Cronaca

Coronavirus, meno casi ma più ricoveri a Imola. Vaccini: poche rinunce, avanti con gli over 75. In Emilia Romagna picco di contagi

Coronavirus, meno casi ma più ricoveri a Imola. Vaccini: poche rinunce, avanti con gli over 75. In Emilia Romagna picco di contagi

Nel circondario di Imola sono solo 43 i nuovi casi positivi refertati oggi dall’Ausl di Imola e 74 i guariti su circa un migliaio di tamponi tra molecolari e antigenici. Frenano i contagi nel circondario imolese mentre ritornano a salire sopra quota 3000 quelli complessivi dell’Emilia Romagna.

Di questi 23 sono asintomatici, 22 sono emersi tramite tracciamento, solo 1 è riferibile a focolaio già noto; per quanto riguarda le fasce d’età  11 hanno meno di 14 anni, 2 da 15 a 24 anni, 9 da 25 a 44 anni, 13 da 45 a 64 anni, 8 dai 65 anni in su. I casi attivi sono 2110.Ma i ricoveri aumentano: 84 nei reparti internistici, rimangono 8 in Ecu e sono 14 (+3) in terapia intensiva (altre 19 le persone nelle terapie intensive regionali); 21 nell’area post acuti Covid dell’OsCo di Castel San Pietro e 17 le persone in Covid Hotel.

In Emilia Romagna oggi sono ben 3.188 i nuovi positivi, individuati attraverso 36.016 tamponi, fra antigenici e molecolari. Dei nuovi positivi, 1.308 sono asintomatici, 1.165 sono stati individuati all’interno di focolai già noti, 704 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 43,3 anni. La situazione dei contagi nelle province vede ancora una volta Bologna in testa con 878 nuovi casi a cui vanno aggiunti i 43 di Imola, segue Modena (533); poi Rimini (304), Ravenna (293), Parma (251), Reggio Emilia (239), Forlì (203), Ferrara (198) e Cesena (195), Piacenza (51).

I guariti sono 771 e casi attivi salgono a 72.787. I ricoverati in terapia intensiva salgono ancora sono 386 (+1) e sono 3.549 (+6) quelli negli altri reparti Covid.E 42 sono i morti, tra cui un uomo di 59 i Parma e una donna di 50 di Modena.

La buona notizia anche oggi arriva dalla campagna vaccinale: 9.146 sono le persone vaccinate con almeno 1 dose, di queste 5.415 hanno già completato il ciclo vaccinale di due dosi. E da domani all”Auditorium Osservanza partono le vaccinazioni alla fascia di età 75-79 anni, in parallelo a quelle degli over 80, in prima e seconda dose, già programmate. “In tutto sono 209 i prenotati per domani: 154 avevano l”appuntamento fissato dal 15 marzo, mentre 55 sono quelli richiamati oggi perché avevano una prenotazione per le giornate in cui la vaccinazione è stata sospesa” precisano dall”Ausl.

Entro qualche giorno tutti gli appuntamenti sospesi saranno riprogrammati e le vaccinazioni eseguite entro una decina di giorni. Intanto le prenotazioni di questa fascia di età sono proseguite anche oggi, raggiungendo quota 3583.

La confusione dei giorni scorsi, per fortuna, non ha fatto desistere le persone: “Abbiamo avuto poche disdette – dicono dall’Ausl -, una settantina più o meno”. Per il resto si procede con le varie categorie. L’Ausl richiama man mano per dare gli appuntamenti rinviati.

Tanto che Imola non ha le “liste di riserva”, cioè la possibilità di poter fare una vaccinazione a fine giornata nel caso rimangano delle dosi: “Le dosi disponibili le utilizziamo per i volontari del trasporto sanitario e sociale che supportano i trasporti ai centri vaccinali o per altri appuntamenti sanitari oppure chiamiamo i prenotati nei giorni successivi anticipandoli. Siamo una realtà piccola per cui riusciamo a farlo”. (l.a.)  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook