Cronaca

Coronavirus, 10 nuovi positivi a Imola, sempre meno casi gravi, chiude l’OsCo Covid a Castello. Vaccino per il sindaco Tinti. Lunedì si apre ai 40enni

Coronavirus, 10 nuovi positivi a Imola, sempre meno casi gravi, chiude l’OsCo Covid a Castello. Vaccino per il sindaco Tinti. Lunedì si apre ai 40enni

Sono 10 i nuovi positivi oggi, su quasi 700 tamponi tra molecolari e antigenici rapidi refertati dall’Ausl di Imola. I guariti sono 11 quindi continuano a scendere i casi attivi ora 268. Sostanzialmente stabili i ricoveri Covid in ospedale: 7 (+1) nei reparti internistici, ancora 2 in Ecu e 6 in terapia intensiva di cui 3 (-1) a Imola, rimangono 2 persone in Covid Hotel. Oggi l”OsCo Covid di Castel San Pietro è stato chiuso e l’Ausl sta predisponendo il ritorno di tutti i posti letto residenziali e reparti NoCovid. Dei nuovi positivi, 4 sono asintomatici, 3 individuati tramite tracciamento ed 1 tramite test per categoria; 1 ha meno di 14 anni, 3 sono nella fascia 25-44 anni, 5 in quella 45-64 anni, 1 ha più di 65 anni.  

In Emilia Romagna i nuovi positivi oggi sono 551, su 39.527 tamponi. I morti sono 11, tra di loro, un 56enne del Piacentino. I guariti sono 455, crescono leggermente i casi attivi 26.892. Ma prosegue il calo dei ricoverati per Covid-19, in terapia intensiva sono 160 (-3) e negli altri reparti ospedalieri sono 1.136 (-63). Dei nuovi casi 199 sono asintomatici, 149 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 316 sono stati individuati all’interno di focolai già noti; l”età media è 37,4 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 110 nuovi casi a cui si aggiungono i 10 del circondario imolese, seguita da Modena (106), Parma (92) e Reggio Emilia (87). Poi Rimini (42), Ravenna (36), Forlì(26) e Cesena (25); quindi Piacenza (11), Ferrara (6). 

Prosegue la campagna vaccinale: l’Ausl di Imola ha somministrato 418 vaccinazioni ieri, per un totale di 34.154 prime dosi fatte complessivamente e 20.352 seconde dosi. Tra i vaccinati anche il sindaco e docente universitario di Castel San Pietro Fausto Tinti, nato nel 1965. “Oggi è arrivato finalmente il mio turno, per classe d”età – ha commentato sulla sua pagina Fb -. Siamo stati uno dei territori bolognesi più colpiti dal virus e, come sindaco, non posso che sottolineare l”importanza di fare, ognuno, la propria parte, il nostro piccolo passo verso l”immunità di gregge e per metterci alle spalle questo difficile anno”.

Sempre oggi la Regione, come indicato dal Governo e dal commissario Figliuolo, ha annunciato che da lunedì 17 maggio, si accelera ulteriormente aprendo alla classe dei 40enni. Si tratta di una platea molto ampia, complessivamente formata da oltre 696mila residenti, di cui 324mila nella fascia 40-44 e 372mila in quella 45-49. Di fatto i nati dal 1972 al 1981 compresi, potranno registrarsi on line per “candidarsi” per la vaccinazione così come accade da ieri per i 50-54enni.

Il form è sempre lo stesso sul sito internet della Regione http://salute.regione.emilia-romagna.it/candidature-vaccinazione. Nessuna novità sui tempi dell’effettiva vaccinazione: occorrerà prima che arrivino le dosi promesse dal 3 giugno in avanti.  

Nella foto lӎquipe infermieristica assistenziale OsCo Covid e la vaccinazione del sindaco di Castello Fausto Tinti, 56 anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast