Economia

L'ozzanese Ima è uscita dalla Borsa di Milano

L'ozzanese Ima è uscita dalla Borsa di Milano

Ima è ufficialmente uscita dalla Borsa di Milano. Si è infatti conclusa oggi la procedura che ha portato alla revoca della quotazione delle azioni dell’azienda ozzanese del packaging, a 25 anni dall’ingresso, avvenuto nel 1995, in piazza Affari. Una scelta dettata, come anticipato nei mesi scorsi dalla stessa azienda, dalla necessità di accelerare la strategia di crescita e di avviare una nuova fase di sviluppo, basata sull’innovazione.

«L’esperienza di quotata – ha dichiarato il presidente e amministratore delegato Alberto Vacchi – è stata, secondo me, per quasi la metà della vita di Ima, che quest’anno celebrerà il 60° anniversario dalla fondazione, un’esperienza formativa e di stimolo. Ora Ima, con il nuovo socio Bc Partners, sempre con il controllo del gruppo storico che ha fondato e guidato Ima, avvierà un ambizioso progetto di innovazione tecnologica per accrescere la sua competitività sui mercati». (lo.mi.)

Nella foto: Alberto Vacchi, presidente e amministratore delegato di Ima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SCARICA L’APP GRATUITA DI SABATO SERA

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook