di «Quando un posto diventa un luogo» andato in scena nei giorni scorsi al palaRuggi 

«Quando un posto diventa un luogo», doppio appuntamento per i ragazzi delle scuole in occasione della Liberazione
Cronaca 22 Aprile 2021

«Officine Re-esistenti», il museo storico nel centro di Imola si svela alla città

In occasioni delle celebrazioni per la Liberazione, venerdì 23 aprile, alle ore 18, verrà presentato alla cittadinanza imolese Officine Re-esistenti, il museo diffuso nel centro storico dedicato alla storia di Imola nel biennio 1943-1945.

Officine Re-esistenti è un progetto di rete promosso da Officina immaginata cooperativa sociale, Bacchilega Editore, Cidra-Centro imolese documentazione Resistenza antifascista e Storia contemporanea, sezione di Imola dell’Anpi, Istituto comprensivo n.7, cooperativa “Il mosaico”, associazione Noi giovani e presidio di Libera del Circondario Imolese. L”inaugurazione avverrà nel corso di una diretta streaming (sulle pagine facebook di Officina Immaginata, Cidra, Anpi Imola, Il Mosaico, Ic7 Imola, Sabato sera Settimanale e Comune di Imola) e sarà solo la prima tappa di un percorso che continuerà nei mesi di maggio e giugno con iniziative, in presenza se possibile. In diretta streaming dal Cidra, interverrà il sindaco Marco Panieri.

Lo storico Simeone Del Prete guiderà poi i cittadini nelle prime  tre tappe del “Museo a porte aperte”, ripercorrendo i luoghi significativi per la storia e la memoria della Resistenza imolese. Sul sito di Officine Re-esistenti sarà possibile approfondire la storia dei luoghi e dei testimoni narrati, con contenuti multimediali provenienti dal patrimonio culturale del Cidra, e fruibili tramite smartphone e tecnologia qr code. A partire da domani, 23 aprile, saranno inoltre messi a disposizione dei cittadini  i depliant relativi al Museo a porte aperte, presenti nei principali punti di interesse culturali e turistici della città. (r.cr.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 22 aprile.

Nella foto: la Liberazione di Imola

«Officine Re-esistenti», il museo storico nel centro di Imola si svela alla città

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast