Posts by tag: viabilità

Cronaca 28 Settembre 2020

Dozza, nel Borgo antico proroga fino all’1 novembre
 delle modifiche alla viabilità per rilanciare attività e turismo

La Giunta di Dozza ha prorogato fino al 1 novembre compreso le modifiche attivate dal 30 maggio scorso delle modalità di accesso al Borgo antico funzionali a rilanciare le attività commerciali e il turismo.

Nello specifico, tutti i giorni sarà chiusa al traffico via della Pace, con la costituzione di un senso unico in piazza della Rocca; i venerdì zona a traffico limitato (ztl) in tutto il borgo storico dalle ore 18.30 alle ore 24, mentre il sabato, la domenica, nei prefestivi e festivi la zona a traffico limitato in tutto il borgo storico sarà dalle ore 12.30 alle 24. «Visto l’ottimo risultato della sperimentazione, riteniamo che ci siano tutti i presupposti per rendere queste modifiche alla viabilità strutturali e non solo limitate al momento contingente» commenta il sindaco, Luca Albertazzi. (gi.gi.)

Foto scattata da Simonetta Ragazzini e tratta dalla pagina Facebook ufficiale del Comune di Dozza

Dozza, nel Borgo antico proroga fino all’1 novembre
 delle modifiche alla viabilità per rilanciare attività e turismo
Cronaca 15 Settembre 2020

A Mordano telecamere leggi-targa in funzione al semaforo

Sicurezza è uno dei temi che stanno più a cuore al sindaco di Mordano Tassinari e i fatti lo dimostrano. Nel marzo scorso dopo aver posizionato lungo la via Lughese (in entrata sia da Imola che da Massa Lombarda) due nuovi autovelox ad infrarossi di ultima generazione ed aver installato i photored (o rosso ti vede) al semaforo tra le vie Lughese, Ponte e Cavallazzi, l’Amministrazione comunale ha dato il via libera nei giorni scorsi al montaggio da parte di Area Blu, sempre nella stessa intersezione, di tre targasystem, ovvero telecamere che leggendo la targa verificano la regolarità di assicurazione e revisione dei veicoli in transito.

Per chi non lo sapesse, se si circola con una assicurazione scaduta, la sanzione è di 841 euro, mentre è di 159 euro in caso di revisione scaduta. «I dispositivi sono stati installati sul semaforo di via Cavallazzi, rivolto verso Bagnara, e nei due di via Lughese, uno per chi entra e l’altro per chi esce dal paese – spiega il sindaco Tassinari. Per sanzionare, ovviamente, sarà necessaria la presenza di una pattuglia nelle vicinanze.

L’articolo completo su «sabato sera» del 10 settembre.

Nella foto: il targasystem montato a Mordano

A Mordano telecamere leggi-targa in funzione al semaforo
Cronaca 8 Settembre 2020

Tre ponti più sicuri su via Rondanina e via Ponticelli Pieve

Sono state finalmente stanziate le risorse per la sistemazione di tre ponti nel territorio imolese. Appena arrivato in città, lo scorso novembre, il commissario prefettizio Nicola Izzo aveva indicato tra le priorità proprio un «sopralluogo su ponti e viadotti del territorio».

Il risultato? Come raccontato da sabato sera (numero del 6 febbraio), per tre di questi erano necessari interventi da realizzare in tempi brevi. Nel dettaglio, si tratta del ponte in via Rondanina nei pressi dell’incrocio con la San Vitale (Sp253) e di altri due manufatti lungo via Ponticelli Pieve (uno in cemento armato e uno in muratura).
In febbraio, erano stati effettuati gli interventi temporanei per la messa in sicurezza dei tre manufatti, finalizzati a garantire la massima tutela dei cittadini. In particolare, per quello in condizioni peggiori, ossia il ponte lungo via Rondanina, era stata disposta la chiusura al traffico, mentre negli altri due lungo via Ponticelli Pieve erano stati istituiti limiti di peso e sensi unici alternati.

Ora la delibera di assestamento di bilancio adottata di recente dal Comune conferma la cifra di 250 mila euro che consentirà il rifacimento dei tre ponti. Attualmente Area Blu sta predisponendo la documentazione necessaria, compresa l’acquisizione delle autorizzazioni dagli enti coinvolti per il rilascio dei titoli abilitativi, al fine della definizione del progetto esecutivo dei tre ponti, che permetterà poi l’affidamento dei lavori e la loro realizzazione nel corso del 2021. (gi.gi.)

Nella foto: il ponte in via Rondanina

Tre ponti più sicuri su via Rondanina e via Ponticelli Pieve
Cronaca 3 Settembre 2020

Trasversale a Medicina, Montanari: «È una priorità per Bologna». Intanto controlli sui camion e un semaforo programmabile

Matteo Montanari, sindaco di Medicina e presidente del Circondario di Imola, non ha dubbi: «Il completamento della Trasversale è un’opera che Medicina aspetta da 50 anni ed è fondamentale per motivi di sicurezza, il tratto rimasto (via Olmo) è molto molto trafficato. Dobbiamo trovare una soluzione in questo mandato. È una priorità per Bologna».

Montanari ha incontrato nei giorni scorsi l’assessore regionale alle Infrastrutture Andrea Corsini insieme a Marco Monesi, consigliere delegato della Città metropolitana per Pianificazione, Mobilità sostenibile e Viabilità. A fine 2019 proprio la Città metropolitana ha consegnato lo studio di fattibilità finanziato dalla Regione che prevede un paio di opzioni; i costi vanno dai 20 ai 25 milioni (è previsto anche uno svincolo per il futuro collegamento con la zona industriale di Fossatone). «Sarà la Regione a decidere il progetto definitivo-esecutivo con l’ente realizzatore, probabilmente Anas» precisa Montanari.

La nuova viabilità sta creando code e malumori. «Capisco il disagio, ma è stato deciso per motivi di sicurezza – ricorda Montanari -. Dubito che la situazione si risolverà in fretta». E nel frattempo? «Faremo in modo che i nostri vigili facciano delle multe ai mezzi pesanti che continuano a passare, tutelando però i nostri agricoltori che devono arrivare ai campi. Inoltre chiederemo una soluzione più stabile del semaforo da cantiere, a cui si scarica la batteria e non è programmabile, invece il traffico al mattino è più intenso in direzione di Bologna e al contrario la sera». (l.a.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 3 settembre.

Nella foto: Matteo Montanari con l’assessore Corsini a Imola

Trasversale a Medicina, Montanari: «È una priorità per Bologna». Intanto controlli sui camion e un semaforo programmabile
Cronaca 31 Agosto 2020

Ciclismo, il Giro d’Italia U23 passa da Imola. Modifiche alla viabilità

Oggi al Giro d’Italia U23 è in programma la terza tappa da Riccione a Mordano. Frazione che toccherà anche Imola.

I corridori, infatti, provenienti dal comune di Riolo Terme, entreranno nel territorio imolese attraverso la via Lola (15.27), per poi svoltare a destra sulla via Bergullo, poi di nuovo a destra sulla via Calungabuore, a sinistra sulla Gratusa, fino ad entrare sulla via Emilia (15.33) con direzione Imola e giunti all”intersezione con la via Zello svolteranno a destra su quest”ultima strada. A quel punto percorreranno tutta la via Zello, attraversando l”abitato della frazione, per poi proseguire sulla via Borello, nel comune di Castel Bolognese, uscendo così dal territorio del Imola.

Per questo motivo la polizia locale, coadiuvata dalla protezione civile del Comune di Imola, chiuderà le strade sopraelencate dal momento del passaggio del «direttore di gara/inizio gara», fino al passaggio del «Fine Gara». Tutto questo, in pratica, dovrebbe avvenire, secondo le cronotabelle della corsa, in un orario compreso dalle 15.15 alle 15.50. (da.be.)

Foto presa dalla pagina Facebook del Giro d’Italia U23

Ciclismo, il Giro d’Italia U23 passa da Imola. Modifiche alla viabilità
Cronaca 27 Agosto 2020

A Medicina sulla Trasversale divieto di transito ai mezzi sopra le 7,5 tonnellate e senso unico alternato con semaforo sul ponte del torrente Gaiana

Da sabato 8 agosto è stata modificata la viabilità per migliorare la sicurezza di via dell’Olmo, ossia della Trasversale di Pianura (Sp3) nel tratto medicinese. In direzione Medicina-Budrio, infatti, è stato vietato il transito ai mezzi con massa a pieno carico superiore a 7,5 tonnellate (ad esclusione dei mezzi di soccorso e di trasporto pubblico) nel tratto fra l’incrocio con via San Carlo (Sp19) e via San Salvatore. Inoltre, è stato istituito il senso unico alternato regolato da semaforo sul ponte del torrente Gaiana (che sta creando code), dove in precedenza vigeva il divieto di transito per i mezzi con peso superiore alle 15 tonnellate «per deterioramento della struttura».

Inoltre, limite massimo di velocità a 30 chilometri orari e divieto di sorpasso in corrispondenza dei ponti sul torrente Quaderna e sul canale di bonifica Fossatone. Nonostante le modifiche apportate, più persone hanno evidenziato come il divieto di transito ai mezzi pesanti non venga ancora rispettato e siano necessari più controlli o, ancor meglio, completare finalmente la Trasversale tra la frazione medicinese di Villa Fontana e la località Olmo nel Comune di Budrio. (r.cr.)

Nella foto: traffico sulla Trasversale di Pianura a Medicina

A Medicina sulla Trasversale divieto di transito ai mezzi sopra le 7,5 tonnellate e senso unico alternato con semaforo sul ponte del torrente Gaiana
Cronaca 22 Agosto 2020

Trasporti, nel weekend treni regionali straordinari per raggiungere la Riviera

Amanti del mare drizzate bene le orecchie perché Trenitalia e la Regione hanno pensato anche a voi. Saranno, infatti, 62 (31 per ogni fine settimana) i treni regionali straordinari messi in azione negli ultimi due weekend di agosto, per favorire le partenze e i rientri dalla Riviera romagnola. Oltre 30 mila posti a sedere in più nelle fasce orarie e sulle tratte a maggiore richiesta, per continuare a garantire viaggi confortevoli e sicuri in un post Ferragosto che si annuncia ancora fortemente caratterizzato da spostamenti da e verso le vicine località costiere. La maggior parte delle corse straordinarie sarà effettuata con i nuovi treni Rock a doppio piano, in grado di offrire fino a 600 posti a sedere.

Sette nel week end i treni straordinari per Rimini, Rimini Miramare, Riccione, Misano e Cattolica, con partenza dalle stazioni di Milano, Piacenza, Parma e Bologna per favorire la distribuzione dei passeggeri in salita da tutte le stazioni della via Emilia. Gli orari di partenza, concentrati fra le 7.30 e le 9.00, sono stati pianificati in modo da potenziare le corse più richieste già in orario. Due corse in più anche fra Bologna per Cesenatico (il sabato alle 9.26 e alle 11.14) con fermate a Ravenna, Classe/Savio e Cervia Milano Marittima. Anche in questo caso i due treni straordinari vanno a “raddoppiare” collegamenti già in orario particolarmente utilizzati dai vacanzieri. Tre infine i rinforzi sulle tratte Milano-Piacenza e Piacenza – Bologna.

Negli ultimi due fine settimana Trenitalia Tper ha inoltre predisposto 14 autobus sostitutivi e ulteriori 4 convogli, dislocati nelle stazioni di Piacenza, Bologna, Rimini, Ravenna e Cervia, pronti per essere utilizzati negli orari e sulle tratte in cui se ne dovesse verificare la necessità. 

Per maggiori informazioni clicca qui.

Trasporti, nel weekend treni regionali straordinari per raggiungere la Riviera
Cronaca 12 Agosto 2020

In via di completamento l'intervento di copertura del canale dei Molini in viale Carducci

Si concluderanno entro il 20 agosto i lavori di copertura del canale dei Molini in viale Carducci, a seguito del cedimento di una parte della pista ciclopedonale sotto il peso di un camion dei rifiuti il 24 dicembre dello scorso anno. L’intervento, previsto nel bilancio del Comune, «è stato affidato alla ditta Tm lavori edili di Imola – spiega Luca Martelli di Area Blu – e il costo complessivo è di 26.500 euro».

Nel dettaglio, prima è stato liberato dai mattoni un tratto della voragine di 6/7 metri, per poi aprire un altro tratto del marciapiede, a rischio di crollo tanto quanto quello che ha ceduto, di fronte al negozio «La cicogna», per un totale di 11 metri e mezzo. L”intervento prevedeva poi il posizionamento di dieci lastre della lunghezza di un metro e mezzo ciascuna, infine occorrerà attendere i necessari tempi di solidificazione affinché il marciapiede possa tornare carrabile. (lu.ba.)

Nella foto sopra il cantiere qualche settimana fa, in quella sotto il cantiere con il canale già richiuso

In via di completamento l'intervento di copertura del canale dei Molini in viale Carducci
Cronaca 6 Agosto 2020

Ciclopista Santerno, i lavori sono ripresi, ma il Circondario ha chiesto alcune varianti migliorative

La ciclopista del Santerno, che collegherà Mordano con Castel del Rio attraversando Imola, Casalfiumanese, Borgo Tossignano e Fontanelice, è a un bivio. Su un versante, i lavori per la realizzazione vanno avanti. Quelli più invasivi nell’alveo del fiume, in particolare, sono ripresi mercoledì 15 luglio, dopo la sospensione dell’11 giugno a seguito delle proteste degli ambientalisti e dei pescatori che chiedevano di rispettare la stagione di riproduzione dei pesci, e i due guadi nell’ansa di Campola (quello di Rineggio nei pressi della Casa del fiume di Borgo Tossignano e quello di Prato di Fontanelice) sono terminati. I lavori nel tratto imolese, a fianco di via degli Orti in direzione di via Canale, invece, sono ancora in corso.

Dall’altra parte, però, la Giunta del Circondario ha chiesto ad Area Blu «alcune varianti migliorative all’opera» come si legge in una delibera dell’ente di via Boccaccio datata 14 luglio. Varianti che potrebbero prolungare ancora il termine dei lavori, già slittato a fine 2020. Le modifiche al progetto richieste dai primi cittadini interessano «il tratto di sponda dove è situato il percorso pedonale in cemento, realizzato anni fa dall’Ente Parco, in Comune di Borgo Tossignano, tra la chiusa del canale Lambertini e via Ripalimosani». (lu.ba.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 30 luglio

Ciclopista Santerno, i lavori sono ripresi, ma il Circondario ha chiesto alcune varianti migliorative
Cronaca 4 Luglio 2020

A Castello gli agenti della polizia locale controllano la velocità con un nuovo telelaser

Le strade deserte che abbiamo visto durante il lockdown sono ormai un lontano ricordo. Anche i ritmi dei cittadini sono di nuovo frenetici e così velocità elevate e sorpassi azzardati sono tornati protagonisti sulle strade. Per questo, da alcune settimane a Castel San Pietro gli agenti della polizia locale stanno compiendo dei servizi di controllo soprattutto lungo Stradelli Guelfi, via Emilia, San Carlo, via Mori e via Scania, strade ritenute pericolose e teatro di molti incidenti. Con un occhio di riguardo al diffuso fenomeno del «lampeggio», ossia quando gli automobilisti si avvisano tra loro della presenza delle forze dell’ordine accendendo a intermittenza i fari abbaglianti. «Non ci posizioniamo in punti precisi – dice l’ispettore capo Leonardo Marocchi -. Questo per non dare l’abitudine agli automobilisti e fargli capire che bisogna andare piano per la sicurezza di tutti e non per paura di una multa. Sono servizi mirati che scattano alle 6 di mattina una volta alla settimana».

I servizi svolti finora hanno consentito di elevare diverse sanzioni. Il 12 giugno scor- so, ad esempio, ben diciotto per superamento dei limiti di velocità, più una patente ritirata per sorpasso vietato. «Nessun caso eclatante o velocità folle. La maggior parte sono avvenuti intorno alle sette di mattina, orario in cui le manovre pericolo se sono più numerose» prosegue Marocchi. A venire in aiuto alla polizia locale da un mesetto c’è un nuovo telelaser di ultima generazione in dotazione al comando e fornito dall’Amministrazione comunale. «Sostituisce quello acquistato dieci anni fa – spiega -. Il nuovo dispositivo, con impugnatura e puntamento simile ad una pistola, permette di filmare il veicolo in avvicinamento o allontanamento e vedere sul display la sua velocità costante, per poi stampare il tutto. Uno strumento quindi valido che può servire sia in caso di ricorso che di supporto per avere la certezza dell’infrazione». (da.be.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 2 luglio.

Nella foto: agenti della polizia locale di Castel San Pietro durante un controllo sulla via Emilia

A Castello gli agenti della polizia locale controllano la velocità con un nuovo telelaser

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA