Posts by tag: sicurezza

Cronaca 21 Febbraio 2022

Sicurezza, dalla Regione 179.200 euro per due progetti a Imola e Medicina

Ci sono anche due progetti del circondario fra i 31 accordi di programma per la sicurezza urbana e la prevenzione della criminalità e del disordine urbano che la Regione Emilia-Romagna ha sottoscritto nel corso del 2021.

Quello imoles ha come titolo “La ripresa delle socialità rispettando le regole-Lo spazio pubblico quale primo luogo di convivenza civile”, ed è un progetto sperimentale di introduzione della figura degli Street tutor per l’attività di prevenzione dell’epidemia Covid-19 nel centro storico, con un’attenzione particolare a piazza Matteotti, piazza Gramsci, piazza Caduti per la libertà, Porta Montanara, viale Carducci nella zona del Centro intermedio, piazza Mozart nel quartiere Pedagna, e in prossimità dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari. Il progetto prevede anche la manutenzione e l’implementazione del sistema di videosorveglianza dai due punti di vista del collegamento con le sale operative delle forze di polizia e del collegamento con il sistema nazionale di controllo targhe e transiti dei veicoli. Il costo complessivo del progetto è di 136 mila euro, a cui la Regione destinerà un finanziamento di 108.800 euro.

Il progetto di Medicina si chiama «Medicina si Cura» e punta al miglioramento della vivibilità e della sicurezza del territorio, con un’attenzione particolare all’area Corte Argentesi nel capoluogo (con la razionalizzazione degli accessi e il potenziamento della videosorveglianza, unite alla promozione di iniziative culturali e/o eventi di animazione per valorizzare l’area e sostenere il commercio locale) e alle frazioni di Crocetta, di Fossatone e di Villa Fontana (con l’implementazione del sistema di telecamere di lettura targhe). Il costo totale del progetto è di 88 mila euro, a cui la Regione contribuirà con 70.400 euro. (lu.ba.)

Nella foto: gli street tutor a Imola

Imola

Sicurezza, dalla Regione 179.200 euro per due progetti a Imola e Medicina
Cronaca 11 Febbraio 2022

Un 2022 di lavori: strade, marciapiedi e sicurezza

Anche il 2022 sarà un anno di lavori sul fronte della manutenzione di strade, marciapiedi e decoro urbano. In aiuto alle Amministrazioni, con risorse ripartite in base al numero di abitanti e aggiuntive rispetto a quelle già stanziate dai singoli Comuni, ci ha pensato «la legge di bi- lancio 2022 del Governo che prevede 300 milioni di euro a favore dei Comuni, suddivisi in due annualità (2022 e 2023)» comunicano dalla Lega il parlamentare Jacopo Morrone ed il consigliere regionale Daniele Marchetti. (da.be.)

Come verranno utilizzati nei comuni i contributi del Governo su «sabato sera» in edicola dal 10 febbraio.

Foto Isolapress

Un 2022 di lavori: strade, marciapiedi e sicurezza
Cronaca 4 Novembre 2021

Lavori stradali e limiti alla circolazione, gli interventi a Imola, Medicina e Dozza

Nelle ultime ore lavori ed interventi hanno interessato alcune strade del circondario.

A Imola, dopo l”interruzione causata dall’improvviso cedimento della spallata di un ponte al km 2+135, è stata riaperta con limitazioni al transito la Sp 80 «Cardinala». Da oggi, invece, a Medicina, per un intervento di manutenzione all’idrometro collocato sul ponte del fiume Idice, limitazioni sulla Sp 29/I «Medicina – S. Antonio». Infine, sempre oggi, lungo la Sp 30 «Trentola», dal km 3+550 al km 3+850 nel comune di Dozza, per lavori di ispezione sul sottovia autostradale, senso unico alternato regolato da movieri dalle ore 9 alle ore 17.30. (r.cr.)

Lavori stradali e limiti alla circolazione, gli interventi a Imola, Medicina e Dozza
Cronaca 2 Novembre 2021

Il Comune di Dozza pensa ad un nuova modalità di gestione degli impianti di illuminazione pubblica

La Giunta comunale di Dozza, nella seduta del 14 ottobre scorso, ha valutato positivamente la fattibilità tecnica ed economica di una proposta di investimento in finanza di progetto del servizio di gestione, manutenzione, efficientamento energetico e riqualificazione degli impianti di illuminazione pubblica, presentata dalla società Aldrovandi Srl di San Lazzaro di Savena.

La Giunta ha quindi approvato la proposta presentata che consentirà, una volta ultimati tutti gli adempimenti necessari, di arrivare ad una nuova gestione degli impianti di illuminazione pubblica, ed alla realizzazione di una serie di interventi fondamentali per tutto il territorio,  comprensivi anche della messa a norma, efficientamento energetico e riqualificazione degli impianti esistenti.  Allo stato attuale sul territorio esistono circa 1444 punti luce, 1188 sostegni, 20 quadri elettrici, circa 31.500 metri di linee elettriche interrate, 400 metri aeree e 1750 metri a parete.

Il contratto attuale con Hera prevede un costo annuo a carico dell’Ente da aggiornare annualmente in funzione degli indici di adeguamento Istat e della presa in carico di ulteriori impianti. Per l’anno 2021 il costo è risultato pari a 174mila euro, mentre la proposta approvata prevederà un canone annuo iniziale di circa 165mila euro. La previsione di affidamento è per un periodo di 15 anni. Altra novità rispetto alla gestione attuale sarà la maggiore efficacia degli interventi di ripristino. Sono infatti previsti tempi di intervento ben precisi da parte del gestore (che variano a seconda della gravità del danno), pena l’applicazione di penali. Inoltre sarà attivato per la manutenzione ordinaria un call center 24 ore su 24. Presumibilmente la gara verrà avviata nel corso del prossimo anno e il nuovo gestore metterà in campo tutti gli investimenti previsti entro il primo anno di affidamento. (r.cr.)

Foto aerea del borgo di Dozza

Il Comune di Dozza pensa ad un nuova modalità di gestione degli impianti di illuminazione pubblica
Cronaca 30 Ottobre 2021

A Casale lavori per mettere in sicurezza le vie Croara e Casette

Il Comune di Casalfiumanese continua ad investire sulla messa in sicurezza della viabilità del territori. Dopo il completamento delle opere di ricostruzione della scarpata e del ripristino della viabilità danneggiata lungo via Maddalena, l’Amministrazione, lo scorso 26 ottobre, ha dato il via per il recupero e la messa in sicurezza delle vie Croara e Casette.

Un intervento dall’importo complessivo di 50mila euro. Una cifra interamente finanziata attraverso i contributi previsti dalla Legge di Bilancio 2020 che prevede l’assegnazione di risorse ai municipi per la messa in sicurezza di scuole, edifici pubblici e patrimonio comunale efficientamento energetico e abbattimento delle barriere architettoniche. L’aggiudicatario dei lavori è l’impresa Zini Elio Srl. Il cantiere, salvo imprevisti, dovrebbe chiudersi entro la fine di questa settimana. (r.cr.)

Foto concessa dal Comune di Casalfiumanese

A Casale lavori per mettere in sicurezza le vie Croara e Casette
Cronaca 25 Ottobre 2021

Morti sul lavoro, anche a Imola e circondario lo sciopero «per fermare la strage»

Cgil, Cisl e Uil del territorio imolese hanno proclamato due ore di sciopero per domani, martedì 26 ottobre, aderendo alla mobilitazione proclamata dalle organizzazioni confederali di Bologna, dopo l’ennesima morte sul lavoro, accaduta lo scorso 21 ottobre all’Interporto di Bologna. «La sicurezza sul lavoro è un’urgenza che va affrontata subito per fermare la strage quotidiana di lavoratori e lavoratrici. Non si deve morire lavorando» affermano le categorie sindacali, che valuteranno le modalità di svolgimento delle due ore di sciopero.

Sempre martedì 26 ottobre, alle ore 16.30, le organizzazioni sindacali sono state convocate dal sindaco di Bologna, Matteo Lepore, per discutere della qualità del lavoro nel settore della logistica, in particolare dell’Interporto di Bologna.

Cgil, Cisl e Uil imolesi hanno presentato già da diverse settimane una piattaforma sulle buone pratiche per i nuovi e vecchi insediamenti nel settore della logistica, proprio per scongiurare la mancanza di diritti e di sicurezza nei luoghi di lavoro. «Siamo in attesa di un incontro specifico» concludono. (lo.mi.) 

Foto d’archivio

Morti sul lavoro, anche a Imola e circondario lo sciopero «per fermare la strage»
Cronaca 21 Ottobre 2021

Infortuni e sicurezza sul lavoro, la situazione nel circondario per Ausl di Imola e sindacati

La ripartenza dell’economia ha portato di nuovo sotto i riflettori il tema degli incidenti sul lavoro. Secondo i dati Inail, nei primi otto mesi di ’anno le morti sul lavoro in Italia sono state oltre 770 e gli infortuni aumentati dell’8,5%. Il Governo Draghi ha appena varato un nuovo decreto proprio per porre un freno al problema. Questa settimana abbiamo fatto il punto con l’Ausl di Imola e i sindacati territoriali per capire qual è la situazione nel circondario imolese, se e come si differenzia dal resto d’Italia e quali sono le criticità a cui porre attenzione, in particolare dopo l’entrata in vigore del Green pass obbligatorio sui luoghi di lavoro. 

Approfondimenti sul «sabato sera» del 21 ottobre

Infortuni e sicurezza sul lavoro, la situazione nel circondario per Ausl di Imola e sindacati
Cronaca 29 Settembre 2021

Incrocio Stradelli Guelfi-via San Giovanni pericoloso e poco illuminato, a Castello l’interpellanza arriva in consiglio comunale

Viabilità e sicurezza sono temi caldi a Castel San Pietro. In questo caso a finire nel mirino è l’incrocio tra gli Stradelli Guelfi (Sp 31) e via San Giovanni che rappresenta uno snodo strategico per la viabilità della frazione di Osteria Grande in quanto permette di immettersi sugli Stradelli Guelfi snellendo il traffico lungo la via Emilia. Per questo il gruppo consiliare Pd, Castello in Comune, Uniti a Centro per Castello ne chiede la messa in sicurezza, attraverso un’interpellanza in consiglio comunale.
 
«Il tratto stradale, al centro della nostra interpellanza, di fatto è un’arteria fondamentale soprattutto per le aziende presenti nel comparto industriale di Osteria Grande – spiega la consigliera Martina Rangoni –. Purtroppo, negli ultimi anni è stato oggetto di diversi incidenti stradali, determinati anche dall’alta percorrenza della strada provinciale degli Stradelli Guelfi, che funge da collegamento tra diverse uscite dell”autostrada oltre che per numerose provenienze urbane e strade di quartiere. In particolare, la mattina presto e nelle ore notturne, l”incrocio risulta scarsamente illuminato, in quanto l”unica fonte di luce arriva dai lampioni del limitrofo negozio immobiliare. Siamo consapevoli dell”impegno dell”amministrazione comunale per garantire la messa in sicurezza del territorio, attraverso interventi di riqualificazione di aree a rischio, il miglioramento dell”illuminazione pubblica e l”installazione di dispositivi di sorveglianza, in particolare l”ultimo intervento di qualche mese fa all’incrocio tra via Cartara e gli Stradelli Guelfi. Pertanto, a fronte di questa attenzione nei confronti della viabilità dei cittadini, abbiamo chiesto di continuare l’interlocuzione con la Città Metropolitana al fine di individuare possibili alternative per migliorare la sicurezza rispetto all’incrocio segnalato. Oltre a verificare la possibilità di intervenire installando un corpo illuminante, che consentirebbe la messa in sicurezza soprattutto nelle ore dove la visuale risulta più scarsa a causa del buio. Infine abbiamo interpellato la giunta affinché si provveda ad una mappatura lungo tutto il tratto della strada provinciale Sp31, che attraversa il territorio del Comune di Castel San Pietro, per verificare l”eventuale esistenza di altri incroci che necessitano di queste attenzioni».

Pronta la risposta del vicesindaco Andrea Bondi. «L’illuminazione dell’incrocio Stradelli Guelfi – via San Giovanni è prioritaria e rientra tra le priorità di intervento dell”amministrazione comunale proprio ai fini della sicurezza stradale. Abbiamo affidato un incarico tecnico per la progettazione degli interventi, sia del citato incrocio così come per altri punti del territorio che necessitano di una migliore illuminazione. Una volta acquisita l”autorizzazione da parte della Città metropolitana contiamo di affidare i lavori entro la fine dell”anno».

Incrocio Stradelli Guelfi-via San Giovanni pericoloso e poco illuminato, a Castello l’interpellanza arriva in consiglio comunale
Cronaca 29 Settembre 2021

Eventi a Corte e leggi-targa, così «Medicina Si Cura»

Medicina accoglie le richieste dei suoi cittadini e punta sulla sicurezza e sulla riqualificazione del territorio. Il Comune ha sottoscritto con la Regione Emilia Romagna un accordo di programma sul tema sicurezza a sostegno del progetto «Medicina Si Cura». L’importo complessivo per la messa in atto è di 88 mila euro, di cui 70.400 finanziati dalla Regione e i restanti dall’ente locale.

Il progetto ha intenzione di agire contemporaneamente su più fronti: il primo consiste nell’analisi sulla sicurezza territoriale (attraverso dati statistici e segnalazioni dei residenti) realizzata con l’aiuto di «Amapola Progetti per la sicurezza», società torinese di professionisti del settore, che lavorerà in collaborazione con le forze dell’ordine, le associazioni e altri portatori di interessi delle realtà locali. Il passo successivo consiste nell’installazione, tra fine anno e l’inizio del 2022, di quattro nuove telecamere leggi-targa (targa system). Un altro intervento previsto è il progetto di riqualificazione e promo commercializzazione della zona di Corte Argentesi che prevede l’inserimento di due sbarre temporizzate che chiuderanno il tratto di via Argentesi prospiciente la Corte negli orari in cui è in vigore la zona a traffico limitato durante il periodo estivo.

Approfondimenti su «sabato sera» del 23 settembre.

Nella foto: una telecamera leggi- targa e la ztl in corrispondenza di Corte Argentesi

Eventi a Corte e leggi-targa, così «Medicina Si Cura»
Cronaca 3 Agosto 2021

A Gallo illuminazione con luci a led per l’attraversamento pedonale sulla via Emilia

Il passaggio pedonale nella località di Gallo Bolognese, sulla via Emilia, è stato dotato di un nuovo impianto di luci a led, alimentato da un pannello fotovoltaico.

L’intervento è stato eseguito dal Comune di Castel San Pietro con un investimento di 14 mila euro. «L’obiettivo è quello di riqualificare e rendere più sicure le nostre strade e il nostro territorio» affermano il vicesindaco Andrea Bondi e l’assessore ai Lavori pubblici Giuliano Giordani.

Nella foto: il passaggio pedonale illuminato

A Gallo illuminazione con luci a led per l’attraversamento pedonale sulla via Emilia

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast