Posts by tag: premio

Ciucci (ri)belli 16 Aprile 2021

Gordie e Mina, un premio letterario per i ragazzi delle scuole medie di Imola

Sono aperte le iscrizioni alla prima edizione del premio letterario Gordie & Mina, organizzato dalla libreria Il Mosaico, in collaborazione con Comune di Imola, Rete Sapere, Casa Piani e Bacchilega Junior. Il premio si avvale inoltre del contributo di Assicoop, Hibou e La Bcc ravennate forlivese e imolese.

Si tratta di un concorso per ragazzi e ragazze delle scuole secondarie di primo grado del comune di Imola, con partecipazione individuale e gratuita. Lo scopo è sostenere e stimolare il talento letterario e la creatività dei ragazzi.

Chi sono Gordie & Mina?

A dare il nome al premio letterario sono Gordie come Gordon Lachance, il dodicenne del racconto Il corpo di Stephen King che si affaccia al mondo adulto come scrittore; e Mina, come la protagonista del libro La storia di Mina di David Almond, una ragazza coraggiosa che cerca il proprio posto nel mondo senza compromessi.

Come si partecipa?

Si partecipa scrivendo un racconto. Il tema scelto per questa prima edizione è la bugia.

Le iscrizioni sono in capo agli insegnanti, che devono scrivere il numero di partecipanti per classe, specificando scuola e sezione, alla mail premioletterariogordiemina@gmail.com. C’è tempo fino al 5 maggio 2021.

Tutti gli iscritti al concorso potranno partecipare a tre incontri gratuiti con altrettanti esperti di racconti: la libraia Arianna Di Pietro, la scrittrice Alice Keller e lo scrittore Fabio Geda.

Il termine per la consegna del racconto è il 30 settembre 2021.

Cosa si vince?

In palio ci sono premi in buoni libro per gli autori dei racconti, mentre la scuola con il maggior numero di adesioni vincerà un corso di formazione per docenti, a cura di Alfonso Cuccurullo.

La premiazione si terrà a Imola sabato 6 novembre 2021, alla biblioteca per ragazzi Casa Piani.

Per informazioni: premioletterariogordiemina@gmail.com. Facebook: Premio Gordie&Mina.

Nella foto: il logo del premio (illustrazione di Vito Baroncini)

Gordie e Mina, un premio letterario per i ragazzi delle scuole medie di Imola
Cronaca 15 Aprile 2021

A Marco Isola e Gian Carlo Minardi la prima edizione del «Premio Confartigianato Motori»

A pochi giorni dal Gp di Formula 1 all”autodromo Enzo e Dino Ferrari, nella serata di mercoledì 14 aprile, si è tenuto l’evento streaming «Imola 2021. Il premio Confartigianato Motori Gran Premio dell’Emilia Romagna Pirelli», organizzato per la prima volta da Confartigianato Imprese e che ha coinvolto esperti del settore e amanti delle quattro ruote. A condurre la serata i giornalisti Sky F1 Carlo Vanzini e Matteo Bobbi. Tanti i premiati della serata, che hanno ricevuto il riconoscimento direttamente dai vertici dell’associazione di categoria. Tra loro, Gian Carlo Minardi, presidente di Formula Imola, ed al fotografo sportivo e storico collaboratore di «sabato sera» Marco Isola.

«Un premio che mi fa molto piacere, anche perché consegnato dal concittadino Davide Servadei che rappresenta un altra eccellenza di Faenza: la ceramica – ha commentato Minardi. Vi ringrazio perchè credo che Confartigianato faccia parte della mia vita. Ora l’Alpha Tauri è cresciuta anche come team, ma noi alla Minardi eravamo in 130 persone. Speriamo che questo premio sia come un in bocca al lupo per uscire presto da questa situazione e per rilanciare questa nostra terra di Romagna»

«Ringrazio Confartigianato per questo importante riconoscimento che chiaramente voglio condividere con i miei collaboratori – ha detto Isola -. Praticamente dal primo Gran premio svolto a Imola abbiamo solcato la pista in ogni suo angolo per cercare di raccogliere le immagini migliori e più significative, non solo dei due duelli in pista ma anche del colore e del calore del pubblico che ha sempre assiepato le mitiche colline che circondano l’autodromo. E’ qui a Imola il cuore della Motor Valley. E io continuo a divertirmi come fosse la prima volta. Quest’anno a causa della pandemia come già anno scorso, tutto questo ci mancherà, speriamo di poterci rivedere tutti in pista, ai box e nelle tribune nel 2022». (da.be.)

Nella foto: Marco Isola 

A Marco Isola e Gian Carlo Minardi la prima edizione del «Premio Confartigianato Motori»
Cronaca 26 Febbraio 2021

Premio Aica 2020, il progetto «Per un pugno di mozziconi» non vince ma è il più votato online

«Per un pugno di mozziconi», il progetto della Valle delle Albicocche e dell’associazione Cambiavento, non ha vinto il Premio Aica 2020 nella categoria «Comunicare il littering», ma ha ricevuto una Menzione speciale in quanto progetto più votato online, quindi dalla giuria popolare. Erik Ahlström, Italy for Climate e Legambiente sono i vincitori delle tre categorie del Premio, che è una sorta di Oscar della comunicazione ambientale.

La premiazione ha avuto luogo il 25 febbraio in streaming a causa delle misure restrittive vigenti, ed è stata molto seguita sia sulle pagine Facebook che sul canale YouTube di Envi.info, la testata ufficiale di Aica, l’Associazione internazionale per la comunicazione ambientale. «La nostra è una doppia soddisfazione – racconta Domenico Errani, titolare della Valle delle Albicocche -. Già sembrava tanto essere stati scelti tra i primi tre in un contesto internazionale, poi addirittura la menzione per il progetto più votato online è incredibile. Segno che la nostra iniziativa ha incontrato le sensibilità di tante persone». (da.be.)

Nella foto: Claudio Vecchi consegna i mozziconi

Premio Aica 2020,  il progetto «Per un pugno di mozziconi» non vince ma è il più votato online
Cronaca 21 Gennaio 2021

L'apicoltrice ozzanese Erica Bertoni si aggiudica il premio Tina Anselmi per le donne che si sono distinte nel lavoro

L’apicoltrice ozzanese Erica Bertoni si è aggiudicata il premio Tina Anselmi, indetto dal Centro italiano femminile e dall’Unione donne in Italia di Bologna, e destinato a donne che si sono distinte nel lavoro nell’area metropolitana bolognese. E” stata l”Amministrazione comunale ozzanese a candidare al premio la Bertoni nel 2020. Di origini modenesi, nel 2013 la Bertoni ha svolto uno stage presso la cooperativa agricola ozzanese Dulcamara, decidendo poi di trasferirsi a Ozzano. «Mi sono subito innamorata del posto – spiega Erica, oggi mamma di tre bimbi -. Qui ho conosciuto il mio attuale compagno, ed è a lui che devo il mio amore e la mia passione per l’apicoltura. Ho deciso così di provare a realizzare il sogno di avere la mia piccola azienda agricola e nel 2015 ho acquistato un terreno sulle prime colline di Ozzano, nel meraviglioso contesto del piccolo borgo di San Pietro, dove ho posizionato uno dei miei apiari e ho anche impiantato una coltivazione di asparago, pianta autoctona già presente spontanea nel Parco dei Gessi». (lo.mi.)

Nella foto: Erica Bertoni accanto alle sue arnie

L'apicoltrice ozzanese Erica Bertoni si aggiudica il premio Tina Anselmi per le donne che si sono distinte nel lavoro
Cultura e Spettacoli 6 Dicembre 2020

Enzo Vetrano e Stefano Randisi vincitori del Premio Anct Associazione Nazionale dei Critici di Teatro

Enzo Vetrano e Stefano Randisi aggiungono un altro riconoscimento importante al loro carnet di premi: lo spettacolo ’A Cirimonia da loro interpretato e diretto ha infatti ricevuto il Premio Anct Associazione Nazionale dei Critici di Teatro. Il lavoro, un testo di Rosario Palazzolo, ha debuttato con due serate a fine luglio, nell’ambito del Napoli Teatro Festival, al Palazzo Reale – Cortile delle Carrozze.

Il Premio Anct è stato assegnato ieri, sabato 5 dicembre, con una proclamazione online: quindici i premiati, tra cui Antonio Latella (assegnati inoltre il Premio Paolo Emilio Poesio alla carriera a Milena Vukotic, il Premio Hystrio-Anct 2020, e il Premio Catarsi-I teatri delle diversità-Anct 2020). Interpreti e registi, in ’A Cirimonia Vetrano e Randisi si muovono in uno spettacolo che, “con un gioco linguistico molto seducente e un meccanismo teatrale carico di tensione, ci fa scorgere una verità nascosta tra i frammenti di memoria dei due personaggi che agiscono sulla scena”, come si legge sul sito dei due attori. (s.f.)

Nella foto: Vetrano e Randisi durante una scena di ’A Cirimonia

Enzo Vetrano e Stefano Randisi vincitori del Premio Anct Associazione Nazionale dei Critici di Teatro
Economia 17 Settembre 2020

Florim tra i vincitori della 3^ edizione del «Best Managed Companies»

C’è anche la Florim, azienda leader nella produzione di superfici ceramiche con uno stabilimento anche a Mordano, tra le vincitrici della 3^ edizione del «Best Managed Companies», iniziativa promossa da Deloitte per premiare le aziende italiane che si distinguono per capacità organizzativa, strategia e performance.

Nel lungo processo di analisi Deloitte ha valutato 6 diversi aspetti: Strategia, Competenze e Innovazione, Corporate Social Responsibility, Impegno e Cultura Aziendale, Governance e Misurazione delle Performace, Internazionalizzazione. «In questo 2020 particolarmente sfidante accogliamo con grande piacere questa notizia. C’è ancora molto da fare per superare le incertezze e le difficoltà generate dalla pandemia, e per questo credo sia fondamentale andare avanti con forza e volontà, puntando su due driver tanto importanti quanto inscindibili: innovazione e sostenibilità. Ringraziamo Deloitte per questo importante riconoscimento che dedico con piacere a tutti i collaboratori del gruppo che ringrazio per l’instancabile impegno dimostrato ancora una volta in questi mesi particolarmente difficili» ha commentato il presidente del Gruppo Florim Claudio Lucchese. (da.be.)

Nella foto: il presidente di Fiorim Claudio Lucchese

Florim tra i vincitori della 3^ edizione del «Best Managed Companies»
Cultura e Spettacoli 12 Marzo 2020

Al noir edito da Bacchilega «Occhi viola» di Fabio Mundadori il premio nazionale Nabokov

«Occhi Viola», il libro pubblicato nella collana di storie noir Zero (Bacchilega Editore) e scritto da Fabio Mundadori, si è aggiudicato il premio nazionale Nabokov nella sezione romanzi editi. La cerimonia di premiazione si è svolta lo scorso sabato 29 febbraio al teatro comunale di Novoli, in provincia di Lecce, alla presenza della giuria di qualità presieduta dal giornalista Rai Pino Scaccia e coordinata dagli editori Piergiorgio Leaci e Andrea Giannasi.

«Vincere questo premio è una grande emozione, in primis per la soddisfazione personale – commenta l’autore,Fabio Mundadori -, ma anche e soprattutto perchè a vincerlo è stato un libro giallo nonostante si tratti di un riconoscimento letterario non di genere, il che ha ancora più valore». Fabio Mundadori e il suo giallo si sono aggiudicati il premio Nabokov fra decine di autori e scritti arrivati da tutta Italia. «Occhi Viola» (seconda pubblicazione della collana Zero che Bacchilega Editore dedica a noir, gialli e thriller italiani )racconta la prima indagine del commissario Sammarchi, personaggio nato dalla penna di Fabio Mundadori. (r.c.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 12 marzo

Nella foto Fabio Mundadori, terzo da sinistra, mentre ritira il premio. A destra la copertina del libro

Al noir edito da Bacchilega «Occhi viola» di Fabio Mundadori il premio nazionale Nabokov
Cronaca 3 Febbraio 2020

Premio per «Quelli là» di Teresa Porcella e Santo Pappalardo, edito da Bacchilega Junior

Quelli a righe, quelli a pois, quelli che hanno vinto la terza edizione del premio «Il mondo salvato dai ragazzini» ideato dall’associazione Kolibrì di Napoli come progetto di promozione della letteratura per bambini e ragazzi che si assegna a Procida.
A parte il gioco di parole, Quelli là di Teresa Porcella e Santo Pappalardo è uno dei quattro libri premiati per l’edizione 2020, che vede la partnership della rivista di settore Andersen.

Oltre al libro edito da Bacchilega Junior nella collana “I Libricini” dedicata alle prime letture, sono stati selezionati anche Terraneo di Marino Amodio e Vincenzo Del Vecchio per Gallucci editore, A ritrovar le stelle di Annamaria Gozzi, Monica Morini e Daniela Iride Murgia per Edizioni Corsare e Non leggerai di Antonella Cilento per Giunti.

La consegna del Premio Procida si terrà sull’omonima isola ad inizio estate. (r.cr.)

Premio per «Quelli là» di Teresa Porcella e Santo Pappalardo, edito da Bacchilega Junior
Cronaca 7 Gennaio 2020

Lotteria Italia, la dea bendata bacia Imola. Vinto uno dei premi da 20 mila euro

L’Epifania è per tradizione anche il giorno in cui vengono assegnati i premi della Lotteria Italia, abbinata alla trasmissione di RaiUno «I soliti ignoti». Il primo premio in palio erano 5 milioni di euro. Quest’anno la dea bendata ha toccato anche Imola, dove è stato venduto il biglietto di serie B 210348, associato a uno dei 180 premi di terza categoria da 20 mila euro.

All’Emilia Romagna sono però toccate solo le «briciole». Nessuna città della nostra regione figura tra i cinque premi di prima categoria, mentre l’unica dei venti premi da 100 mila euro è Castellarano in provincia di Reggio Emilia. L’elenco completo dei premi assegnati è pubblicato sul sito della Lotteria Italia. (lo.mi.)

Nella foto: la puntata di ieri sera de «I soliti ignoti» abbinata alla Lotteria Italia

Lotteria Italia, la dea bendata bacia Imola. Vinto uno dei premi da 20 mila euro
Cronaca 23 Dicembre 2019

Assegnate dal gruppo Imola Legno 12 borse di studio in memoria del co-fondatore Elio Poli

Sono 12 i vincitori delle borse di studio che il gruppo Imola Legno ha messo in palio per il settimo anno in memoria del co-fondatore, Elio Poli, scomparso nel 2011. L’edizione 2019, aperta a tutti gli studenti di Imola e Lugo dove ha sede l’azienda, aveva per tema «L’economia delle 4 R: ridurre, riutilizzare, riciclare, recuperare». I bambini delle scuole elementari dovevano realizzare un disegno («Un mare di plastica… pesci e tartarughe in pericolo»), gli studenti più grandi dovevano produrre un tema («E’ possibile una vita senza prodotti “usa e getta”» per le scuole medie e «L’abbandono delle plastiche negli imballaggi: il ritorno all’acqua nelle bottiglie di vetro?» per le scuole superiori), mentre gli universitari dovevano presentare una tesina su «L’abbandono delle plastiche negli imballaggi: l’impatto per l’economia e l’ambiente».

Le borse di studio sono state assegnate sia in base al risultato della prova sia in base alla media scolastica. Lo scorso 16 dicembre gli amministratori delegati dell’azienda, Matteo e Silvia Poli, assieme alla figlia di Elio Poli, Francesca, hanno premiato Serena Faretina (3ª elementare), Marco Liverani (1ª elementare), Eleonora Lodovici (università), Sara Pierrotti (4ª elementare), Mauro Antonio Pisani (4ª elementare), Riccardo Piselli (1ª media), Sofia Piselli (3ª media), Lorenzo Solaroli (diplomato), Marco Trione (3ª media), Maya Zanotti (3ª media), Sharon Zanotti (3ª superiore) e Fabio Veroli (4ª superiore). (r.cr.)

Assegnate dal gruppo Imola Legno 12 borse di studio in memoria del co-fondatore Elio Poli

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast