Cronaca

Scritte no vax all’hub vaccinale Osservanza, è la terza volta in meno di un mese

Scritte no vax all’hub vaccinale Osservanza, è la terza volta in meno di un mese

A due settimane dall’ultima volta (era la notte tra il 20 e 21 gennaio) questa mattina a Imola nuove scritte no vax sono comparse all’hub vaccinale dell’Osservanza. Operai sono comunque già al lavoro per riverniciare i muri e coprire la frase «Nascondere che i vaccini uccidono è criminale».

In meno di un mese è già la terza volta che ignoti, all’Osservanza, si «divertono» a scrivere frasi no vax, se contiamo anche quello avvenuto nella notte tra il 17 e 18 gennaio. A questi vanno poi aggiunti gli episodi verificatosi prima di Natale all’ospedale vecchio ed in alcune scuole della città.

Intanto, proseguono le indagini delle forze dell’ordine per cercare di risalire agli autori dei gesti. «Stiamo vagliando le telecamere presenti nella zona – fa sapere il comandante dalla polizia locale del Circondario, Daniele Brighi -, ma non è semplice risalire agli autori, perché, visto l’orario, spesso si vedono solo delle ombre». Telecamere che, invece, a San Lazzaro hanno permesso almeno di riprendere i responsabili. Che la mano sia poi la stessa di Imola e Lugo, altro comune della zona preso di mira, non è ancora chiaro. «Le forze dell’ordine ovviamente non escludono nessuna pista» ha concluso Brighi.

Nella foto (Isolapress): le scritte no vax apparse questa mattina all’hub vaccinale dell’Osservanza

1 Comment

  • Ma metterci un pò di telecamere, dove poter riprendere gli autori di questi gesti inqualificabili, no?

Rispondi a ivano

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook