Sport

Calcio, la storia dell’attaccante dell’Imolese Bentivegna: «Che tempi con Dybala, poi fui scelto da Messi»

Calcio, la storia dell’attaccante dell’Imolese Bentivegna: «Che tempi con Dybala, poi fui scelto da Messi»

«Non c’è posto»: ecco come il mondo del pallone ha accolto Accursio Bentivegna, neo-attaccante dell’Imolese che nel suo percorso ha raccolto anche qualche presenza in serie A con il Palermo. Ora in rossoblù ha la speranza di tornare là dove era venuto, ovvero nei piani nobilissimi del calcio. «Quando i miei amici si iscrissero alla Kronion, la scuola calcio della città – ricorda Bentivegna – io cominciai a stressare mio padre Vincenzo perché portasse anche me, ma lui, con il suo lavoro da pescatore, non poteva accompagnarmi. Un giorno, però, si liberò e mi portò al campo: purtroppo il mister ed il presidente gli dissero che c’erano già troppi bambini e che non avrebbero potuto gestirne altri. Il mio sogno sembrava finito prima di cominciare, ma mio padre insistette e chiese di farmi giocare almeno quella volta. Alla Kronion inizialmente ero un centrocampista centrale, poi ho cominciato a fare la mezzala. Andai anche 4 giorni a Milano per fare un provino con l’inter, mi volevano, ma questo significava doversi trasferire con tutta la famiglia e mio padre non poteva certo spostarsi. Restai così in Sicilia ed arrivò la chiamata del Palermo».

Con i rosanero ha debuttato in serie A il 31 agosto 2014, in una squadra che schierava in attacco Vazquez, Dybala e Belotti.

«Che giocatori! Di quelle stagioni ho tanti ricordi e una stanza piena di magliette. Quando Dybala andò alla Juventus, regalò la sua maglia a tutta la squadra; con Belotti uscivamo sempre assieme la sera. Messi? Nel 2015 entrai anche nel “Team Messi” curato da Adidas, una selezione di 10 giocatori scelti dal fenomeno argentino come possibili talenti del futuro (come Timo Werner del Chelsea e Jeremie Boga del Sassuolo, nda). Si tratta di una cosa che mi fa ancora rosicare, perché so che in quel periodo avrei potuto fare davvero il salto di qualità. Una cosa del genere può essere bella per il riconoscimento che ti viene dato, ma anche brutta, perché il fatto delle scarpe di Messi e tutto il resto mette pressione e fa parlare la gente a sproposito». (an.mir.)

Bentivegna oggi dovrebbe essere uno dei tre attaccanti che mister Catalano schiererà nella trasferta sul campo della Sambenedettese (fischio d’inizio ora 15).

Convocati dell’Imolese

Portieri. Rossi, Siano. Difensori. Angeli, Aurelio, Boccardi, Carini, Cerretti, Della Giovanna, Pilati, Rondanini. Centrocampisti. Alboni, D’Alena, Lombardi, Onisa, Sabattini, Torrasi. Attaccanti. Bentivegna, Laghi, Mattiolo, Piovanello, Polidori, Tommasini.

L’intervista completa su «sabato sera» dell’11 febbraio. 

Nella foto (Isolapress): Accursio Bentivegna con la maglia dell’Imolese contro la Feralpisalò, alla quale ha segnato una doppietta 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast