Economia

Il supercomputer Leonardo ha una «casa» grazie a Cefla

Il supercomputer Leonardo ha una «casa» grazie a Cefla

Il supercalcolatore del Cineca, uno dei più potenti del mondo, si è acceso lunedì nelle ex Manifatture Tabacchi di Bologna. È indicato come uno dei fattori chiave su cui si giocherà lo sviluppo non solo dell’Emilia Romagna, ma dell’Italia e dell’Europa. Sarà al servizio di università, laboratori e aziende. La scorsa settimana un accordo tra la Regione e l’Enel per simulazioni sugli scenari climatici. Visita esclusiva insieme al presidente Balducci e ai responsabili della coop. imolese, che è capofila di un progetto di prestigio internazionale. (r.e.)

Per saperne di più non perdetevi «sabato sera» in edicola domani, giovedì 13 ottobre.

Nella foto: da sinistra Massimo Milani, direttore della business unit Engineering di Cefla, Daniele Spada, responsabile Cefla dell’associazione temporanea di imprese, Samuele Pasini, project manager Impianti Cefla e il presidente, Gianmaria Balducci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

RER25Novembre

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook