Cronaca

Coronavirus, nuova ordinanza regionale: mascherine in arrivo e via libera al cibo da asporto. Stop alle misure ulteriormente restrittive per Medicina e Ganzanigo

Coronavirus, nuova ordinanza regionale: mascherine in arrivo e via libera al cibo da asporto. Stop alle misure ulteriormente restrittive per Medicina e Ganzanigo

Una nuova ordinanza è stata firmata oggi dal presidente della Regione Bonaccini. Con questo provvedimento è stato disposto, a partire dalla prossima settimana, un intervento straordinario di distribuzione ai cittadini di 4.5 milioni di mascherine di qualità certificata, di cui 500mila in favore delle aziende di trasporto pubblico.

Dal 27 aprile inoltre è consentita la vendita di cibo da asporto da parte degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande come, a titolo esemplificativo, rosticcerie, friggitorie, gelaterie, pasticcerie, pizzerie al taglio, con esclusione degli esercizi e delle attività localizzati in aree o spazi pubblici in cui è vietato-interdetto l’accesso. La vendita per asporto sarà effettuata previa ordinazione online o telefonica, garantendo che gli ingressi per il ritiro dei prodotti ordinati avvengano per appuntamenti, dilazionati nel tempo, allo scopo di evitare assembramenti all”esterno e consentendo nel locale la presenza di un cliente alla volta, assicurando che permanga il tempo strettamente necessario alla consegna e al pagamento della merce. Allo stesso modo è consentito l’asporto in quegli esercizi di ristorazione per i quali sia prevista l’ordinazione e la consegna al cliente direttamente dal veicolo. Resta sospesa per tutti gli esercizi del presente punto ogni forma di consumo sul posto di alimenti e bevande.

Nei territori di Medicina capoluogo e la frazione di Ganzanigo (oltre che nelle province di Rimini), sempre dal 27 aprile, cessano di produrre effetti tutte le disposizioni riguardanti le misure per la gestione dell”emergenza sanitaria legata alla diffusione della sindrome da Covid-19 maggiormente restrittive rispetto a quelle dettate per il restante territorio regionale disposte con le ordinanze 3 aprile scorso a firma del Ministro della Salute e del Presidente della Regione Emilia-Romagna.

Infine, sempre dal 27 aprile, su tutto il territorio regionale è consentita l’attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali di compagnia, purché il servizio venga svolto per appuntamento, senza il contatto diretto tra le persone, e comunque in totale sicurezza nella modalità “consegna animale-toelettatura-ritiro animale”, utilizzando i mezzi di protezione personale e garantendo il distanziamento sociale. (da.be.)

IL TESTO DELL’ORDINANZA

Nella foto: il presidente Bonaccini

1 Comment

  • Meno male..segno di piccoli passi avanti…adesso tocca a noi dimostrare responsabilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast