Sport

La Ferrari a Imola a fine ottobre tra grandi anniversari e la nuova LMH

La Ferrari a Imola a fine ottobre tra grandi anniversari e la nuova LMH

Il 19 ottobre 1952 la Ferrari guidata a turno da Ascari, Villoresi e Marzotto fu il test di prova per la nuovissima pista nata tra la riva del fiume Santerno e il Monte Castellaccio. Le finali mondiali del Ferrari Challenge dal 25 al 31 ottobre saranno di fatto il primo evento che celebra i 60 anni dell’autodromo di Imola che il 25 aprile 1953 ospitò la prima gara ufficiale. Ma non è l’unica ricorrenza speciale per questo evento che compie i trent’anni di vita. Le finali del Ferrari Challenge tornano vent’anni dopo nella cattedrale del tifo per il Cavallino, nella pista che porta il nome del Drake e di suo figlio. Un ritorno che, come dice il sindaco di Imola, Marco Panieri «ci riempie di orgoglio e di gioia, perché suggella il ritorno di questo grande appuntamento nella nostra città dopo oltre vent’anni dall’ultima volta, nel 1999, e arricchisce ulteriormente il calendario del circuito che in questo 2022 ha costruito un vero record di presenze». 

Le finali mondiali del Ferrari Challenge, il campionato monomarca che si divide in quattro campionati (Europa, Nord America, Est Asia e Gran Bretagna) porteranno all’Autodromo gare di auto Gran Turismo, F.1 storiche, gare di contorno sempre con le auto di Maranello. Ma sarà anche l’occasione per una prima mondiale attesa nel mondo del motorsport, ovvero la presentazione ufficiale della nuova Ferrari Le Mans Hypercar (LMH) fiore all’occhiello delle Gran turismo da competizione della Ferrari. Lo ha annunciato Antonello Coletta (Responsabile Ferrari attività sportive GT) durante la presentazione di gare ed eventi.«Per un appassionato è una occasione irripetibile, solo una volta all’anno noi mettiamo in campo il meglio dell’azienda e le auto che hanno fatto la storia della Ferrari nelle competizioni» sottolinea Antonello Coletta. Tra paddock e box si potranno vedere dalle Berlinette anni 50 alle GT del mondiale Endurante fino a molte delle F.1. E ancora gli ultimi modelli da strada che la Ferrari ha prodotto. «È la conferma – ha aggiunto Coletta – del forte legame tra la Ferrari e il circuito di Imola fin dal nome. Questo circuito ci ha sempre visto protagonisti. A questo si aggiunte il legame con la Motorvalley dell’Emilia – Romagna della quale siamo l’epicentro mentre l’autodromo di Imola è lo sfogo naturale come dimostra tutto quanto vi viene organizzato. Stiamo facendo riscoprire il motorismo tra i più giovani e questo è importante per dare linfa nuova al motorsport».

L’evento porterà a Imola circa 500 top clienti della Ferrari insieme a tanti tifosi che dal giovedì alla domenica vivranno immersi nel mondo del Cavallino e nella realtà del territorio imolese. Come ha sottolineato Gian Carlo Minardi, presidente di Formula Imola (società di gestione dell’autodromo) «il Ferrari Challenge chiude una stagione fantastica. Per noi motivo di soddisfazione e orgoglio». Marco Panieri ha sottolineato anche il valore per il territorio dell’evento. «Ci aspettiamo numeri importanti e i tanti eventi collaterali che abbiamo allestito consentiranno di far apprezzare le nostre eccellenze culturali ed enogastronomiche compreso il Baccanale. Imola accoglierà, ancora una volta, appassionati da tutto il mondo rivivendo quel clima di emozione e di entusiasmo che si era respirato durante il Gran Premio di F1 ad aprile e durante le altre manifestazioni che ci hanno accompagnato nel corso di tutto l’anno». 

Panieri ha anche tracciato il programma degli eventi collaterali che riguarderanno cultura, enogastronomia e impegno sociale. «Ci sarà uno specifico city dressing per portare la magia e l’emozione della Ferrari diffusa nelle strade e nelle vie del centro storico. Una Ferrari F.1 sarà esposta proprio all’interno del centro storico; nel teatro comunale sarà allestita una mostra di foto dedicata alla casa del cavallino; sono previste visite guidate al paddock per le classi vincitrici del concorso “Vivere l’Autodromo”, così come altre sono previste per gli ospiti dell’Istituto di Riabilitazione di Montecatone. Inoltre, l’attenzione al territorio è garantita anche con l’applicazione di una riduzione del prezzo del biglietto sull’abbonamento di 2 giorni (15 euro contro i 25 per abbonamento standard 2 giorni), per i residenti nei 23 Comuni del ConAmi». (p.b.)

Nelle foto (Isolapress): Ferrari in autodromo a luglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook