Posts by tag: sesto imolese

Cronaca 16 ottobre 2018

Il nuovo centro sociale di Sesto Imolese è già pronto per far festa

Tecnicamente il nuovo centro sociale si è spostato di una decina di metri rispetto alla collocazione precedente, giusto lo spazio lasciato dal vecchio prefabbricato di 300 metri quadri (risalente al terremoto del Friuli del 1976) che da trentuno anni era utilizzato, nella frazione imolese, come luogo di incontro e socialità. Ora quella vecchia struttura non c’è più, demolita dalla stessa azienda che si è occupata di erigere la nuova grazie ad un finanziamento di circa 650 mila euro messo a disposizione dalla precedente Amministrazione comunale.

Ad inaugurarla sarà invece la nuova Giunta a 5Stelle, come già accaduto lo scorso 22 settembre con il centro sociale di Sasso Morelli, anch’esso tirato su ex novo grazie all’impegno dei vecchi amministratori pubblici. I due centri sociali di frazione, Sesto Imolese e Sasso Morelli, si somigliano anche nell’aspetto e nella conformazione: una grande sala polivalente, con soffitto in legno ed ampie vetrate, per i corsi e le feste; un bar con sala per i biliardini (nella vecchia ala in muratura annessa al prefabbricato); un laboratorio che sarà utilizzato per la pasticceria (che è la passione della giovane gestione che ha vinto la gara un anno fa); una grande cucina attrezzata per mettere a tavola grandi numeri di avventori; più servizi igienici, uffici ed una sala incontri a disposizione delle associazioni della frazione (anche questa ricavata nella vecchia ala in muratura).

«Siamo soddisfatti del nuovo stabile anche se mancano alcune rifiniture ed accorgimenti – racconta la presidente del centro sociale, Laura Bertozzi -. Di alcuni lavori ci siamo fatti carico in prima persona, per altre opere attendiamo l’intervento di Area Blu. Nell’ultimo anno abbiamo lavorato a basso regime per permettere i lavori, trasferendoci dal vecchio al nuovo stabile un po’ alla volta. Ed anche se oggi il nuovo centro sociale è già attivo, aspettiamo che sia del tutto completo prima di inaugurarlo ufficialmente. Più che una inaugurazione sarà una grande festa a conclusione di un percorso lungo e difficile anche per via della resistenza di una parte di popolazione che era affezionata al vecchio centro sociale e che avrebbe preferito conservare il vecchio piuttosto che accogliere il nuovo, ma credo che il risultato, alla fine, soddisfi tutti o quasi. Proprio per ottenere il miglior risultato finale abbiamo speso i risparmi di 15 anni di feste, cene e corsi, per finanziare di tasca nostra la passerella che porta sul retro della struttura, dove c’è la zona barbecue, l’illuminazione esterna e parte delle attrezzature della nuova cucina, per un totale di circa 27 mila euro».

Il gruppo di volontari della festa della birra, altresì detto beer team, ha poi finanziato i nuovi giochi da esterno per i più piccoli e lancerà, i prossimi 26 27 e 28 ottobre, la prima vera iniziativa del nuovo centro sociale: l’Oktobersest con arrosticini abruzzesi e, ovviamente, birra a fiumi. Per i frequentatori del centro sociale la problematica del nuovo stabile che salta subito all’occhio, e che si vorrebbe migliorare, è il colore «troppo grigio» delle pareti esterne. C’è chi propone di risolvere «con quei bei graffiti che oggi si vedono sempre più spesso in giro». Qualcun altro invece fa notare un possibile problema di acustica nel salone polifunzionale, «sprovvisto di pannelli per l’assorbimento del suono, con il conseguente rischio di non sentirci un tubo se si sta in molti insieme».

mi.mo.

L”articolo completo su «sabato sera» dell”11 ottobre.

Nella foto: il bar del nuovo centro sociale di Sesto Imolese

Il nuovo centro sociale di Sesto Imolese è già pronto per far festa
Sport 26 settembre 2018

Ciclismo, il Giro d’Italia 2019 passerà anche da Sesto Imolese e Villa Fontana

Il Giro d’Italia 2019 partirà, sabato 11 maggio 2019, da Bologna, dove prese il via esattamente 25 anni fa, nel 1994. Il progetto, concordato da Rcs Sport con la Regione, coinvolgerà buona parte del territorio emiliano romagnolo.

Dopo la tappa inaugurale con la cronometro verso San Luca, il nostro territorio verrà coinvolto nella decima tappa (Ravenna-Modena, martedì 21 maggio), quando la carovana passerà da Sesto Imolese e Villa Fontana. La Corsa Rosa, in programma dall’11 maggio al 2 giugno, è giunta alla sua 102ª edizione.

r.s.

Nella foto: l”altrimetria della tappa

Ciclismo, il Giro d’Italia 2019 passerà anche da Sesto Imolese e Villa Fontana
Cultura e Spettacoli 7 settembre 2018

L'agricoltura fa festa a Sesto Imolese con stand gastronomico, spettacoli e sport

Una manifestazione dedicata alla terra e ai suoi prodotti. È la Festa dell”agricoltura di Sesto Imolese che l”associazione Festagri Sesto Imolese organizza venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 settembre per la sua ventiquattresima edizione. L”evento, che coinvolge diversi luoghi della frazione, vedrà il parco ospitare nei tre giorni (venerdì in serata, sabato dalle 15 e domenica dalle 10) un chiosco ristoro, stand espositivi, una mostra pomologica ed enologica, bancarelle e mercatino, un”esposizione di macchine agricole d”epoca e innovative (domenica ci saranno anche animazioni e possibilità di vedere gli animali da cortile).

La Festa prende il via venerdì alla ore 20 al centro civico dove ci saranno il saluto delle autorità e l”inaugurazione della mostra a cura della biblioteca intitolata «Memorie di paesaggio agricolo: l”acqua, la pietra, la piantata» (visitabile anche sabato dalle 20 alle 23 e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16.30 alle 23), seguiti alle 20.30 dalla premiazione degli studenti diplomatisi nell”anno scolastico 2017/2018 all”istituto agrario Scarabelli e alle 21 da un convegno organizzato in collaborazione con Coldiretti e associazioni di categoria e dedicato a «Agricoltura di precisione: l”innovazione per le aziende agricole legata all”agricoltura di precisione» (al termine brindisi e buffet offerti da Cavim e Clai). Al chiosco ristoro la serata sarà dedicata alla pancetta e ad altre specialità locali con tanto di elezione di Miss e Mister Pancetta e concerto dei Lennon Live alle 21 (in caso di maltempo, funzionerà lo stand gastronomico in parrocchia e il concerto si terrà nel teatro parrocchiale).

Sabato dalle 15 il parco ospiterà il torneo di green volley giovanile organizzato dalla Pallavolo Sesto Imolese asd e il torneo di calcetto dedicato ai pulcini della Polisportiva Calcio Sesto Imolese con tanto di premiazioni alle ore 18, mentre alle 20.30 andrà in scena un”esibizione dimostrativa delle scuole di ballo che terranno i corsi dall”autunno presso Palinsesto seguita alle 21 dallo spettacolo con l”Orchestra Dolce Vita. In parrocchia sarà allestito lo stand gastronomico con specialità tradizionali dalle 18.30.

Domenica alle 9 i cavalieri si incontreranno al centro sociale, per poi dar vita ad una sfilata dalle 10 dal parco per le vie del paese in un corteo storico che vede macchine agricole d”epoca, cavalieri celtico romagnoli e Banda Città di Imola. Alle 11 nel parco verrà celebrata la Messa all”aperto, con l”accompagnamento in musica della banda. Chi vuole potrà pranzare allo stand gastronomico in parrocchia, aperto dalle 12.30 (menù fisso con prenotazione al 3479869806), oppure cenarvi dalle 18.30 con specialità tradizionali. Il pomeriggio vedrà il campo Le Cannarelle lungo il fiume animato sin dalle 14.30 con il carosello equestre organizzato dal gruppo Cavalieri di Sesto Imolese, mentre l”area campestre, con accesso da via Deportati (angolo via Gardi), ospiterà dalle 14 esibizioni di fast pulling. Nel parco ci sarà alle 17 una commemorazione del moto insurrezionale della bassa imolese del 14 settembre 1944, a cura dell”Anpi, con musica popolare dei Canterini romagnoli. Sempre nell”area verde della frazione alle 18.30 saranno premiati i partecipanti ai giochi equestri, alle 20.30 ci sarà un”esibizione dimostrativa delle scuole di ballo che terranno i corsi dall”autunno presso Palinsesto, alle 21 terranno uno spettacolo i ballerini di Cicognani danze. La festa si concluderà alle 23 con i fuochi pirotecnici e a mezzanotte con l”accensione dei vecchi trattori.

Nella foto un”immagine dell”edizione 2016 (Isolapress)

L'agricoltura fa festa a Sesto Imolese con stand gastronomico, spettacoli e sport
Cronaca 23 luglio 2018

Maltempo nella bassa, i danni tra medicinese e i campi delle frazioni imolesi

Più di 160 millimetri di pioggia in una sola ora, questo è quanto ha registato Coldiretti Bologna, quasi quanto un intero anno, purtroppo accompagnati da grandine e stravento. E” il risultato del maltempo dei giorni scorsi, in particolare della cosiddetta «bomba d’acqua» che venerdì sera  tra le 17.30 e le 18.30 ha interessato le campagne della bassa imolese (Sesto Imolese e Spazzate Sassatelli), il medicinese e Molinella provocando ingenti danni alle colture agricole allagando i campi e non solo. A Medicina a farne le spese anche qualche grosso albero (a partire da quello di viale Saffi nel capoluogo ad altri nelle frazioni di Portonovo) e tre capannoni della Lacme tra Buda e Portonovo. 

Sulla pagina Facebook del Comune di Medicina è segnalato che ben tre squadre di volontari della Protezione civile di Medicina si sono adoperate per ripristinare la viabilità e dare assistenza ai cittadini di Portonovo e Sant”Antonio particolarmente colpite.

Coldiretti Bologna, dal canto suo, aggiunge che: «E’ presto per fare una stima attendibile ma i danni potrebbero aggirarsi su diversi milioni di euro. Colpiti i vigneti, le colture da seme non ancora raccolte (barbabietola in particolare), il mais in fase di maturazione. Colpite anche le colture specializzate di questa zona come le patate (qui di coltiva la patata Dop di Bologna) e le cipolle, che in questo periodo sono in fase di raccolta». Emblematica la situazione di Franco Ancarani, agricoltore di Spazzate Sassatelli: «A parte il grano duro che ho già raccolto – ha detto – in un’ora ieri sera tutto il mio raccolto è scomparso. Ho perso il 100% della barbabietola e del mais da seme e il 70% dell’uva, su una superficie di circa quaranta ettari». 

«Questi eventi – conclude Coldiretti –. Sono gli effetti dei cambiamenti climatici in atto che si manifestano con una tendenza alla tropicalizzazione e la più elevata frequenza di eventi estremi con sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo. Di fronte al ripetersi di queste situazioni che da imprevedibili sono diventati sempre più ricorrenti  – afferma Coldiretti Bologna – diventa importante rivedere il sistema assicurativo per le colture agricole in modo da renderlo adeguato ai mutati andamenti meteo». (r.c.)

Nelle foto i campi allagati di Franco Ancarani (dalla Coldiretti), l’albero abbattuto in via Saffi a Medicina e altri allagamenti nella bassa (dalla Pagina Fb del Comune) 

Maltempo nella bassa, i danni tra medicinese e i campi delle frazioni imolesi
Ciucci (ri)belli 29 giugno 2018

Decathlon porta giochi e sport a Sesto Imolese

Gran divertimento per i bambini del nido e infanzia di Sesto Imolese che l’8 giugno hanno potuto giocare a calcio, basket, tiro a segno e con tante palline, grazie ad un progetto di Decathlon Logistics, sede di Castel San Pietro Terme, che ha messo a disposizione attrezzature e 5 esperti che hanno guidato le attività.

Quattro le postazioni allestite nel giardino della scuola: piscine gonfiabili piene di palline che i bambini dovevano spostare usando dei retini; angolo calcio con quattro porte dove fare goal; tiro a segno di velcro con palline; angolo basket con canestri mobili.

Felicissimi i bambini di poter giocare non solo quel giorno, tra l’altro, perchè Decathlon ha regalato tutto il materiale alla scuola!

Decathlon porta giochi e sport a Sesto Imolese
Cultura e Spettacoli 27 giugno 2018

Tornano le proiezioni estive all'aria aperta con «Cinema alla Rocca», «Cinema divino» e «Cinema in tour»

Cinema alla Rocca, si riparte. Due mesi di programmazione di film organizzati da Start Cinema in collaborazione con il Comune di Imola, che accompagneranno l’estate in città e partono con una serata a ingresso gratuito, domani alle 21.30: nel cortile interno del castello imolese sarà proiettato il documentario di Alan Parker The Beatles: Sgt.Pepper & Beyond, che affronta i dodici mesi più cruciali della carriera della band, con immagini e interviste inedite che raccontano il periodo magico degli AbbeyRoad Studios, la nascita dellecanzoni e il lancio dell’album che più di ogni altro ha segnato la loro storia.

Poi, dall’1 luglio al 2 settembre, si svolgerà la normale programmazione,mentre dal 3 al 5 settembre sono previste le repliche per i film annullati per maltempo o particolarmente graditi al pubblico. Il venerdì, come è ormai abitudine,sarà quindi dedicato ai film per bambini e famiglie, con biglietto ridotto a 5 euro per tutti. Inizio proiezioni: dall’1 al 31 luglio alle 21.30, mentre dall’1 agosto al 5 settembre alle 21.15. Biglietto: 6 euro intero, 5 euro ridotto (numerose riduzioni, tracui il coupon su «sabato sera» e l’applicazione AppU).

A Sesto Imolese, invece, per «Cinema divino», a La Cremonina (via di Dozza 31) alle 19.30 degustazione di vini e cena con food truck, alle 20 visita alla cantina e alle 21.30 proiezione del film «Benedetta follia» di e con Carlo Verdone. Biglietto 12 euro per film, visita guidata e assaggio di tre calici di vino; solo film 9 euro. Prenotazioni: 345/9520012. Venerdi 29, invece, a Toscanella per «Cinema in tour», in piazza Libertà alle 21 ci sarà la proiezione di «Kubo e la spadamagica» di Travis Knight (animazione). Ingresso libero.

Il calendario completo della programmazioni su «sabato sera» in edicola domani, giovedì 28 giugno, e sull”applicazione AppU Imola.

Su AppU Imola anche il “bottone” che permette di entrare con biglietto ridotto al Cinema alla Rocca (basta mostrarlo alla cassa all”ingresso); il medesimo sconto anche ritagliando il coupon che trovate sulla pagina del settimanale “sabato sera”. 

r.c.

Nella foto: il cinema alla Rocca di Imola

Tornano le proiezioni estive all'aria aperta con «Cinema alla Rocca», «Cinema divino» e «Cinema in tour»
Ciucci (ri)belli 14 giugno 2018

Festa a Sesto Imolese sulle note dell’Albero Pepito

Cosa ci facevano “coccinelle, orsi, scoiattoli e gufi” nel giardino del nido e della scuola dell’infanzia di Sesto Imolese? Ma la festa di fine anno scolastico!

Un centinaio di bimbi e le loro famiglie hanno trascorso il pomeriggio del 7 giugno nell’area verde inaugurata un mese fa, dopo i lavori di riqualificazione svolti grazie all’opera volontaria dei genitori.

Le coccinelle (0-3 anni), gli orsi (3anni), gli scoiattoli (4 anni), i gufi (5 anni) che frequentano il servizio integrato 0-6 e la scuola dell’infanzia hanno cantato e ballato “La canzone dell’albero Pepito” sulle stagioni, progetto che ha caratterizzato l’anno scolastico.

Le coccinelle hanno ricevuto la medaglia “orso” che decreta il loro passaggio al triennio successivo, mentre gli orsi, pronti ad affrontare la primaria, sono stati insigniti di diploma e cappello.

Tante emozioni e sorrisi che sono proseguiti nel pic-nic in giardino, a cui ciascuna famiglia ha contribuito portanto una propria specialità o piatto tipico che sono stati condivisi.

Ecco a voi una bellissima galleria di foto  e il testo della Canzone dell’albero Pepito!

Questa è la canzone dell’albero Pepito

che in ogni stagione ricambia il suo vestito.

RIT: Questa è la samba delle stagioni e con Pepito vogliamo ballar.
In primavera, estate, autunno, inverno, insieme vogliamo cantar. OLE’!

Quando è primavera Pepito è profumato, di mille fiorellini è tutto colorato.

RIT: Questa è la samba delle stagioni e con Pepito vogliamo ballar.
In primavera, estate, autunno, inverno, insieme vogliamo cantar. OLE’!

D’estate con il sole maturano i suoi frutti, son rossi e molto buoni: ce li mangiamo tutti.

RIT: Questa è la samba delle stagioni e con Pepito vogliamo ballar.
In primavera, estate, autunno, inverno, insieme vogliamo cantar. OLE’!

D’autunno i temporali a Pepito fan dispetti, gli cadono le foglie son nudi i suoi rametti.

RIT: Questa è la samba delle stagioni e con Pepito vogliamo ballar.
In primavera, estate, autunno, inverno, insieme vogliamo cantar. OLE’!

D’inverno c’è la neve Pepito è tutto bianco, un sonno lieve lieve Pepito dorme stanco.

RIT: Questa è la samba delle stagioni e con Pepito vogliamo ballar.
In primavera, estate, autunno, inverno, insieme vogliamo cantar. OLE’!

 

Festa a Sesto Imolese sulle note dell’Albero Pepito
Cronaca 22 maggio 2018

Un giardino nuovo per i bimbi di nido e materna grazie ai genitori e alla comunità della frazione

Un giardino risistemato e con nuovi giochi. E’ quello che fa bella mostra di sé nell’area esterna del nido e della scuola dell’infanzia di Sesto Imolese, inaugurato giovedì 10 maggio con una grande festa che ha coinvolto bambini, genitori e la comunità della frazione, a cominciare dal parroco don Francesco Gaetta e dal responsabile del servizio comunale Infanzia Daniele Chitti.

Il Comune di Imola, infatti, ormai da diversi decenni gestisce il nido e la scuola dell’infanzia posta all’interno di un edificio di proprietà della parrocchia. I due servizi accolgono complessivamente 100 bambini d’età compresa tra 5 mesi e 6 anni. E sono gli unici servizi di questo tipo disponibili a Sesto Imolese. Ebbene, nel 2014-2015 i genitori dei bimbi ospitati nel nido e nella scuola d’infanzia hanno concordato un percorso per la riqualificazione dell’area verde esterna. Riqualificazione interamente progettata e messa in opera da loro stessi, grazie a diverse professionalità presenti nel gruppo, a cominciare da un architetto e da diversi professionisti dell’edilizia. Il 2015 è stato dedicato alla progettazione, dopo aver condiviso le idee e i desideri di tutti i genitori e il parere educativo espresso dal personale. Nel 2016 sono stati raccolti i fondi necessari per la risistemazione del terreno, attraverso alcune iniziative pubbliche promosse dai genitori e un contributo della proprietà. Verso la fine dello stesso anno, l’area è stata adeguatamente sistemata a titolo volontario dai genitori in possesso delle competenze tecniche necessarie.

Nel 2017 si è potuto utilizzare il contributo di un locale supermercato per poter acquistare e installare i nuovi arredi di gioco.Nel complesso «si è trattato di una bella esperienza di progettazione e di realizzazione partecipata a cui ha concorso un’intera comunità, che ha dimostrato un solido attaccamento e una diretta e fattiva responsabilizzazione per le proprie scuole». (r.c.)

Un giardino nuovo per i bimbi di nido e materna grazie ai genitori e alla comunità della frazione

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast