News

Sport 21 ottobre 2018

Basket C Gold, niente impresa per la Vsv a Rimini

Niente da fare per la Vsv Imola che esce sconfitta dal palaFlaminio di Rimini per 83-73

I gialloneri di Tassinari dovevano fare l”impresa per conquistare i due punti in riviera e non sono andati poi così lontani nel fare il «colpaccio». Il match pareva già chiuso a fine primo tempo, ma la caparbietà imolese e la gran serata della coppia Percan-Magagnoli hanno guidato una rimonta che aveva riportato la Vsv a contatto all”inizio del quarto periodo. Rimini, però, ha dimostrato di essere una gran corazzata e di chiudere il match al momento giusto, seppur con un leggero spavento.

Nel prossimo turno, in programma domenica 28 (ore 18), la Vsv affronterà al Ruggi Montecchio.

d.b.

Tabellino

Rimini-Npc 83-73 (28-15, 50-34, 62-57)

Rimini: Bianchi 16, Dini 8, Rivali 5, Broglia 14, F. Bedetti 25, Vandi ne, Pesaresi, Moffa, Ramilli ne, Chiari ne, L. Bedetti 12, Saponi 3. All. Bernardi.

Vsv: Dal Fiume 10, Percan 21, Magagnoli 17, Zhytaryuk 11, Aglio 8, Turrini ne, Nucci 6, Murati ne, Casadei ne, Giuliani, Dalpozzo. All. Tassinari.

Nella foto: Lorenzo Dalpozzo

Basket C Gold, niente impresa per la Vsv a Rimini
Sport 21 ottobre 2018

Basket serie B, prima sconfitta in campionato per la Sinermatic Ozzano

Prima sconfitta stagionale per la Sinermatic Ozzano che torna da Padova con una sconfitta per 80-64.

Break importante già ad inizio primo quarto con i padroni di casa che prendono subito il largo e non vengono più ripresi dai biancorossi. Ozzano cerca di rientrare in partita con un super Dordei (doppia doppia da 22 punti e 11 rimbalzi), soprattutto nel quarto periodo quando arrivano a-5 grazie alla tripla di Corcelli. Padova, però, regge il colpo e mette in cassaforte il risultato.

Nel prossimo turno la Sinermatic affronterà, giovedì 25 (ore 20.30), in trasferta Orzinuovi, mentre domenica 28 (palla a due alle 18) ospiterà Cremona.

d.b.

Tabellino

Padova-Sinermatic Ozzano 80-64 (18-10, 38-26, 60-41)

Padova: Motta 16, Verzotto, Bovo 8, Filippini 14, Schiavon 6, Piazza 9, Ferrari 14, Meneghin ne, Basso, Pellicano ne, Visone 2, De Nicolao 11. All. Rubini.

Ozzano: Morara 3, Agusto 2, Folli 10, Chiusolo 7, Dordei 22, Masrè, Mastrangelo 6, Corcelli 10, Giannasi ne, Ranocchi, Klyuchnyk 4, Salvardi ne. All. Grandi. 

Nella foto: Mario Chiusolo

Basket serie B, prima sconfitta in campionato per la Sinermatic Ozzano
Sport 21 ottobre 2018

Basket A2, trasferta indigesta a Piacenza per le Naturelle

Trasferta con sconfitta per le Naturelle Imola Basket che cade 101-80 sul parquet dell”Assigeco Piacenza.

I biancorossi, dopo una settimana condizionata dagli infortuni, subiscono già in avvio la partenza a razzo dei padroni di casa e, nonostante i buoni tiri aperti costruiti, non riescono a trovare la via del canestro. Protagonista l”ex Andrea Costa Sabatini, mentre per i ragazzi di coach Di Paolantonio sono Fultz e Bowers gli artefici del tentativo di rimonta. Imola, però, non è troppo reattiva sui rimbalzi e Piacenza riprende il largo grazie alla serata impeccabile di Murry. Simioni prova a ricucire il distacco, il ritmo in difesa si alza e le Naturelle rientrano in partita all”intervallo lungo. Al rientro i biancorossi non riescono. però, a trovare la giusta continuità in attacco, con la confusione che in casa imolese la fa da padrone fino alla sirena finale. A Piacenza per le Naturelle arriva così la seconda sconfitta consecutiva.

Nel prossimo turno Bowers e compagni affronteranno, mercoledì 24 (ore 21), al Ruggi Verona, mentre sabato 27 (palla a due alle 20.30) saranno impegnati in casa di Mantova.

d.b.

Tabellino

Ucc Assigeco Piacenza-Le Naturelle Imola 101-80 (28-16, 49-36, 74-60)

Piacenza: Diouf, Montanari, Ogide 13, Formenti 3, Antelli 7, Graziani, Piccoli 8, Ihedioha 11, Turini, Murry 34, Vangelov 8, Sabatini 17. All. Ceccarelli.

Imola: Ndaw ne, Montanari 6, Crow 7, Wiltshire ne, Fultz 14, Calabrese, Bowers 10, Rossi 6, Simioni 17, Raymond 15, Magrini 5. All. Di Paolantonio.

Nella foto: Emanuele Rossi

Imola

Basket A2, trasferta indigesta a Piacenza per le Naturelle
Cronaca 21 ottobre 2018

L'istituto Alberghetti brilla alle Olimpiadi italiane di informatica: tre studenti in finale e due medaglie vinte

Quando si parla di Olimpiadi dell’informatica, una competizione tra studenti, individuale e a squadre, nella quale si debbono risolvere problemi complessi con la programmazione informatica associata alla logica, ci sarebbe da stupirsi se gli studenti dell’istituto Alberghetti non fossero presenti in buon numero e non portassero a casa qualche medaglia. Questo è, almeno, ciò a cui siamo stati abituati negli ultimi anni, come si vede dalla scheda in questa pagina.

Dopo il quarto posto alle Olimpiadi internazionali a squadre di fine primavera in Romania, anche l’ultima prova effettuata, l’Olimpiade nazionale individuale, che si è svolta a Campobasso dal 13 al 15 settembre scorsi, ha gratificato i tre studenti del Liceo scientifico delle scienze applicate, Michael Chelli, Filippo Selvatici ed Eugenio Tampieri, con una medaglia d’oro e una d’argento.

«Siamo partiti in treno, accompagnati da una responsabile dell’Aldini Valeriani di Bologna – racconta Eugenio Tampieri di V C – assieme a noi ci doveva essere anche un altro studente, non imolese, che però non si è presentato. La partecipazione è stata gratuita, ci hanno rimborsato anche il costo dei biglietti del treno e dell’autobus. Per essere ammessi alla gara nazionale abbiamo dovuto superare le selezioni territoriali; dall’Emilia Romagna ne sono stati ammessi 6, di cui metà erano della nostra scuola. Le selezioni sono servite a individuare 83 partecipanti, a cui si sono aggiunti i vincitori delle Olimpiadi di matematica e sei che hanno frequentato i corsi per l’ammissione alle Olimpiadi internazionali di informatica».

La gara di Campobasso prevedeva la soluzione di tre problemi, come ci spiega Filippo Selvatici, studente di IV C: «I problemi da risolvere alle Olimpiadi di informatica sono basati su un testo dal contenuto abbastanza divertente, che spesso ha per protagonisti Mojito e Chupito, rispettivamente il cane ed il gatto di Monica, organizzatrice delle Olimpiadi, ma la loro soluzione non è per niente facile e bisogna conoscere molte tecniche e avere un’ottima capacità logica; per esempio, la conoscenza dei grafi, che serviva per risolvere il problema “attenti all’incendio” in cui il gatto Mojito doveva andare dall’albergo alla scuola dove si faceva la gara attraversando una griglia, in cui le celle si incendiavano e trasmettevano l’incendio alle celle vicine, partendo il più tardi possibile. Oppure “circuiti bruciati” che chiedeva di riparare il server che serviva per la gara, riprogettando i circuiti da sostituire e facendo in modo che le funzioni logiche svolgessero correttamente i loro calcoli».

Il bottino della gara, come spesso accade per gli studenti dell’Alberghetti, è stato buono: «La gara è andata bene e ci siamo anche divertiti, Michael ha vinto una medaglia d’oro, io una d’argento – continua Filippo – Eugenio si è piazzato bene e ha mancato di poco il bronzo. La medaglia d’oro ottenuta da Michael gli ha permesso di partecipare al Romanian Master of Informatics, che si sta svolgendo proprio in questi giorni a Bucarest, in Romania, infatti non è qui con noi, tornerà lunedì (lo scorso lunedì 15 per chi legge, ndr)».

A Bucarest Michael Chelli si è piazzato terzo tra gli italiani, ma ben lontano dal podio, appannaggio di studenti dell’Europa orientale, in massima parte russi, bulgari e romeni.

La ricchezza del medagliere alle Olimpiadi di informatica non nasce per caso, ma è frutto di un progetto formativo nato vari anni fa, portato avanti dal professor Antonio Di Girolamo e condotto da quest’anno, dopo che Di Girolamo è stato trasferito all’Aldini Valeriani di Bologna, dalle tre insegnanti di informatica dell’Alberghetti, Francesca Larotonda, Alessia Ranzi e Chiara Bergamaschi, che ha assunto il ruolo di coordinatrice. (fa.ti.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 18 ottobre

Nella foto i tre partecipanti alla gara di Campobasso: Michael Chelli, Filippo Selvatici, Eugenio Tampieri

L'istituto Alberghetti brilla alle Olimpiadi italiane di informatica: tre studenti in finale e due medaglie vinte
Sport 21 ottobre 2018

Giro dei Tre Monti, successo di pubblico e partecipanti. Dominio keniota nella competitiva

L”edizione numero 50 del «Giro dei Tre Monti» è stato un autentico successo per le migliaia di partecipanti (più di 700 i competitivi) che hanno preso parte allo storico evento podistico imolese organizzato dall”Atletica Imola Sacmi Avis.

Sul traguardo all”interno dell”autodromo Enzo e Dino Ferrari ha trionfato il keniota Chelanga Ishmael Kalale con il tempo di 46”13””. Dietro di lui l”atleta del Burkina Faso Olivier Irabaruta e l”altro keniota Kimeli Hosea Kisorio. 

Podio tutto africano anche tra le donne con la vittoria della keniota Jeruto Ivyne Lagat (54”22””) davanti all”ugandese Adha Munguleya e all”etiope Belay Addisalem Tegegn.

d.b.

Nella foto (Isolapress): partecipanti all”interno dell”autodromo di Imola

 

Giro dei Tre Monti, successo di pubblico e partecipanti. Dominio keniota nella competitiva
Sport 21 ottobre 2018

Calcio serie C, i prossimi avversari dell'Imolese: tutto sul Rimini

La rivale di un anno fa si presenta rafforzata, ma non rivoluzionata, rispetto alla serie D. E’ arrivato qualche ritocco di categoria, a partire dall’ex Ravenna Andrea Venturini, oltre a Ferrani (che oggi sarà squalificato) e Candido. Interessante il tris d’acquisti dall’Atalanta: Alimi, Badje e Marchetti. Resta qualche dubbio sul reparto offensivo: Buonavenura ha fatto solo una stagione in C2 (2012/2013 a Forlì, con 5 gol in 31 presenze); Serafino, Volpe, Cecconi e Arlotti sono una scommessa. La certezze restano l”imolese Alessio Petti, Sasa Cicarevic e mister Gianluca Righetti, che l’anno scorso è subentrato a Muccioli a metà stagione, trasformando il Rimini in una macchina da guerra infallibile (solo 2 sconfitte, a promozione già conquistata).

La squadra romagnola arriva al Galli con 7 punti in classifica che al momento gli valgono il 12° posto in classifica. Nell”ultimo turno hanno perso 2-0 sul campo della Feralpi Salò. Oggi mister Righetti non potrà contare su Arlotti infortunato e Ferrani squalificato, oltre a Serafino e Marchetti non ancora al top. In difesa sarà Brighi il centrale, affiancato da Venturini e Petti. A centrocampo si rivedrà Simoncelli sulla fascia destra, mentre al centro le scelte sembrano obbligate: Alimi con Variola, Candido trequartista alle spalle delle due punte Volpe e Buonaventura.

In vista del match di Imolese-Rimini sono 21 i convocati dal tecnico Righetti.

Convocati Rimini

Portieri: 1 Scotti 22 Nava. Difensori: 2 Brighi, 4 Venturini, 13 Petti, 23 Bandini, 26 Cavallari. Centrocampisti: 3 Buscè,  6 Alimi, 8 Variola, 11 Guiebre, 21 Danso, 28 Battistini, 29 Badje, 30 Montanari. Attaccanti: 7 Simoncelli , 9 Buonaventura, 10 Cicarevic, 16 Volpe, 24 Cecconi, 27 Candido. 

Probabile formazione

Rimini (3-4-1-2): Scotti; Venturini, Brighi, Petti; Simoncelli, Montanari, Alimi, Guiebre; Candido; Cicarevic, Volpe. (Nava, Bandini, Cavallari, Buscè, Variola, Danso, Battistini, Badje, Buonaventura, Cecconi). All. Righetti. 

d.b.

Nella foto (dalla pagina facebook del Rimini): la squadra rivierasca a fine partita

Calcio serie C, i prossimi avversari dell'Imolese: tutto sul Rimini
Sport 21 ottobre 2018

Serie C: Imolese, con bomber Lanini c'è Rossetti. Novità in difesa?

Il derby con il Rimini presenta le… tradizionali novità nella formazione di partenza dell”Imolese. A centrocampo, ai fianchi di Carraro, ci saranno Valentini e Gargiulo, quest”ultimo di fatto l”unico esterno mancino a disposizione di Dionisi visti i forfait di Sereni e Fiore (insieme al lungodegente Jukic). In attacco il bomber Lanini e Rossetti saranno ancora fra i titolari, con la quasi certezza che fra i cinque cambi possibili loro probabilmente lo subiranno, vista l”esigenza di tenere alti i ritmi in ogni partita. In difesa potrebbe essere arriva la volta di Checchi e Zucchetti. Entrambi sono dati in buone condizioni e, soprattutto per il primo si apre un varco di entrare fra i titolari e far rifiatare qualcuno dei due centrali fin qui sempre presenti Boccardi e Carini. Torna in panchina il portiere Zommers dopo gli impegni con l”under 21 della Lettonia.

L”allenatore imolese Dionisi, in esclusiva per sabatosera.it, inquadra così il derby che si gioca alle Acque Minerali alle 18.30. “Il Rimini è una squadra dalle caratteristiche opposte alle nostre. Hanno giocato contro avversari importanti e hanno fatto ottimi risultati. A San Benedetto noi siamo stati troppo leziosi e inesperti. Dovevamo chiudere la partita nel primo tempo quando, nonostante il vantaggio arrivato dopo 5 minuti, abbiamo avuto il 60% di possesso palla. Nella ripresa invece abbiamo sofferto, abbiamo pagato due nostre imprecisioni con i gol, e poi la Sambenedettese ha addormentato la partita; basti dire che nelle ripresa si sono giocati appena 19 minuti effettivi. Noi dobbiamo migliorarci ed essere squadra fino al noventesimo. Io sono ottimista, ma mi devo confrontare con il presente. Noi possiamo fare bene, ma con il Rimini dovremo capire come sappiamo rispondere alle sconfitte”.

Insomma il derby romagnolo sarà un esame in più per conoscere meglio l”Imolese. Fischio d”inizio alle 18.30. Arbitro il Sig. Rossetti di Ancona, coadiuvato dagli assistenti Carrelli (Campobasso) e Votta (Moliterno). 

Paolo Bernardi

PROBABILE FORMAZIONE IMOLESE

IMOLESE (4-3-1-2): 22 Rossi; 18 Garattoni, 19 Boccardi, 26 Carini, 2 Sciacca; 8 Valentini, 21 Carraro, 20 Gargiulo; 10 Belcastro; 17 Lanini, 27 Rossetti. (1 Zommers, 12 De Gori, 5 Checchi, 6 Tissone, 14 Zucchetti, 7 Tattini, 11 Giannini, 23 Rinaldi, 4 Bensaja, 24 Saber, 29 Mosti, 28 Giovinco, 30 De Marchi). All. Dionisi.

Serie C: Imolese, con bomber Lanini c'è Rossetti. Novità in difesa?
Politica 21 ottobre 2018

MERCATO STRAORDINARIO

per il «Mercato di ottobre», in centro storico dalle 8 alle 20 le tradizionali bancarelle del mercato del lunedì mattina, distribuzione gratuita (alle ore 15.30) di pasta e fagioli, negozi aperti per tutta la giornata.

Castel San Pietro

Sport 21 ottobre 2018

Pallamano A2, pareggio in rimonta per il Romagna contro il Nonantola

Un altro pareggio (25-25 il finale) in campionato per il Romagna. Se quello di Sassari però fu una beffa, quello conquistato alla Cavina contro il Nonantola profuma di piccola impresa, che poteva diventare grande se nel finale la squadra di Tassinari non avesse sbattuto contro la traversa e il portiere ospite.

I bianconeri, però, dimostrano di avere un gran cuore nel rimontare dal -6 quando il cronometro dice 12 minuti alla sirena finale e il match appare in cassaforte per gli avversari. Nel finale, come detto, il legno colpito da Fabrizio Tassinari e l”occasione di Panetti a circa 15 secondi dalla fine avrebbero completato l”opera, ma la super parata sui titoli di coda di Lorenzo Martelli permette a Folli e compagni di non veder violata la Cavina.

Nel prossimo turno il Romagna affronterà, sabato 10 novembre (ore 19) ancora in casa con l”Ambra.

d.b.

Tabellino

Romagna-Nonantola 25-25 (13-14 p.t.)

Romagna: Martelli, Sami, Folli 3, Babini, Panetti 2, F.Tassinari 4, Chiarini 3, La Posta, Bosi, A.Boukhris 3, O.Boukhris 1, Andalò 1, Gollini, Amaroli, Medri, Rotaru 8. All. D. Tassinari

Nonantola: El Hayek, Cristofaro, Bernardi, Manfredini 1, M.Montanari, Monzani, G.Montanari 4, Morselli 1, Cacciari, Kasa 7, Valle 6, Ansaloni, Seghizzi 1, Serafini 2, Dalolio 3, Chiesi. All. Montanari.

Nella foto: la difesa del Romagna in azione

Pallamano A2, pareggio in rimonta per il Romagna contro il Nonantola
Sport 20 ottobre 2018

Basket C Gold, successo esterno per Castel Guelfo ad Anzola

Seconda vittoria consecutiva per Castel Guelfo che espugna 80-72 il campo di Anzola grazie, soprattutto, ai 17 punti di Grillini e ai 16 di Lugli.

Partita sempre controllata dai ragazzi di coach Serio, bravi a mettere subito in discesa il match nel primo quarto con percentuali al tiro migliori dei padroni di casa. Prima dell”intervallo Anzola prova a ricucire lo strappo, ma inutilmente perché alla sirena di fine primo tempo il tabellone segna +11 per Musolesi e compagni. Nel secondo tempo il copione non cambia, Castel Guelfo tiene a distanza Anzola, concede qualche palla persa di troppo e risulta imprecisa ai liberi, ma riesce a portarsi a casa una vittoria dal grande valore in chiave salvezza.

Nel prossimo turno Castel Guelfo affronterà al palaMarchetti, venerdì 20 (palla a due alle 21), la Salus Bologna.

Tabellino

Anzola-Prosic 72-80 (13-21, 28-39, 43-54)

Anzola: S. Parmeggiani 11, Baccilieri 2, Villani 13, Cerulli 1, Caroldi 15, Mandini ne, F. Parmeggiani 9, Bortolani 6, Venturi, De Ruvo 9, Betti 6. All. Spaggiani.

Castel Guelfo: Musolesi 8, Saccà 8, Pieri 8, G. Govi 9, Grillini 17, Dalpozzo ne, Nembrini ne, Lugli 16, Santini 8, F. Govi 4, Bonazzi, Baccarini 2. All. Serio.

Nella foto: Lorenzo Grillini

Basket C Gold, successo esterno per Castel Guelfo ad Anzola

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast