Posts by tag: bollette

Cronaca 5 Ottobre 2022

Caro energie e bollette, la sfida del colosso Hera

Corre il costo del gas, così come quello dell’elettricità. Grazie agli aiuti del Governo Draghi l’aumento per ora è stato «solo» del 59% per la luce e l’Autorità di regolazione (Arera) avverte che non è finita qui: per la famiglia-tipo quantifica una spesa di 1.322 euro, rispetto ai 632 euro del 2021. Così si guarda ad Hera, l’azienda di cui i Comuni sono azionisti tramite il ConAmi. In sei mesi raddoppiati gli utenti che pagano a rate. Cristian Fabbri (Hera Comm) dice: «Per aiutare i clienti a Imola e in cento comuni protocolli per fasce deboli». (r.cr.)

Approfondimenti su «sabato sera» in edicola dal 6 ottobre.

Caro energie e bollette, la sfida del colosso Hera
Cronaca 3 Ottobre 2022

Risparmio energetico, Ozzano riduce le ore di accensione dell’illuminazione pubblica

Contro il caro-bollette il Comune di Ozzano ha deciso di mettere in pratica diversi interventi per cercare di contenere i consumi energetici. Il primo settore ad essere toccato sarà quello dell’illuminazione pubblica.  A partire dal 5 ottobre prossimo, infatti, dal momento dell’accensione e fino a mezzanotte l’illuminazione pubblica sarà accesa a lampioni alternati e da mezzanotte fino alle 6 del mattino resterà completamente spenta ad accezione degli attraversamenti pedonali illuminati e del parco della Resistenza nel capoluogo, dove l’illuminazione verrà spenta all’una di notte per consentirne l’attraversamento anche agli ultimi fruitori della linea notturna del 19 che arriva fino a Tolara. Nelle zone industriali, invece, lo spegnimento delle luci avverrà alle ore 20 con riaccensione, anche qui, dalle 6 del mattino. Questi provvedimenti interesseranno tutto il territorio comunale, capoluogo e frazioni comprese. 

«Sono provvedimenti duri, drastici e che sono consapevole che andranno ad influire sulle abitudini di molti cittadini – precisa il sindaco Lelli -. ma nel contempo penso anche che fossero attesi dagli ozzanesi. Molti comuni, anche  a noi limitrofi, hanno già adottato provvedimenti analoghi e per tutti sarà solo una questione di tempi. Sono e siamo, tutti noi amministratori, consapevoli del fatto che le limitazioni che andremo ad adottare andranno ad influire sulla vita e sulle abitudini dei cittadini, ma al momento l’unica strada percorribile, in assenza di soluzioni diverse in grado di produrre energia alternativa, è quella di risparmiare sui consumi. Come Amministrazione comunale siamo costretti a prendere tali decisioni finalizzate alla possibilità di poter continuare ad erogare i servizi quali quelli scolastici, di trasporto, refezione, assistenza agli anziani e alle categorie più deboli i cui numeri sono in continuo aumento». (r.cr.)

Nella foto: il sindaco di Ozzano Luca Lelli

Risparmio energetico, Ozzano riduce le ore di accensione dell’illuminazione pubblica
Cronaca 31 Agosto 2022

Bonaccini: «Caro bollette e inflazione, le proposte concrete ci sono»

«Servono risposte immediate, misure fiscali e sociali che da un lato limitino la crescita delle tariffe di luce e gas, dando respiro a chi rischia di cadere nella disperazione, dall’altro abbattano il costo del lavoro, aumentando le buste paga dei lavoratori».

Stefano Bonaccini, presidente della Regione e player nel panorama nazionale, inquadra con nettezza i due temi, energia e carovita, centrali anche nella campagna in corso per le elezioni politiche del 25 settembre. E sull’ambiente non ha dubbi: «Rigassificatore a Ravenna una priorità, ma il futuro è nelle energie rinnovabili». (r.cr.)

Nella foto: Stefano Bonaccini

Bonaccini: «Caro bollette e inflazione, le proposte concrete ci sono»
Cronaca 31 Gennaio 2022

Accordo tra Hera e Associazioni dei consumatori, anche nel 2022 le rateizzazioni contro il caro-bollette

Le associazioni dei consumatori dell’Emilia Romagna (Federconsumatori, Adiconsum, Lega Consumatori, Udicon e Cittadinanzattiva) hanno raggiunto un’intesa con il gruppo Hera a tutela delle famiglie in difficoltà a causa dell’aumento del prezzo dell’energia. In base a tale accordo, è possibile attivare forme di rateizzazione o piani di rientro prima della scadenza della bolletta (possibilità finora prevista solo per i clienti inadempienti, quindi con bolletta scaduta).

Per le famiglie con bollette emesse nel mese di dicembre 2021 (anche in questo andando oltre quanto previsto dalla normativa) fino a tutto il mese di aprile 2022, Hera conferma la possibilità di rateizzare le bollette in dieci mesi, senza applicazione degli interessi. Confermata inoltre la disponibilità a valutare per la prima rata il pagamento pari a un terzo della bolletta (anziché il 50% previsto dalla legge).

Per casi particolari (bollette superiori a 1.000 euro), sempre su richiesta del cliente, Hera è disponibile a valutare piani di rateizzazione superiori a 10 mesi, superando pertanto quanto previsto dalla legge. Questa politica di rateizzazione sarà applicabile anche alle bollette multiservizio (includendo anche i servizi acqua e rifiuti, in deroga migliorativa della norma). «Le azioni messe in campo, in particolare la concessione di un piano rate, e la possibilità di rinegoziarlo in caso di difficoltà da parte del cliente – sottolineano le associazioni dei consumatori -, rende remota la possibilità di sospensione della fornitura per i clienti virtuosi che hanno la volontà di onorare il debito». (lo.mi.)

Foto d’archivio

Accordo tra Hera e Associazioni dei consumatori, anche nel 2022 le rateizzazioni contro il caro-bollette
Cronaca 29 Settembre 2021

Caro bollette, i consigli delle associazioni dei consumatori per difendersi dalla «stangata» d’autunno

Sarà un autunno decisamente caldo per le tasche degli italiani, nonostante il Governo abbia stanziato più di tre miliardi per alleggerire la «stangata» in arrivo dal 1°ottobre sulle bollette di luce e gas. Secondo i dati dell’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera), gli aumenti peseranno per circa 300 euro all’anno sulle famiglie italiane.

«Dovrebbero  salvarsi dai rincari – anticipa Federconsumatori Emilia Romagna – solo  le utenze che rientrano  nei parametri, 8.200 euro di reddito Isee, utili per ottenere il Bonus energia. Va inoltre valutato che le risorse del Governo,  ingenti per quanto insufficienti, basteranno solo fino alla fine del 2021». (lo.mi.)

Sul «sabato sera» del 30 settembre i consigli di Adiconsum e Federconsumatori su come difendersi dai rincari.

Caro bollette, i consigli delle associazioni dei consumatori per  difendersi dalla «stangata» d’autunno

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA