Posts by tag: animali

Cronaca 18 Ottobre 2021

A Casalfiumanese approvata la convenzione con il Circondario per il recupero dei cani randagi

E’ stata approvata all’unanimità a Casalfiumanese, durante la seduta del Consiglio Comunale dello scorso 11 ottobre, la convenzione con il Nuovo Circondario Imolese che disciplina il servizio di recupero dei cani randagi.

Una novità che si inserisce in un ambito comunale casalese che contempla già, oltre alla gestione dell’anagrafe canina, la stipulata convenzione con il Comune di Imola in merito al ricovero dei cani presso le strutture del canile della città. Non solo. Il procedimento compensa sul territorio anche l’assenza di adeguato e sufficiente personale per l’esercizio del servizio di cattura e/o recupero dei cani randagi e vaganti.  Il Comune di Casalfiumanese si impegna, pertanto, a riconoscere al Nuovo Circondario Imolese un importo annuo di servizio pari ad un totale di 2.578,59 euro. «Siamo molto soddisfatti – spiega l’assessore Silvano Casella che ha seguito in prima linea l’evoluzione della casistica -. Ad oggi, infatti, nonostante l’assenza di sufficiente personale per l’esercizio di tali mansioni nessuna segnalazione o esigenza è rimasta inascoltata grazie all’impegno, a titolo volontario e gratuito, del personale messo a disposizione delle associazioni di volontariato, dalle guardie zoofile, dalla nostra polizia locale e anche dallo stesso municipio. Compreso nel servizio ci sarà, infatti, l’avvio di un importante progetto annuale in collaborazione con gli istituti scolastici del Circondario capace di valorizzare lo straordinario rapporto che lega l’uomo ai nostri amici a quattro zampe». (r.cr.)

A Casalfiumanese approvata la convenzione con il Circondario per il recupero dei cani randagi
Cronaca 2 Ottobre 2021

A Imola benedizione degli animali in occasione della festa di san Francesco d’Assisi

In occasione della festa di san Francesco d’Assisi, patrono d’Italia e «fratello» degli animali, lunedì 4 ottobre nella chiesa di Valverde a Imola si terrà la tradizionale benedizione degli animali al termine della santa messa, prevista per le ore 18. L’iniziativa è aperta non solo ai fedeli della parrocchia, ma a tutti coloro che vorranno partecipare con i loro animali da compagnia. (lo.mi.) 

Nella foto: l’edizione dello scorso anno

A Imola benedizione degli animali in occasione della festa di san Francesco d’Assisi
Cronaca 26 Agosto 2021

Benessere animale, cosa prevedono i lavori al canile e gattile di Imola e Medicina

Grazie a un cofinanziamento regionale e al lascito di Adriana Poggi, a Imola, nel canile e gattile di via Gambellara verranno effettuati necessari interventi di ristrutturazione dei fabbricati per complessivi 160 mila euro. La ristrutturazione riguarderà in particolare la sistemazione del fabbricato principale con opere murarie sulle pareti.

A Medicina, invece, sempre grazie al contributo della Regione, verranno realizzati due nuovi prefabbricati per l’Oasi Felix. (r.cr.)

Approfondimenti ed interviste all’assessore del Comune di Imola Elisa Spada ed all’assessore di Medicina Massimo Bonetti sul Sabato sera del 26 agosto

Benessere animale, cosa prevedono i lavori al canile e gattile di Imola e Medicina
Cronaca 16 Agosto 2021

Dalla Regione risorse per la tutela degli amici a quattro zampe, finanziati i progetti dei canili e gattili di Imola e Medicina

Tutelare la salute, la sicurezza delle persone e il benessere animale garantendo a cani e gatti randagi migliori condizioni nei ricoveri pubblici. E’ questo l’obiettivo della Regione che, con una delibera di Giunta approvata nei giorni scorsi, ha stanziato oltre 340mila euro per gli interventi di adeguamento strutturale su canili e gattili pubblici dell’Emilia-Romagna. Tra i progetti finanziati dalla Regione anche quelli del Comune di Imola (80mila euro) per il canile e il gattile comprensoriale gestito dalla cooperativa Coala e del Comune di Medicina (35mila euro) per il gattile.

I Comuni beneficiari dei contributi sono stati individuati dai Servizi veterinari delle Ausl, che hanno segnalato le strutture che richiedevano gli interventi più urgenti, con un occhio di riguardo ai reparti sanitari, reparto cuccioli, infermerie e ambulatori veterinari, aree di rieducazione per cani con aggressività non controllata, aree di sgambamento, aree di ricovero e le rispettive recinzioni. I Comuni coinvolti dovranno far pervenire in Regione la richiesta di ammissione entro la fine di ottobre, dopo di che avranno 18 mesi per iniziare i lavori a partire dalla pubblicazione della graduatoria definitiva e 2 anni per completarli. (r.cr.)

Nella foto: operatrici della cooperativa Coala che gestisce il canile di Imola

Dalla Regione risorse per la tutela degli amici a quattro zampe, finanziati i progetti dei canili e gattili di Imola e Medicina
Cronaca 10 Giugno 2021

Trovate tre nuove «case» per i pesci e i rettili dello Zoo Acquario di Imola

Pesci e rettili dello Zoo Acquario hanno trovato una casa, anzi tre, e traslocheranno entro il 30 giugno. Come è noto, la struttura di via Aspromonte, di proprietà del Comune di Imola, ha chiuso i battenti dopo 36 anni di attività. Da qui la necessità di trovare in tempi brevi una nuova collocazione per i suoi ospiti (38 specie esotiche tra cui sono presenti prevalentemente pesci d’acqua dolce, 9 specie d’acqua salata, 13 rettili e 1 invertebrato).

Tre delle strutture interpellate dal Comune di Imola hanno deciso di accogliere gli animali, provvedendo direttamente al loro trasferimento. Si tratta del museo zoologico Vita nelle acque-Acquae Mundi di Russi (Ravenna), del Parco faunistico e zoologico Safari Ravenna di Savio di Ravenna (Ravenna) e dell’acquario di Cattolica, uno dei più grandi e noti parchi tematici del mare attivi in Italia.

«Sono stati interpellate diverse strutture pubbliche e private in Emilia Romagna e in altre regioni italiane italiani, sia direttamente che attraverso l’Unione italiana giardini zoologici ed acquari (Uiza), con la necessaria attenzione a individuare strutture che fossero aperte al pubblico e referenziate – spiega l’assessore alla Cultura, Giacomo Gambi -. Considerata la delicatezza delle specie da trasferire e avendo l’obiettivo di garantirne in primis il benessere, si è privilegiata inoltre l’individuazione di destinazioni abbastanza vicine a Imola». (gi.gi.)

Nella foto: l”esterno dello Zoo Acquario

Trovate tre nuove «case» per i pesci e i rettili dello Zoo Acquario di Imola
Cronaca 21 Maggio 2021

Un altro lupo solitario immortalato nelle campagne di Medicina dal fotografo Paolo Maresca

Per la seconda volta nel giro di tre mesi, lunedì 17 maggio il fotografo medicinese Paolo Maresca è riuscito a immortalare un lupo solitario nelle campagne di Medicina, al tramonto.

«Non è lo stesso lupo che avevo fotografato in mezzo alle neve a febbraio, ma è un esemplare più giovane, di circa un anno – racconta Maresca -. Al primo avvistamento ero a 200 metri, poi sono arrivato fino a 60-70 metri da lui». 

Un episodio raro ma che non sorprende del tutto, se si pensa che anche nella non lontana Campotto una coppia di lupi si è proprio stabilita e lì ha pure avuto i cuccioli. E negli ultimi mesi non sono mancati anche gli avvistamenti in comuni vicini (vedi Calderara di Reno) con corollario di polemiche

Maresca, che fa parte anche dell’Afni (associazione fotografi naturalisti italiani) sezione Emilia Romagna tiene a precisare: «È importante che passi il messaggio che il lupo è un regalo che la natura ci offre e non un pericolo». (gi.gi.) 

Nella foto (di Paolo Maresca): il lupo fotografato nelle campagne di Medicina pochi giorni fa

Un altro lupo solitario immortalato nelle campagne di Medicina dal fotografo Paolo Maresca
Cronaca 26 Marzo 2021

Coronavirus, a Dozza attivato il servizio di supporto ai cittadini nella gestione ed accudimento degli animali domestici

E’ stato attivato nel territorio comunale di Dozza un servizio di supporto ai cittadini che, a causa dell’emergenza sanitaria, necessitano di aiuto per la gestione e l’accudimento dei propri animali domestici. «Voglio ringraziare – commenta il sindaco Luca Albertazzi – la signora Gemma Mengoli, responsabile del Centro Operativo Comunale nella funzione di supporto alla popolazione, e tutti i volontari coinvolti. Siamo fieri del fatto che Dozza riesca a raggiungere livelli di eccellenza in situazioni come questa, in cui è fondamentale far sentire alla popolazione la vicinanza dell’Amministrazione comunale. Questa esperienza, al pari di molte altre, ci vede tra i primi in assoluto in termini di operatività e servizi resi ai cittadini e questo è per noi motivo di grande soddisfazione».

I contatti telefonici con i cittadini, tramite il servizio «Volontari al telefono», attivato dall’Amministrazione comunale, hanno evidenziato diverse questioni, tra cui il fatto che, più che mai in questa emergenza, gli animali siano risultati parte integrante dei nuclei famigliari e spesso i proprietari hanno segnalato che erano pronti a qualsiasi cosa pur di non separarsi dal loro animale, raccontando anche che gli animali hanno un effetto benefico sulla loro salute, offrono compagnia e riducono stati d’ansia.

Questo nuovo servizio viene svolto dai volontari iscritti nell’Albo comunale, prende ispirazione ed indicazioni da quanto definito dall’accordo per il soccorso degli animali d’affezione in caso di calamità, approvato dalla regione Emilia-Romagna con una delibera del 2019. L’intervento dei volontari è attivato dal Centro Operativo Comunale su richiesta diretta del cittadino costretto in isolamento e senza la possibilità di poter contare su risorse parentali  o amicali idonee a poter svolgere questa attività in sicurezza e con la formazione necessaria. (da.be.)

Coronavirus, a Dozza attivato il servizio di  supporto ai cittadini nella gestione ed accudimento degli animali domestici
Cronaca 25 Marzo 2021

Coronavirus, da domani in Regione i toelettatori di animali potranno riprendere le loro attività

Da domani, venerdì 26 marzo, in Emilia-Romagna i toelettatori potranno riprendere la loro attività. Lo ha deciso la Regione con un’ordinanza firmata oggi dal presidente Stefano Bonaccini, che regola i servizi di cura degli animali da compagnia (identificati dal codice Ateco 96.09.04), non espressamente sospesi dal Dpcm a differenza di quelli alla persona, fissando le dovute limitazioni.

Potranno infatti farlo solo previo appuntamento e con autodichiarazione da parte del proprietario che l’animale non convive con persone poste in quarantena o affette da Covid-19. L’ordinanza stabilisce inoltre che l’attività possa svolgersi esclusivamente con modalità che non prevedano l’ingresso dei clienti nei locali dell’esercizio, limitando all’essenziale i contatti tra addetti e clienti e utilizzando i mezzi di protezione personale anche durante i contatti con l’animale. Va sempre garantito il distanziamento sociale.

Il provvedimento è in vigore da domani 26 marzo 2021 e fino al termine della dichiarazione di stato di emergenza nazionale fissato dal Governo ogni qualvolta l’Emilia-Romagna venga classificata come zona rossa, dove si trova in questo momento. (r.cr.)

IL TESTO DELL’ORDINANZA

Coronavirus, da domani in Regione i toelettatori di animali potranno riprendere le loro attività
Cronaca 5 Marzo 2021

Lo Zoo Acquario chiude i battenti, entro giugno «trasloco» per pesci, rettili e anfibi

Dopo 36 anni di attività, entro il 30 giugno di quest’anno chiuderà i battenti lo Zoo Acquario di via Aspromonte a Imola, dal 1985 punto di riferimento per far conoscere mondo marino e rettili ai più piccoli. Così ha deciso la Giunta in una delibera che approva «la chiusura dello Zoo Acquario di Imola e la conseguente ricollocazione dei pesci e dei rettili (attualmente circa 270) presso altre strutture pubbliche e/o private che ne garantiscano la cura e il benessere».

I motivi? «Costo elevato degli interventi tecnici di manutenzione straordinaria essenziali e necessari», tra cui «revisione/rifacimento dell’impianto elettrico della zona vasche, sostituzione del gruppo di continuità non funzionante, revisione impianto idrico, manutenzione straordinaria infissi e sostituzione lattoniere», ma anche la scarsa affluenza di pubblico. Nel 2019 sono stati accolti 294 visitatori, con un incasso di 1.163 euro, e sono state fatte attività guidate per 26 classi delle scuole imolesi (da febbraio 2020, invece, la struttura è rimasta chiusa a causa dell’emergenza Covid).

Per il futuro della struttura, un ex gasometro, l’Amministrazione imolese intende «avviare un progetto di recupero architettonico e funzionale dell’edificio e mantenga e rinnovi la destinazione d’uso, come luogo vocato ad ospitare attività di educazione ambientale e divulgazione scientifica, servizi informativi di orientamento e supporto agli alunni e alle famiglie».

Gestito sin dall’inizio dalla famiglia Tassinari, dal 2017 era tornato in capo al Comune di Imola, che l’aveva affidato alla società cooperativa Ecosistema che, fino all’ormai imminente «trasloco» di pesci, rettili e anfibi, continuerà a garantire la cura degli animali, l’alimentazione giornaliera e le cure veterinarie se necessarie, l’acquisto dei materiali di consumo (mangimi, integratori alimentari, medicinali), la manutenzione ordinaria delle vasche. (gi.gi.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» in edicola dall’11 marzo

Nella foto: lo Zoo Acquario di Imola

Lo Zoo Acquario chiude i battenti, entro giugno «trasloco» per pesci, rettili e anfibi
Cronaca 10 Novembre 2020

Il Coala che si prende cura degli amici a quattro zampe

Una cooperativa… a quattro zampe. È la cooperativa Coala, nata nel 2009 come riferimento locale per la gestione delle strutture di ricovero degli animali e per il benessere degli stessi. Dal 2010 la coop. gestisce infatti il canile imolese, mentre da gennaio di quest’anno (e fino al 31 dicembre 2022) è aggiudicataria anche del ser- vizio di gestione del gattile comunale. A raccontare la cooperativa, impresa sociale senza fini di lucro costituita da tre socie, è la presidente Serena Mirri.

Di che cosa si occupa Coala?

«Al momento la coop. conta otto dipendenti, di cui due part-time. Ogni giorno, su turni, garantiamo il servizio di gestione delle strutture occupandoci di molteplici attività: le cure e il mantenimento degli animali ospitati; l’assistenza ai veterinari durante le visite; la gestione del pubblico e delle adozioni a distanza; l’accoglimento degli animali “rinunciati” dai proprietari; le pratiche per la riconsegna dei cani di proprietà, dell’anagrafe canina e felina, del recupero dei cani vaganti (quest’ultimo solo per il comune di Imola e con servizio h24) e dei gatti feriti, in difficoltà o da catturare sul territorio per le sterilizzazioni; ma soprattutto la promozione delle adozioni responsabili degli animali ospitati nelle strutture, sensibilizzando la cittadinanza attraverso numerose iniziative. L’attività di cura degli animali, infatti, non può prescindere da un costante lavoro di sensibilizzazione ed educazione alla corretta convivenza tra gli animali e le persone, per prevenire abbandoni e randagismo. Noi, coadiuvati dalla collaborazione di istruttori ed educatori cinofili qualificati, siamo formati per la gestione delle adozioni degli animali e per l’affiancamento degli adottanti nel percorso di inserimento del nuovo componente in famiglia». (mi.mo.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 5 novembre.

Nella foto: lo staff della cooperativa Coala 

Il Coala che si prende cura degli amici a quattro zampe

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast