Posts by tag: cultura

Cronaca 27 Agosto 2019

Lo spettacolo di musica e comicità “Made in Castello' chiude la rassegna benefica “I suoni degli angeli'

Sarà lo spettacolo “Made in Castello”, offerto da Dal Fiume Group, a  chiudere stasera, 27 agosto, la nona edizione della rassegna benefica “I Suoni degli Angeli”. La serata, che avrà inizio alle 19.30, sarà all”insegna della musica e delle risate con il Quintetto Psichedelico, gli Skryer, il tenore Cristiano Cremonini, Cita dj e la comicità di Davide Dal Fiume.

Il via alla serata, nel Giardino degli Angeli di Castel San Pietro Terme (in via Tosi, zona stadio), sarà dato con un aperitivo accompagnato dalla musica di Cita dj, che lascerà poi il palco, a partire dalle 20.45, al Quintetto Psichedelico e agli Skryer, gruppi locali che proporranno pezzi del loro repertorio e non solo. Al termine di questa seconda parte live il tenore Cristiano Cremonini duetterà con le tastiere di Teo Ciavarella, mentre il ruolo di maestro di cerimonie della serata sarà recitato da Davide Dalfiume, che presenterà alcuni ospiti a sorpresa per chiudere in allegria la serata.

L”ingresso allo spettacolo è a offerta libera e il ricavato sarà devoluto all”associazione di volontariato “Il giardino degli angeli”. In caso di maltempo tutto si sposterà al teatro Cassero, in via Matteotti 1 a Castel San Pietro Terme, fino a esaurimento posti. (r.cr.)

Nella foto un evento serale nel Giardino degli Angeli

Lo spettacolo di musica e comicità “Made in Castello' chiude la rassegna benefica “I suoni degli angeli'
Cultura e Spettacoli 23 Agosto 2019

«Emozioni urbane» è il titolo della XXVII Biennale del Muro Dipinto di Dozza

Ripensare gli spazi cittadini come luoghi emozionali, trasformare muri e volte in punti pubblici di ricarica per le «batterie emotive» quotidianamente prosciugate da ritmi di vita forsennati, senz’altro cavo necessario che non lo sguardo. È questo l’obiettivo della XXVII Biennale del Muro Dipinto di Dozza dal titolo #EmozioniUrbane, organizzata dalla Fondazione Dozza Città d’Arte e dal Comune di Dozza e in programma da lunedì 9 a domenica 15 settembre nel borgo medievale sulle colline imolesi e a Toscanella lungo la via Emilia.

A selezionare gli artisti che parteciperanno realizzando i loro lavori sui muri è una Commissione Inviti di cui fanno parte Enrico Maria Davoli, docente dell’Accademia delle Belle Arti di Brera, la critica d’arte e giornalista Sabina Ghinassi, lo storico dell’arte e docente dell’Accademia di Belle Arti di Ravenna Claudio Spadoni, e, in rappresentanza della Fondazione, l’artista, illustratore e scenografo Ivan Cavini e la docente Francesca Grandi. «Ho confermato la mia disponibilità a fare parte della Commissione Inviti per la seconda edizione consecutiva per diversi motivi – spiega Enrico Maria Davoli, presente anche nel 2017 -: c’è la confidenza che, nel tempo, si prende con un luogo come Dozza a cui si sommano la consapevolezza e la speranza di poter aggiungere, con il mio contributo, un valore a questo paese. Il mio obiettivo è quello di portare a Dozza uno sguardo sull’arte odierna attraverso delle opere di cui tutta la comunità possa essere orgogliosa».

L’esito della valutazione degli artisti e delle opere sarà noto a fine agosto: nel frattempo è possibile avere un assaggio dell’atmosfera del Muro Dipinto grazie alla mostra Muri d’autore. Gerardo Masini da Dozza a Dakar, inaugurata lo scorso 24 maggio e che rimarrà allestita nella Rocca di Dozza fino al 29 settembre. Curata da Silvia Evangelisti, punta lo sguardo sulle opere di Gerardo Masini evocatrici di quel filone cosiddetto «essenzialista», oltre a dar conto di documenti e testimonianze delle Biennali del Muro Dipinto del 1973 e del 1975, anni in cui l’artista fu uno dei protagonisti della manifestazione.

Nella foto: Andrea Mario Bert nell”edizione 2017 del Muro Dipinto

«Emozioni urbane» è il titolo della XXVII Biennale del Muro Dipinto di Dozza
Cultura e Spettacoli 22 Agosto 2019

Il pianista iraniano Bahrami e il Marimbazzi Duo a Dozza con l'Erf

Il Marimbazzi Duo, composto dai giovanissimi polacchi Pawel Dyyak e Jakub Kolodziejczyk, porterà il pubblico alla scoperta di suoni inconsueti, stasera, giovedì 22 agosto, alle 21 nel cortile della Rocca di Dozza, nell’ambito dell’Emilia Romagna festival. E lo farà suonando la marimba, ovvero uno strumento a percussione in legno, simile allo xilofono. Pawel Dyyak e Jakub Kolodziejczyk, nati nel 2000, hanno iniziato a collaborare grazie al loro insegnante, Leon Olejniczak della Chopin Music High School di Cracovia, che ha avuto l’idea di combinare i talenti e le capacità dei suoi studenti e creare un duetto.

Nel 2018 hanno ottenuto il Primo Premio ex aequo del Concorso internazionale di musica da camera «Salieri – Zinetti» e registrato il loro primo album insieme. Il loro repertorio spazia da quello classico sino alla musica jazz/ avant-garde, come si potrà ascoltare nel concerto a Dozza. I pezzi del percussionista e compositore francese Emmanuel Séjourné, ad esempio, Losa, Calienta in cui prevale il ritmo e la danza, e Departures, basato su suoni sussurrati e chiaroscuri sonori, evidenzieranno influssi della musica classica occidentale e della musica popolare. Tra le varie esecuzioni, ci sarà anche spazio per tornare bambini con la piccola giostra virtuosistica, Carouselin, di David Friedman e Dave Samuels.

Ingresso con offerta libera a tutela e conservazione della Rocca. Il concerto sarà preceduto da un incontro alle 19.30 con il pianista iraniano Ramin Bahrami, in occasione dell’uscita per La nave di Teseo dei suoi due ultimi saggi, Ludwig van Beethoven. Il ribelle e Wolfgang Amadeus Mozart. Il genio sempre giovane. A seguire una degustazione di vini dell’enoteca della Rocca di Dozza. Per partecipare all’incontro con Ramin Bahrami: prenotazione obbligatoria allo 0542/25747. Per la degustazione di vini occorre un contributo di 5 euro. (r.c.)

Nella foto (di Rafal Korzeniowski): il Marimbazzi Duo

Il pianista iraniano Bahrami e il Marimbazzi Duo a Dozza con l'Erf
Cultura e Spettacoli 21 Agosto 2019

Torna l'appuntamento di fine agosto con il «Tozzona Festa & Sport»

Tozzona Festa & Sport ovvero musica, buon cibo, spettacoli e sport al centro sociale La Tozzona, in via Punta 24. L’appuntamento di fine agosto con il divertimento ritorna da domani, giovedì 22 agosto, al 29 con lo stand gastronomico che aprirà tutte le sere 18.30 (domenica 25 agosto anche alle 11.30 per il pranzo).

Il giovedì dell’apertura si comincia con il raduno serale Mtb Tozzona con un percorso di 32 chilometri (dalle 17 alle 19, con un buono di 6 euro dato agli iscritti da consumarsi al ristorante della festa), mentre alle 21.30 si ballerà con l’orchestra Edmondo Comandini. Spettacoli anche venerdì 23 e sabato 24, sempre con inizio alle 21.30: rispettivamente saliranno sul palco l’orchestra Vanessa & Claudio e i pattinatori dell’Imola Roller. Domenica 25 la festa prende il via alle 9 con il raduno di moto e auto d’epoca, mentre alle 15 ci sarà la sfilata di cani di tutte le razze, alle 17 animazione per bambini e alle 21 lo spettacolo con One y Dos e associazione Biancoverde. Lunedì 26 alle 21.30 sarà l’orchestra David Pacini a guidare nel ballo chi vorrà divertirsi, mentre martedì 27 alle 21 si terrà uno spettacolo di ballo del Gamma club. Mercoledì 28 agosto alle 18.30, nel campo da calcio Calipari, si svolgerà l’ottavo Trofeo memorial Bruno Falconi, mentre la festa alle 21.30 vedrà «in pista» l’orchestra Davide Salvi. Serata di chiusura, giovedì 29, con l’orchestra da ballo Nuova Romagna Folk.

Tutti gli spettacoli si svolgono al coperto e alla festa sarà anche possibile divertirsi con il gioco del tappo.

Nella foto (Isolapress): l”ingresso della festa nel 2018

Torna l'appuntamento di fine agosto con il «Tozzona Festa & Sport»
Cultura e Spettacoli 21 Agosto 2019

A Castello la rassegna «I suoni degli Angeli» tra musica, tango e… risate

«Dopo il grande successo della prima parte della rassegna, che ha raccolto al Giardino degli Angeli oltre duemila persone, siamo certi che anche le ultime tre serate ci daranno grande soddisfazione. Il cartellone che abbiamo pensato per la seconda parte, con proposte musicali che abbracciano molti gusti, dal cantautorato al tango, sarà molto apprezzato da chi vorrà trascorrere un po’ di tempo in nostra compagnia cogliendo lo spirito di solidarietà e di servizio che sta alla base di quanto facciamo ogni giorno con l’associazione e con il Giardino degli Angeli». Così l’organizzatore Valerio Varignana presenta gli ultimi tre appuntamenti de «I suoni degli angeli», la rassegna che Il Giardino degli Angeli Onlus offre al territorio durante l’estate, al fine di raccogliere fondi a favore di progetti rivolti a bambini gravemente malati e alle loro famiglie in difficoltà. Dopo una prima parte tenutasi a giugno, agosto vedrà un mix di musica e spettacolo sotto le stelle.

Oggi, mercoledì 21 agosto, si esibiranno Massimo Bubola e i Khorakhanè nel concerto «Chilometri di nuvole… e altre storie», con le canzoni più note del loro repertorio riviste nella chiave di un’inedita collaborazione. Massimo Bubola ha collaborato con numerose voci della canzone d’autore italiana, da Fabrizio De Andrè (con il quale ha scritto, fra le altre, Don Raffae’ e Una storia sbagliata), a Fiorella Mannoia, per la quale ha composto Il cielo d’Irlanda, passando per Milva, Mauro Pagani e Grazia Di Michele. Fra i suoi numerosi dischi si ricordano Nastro Giallo, Marabel e Dall’altra parte del vento. I Khorakhanè si formano come tribute band di Fabrizio De Andrè e nel 2003 cominciano a lavorare a brani inediti, che portano il sestetto a vincere l’edizione 2006 di Sanremo Lab e garantiscono loro la conseguente partecipazione al Festival di Sanremo con La ballata di Gino, dove vincono il secondo premio della critica nella sezione dei giovani. Nel 2010 ritirano all’Arena di Verona il Wind Music Award. Nel 2019 è uscito il loro terzo album dal titolo Chilometri di nuvole.

Sabato 24 agosto sarà la volta di Mirada de Tango Quartet in un «Tributo ad Astor Piazzolla». I brani proposti dal quartetto, fra cui si evidenziano Libertango e Las cuatro estasciones porteñas, saranno eseguiti da Manuela Turrini alla fisarmonica, da Alessandro Bonetti al violino, da Claudia D’Ippolito al pianoforte e da Roberto Salario al contrabbasso. A chiudere questa nona edizione de «I suoni dgeli angeli», martedì 27 agosto, sarà, come di consueto, uno spettacolo made in Castello, offerto da Dal Fiume Group: una serata fra musica e risate con il Quintetto Psichedelico, gli Skryer, il tenore Cristiano Cremonini, Cita dj e la comicità di Davide Dalfiume. Il Giardino degli Angeli si trova a Castello in via Tosi.

Gli spettacoli iniziano alle ore 20.45. L’ingresso è a offerta libera. (r.c.)

Nella foto: Massimo Bubola

A Castello la rassegna «I suoni degli Angeli» tra musica, tango e… risate
Cultura e Spettacoli 20 Agosto 2019

Tutto pronto per l'edizione 2019 del Frogstock Festival di Riolo Terme

Da domani, mercoledì 21, al 24 agosto all”interno del parco fluviale di Riolo Terme è in programma l”edizione 2019 del Frogstock Festival. Patrocinato dalla Regione Emilia-Romagna, dalla Provincia di Ravenna e dal Comune di Riolo Terme, con la preziosa collaborazione di Imola Faenza Tourism Company,

Frogstock, domani sera, partirà con l’Avis Night più carica di sempre. Saranno presenti tre gruppi che si esibiranno sul palco nella prima serata: Cantiere 164, Desaritmia, e l’ironia del Duo Bucolico. Nell’attesa sarà presente un’apericena in compagnia di Giacomo Ambrosini e Ale Di Loto, nella ritmata area del Joker Disco Bar. A seguire Dj set con DJ Artù. Giovedì 22 agosto serata all’insegna dell’Alternative Rock con La Gabbia, Edda, e i Fast Animals And Slow Kids. All’Aperijoker si esibirà il casolano Lisca. L’After Show presso il Joker Disco Bar sarà opera del mixaggio di DJ Zanzu aka Madj. Per la penultima serata, venerdì 23 agosto, invece, il festival proporrà i Quarto Stato, gli Osaka flu e un gruppo già noto alla rassegna come i Tre Allegri Ragazzi Morti. Come ogni sera sotto il Joker, l’aperitivo si animerà con Iza & Sara mentre, alla fine dei concerti, si farà l’alba con DJ Malva e DJ Piccio. Per finire, sabato 24 agosto, si aprirà con Klinker, Figli del Papa ed il rapper Nitro. Ultimo aperitivo insieme a Mcing Street, con Dj Massimo Volti che farà ballare davvero tutti.

Tutte le sere l’ingresso sarà gratuito e l’apertura dei cancelli avverrà alle ore 19, in tempo per degustare le prelibatezze romagnole (tra cui la pasta fatta in casa) presso il Risto Rock. Immancabile la birra Forst nei quattro punti di spillaggio. Presente anche lo stand della Red bull ed il famoso Rock Camp, campeggio gratuito che permetterà a tutti di ripartire freschi e riposati dopo un sonno ristoratore. Inoltre, sempre nell’ottica di divertirsi responsabilmente, grazie al Ser.T di Faenza sarà possibile effettuare un controllo gratuito del tasso alcolemico. Infine, ci sarà una grande varietà di bancarelle d’artigianato locale e dischi, oltra all’area bimbi per i più piccoli, realizzata in collaborazione con Zerocento.

Frogstock Festival 2019 è presente sul web attraverso i maggiori social network (Facebook, Instagram, Twitter), su YouTube nel canale ufficiale “Frogstock Channel”, su Google Maps e sull’official web site.

Tutto pronto per l'edizione 2019 del Frogstock Festival di Riolo Terme
Cronaca 9 Luglio 2019

Dalla Regione 86.000 euro nel territorio imolese per finanziare otto progetti di promozione culturale

La Regione punta forte sulla cultura. Cresce infatti l”investimento nel settore dell”ente presieduto dal presidente Stefano Bonaccini che ammonta, nel 2019, a 3,7 milioni di euro per tutto il territorio emiliano romagnolo, 200 mila euro in più rispetto all”anno scorso. Risorse destinate a finanziare mostre, concorsi, festival e spettacoli, per un totale di 259 progetti.

Venendo al nostro territorio, sono in arrivo 86 mila euro per otto progetti realizzati da realtà del circondario imolese, finanziati grazie ai bandi previsti dalla previste dalla legge 37/94. «Si tratta di progetti ed eventi per ogni fascia d”età – commentano i consiglieri regionali del Partito Democratico Francesca Marchetti e Roberto Poli -, che hanno l”obiettivo di recuperare e valorizzare la cultura popolare, la storia e le tradizioni locali, sostenendo inoltre la realizzazione di progetti di promozione dell’arte contemporanea, della creatività giovanile, valorizzando i nuovi talenti e la diffusione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile. Si tratta di un’occasione per sviluppare e rendere vitali i nostri territori sia dal punto di vista culturale ma anche turistico».

Tra le realtà ammesse al contributo ci sono il Gruppo Folkloristico Canterini e Danzerini romagnoli “Turibio Baruzzi” di Imola per il Festival internazionale del folclore, l’associazione “Baba Jaga” di Casalfiumanese per la 7° edizione di “Sottili innesti amorevoli”, l’associazione culturale “Chitarra e altro” di Imola per realizzare l’evento “La magia del borgo 2019” a Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese e Riolo Terme, l”associazione “Noi giovani” di Imola per “Restart Urban Festival” giunto alla 7° edizione, la nuova associazione teatrale “Extra Vagantis” che organizzerà il primo festival Reteteatri, l’associazione “Acqua di terra/terra di luna” di Imola per gli spettacoli teatrali “Come un arcipelago”, poi ancora arriveranno fondi anche al Comune di Castel San Pietro Terme come capofila del progetto “Nella splendida cornice 2019” e infine altri finanziamenti all’Amministrazione imolese per “Imola in musica”. 

Per completare il quadro, nella provincia di Bologna i progetti finanziati sono complessivamente 68, di cui 12 pubblici e 56 privati, per un finanziamento di 790 mila euro. (r.c.)

Nella foto un”immagine di Imola in Musica, tra gli eventi finanziati dalla Regione

Dalla Regione 86.000 euro nel territorio imolese per finanziare otto progetti di promozione culturale
Cultura e Spettacoli 9 Luglio 2019

Il gusto della ciambella e il profumo del vino alla tradizionale sagra di Castel Guelfo. IL VIDEO

Dal 28 al 30 giugno scorso si è svolta a Castel Guelfo la tradizionale Sagra del vino e della ciambella. O meglio, «Sagra de vêin e d’la brazadêla».

L”evento, organizzato dalla Pro Loco e ormai giunto alla trentanovesima edizione, ha visto la partecipazione di molto pubblico che si è avventurato tra stand gastronomici, mercatino artigianale, giostre, appuntamenti musicali e tanto altro. Immancabile la ciambella, la cui ricetta è nata proprio a Castel Guelfo settecento anni fa, che è stata offerta gratuitamente a tutti i visitatori, accompagnata da ottimi vini locali. (d.b.)

Nella foto (Isolapress): l”edizione 2019 della sagra

Il gusto della ciambella e il profumo del vino alla tradizionale sagra di Castel Guelfo. IL VIDEO
Sport 8 Luglio 2019

Bella musica, stand gastronomici ed un… «Fiume diVino» a Fontanelice. IL VIDEO

Musica e tanto…vino per la diciottesima edizione di «Fiume diVino» che dal 28 al 29 giugno scorso ha portato molta gente nell”area fluviale di Fontanelice.

Quest”anno sul palco i Modena City Ramblers e gli Osaka Flu, ma a trionfare sono stati gli stand gastronomici e le selezioni di vini della Vallata del Santerno. (d.b.)

Nella foto (Isolapress): l”edizione 2019 di «Fiume diVino» 

Bella musica, stand gastronomici ed un… «Fiume diVino» a Fontanelice. IL VIDEO
Cultura e Spettacoli 4 Luglio 2019

L'Imola Summer Fest ritorna «Centrale» in via Montericco

La Centrale, l’Imola Summer Fest organizzata dall’associazione culturale imolese App & Down e giunta quest’anno alla sesta edizione, torna a «casa», ovvero nel parco della centrale Hera di via Montericco, in Pedagna, dove tutto è iniziato cinque anni fa. È proprio dalla vicina centrale di cogenerazione, infatti, che prende il nome un evento che, negli anni, è diventato caratterizzante dell’estate imolese e che vede il stasera, giovedì 4 luglio, con lo spettacolo di Paolo Cevoli. Ma il ritorno a Montericco, dopo la quinta edizione nell’area lungofiume di via Pirandello (un tempo appannaggio della Festa dell’Unità, a sua volta trasferitasi, quest’anno, nel parco del complesso dell’Osservanza), non è l’unica novità de La Centrale 2019. «Abbiamo cambiato l’intera estetica della festa e il posizionamento del palco (il palco artigianale fatto di cubi caratteristico dell’evento e illuminato con proiezioni monumentali, Nda) all’interno dell’area – spiega Giuseppe Bianco dell’associazione App & Down -. Sarà una sorpresa per chi verrà ma soprattutto era uno stimolo tutto nostro cui volevamo dare sfogo. Crediamo di aver proposto un bel festival l’anno scorso, ma la vera Centrale è a Montericco».

Dopo la comicità tutta romagnola di Cevoli, il programma de La Centrale 2019 proseguirà per altri sedici giorni, fino al 21 luglio, a base di musica di tutti i generi e per tutti i gusti. Si va dal rock demenziale degli Skiantos l’8 luglio, alla tribute band Guns Celebration l’11, dalla formazione ska Bandabardò il 12 al jazz stellare di Mike Stern & Dave Weckl Band il 14. E ancora: Queen Legend il 15, Lisa Manara il 16, il chitarrista Federico Poggipollini (fra gli altri, musicista di Ligabue) il 17, i Gem Boy il 20 e il gran finale del 21 con Gli Taliani. La musica inizia ogni sera alle 21, con i concerti di apertura; gli eventi principali alle 22. Oltre agli spettacoli l’Imola Summer Fest propone, come ogni anno, cibo, birra, mercatini e un’area bimbi con un ricco programma di animazioni, laboratori e letture per i più piccoli. Accanto al programma delle iniziative per passare all’aperto le calde sere d’estate, l’associazione App & Down propone una raccolta fondi benefica legata a La Centrale (come già anche per il Natale Zero Pare). «Abbiamo accolto la richiesta del reparto di Neuropsichiatria infantile e dell’adolescenza dell’ospedale di Imola di acquistare una serie di attrezzature e presidi medici utili per i bambini ricoverati e per gli operatori in servizio». (mi.mo.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 4 luglio.

Nella foto (Isolapress): «La centrale» 2017 con Paolo Cevoli, che tornerà anche stasera

L'Imola Summer Fest ritorna «Centrale» in via Montericco

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast