Posts by tag: cooperazione

Cronaca 15 Febbraio 2021

Balie di gattini cercasi, il gattile di Imola organizza un corso gratuito

La cooperativa Coala, che gestisce il gattile comunale di Imola, organizza un corso gratuito per «balie» di gattini, rivolto a chi desidera aiutare le volontarie ad allattare e svezzare i micetti fino a momento della loro adozione.

«Ogni anno – spiegano dal gattile – affrontiamo con difficoltà la gestione di decine e decine di cuccioli di gatto, rimasti orfani o abbandonati in precocissima età. Non chiediamo di prendere nessun impegno al momento, ma di venire al corso per capire di cosa si tratta e pensare se dare eventualmente la disponibilità in futuro. Noi ovviamente vi affiancheremo nelle vostre prime esperienze. Come ogni anno cerchiamo di salvarli tutti, ma siamo troppo pochi per tutti i cuccioli che verranno».

Il primo incontro gratuito è in programma per martedì 23 febbraio, alle ore 19.30, al centro sociale La Stalla in via Serraglio 24/b. Interverranno  la veterinaria Anna Casazza, l’esperta balia Barbara Gallerani. Per informazioni e prenotazioni: tel. 320 4457878. (lo.mi.)

Balie di gattini cercasi, il gattile di Imola organizza un corso gratuito
Economia 14 Febbraio 2021

La lastra ceramica più grande del mondo è stata realizzata in Cina con tecnologia Sacmi

La lastra ceramica più grande del mondo ha le dimensioni di 1,8 per 6,1 metri. È stata realizzata in Cina dall’azienda Monalisa, che ha utilizzato l’ultimo modello della linea Continua+ della cooperativa imolese Sacmi, che consente di produrre lastre sino a 1.800 mm di larghezza in cotto, lunghezza variabile e spessore dai 3 fino ai 20 mm.

L’azienda, con sede a Xiqiao, nel distretto del Guangdong, ha dato l’annuncio ufficiale il 27 gennaio scorso. Grande la soddisfazione per il risultato ottenuto grazie a «una tecnologia che ribalta completamente il concetto di pressatura, con ampie e inedite possibilità di personalizzazione». Una lastra quindi non solo da record nelle dimensioni ma che, grazie a Sacmi, «integra tecnologia, consistenza ed estetica». 

Nella foto: la lastra record prodotta dall’azienda cinese Monalisa con tecnologia Sacmi

La lastra ceramica più grande del mondo è stata realizzata in Cina con tecnologia Sacmi
Economia 9 Febbraio 2021

Bcc ravennate e imolese, nel 2020 rafforzato il sostegno a famiglie e imprese

Nel 2020 La Bcc ravennate, forlivese e imolese ha concesso nuovi finanziamenti per oltre 430 milioni di euro (rispetto ai 290 milioni del 2019) a sostegno delle imprese del territorio. Incrementato anche il sostegno alle famiglie con oltre 2 mila  mutui casa per circa  249  milioni  di  euro (+30% rispetto al 2019). Accolte inoltre circa 7 mila richieste  di  sospensione  delle  rate  dei  finanziamenti e svolte 650 operazioni di anticipo della cassa integrazione.

«La banca – così il direttore generale, Gianluca Ceroni, commenta i dati del bilancio – ha mostrato una notevole solidità nel corso del 2020, mantenendo la capacità di sostenere il territorio sia con credito che con erogazioni liberali. La solidità patrimoniale (Cet1 superiore al 16%) consente di dare massima tutela a soci e clienti e soprattutto di assicurare la capacità di erogare credito a sostegno di un’economia che subirà ancora molti contraccolpi dall’emergenza sanitaria». (lo.mi.) 

Nella foto: il direttore generale della Bcc, Gianluca Ceroni

Bcc ravennate e imolese, nel 2020 rafforzato il sostegno a famiglie e imprese
Economia 5 Febbraio 2021

Daniele Montroni nella Direzione di Legacoop Emilia-Romagna: «Pandemia sfida contro le diseguaglianze ma la ripresa ci sarà»

Daniele Montroni da pochi giorni è entrato a fare parte della Direzione regionale di Legacoop Emilia Romagna. Terminato il mandato in Parlamento, Montroni era rientrato nel mondo cooperativo riprendendo l’esperienza iniziata nel 1991. La Direzione regionale rappresenta sicuramente un osservatorio e uno snodo importante per capire come sarà l’Emilia Romagna nel post pandemia.

L’Emilia Romagna è la regione dove il movimento cooperativo rappresenta da sempre una componente decisiva in termini economici e sociali. Sarà ancora così in futuro?

«Sì, e lo è anche durante la pandemia. Pensiamo ad esempio al personale delle strutture sociali e sanitarie oppure a quello, in prevalenza femminile, addetto ai servizi di pulizia e sanificazione. Soci e lavoratori di cooperative, anche sociali, che hanno affrontato, e affrontano tuttora, con grande impegno la difficile fase creatasi nell’ambiente di lavoro con il Covid. In altre parole, non vedo il restringersi dello spazio cooperativo inteso come forma di organizzazione e gestione dell’impresa. Anzi si palesano opportunità che rappresenta- no un sfida per l’insieme del movimento cooperativo».

I danni della pandemia non sono uguali per tutti i settori e nemmeno per tutti i lavoratori. Corriamo pericoli di nuove disuguaglianze?

«Bastano pochi indicatori per comprendere come la crisi economica dovuta alla pandemia abbia pesato in modo differente creando disuguaglianze: gli operai sono stati colpiti il doppio rispetto ai quadri e dirigenti; le donne del 50% in più rispetto gli uomini; è calata la percentuale dei giovani occupati ed è cresciuta quella degli ultra cinquantenni; i settori del turismo, della ristorazione, della cultura sono stati colpiti tre volte più dell’industria».

Ma la ripresa ci sarà?

«La ripresa ci sarà. La sua dimensione dipende anche dai nostri comportamenti e dal tempo che ci mettiamo a portare a termine la vaccinazione. Il 2020 si chiude con circa il -6% di Pil sul 2019. Per il 2021 ci si attende in Emilia Romagna un +3%. Può sembrare poco rispetto a quanto perduto, ma da oltre un decennio si cresce di pochi decimali all’anno e una riprese del 3% è molta roba».

I miliardi del Recovery plan sono una soluzione anche alla carenza di progettualità?

«Il Piano nazionale di ripresa e resilienza finanziato con i fondi del Next Generation Eu è una grande scommessa per l’Italia e la nostra Regione. La cooperazione vuole fornire un importante contributo con proposte e progetti. Ne cito alcuni: economia circolare coinvolgendo il settore manifatturiero, l’agricoltura, il commercio e turismo; la rigenerazione urbana e la qualità dell’abitare; la salute, recuperando investimenti nella sanità pubblica, nel sociale e nel welfare di comunità; la mutualità digitale; le comunità energetiche e autoconsumo. Sono idee e proposte che la cooperazione ha presentato come Alleanza cooperative italiane». (p.b.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 4 febbraio.

Nella foto: Daniele Montroni

Daniele Montroni nella Direzione di Legacoop Emilia-Romagna: «Pandemia sfida contro le diseguaglianze ma la ripresa ci sarà»
Economia 5 Febbraio 2021

Il gruppo cooperativo Deco Industrie compie 70 anni e li celebra con un logo speciale

Il gruppo Deco Industrie, realtà cooperativa attiva nella produzione di generi di largo consumo per il settore alimentare, per la cura della casa e della persona, con sede a Bagnacavallo, nel 2021 celebra 70 anni di attività.
Deco Industrie nasce il 27 gennaio 1951 come cooperativa di produzione di detersivi. Oggi il gruppo ha 6 stabilimenti dislocati in Emilia Romagna, uno dei quali, Packaging Imolese, a Imola, dove progetta, realizza e confeziona detergenti per la cura della casa e della persona, per un fatturato annuo di gruppo di 180 milioni e più di 500 dipendenti, in gran parte soci lavoratori della cooperativa.

Per celebrare i 70 anni di attività, è stato ideato un logo speciale, che aggiunge ai tradizionali elementi i colori del tricolore. La cooperativa sta anche definendo una serie di azioni per festeggiare l”importante traguardo: eventi, attività rivolte ai consumatori, ai dipendenti e ai principali stakeholder. «Questo risultato – dichiara Antonio Campri, presidente di Deco – dimostra ancora una volta che la serietà e l’impegno con cui da sempre affrontiamo ogni giorno le sfide quotidiane vengono premiati e mi auguro di cuore che questa “ricetta” ci permetta di arrivare a festeggiare anche i prossimi anniversari».

Nella foto: simulazione del totem della sede di Bagnacavallo con il nuovo logo

Il gruppo cooperativo Deco Industrie compie 70 anni e li celebra con un logo speciale
Economia 3 Febbraio 2021

Clai presenta il nuovo padiglione accanto al centro direzionale di Sasso Morelli

Clai presenta il nuovo padiglione ristrutturato accanto al centro direzionale di Villa La Babina, a Sasso Morelli, all’interno del parco storico tutelato dalla Soprintendenza. Sarà uno spazio polifunzionale, che verrà utilizzato per ospitare convegni, riunioni, assemblee e corsi di aggiornamento. «Una struttura architettonica all’avanguardia – spiega Giovanni Bettini, presidente della cooperativa agroalimentare imolese – progettata nel pieno rispetto del territorio e seguendo quel percorso di valore e di accrescimento che sta portando la Clai a essere una realtà agroalimentare capace di innovare senza snaturare la propria identità». A curare il progetto sono stati gli architetti Alessandro e Federico Bettini: «È stato cercato e trovato il giusto rapporto nei linguaggi tra “antico”, “attuale” e il contesto ambientale – spiegano -. Il parco entra nel padiglione e il padiglione nel parco, l’interno si sposa con l’esterno e viceversa». (lo.mi.) 

Nelle foto: il nuovo padiglione Clai, accanto al centro direzionale a Sasso Morelli

Clai presenta il nuovo padiglione accanto al centro direzionale di Sasso Morelli
Economia 3 Febbraio 2021

Sacmi, maxi finanziamento a sostegno dell'export per commessa da 9,9 milioni di euro in Ucraina

Commessa da 9,9 milioni di euro per la cooperativa imolese Sacmi, che fornirà macchinari per l”ampliamento di un impianto industriale del settore ceramico in Ucraina. Per consentire l”operazione è stato finalizzato di recente un accordo tra Sace, società del gruppo Cassa depositi e prestiti, l”istituto bancario Unicredit e Sacmi, in favore di Epicentr K, azienda ucraina attiva nella distribuzione all’ingrosso e al dettaglio di prodotti per il fai-da-te, mobili e articoli per la casa.

Il finanziamento a sostegno dell’export è stato concesso da Unicredit, con garanzia di Sace, alla controparte ucraina per l’acquisto della nuova linea di produzione realizzata da Sacmi, che permetterà di ampliare e aumentare la capacità produttiva degli impianti della Epicentr Ceramic Corporation, situati nella città di Kalynivka, che passerà così da 6 a 9 milioni di metri quadrati all’anno.

«Il successo di questo progetto – ha osservato il presidente di Sacmi Imola, Paolo Mongardi – è per la nostra azienda motivo di orgoglio duplice. Primo, la fornitura comprende l’innovativa tecnologia Continua+ che ci vede leader nel mondo nelle soluzioni per la produzione di grandi lastre ceramiche, le più valorizzate ed apprezzate dal mercato. Secondo, perché rappresenta un efficace esempio della capacità dell’Italia di “fare sistema”, attrezzando le migliori energie sul piano industriale, istituzionale e finanziario». (lo.mi.)

Nella foto: la sede di Sacmi Imola

Sacmi, maxi finanziamento a sostegno dell'export per commessa da 9,9 milioni di euro in Ucraina
Cronaca 1 Febbraio 2021

Innovazione, smart working e cyber security nell'intervento di Balducci (Cefla) all'Assemblea di Legacoop Emilia Romagna

Anche il presidente di Cefla Gianmaria Balducci è intervenuto venerdì scorso all’Assemblea dei delegati di Legacoop Emilia Romagna, nella veste in questo caso di presidente nazionale di Legacoop Produzione e Servizi. Nel suo contributo video, che aveva per titolo «Covid-19: così cambiano lavoro e mercati», ha toccato temi relativi a innovazione, smart working e cyber security.

«Abbiamo imparato a comunicare a distanza – ha affermato – e a sviluppare competenze e familiarità con una serie di strumenti che difficilmente avremmo usato in maniera così massiva e che condizioneranno il nostro modo di lavorare anche nel prossimo futuro. Si sta parlando molto di smart working, in ottica non solo di lavoro da remoto, ma anche di equilibrio tra lavoro in presenza e da casa, perché questa sarà la dinamica. Le società di analisi sono concordi nell’affermare che i voli aerei torneranno ai livelli del 2019 solo nel 2025, proprio per l’abitudine a comunicare a distanza, perché ci sarà una curva molto più lenta nella ripartenza dei viaggi business. Con pari attenzione dobbiamo valutare in che modo queste nuove abitudini impatteranno su tutte le aree di business che riguardano l’impresa che stiamo gestendo e i vari settori di attività. Il lavoro da remoto impatta anche sulla cyber security, un tema sempre più delicato e da gestire, non solo per gli strumenti informatici di protezione, ma come cultura aziendale, per cercare di evitare di essere esposti ad attacchi che vadano a minare le proprietà intellettuali dell’azienda in cui si lavora». (lo.mi.)

Innovazione, smart working e cyber security nell'intervento di Balducci (Cefla) all'Assemblea di Legacoop Emilia Romagna
Economia 29 Gennaio 2021

Indotto Cefla, per i lavoratori della società TimeLog presidio in piazza a Imola e incontro con il sindaco Panieri

I lavoratori della società TimeLog oggi pomeriggio hanno manifestato in piazza Matteotti a Imola per chiedere certezze sul loro futuro lavorativo. Una delegazione è stata ricevuta dal sindaco Marco Panieri.

TimeLog, attraverso il gruppo di logistica Arcese, aveva in appalto la gestione del magazzino della divisione Shopfitting di Cefla, che da inizio anno è stata ceduta alla multinazionale svedese Itab. L’appalto, scaduto a fine 2020, non è stato rinnovato e al momento una ventina di lavoratori è in cassa integrazione senza concrete prospettive occupazionali.

Nei mesi scorsi gli addetti hanno partecipato agli scioperi e sostenuto la battaglia dei dipendenti Cefla che chiedevano tutele e garanzie con il passaggio a Itab. Ma il passaggio e le tutele hanno riguardato solo i dipendenti Cefla e non quelli di TimeLog, anche se «hanno lavorato fianco a fianco per anni, contribuendo in egual misura alla crescita della cooperativa» sottolinea il sindacato Si Cobas Bologna, che segue la vertenza e che chiede a Cefla e Arcese di dare occupazione ai 19 lavoratori. Il sindaco Panieri è stato informato di tutto ciò. Intanto, martedì 2 febbraio è previsto un nuovo incontro, stavolta tra Si Cobas e Cefla. (lo.mi.)

Nelle foto: il presidio dei lavoratori di TimeLog in piazza Matteotti e l”incontro con il sindaco Panieri (Isolapress)

Indotto Cefla, per i lavoratori della società TimeLog presidio in piazza a Imola e incontro con il sindaco Panieri
Economia 29 Gennaio 2021

Cooperazione, l'intervento del presidente di Legacoop Imola Raffaele Mazzanti all'Assemblea di Legacoop Emilia Romagna

All’Assemblea delle delegate e dei delegati di Legacoop Emilia Romagna questa mattina è intervenuto anche il presidente di Legacoop Imola Raffaele Mazzanti, che ha fatto il punto sull”andamento delle cooperative del circondario imolese e su come queste stanno reagendo alle sfide e alle difficoltà legate alla pandemia. Il video qui sotto. (lo.mi.)

Nella foto: al centro, Giovanni Monti, presidente di Legacoop Emilia Romagna; nel cerchio Raffaele Mazzanti, presidente Legacoop Imola

Cooperazione, l'intervento del presidente di Legacoop Imola Raffaele Mazzanti all'Assemblea di Legacoop Emilia Romagna

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast