Posts by tag: spettacoli

Cronaca 25 Gennaio 2019

Giornata della Memoria, un fine settimana con tanti eventi per non dimenticare la tragedia della Shoah

Un fine settimana denso di eventi organizzati da enti pubblici e soggetti privati in occasione della Giornata della Memoria, che ricorre il 27 gennaio, anniversario dell’apertura dei cancelli di Auschwitz.Cominciando da Imola, dove prosegue il calendario di iniziative proposte dal Comune in collaborazione con scuole e associazioni, prosegue fino al 12 febbraio (via Emilia 80) la mostra dedicata a Wiltod Pilecki, il tenente della cavalleria polacca che si fece volontariamente arrestare dalla Gestapo per essere internato ad Auschwitz ed organizzare una rete di resistenza e di informazione sugli orrori nei campi e redigendo poi un rapporto che fu il primo documento dai campi di sterminio che arrivò agli alleati (gli orari per visitarla sono quelli di apertura della biblioteca).

Stasera venerdì 25 gennaio, alle 21, al teatro comunale Ebe Stignani, è in scena lo spettacolo di musica e parole “I Giusti tra le nazioni”, cooordinato dalla nuova scuola di musica Vassura-Baroncini e dal teatro comunale Ebe Stignani, con protagonisti per la parte musicale allievi e studenti della scuola di musica e degli IC 6 e 7 (guidati dai maestri Roberto Bartoli, Paola Tarabusi e Valentina Domenicali), mentre la parte recitata è affidata agli studenti del laboratorio teatrale condotto dalle professoresse Maria Di Ciaula e Liliana Genovese (IC 6). Sabato 26 gennaio ci sarà in mattinata, alle 10.30, la cerimonia di deposizione di una corona alla lapide di via Giudei, con la sindaca di Imola Manuela Sangiorgi, le autorità civili, militari e religiose, rappresentanti delle forze dell’ordine, delle associazioni d’arma e partigiane, mentre l’Azione cattolica della Diocesi di Imola organizza un momento di preghiera, sempre di fronte alla lapide, aperto a tutta la comunità imolese.

Due eventi sono in programma, sempre il 26 gennaio, in altri comuni del territorio. A Castel del Rio, sempre alle 10.30, il Comune, l’Anpi e il Museo della Guerra organizzano un’iniziativa con letture in sala Magnus sul tema “I deportati di Castel del Rio” e, a seguire, la deposizione di un cuscino commemorativo e preghiera presso il giardino intitolato ai deportati e alle vittime dei campi di concentramento nazisti e visita al Museo della Guerra. E” invitata la scuola media, l”iniziativa è aperta a tutta la cittadinanza. A Toscanella, invece, la sezione di Dozza dell”Anpi e l”Istituto comprensivo Dozza e Castel Guelfo, in collaborazione e con il patrocinio del Comune, organizzano nella scuola elementare Giuseppe Pulicari, in piazza della Loggia 4, un”iniziativa in occasione della Giornata della memoria, con interventi di rappresentanti dell”amministrazione comunale, dello storico del Cidra Marco Orazi e di un ex deportato nei campi di concentramento; durante l”iniziativa musiche, letture e canti a tema eseguiti dai ragazzi della scuola media Aldo Moro. La Giornata della memoria proseguirà con un pranzo di autofinanziamento preparato dall”Anpi di Dozza presso il chiosco «Al solito posto» in via Pietro Nenni.

Per quanto riguarda invece domenica 27 gennaio, Giornata della Memoria, al teatro Lolli di Imola (via Caterina Sforza 3) si svolgerà lo spettacolo «1938-1945: la persecuzione razziale. Parole e storie di un tempo buio». Dalla valigia della memoria emergono documenti, cronache, storie di bambini, uomini e donne: per ferirci e coinvolgerci ancora. Letture e dialoghi sono a cura di Tilt – Trasgressivo Imola Laboratorio teatro e le rappresentazioni saranno due, una alle 17 e una alle 21. 

Giornata della Memoria, un fine settimana con tanti eventi per non dimenticare la tragedia della Shoah
Cultura e Spettacoli 31 Dicembre 2018

Capodanno a Imola alla Rocca, luci, musica, fuochi… e spumante nelle bottiglie di plastica

Come è oramai tradizione da qualche anno, momento speciale e molto atteso del Capodanno a Imola è il grande spettacolo multimediale e pirotecnico alla Rocca Sforzesca. Per questo 31 dicembre il titolo scelto è “Tempus – Le dame, i cavalieri, l’arme gli amori io canto”, anticipato dalla musica con dj set a partire dalle ore 23 e, pochi minuti prima della mezzanotte, dagli auguri formulati dal vice sindaco Patrik Cavina.  

Come l”anno scorso, per motivi di sicurezza sono stati limitati i punti di accesso all’area inoltre è vietato portare con sé bottiglie di vetro o lattine, petardi di ogni tipo nonché spray urticanti (quest’ultimo tema è stato oggetto di un’ordinanza, su indicazione anche della prefettura, dopo la tragedia accaduta nella discoteca di Corinaldo, di fatto rimarcando la normativa che ne autorizza l’utilizzo esclusivamente per difesa personale).

Dal Comune si invita a recarsi per tempo nell”area della Rocca Sforzesca, evitando di arrivare poco prima della mezzanotte. L’area sarà aperta al pubblico già dalle ore 22.30. Gli ingressi sono da viale Saffi ovest (dalla Bocciofila e da Viale d”Agostino), da viale Saffi est (da Porta Montanara), da via Fratelli Bandiera/via Garibaldi, da via Venturini. 

Gli accessi saranno controllati dalle forze dell’ordine. E” prevista un’area riservata ai disabili, posta lungo via Giovanni dalle Bande Nere, a ridosso dell”area transennata, al centro del fronte della Rocca. 

Soprattutto chi vuole fare il brindisi davanti alla Rocca meglio si organizzi con lo spumante in una bottiglia di plastica (al momento non vi sono indicazioni che sia data la possibilità a chi arrivasse impreparato di trovare bicchieri di plastica o bottiglie di plastica agli ingressi, come accadde invece l’anno scorso). (l.a.)

Nelle foto il Capodanno 2017 alla Rocca

Capodanno a Imola alla Rocca, luci, musica, fuochi… e spumante nelle bottiglie di plastica
Cultura e Spettacoli 21 Settembre 2018

Dozza diventa «FantastikA» con due giorni di eventi dedicati al mondo fantasy

Dozza si colora di fantasia con la IV edizione di FantastikA, la biennale d’arte del fantastico che torna il 22 e 23 settembre dopo il successo degli scorsi anni e dopo aver visto anche la nascita del drago Fyrstan! E proprio lui, opera alta quasi 4 metri e lunga 9, sarà protagonista, a cominciare dal titolo della manifestazione, «Il risveglio del drago», per continuare con uno spettacolo che si terrà il sabato sera, con danze e giochi di luce. La novità più rilevante di quest”edizione 2018 è però il coinvolgimento del borgo intero: alla Rocca ci saranno mostre e artisti di prestigio internazionale, e tutte le vie e le piazze di Dozza accoglieranno stand gastronomici tipici, artigianato di qualità e banchi a tema fantastico. Rievocazioni e animazioni in costume intratterranno i visitatori nelle viuzze e nelle piazze, mentre saranno numerosi gli ospiti che interverranno per conferenze, artist desk, mostre, incontri e laboratori. Occhi puntati anche sul teatro comunale e sulla Tana del Drago, dove verrà inaugurato il Centro Studi Tolkieniani, primo nel suo genere in Italia e nel mondo. Mostre, laboratori, incontri e workshop si susseguiranno per i due giorni di FantastikA (acquistando un braccialetto a validità giornaliera si potrà accedere alla Rocca, al teatro e al centro Studi).

Tantissimi gli ospiti, illustratori e professionisti del settore: tra questi Michele Rubini, Edvige Faini, Dany Orizio, Angelo Montanini, Paolo Barbieri, Alberto Dal Lago, Maria Distefano, Emanuele Manfredi, Andrea Piparo, Fabio Porfidia, Livia de Simone, Riccardo Rullo, Andrea Gualandri, Davide Romanini, Lucio Parrillo, Valeria De Caterini, Stefano Bessoni, Arcangelo Ambrosi, Stefano Moroni, Jesper Ejsing, Karl Kopinski, Michele Giorgi, Antonello Venditti.Il Comitato organizzativo (composto da Roberto Arduini, Sabrina Bassi, Ivan Cavini, Giuseppe Moscatello, Marco Pellizzola, Enrica Piancastelli, Davide Romanini e Agnese Tonelli) ha lavorato a un ricco programma che avrà tematiche più vicine al filone horror, alle fiabe e ai robottoni giapponesi. Quest’anno infatti fanno la loro prima apparizione a FantastikA gli anime giapponesi, con i robot giganti che hanno accompagnato l’infanzia di un’intera generazione. Ma i robot di Andrea Gualandri non sono solo i giganti invincibili Jeeg, Mazinga e Goldrake: nella Pinacoteca della Rocca nascerà la sua mostra dei Trashformers, una nuova generazione di eroi piccoli e fragili, come il nostro pianeta che affoga nella plastica e chiede di essere salvato. (r.c.)

Come ogni anno sarà disponibile una navetta gratuita da Dozza a Toscanella.

Ingresso: adulti giornaliero 8 euro, adulti per due giorni 10 euro; ragazzi da 10 a 18 anni giornaliero 4 euro, ragazzi da 10 a 18 anni per due giorni 5 euro; bambini sotto i 9 anni, diversamente abili e Cosplayer ingresso gratuito. Info: www.fantastikadozza.com oppure www.fondazionedozza.it

L”articolo completo è sul «sabato sera» in edicola da giovedì 20 settembre

Nella foto il drago Fyrstan

Dozza diventa «FantastikA» con due giorni di eventi dedicati al mondo fantasy
Cultura e Spettacoli 8 Settembre 2018

Tartufo è protagonista a Castel del Rio con due fine settimana di sapori e spettacoli

Il suo sapore è inconfondibile e molto amato. Al tartufo Castel del Rio dedica una sagra che giunge all”ottava edizione e che si tiene l”8, 9, 15 e 16 settembre, organizzata da Associazione culturale alidosiana insieme e Gruppo sportivo Castel del Rio e Sezione cacciatori Castel del Rio. Una sagra molto amata, che vede una media di quattromila coperti preparati ogni anno. Coperti che possono spaziare in un ampio menù: crostini al tartufo o vellutata di patate al tartufo come antipasto; tagliolini al tartufo, tortellini panna e tartufo, maccheroncini panna, speck e tartufo, risotto al tartufo, tagliolini al ragù, tortelli al ragù come primi; uova fritte al tartufo, scaloppine al tartufo, roast beef al tartufo e scaglie di grana, polenta fritta e cacio al tartufo, piadina con salsiccia, accompagnati da patate fritte, come secondi; tartufo bianco o nero (gelato) come dessert. Lo stand gastronomico, al coperto, apre tutte le sere alle 19, domenica anche alle 12.

Nell”area della festa ci saranno anche un mercato e un”area con gonfiabili per bambini. Ogni serata, poi, vedrà un momento di spettacolo: sabato 8 alle 21 si darà spazio alla musica con Punti di Vista cover band, domenica 9 alle 20.30 ancora musica con Nearco, sabato 15 alle 21 si terrà il concerto de Gli Taliani, domenica 16 alle 20.30 andrà in scena lo spettacolo dei ballerini Le comete di Romagna. Informazioni: www.tartufocasteldelrio.it

Tartufo è protagonista a Castel del Rio con due fine settimana di sapori e spettacoli
Cultura e Spettacoli 22 Agosto 2018

Tozzona Festa & Sport ritorna con spettacoli, ballo, attività sportive e sfilata degli amici cani

Tozzona Festa & Sport è l”appuntamento di fine agosto con il divertimento al centro sociale La Tozzona di Imola, in via Punta 24. Da domani, giovedì 23 agosto, fino al 30 agosto i visitatori potranno mangiare allo stand gastronomico (che apre tutte le sere alle 18.30, domenica 26 anche alle 11.30), dedicarsi al gioco del tappo, godere di attività sportive e ricreative, ballare ed assistere a spettacoli.

Per quel che riguarda questi ultimi, iniziano alle ore 21 e prevedono: giovedì 23 ballo con l”orchestra Mirco Gramellini, venerdì 24 con l”orchestra Claudio Nanni, sabato 25 spettacolo di pattinaggio Imola Roller, domenica 26 spettacolo One y Dos e associazione Biancoverde, lunedì 27 ballo con l”orchestra Emil Spada, martedì 28 spettacolo di ballo Gamma Club, mercoledì 29 ballo con l”ochestra Stefania Ciani e giovedì 30 con Nuova Romagna Folk.

Sono in programma anche altre attività quali il primo raduno serale Mtb Tozzona con un percorso di 32 chilometri (giovedì 23 ore 17-19, con un buono di 8 euro dato agli iscritti da consumarsi al ristorante della festa), la gimkana per bambini fino a 11 anni (sabato 25 ore 16-18, con simulazione del mondo della strada in collaborazione con la Polizia municipale), il raduno di auto e moto d”epoca (domenica 26 alle 9), l”animazione per bambini (domenica 26 alle 17), il settimo Trofeo memorial Bruno Falconi (mercoledì 29 alle 20 al campo da calcio Calipari).

Momento clou della festa sarà poi, domenica 26, la Festa del bastardino con «sfilata a 4 zampe»: le iscrizioni aprono alle 14.30 (quota minima 5 euro, ricavato interamente devoluto al canile municipale), la sfilata prende il via alle 15 e le premiazioni si tengono alle 17 (in palio ci sono un buono vacanze per una settimana a Marilleva in residence da 4/8 persone con promo valida fino al settembre 2018 e venti buoni sconto del 20 per cento spendibili nei negozi L”ora degli animali).

Nella foto un momento di una passata edizione della festa

Tozzona Festa & Sport ritorna con spettacoli, ballo, attività sportive e sfilata degli amici cani
Cultura e Spettacoli 13 Luglio 2018

A Castel del Rio il weekend porta nel passato con le Feste rinascimentali

Sono quasi quarant”anni che a Castel del Rio metà luglio significa un tuffo nel Rinascimento. E anche quest”anno l’epoca degli antichi splendori della Signoria Alidosi tornano sabato 14 e domenica 15 con la XXXVIII edizione delle Feste rinascimentali che faranno vivere il paese nel 1500.

Si comincia nel tardo pomeriggio di sabato 14 con il grande mercato medievale che animerà il centro storico con decine di banchi, antichi mestieri, artigiani, e ricostruzioni d’epoca di attività quali il tiro con l’arco, la lettura dei tarocchi o le prove d’equitazione. Entrerà poi in funzione l’accampamento militare e dalle 19 si potranno gustare i piatti dell’Appennino Tosco-Emiliano negli stand della Sagra della Gnoccata, nel retro di palazzo Alidosi, che rimarranno operativi tutto il weekend.Non mancherà uno spazio interamente dedicato ai più piccoli: sarà infatti allestito dalle 20.30 un laboratorio gratuito per tutti i bambini, che insieme a delle educatrici potranno realizzare un proprio manufatto ispirandosi agli emblemi del passato, nonché divertirsi con il truccabimbi per diventare dame o cavalieri.Con il calare del buio inizieranno inoltre i magnifici spettacoli serali: alle 21.30 Giullarate Medievali, in cui gli artisti Bricco e Bracco daranno prova della loro abilità nell’arte della giocoleria, dell’equilibrismo e della comicità, alle 22.15 Virtù Kavalleresche, a cura della compagnia «Kroonos, viandanti nel tempo», in cui un giovane scudiero deve dimostrare la propria abilità affrontando prove quali acrobazie, figurazioni aeree, magnifici giochi e manipolazione del fuoco, e alle 22.45 Divina, di Mattia Favaro, the juggler illusionist, un incredibile spettacolo di giocoleria, illusionismo e magia medievale, con sensazionali effetti speciali dal sapore storico ed illusioni mozzafiato, oltre a spettacolari fuochi pirotecnici.

Domenica 15 la Sagra della gnoccata riapre anche per il pranzo mentre le attività storiche e i banchi dell”epoca ripartiranno dalle 17.30. Alle 18 è il momento dell’imponente corte storico, con centinaia di figuranti vestiti in abiti del XVI secolo a rappresentare dame, cavalieri, nobili, cortigiani, musici, e tanti altri. Ci saranno danze e giochi di bandiere con una disfida tra rioni, e alle 19.30 nel retro di palazzo Alidosi una dimostrazione di falconeria. Col favor delle tenebre arrivano la lettura dei tarocchi e le prove di equitazione per i bambini, e alle 21.30 gli artisti della compagnia «Kroonos, viandanti nel tempo» daranno vita allo show Kacciatori di streghe, una lotta contro gli spiriti del male tra giochi di fiamme, virtuosismi nell’aria, musiche, evoluzioni acrobatiche, danze ed effetti scenografici. Alle 22.30 ritorna la caccia alla strega, con la cattura, il processo, la condanna e il corteo dell’Inquisizione, in un moltiplicarsi di emozioni, porterà il grande pubblico al Ponte Alidosi, dove si terrà il rogo della strega e dove svetteranno i fuochi artificiali che segnano l”epilogo di questa edizione delle Feste rinascimentali. (r.c.)

L”entrata al paese e agli spettacoli è gratuita.

L”articolo completo è su «sabato sera» in edicola dal 12 luglio

Nella foto il corteo in costume del 2017 (Isolapress)

A Castel del Rio il weekend porta nel passato con le Feste rinascimentali
Cultura e Spettacoli 11 Luglio 2018

Negozi aperti, esibizioni sportive e spettacoli per Imola di mercoledì. IL VIDEO E I COMMENTI

Ultimo appuntamento, questa sera, con l”edizione 2018 di «Imola di mercoledì», l’evento che ha richiamato in centro storico tante persone, imolesi e non, alla scoperta della città e, ovviamente, dei suoi negozi. La manifestazione si concluderà con tanti spettacoli e appuntamenti a cominciare dall’esibizione di ginnastica artistica a cura della Ginnastica Biancoverde in piazza Matteotti, per proseguire in piazza Gramsci con lo spettacolo Baricentro Ggym. In via Emilia Est ci si potrà cimentare nell’arte della scherma con il Circolo Scherma Imolese. Appuntamento culturale in piazza Gramsci con Estate in Arte: allestimenti, spettacoli culturali, letture e musica con l’associazione artistico culturale «Il Paese di Leonardo: I Vitruviani». In via Selice ci sarà una performance dedicata ad Edgar Allan Poe dal titolo «I veri sognatori non dormono mai». Si potrà assistere ad un concerto in piazza Abate Ferri con la Saxet Orchestra e la Banda Giovanile, rappresentativa dell’anima dell’Emilia Romagna. In via Quaini ci sarà una Jam Session dal titolo Ritmi d’Africa, e anche il piazzale della chiesa del Carmine ospiterà musica live con Battilani&Palmieri, così come piazza Conciliazione dove si esibirà la Banda di Castel del Rio. Il Ristorante San Domenico chiuderà la serata con la White Dinner, una cena con dress code total white con un menù degustazione allestito nei giardini nella piazza adiacente il ristorante.

Oltre ai negozi che prolungheranno l”orario di apertura fino a tarda serata (ore 23.30), alla manifestazione partecipano anche i locali e i ristoranti con menù fissi a prezzo agevolato, o aperitivi street food, e ci sono numerosi stand e bancarelle. Tra le tante iniziative, da ricordare lo Shopping for You che premia chi fa acquisti, i set per scattare simpatici selfie da soli o in compagnia (nel centro storico ci sono quattro set fotografici tematizzati rispetto all’area di appartenenza ne Le vie del Fuoco, Le vie della Terra, Le vie dell’Acqua e Le vie dell’Aria, e i visitatori dovranno scattare una foto in ognuno e condividerla sulle proprie pagine Facebook o Instagram con l’hashtag #imoladimercoledi, poi potranno ritirare all’Infopoint della manifestazione un coupon 2×1 valido per l’ingresso all’Acquapark del Villaggio della Salute Più) e la tessera Cocktail Experience.

Il successo della manifestazione si rispecchia nelle parole dei ristoratori che si sono divertiti a proporre qualcosa di nuovo. “E” una bella manifestazione – commenta Massimiliano Mascia del ristoranre San Domenico – che serve a valorizzare il centro storico e le attività che ne sono l”anima”.

All”alba dell”ultima serata 2018, “Imola di Mercoledì” è comunque già proiettata sul 2019 e non mancano i suggerimenti per migliorare la manifestazione. “Sarebbe bello se si potesse estendere questa vetrina a tutto il mese di luglio o, perchè no, tutta l”estate, per invogliare ed abituare la gente a frequentare il centro storico di Imola”, propone Gianni Saturno di Bibliotè.

Per avere maggiori informazioni ed aggiornamenti sulle varie iniziative di Imola di mercoledì è possibile visitare il sito www.imoladimercoledi.it.

Per chi c”era e per chi non c”era, un video con le foto di Isolapress dallo scorso mercoledì!

Nella foto, di Isolapress, via Emilia durante lo scorso mercoledì 4 luglio

Negozi aperti, esibizioni sportive e spettacoli per Imola di mercoledì. IL VIDEO E I COMMENTI
Cronaca 21 Giugno 2018

Tanta gente alla prima serata di «Imola di Mercoledì» tra shopping, musica, spettacoli e degustazioni. IL VIDEO

E” partita ieri sera la diciassettesima edizione di «Imola di Mercoledì», l”evento che riempe ogni anno il centro storico e che vede i commercianti come i veri protagonisti della kermesse. Tanti visitatori hanno fatto da cornice alle vetrine dei negozi illuminate e allo shopping rilassante al fresco della sera.

Musica, spettacoli, esibizioni per i grandi e i più piccoli, oltre a degustazioni, mostre e visite guidate hanno animato il cuore della città, in vista del prossimo appuntamento in programma mercoledì 27.

r.c.

Nella foto: la magia di «Imola di Mercoledì»

Tanta gente alla prima serata di «Imola di Mercoledì» tra shopping, musica, spettacoli e degustazioni. IL VIDEO
Ciucci (ri)belli 6 Giugno 2018

Strade 2018, al via il festival teatrale itinerante

Anche quest’anno il festival teatrale itinerante Strade porterà tanti spettacoli gratuiti nelle piazze e nei parchi dei comuni del circondario imolese (Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Castel Guelfo, Castel San Pietro Terme, Dozza, Medicina, Mordano, Imola).  Ben 17 gli appuntamenti dell’edizione 2018.

Il programma 2018

Mc Fois

Prima tappa sabato 9 giugno a Castel San Pietro, con il visual comedy show Amami, a cura del poliedrico artista McFois, vincitore del primo premio al Festival des Artistes de rue di Vevey (Svizzera). Uno spettacolo comico interattivo che mischia un’insolita manipolazione di cappelli al balletto ruvido, la giocoleria giroscopica a ironici striptease in-volontari, emozionanti trucchi con la frusta ad incredibili equilibri di forza, McFois con il suo linguaggio universale privo di parole, ma pieno di trovate e improvvisazioni riesce sempre a far innamorare di sé il pubblico…

A seguire tanti nomi importanti del panorama teatrale attuale: sempre a Castel San Pietro vedremo il solo spettacolo in carne e legno dell’abile marionettista Francesca Zoccarato; a Mordano sarà ospite la compagnia Nando&Maila, un’interessante realtà di circo teatro musicale unica nel suo genere; e poi ancora Fabrizio Rosselli, in arte Frizzo, artista internazionale dalle mille sperimentazioni che si esibirà sia a Castel Guelfo, sia a San Martino in Pedriolo. Sempre a Castel Guelfo la magia del teatro delle ombre verrà portata in scena dalla compagnia toscana Teatrombria.

Francesca Zoccarato

A Medicina ci si prepara per un onirico viaggio con Vito Baroncini e le sue Macchie bizzarre, inoltre, come da tradizione, numerose le compagnie di burattinaie e burattinai ospiti al Festival: Teatrino di carta, Paolo Rech, Compagnia Nasinsù, Zanubrio Marionettes, I burattini della Commedia e quest’anno é un particolare onore poter annoverare tra le presenze la storica compagnia sarda Is Mascareddas.

Nato nel 2006 da un’idea della compagnia Officine Duende, che ne cura la direzione artistica in collaborazione con la cooperativa sociale Il Mosaico, il festival Strade mantiene la caratteristica di essere itinerante e rivolto a tutti, gli appuntamenti sono gratuiti: al pubblico è richiesto solo di portare con sé la voglia di stupirsi e meravigliarsi, di condividere una risata, un’emozione.

 

Is Mascareddas

Strade 2018, al via il festival teatrale itinerante
Cultura e Spettacoli 2 Giugno 2018

Il teatro di Baba Jaga, in mezzo alla natura, a Ca' Colmello, sulle colline tra Santerno e Sellustra

L”arte e la natura. Due ambiti che hanno sempre affascinato l”uomo, apparentemente separati, in realtà spesso intrinsecabilmente legati, persino sovrapposti. Lo dimostra una volta di più l”attività dell”associazione Baba Jaga che organizza il festival artistico Sottili Innesti Amorevoli (Sia) proprio nel verde delle nostre colline. Per la precisione a Ca” Colmello, nei dintorni di Sassoleone, dove Chiara Tabaroni e Bruno Fronteddu, fondatori dell”associazione, hanno creato una casa laboratorio in un antico casolare dei primi del Novecento, si prendono cura della terra che la circonda e aprono gli spazi all”arte con workshop residenziali e spettacoli per il pubblico in un anfiteatro naturale che è un palcoscenico perfetto. Sia è la rassegna che torna per la sesta edizione portando in collina esponenti della ricerca artistica italiana e internazionale, toccando varie arti, dalla danza al teatro, dall”illustrazione alla fotografia.

A Ca” Colmello «dal 2011 Bruno e io abbiamo deciso di abitare e creare un luogo in cui accogliere teatro e arte, corse di bimbi e canti, intrecci di culture del mondo, poetiche e scambi, un ponte tra arte e natura – spiega Chiara, direttrice artistica della casa laboratorio -. Abbiamo creduto in un sogno possibile, lontano dalla città ma vicino alla natura semplice delle cose. Abbiamo realizzato la strada per giungere fin qui, rafforzato muri, ristrutturato con pietre e legno, curato il bosco e creato spazi nuovi, l”anfiteatro in natura, la sala di lavoro, le stanze per accogliere. Tutto ciò è stato possibile anche grazie all”aiuto di amici e di chi ha compreso lo spirito e l”importanza di questo luogo donandoci tempo, energia ed entusiasmo».

All”interno di Sia vengono organizzati workshop dove si passa del tempo insieme condividendo: il primo con Monika Bulaj del 5 e 6 giugno, quello sul lavoro dell”attore davanti allo sguardo di un bambino con Chiara Guidi del 10-12 giugno, quello sull”illustrazione con Joanna Concejo del 17-19 luglio, quello sulle pratiche vocali con Ewa Bensz del 25-29 luglio, quello sulla danza butoh con Masaki Iwana del 5-9 agosto e quello sulla danza contemporanea con Raffaella Giordano del 12-16 settembre. La condivisione e l”incontro sono alla base anche degli spettacoli. A cominciare dal tragitto. «Spesso mettiamo in contatto persone che vorrebbero venire a vederci ma non hanno l”auto con altri nostri spettatori che si sono espressamente offerti e hanno dato la loro disponibilità ad offrire un passaggio», spiega la direttrice artistica della rassegna. E allora non ci sono scuse per non salire i calanchi e sedersi nel mezzo della natura ad assistere alla performance visiva di Monika Bulaj giovedì 7 giugno o allo spettacolo di Chiara Guidi su La scuola sperimentale del teatro infantile domenica 10 giugno. La rassegna continua poi con le fiabe nel bosco pomeridiane e con un concerto serale delle As Madalenas domenica 17 giugno, con lo spettacolo di Andrea Lupo Il circo capovolto il 14 luglio e termina con la compagnia indiana Milòn Mèla il 25 agosto. (s.f.)

Ca” Colmello è in via Gesso 21 a Sassoleone. Gli spettacoli iniziano alle 21.30 e hanno un biglietto che va dai 12 ai 15 euro. La prenotazione è obbligatoria: 349/2826958 (anche per informazioni su spettacoli e workshop). Info: www.babajaga.it

Ulteriori approfondimenti sul numero di «sabato sera» in edicola da giovedì 31 maggio

Nella foto Bruno Fronteddu e Chiara Tabaroni

Il teatro di Baba Jaga, in mezzo alla natura, a Ca' Colmello, sulle colline tra Santerno e Sellustra

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast