Posts by tag: Castel San Pietro

Ciucci (ri)belli 19 Novembre 2020

Diritti dei Bambini, i 150 volti delle Ercolani

Quest’anno, in occasione della Giornata internazionale dei Diritti dei Bambini, la scuola d’infanzia Ercolani di Castel San Pietro Terme ha organizzato una singolare iniziativa: bimbi e insegnanti hanno trasformato le finestre della scuola in una galleria d’arte. Su ogni finestra, ogni bimbo ha appeso il proprio ritratto, ben visibile dall’esterno. E’ nata così la mostra I 150 volti delle Ercolani.

“Un messaggio di speranza – spiegano le docenti della scuola – in questo triste momento storico. Con la loro spontaneità e vivacità i bambini ci hanno regalato riflessioni molto profonde e ricche di significato. E così, dal loro punto di vista: dobbiamo essere voluti bene dai grandi perchè abbiamo bisogno di loro… abbiamo diritto ad avere un nome altrimenti nessuno ci riconosce e ci sbagliamo… abbiamo diritto al gioco perchè abbiamo ancora 5 anni e ci dobbiamo divertire…  ogni bimbo deve mangiare per diventare più forte del virus… pi bimbi devono andare a scuola perchè devono imparare… devono avere una casa perchè è bello stare in famiglia… hanno diritto ad essere curati perchè così sparisce il virus”. Impariamo dai bambini a focalizzarci sulle cose importanti, e solo così potremmo restiruire al nostro futuro uun mondo migliore” concludono le insegnanti.

Qui la galleria completa

Diritti dei Bambini, i 150 volti delle Ercolani
Cronaca 3 Novembre 2020

Da domani al via gli abbattimenti degli alberi previsti in piazzale Dante a Castel San Pietro

Prenderà il via domani mattina, mercoledì 4 novembre, l’abbattimento già programmato dei nove alberi a rischio di crollo in piazzale Dante a Castel San Pietro. Dopo il crollo di un cedro avvenuto nel corso dell’estate, i controlli straordinari fatti eseguire dal Comune avevano infatti rivelato che sono a rischio di caduta, dunque da abbattere, altri nove alberi.

A fronte degli alberi che saranno abbattuti (delle specie robinia pseudoacacia, cedrus e acero negundo), saranno piantate almeno altre 14 piante delle specie: fraxinus angustifolia raywood (con foglia rossa autunnale), fraxinus excelsior (con fogliame giallo autunnale), acer freemani autumn blaze (con foglia rosso brillante in autunno), quercus ilex (quercia sempreverde a foglia argentata), pyrus calleriana chantecleer (un pero da fiore a fioritura primaverile e foglia rossa autunnale) e gleditsia triacantos (con un bel fogliame giallo autunnale).

«Le nuove piante saranno messe a dimora, ove possibile, in prossimità di quelle abbattute, ma per la maggior parte andranno ad occupare spazi attualmente vuoti, al fine di creare piccole quinte di verde dai bei contrasti cromatici autunnali. Saranno comunque preservati il prato esistente e l’area gioco centrale» precisa il responsabile del servizio Verde pubblico comunale, Valerio Varignana. (r.cr.)

Da domani al via gli abbattimenti degli alberi previsti in piazzale Dante a Castel San Pietro
Cronaca 20 Ottobre 2020

A Castello durante il mercato del lunedì prima multa a un ambulante senza mascherina

Prima sanzione per mancato uso della mascherina durante il mercato in centro storico. È successo lunedì 19 ottobre a Castel San Pietro, quando gli agenti della polizia locale hanno multato un ambulante che esercitava attività di vendita in via Matteotti senza mascherina, quindi ricevuto la sanzione prevista, pari a 400 euro.

«Continua la nostra capillare attività di controllo per la sicurezza dei cittadini a 360 gradi, con particolare attenzione al rispetto delle normative per la prevenzione del contagio da Covid-19 – sottolinea il comandante della polizia locale, Leonardo Marocchi -. Di fronte all’aggravarsi della situazione, è ancora più importante mettere in atto le misure che ci consentono di proteggere la salute nostra e di tutta la comunità: indossare la mascherina, evitare assembramenti e sanificare le mani. Facciamo appello al senso di responsabilità di tutti».

Nella foto: controlli della polizia locale di Castel San Pietro al mercato

A Castello durante il mercato del lunedì prima multa a un ambulante senza mascherina
Cronaca 2 Ottobre 2020

A Castello e Medicina continui guasti alla rete idrica, i disagi dei cittadini e la replica di Hera

Paese che vai, perdita d’acqua che trovi. A Castel San Pietro e Medicina nelle ultime settimane non sono certo mancati i disagi, più volte segnalati dai cittadini, dovuti all’assenza d’acqua dai rubinetti e relativi cantieri in strada del gestore della rete idrica (Hera) per riparare le condotte.

A Castello, ad esempio, negli ultimi giorni gli operai sono intervenuti più volte in via Caduti di Cefalonia, con corollario di rappezzi di asfalto. A Medicina, invece, un grosso guasto nel capoluogo, in via Battisti angolo via Resistenza, ha lasciato per diverse ore tante famiglie senz’acqua o quasi in attesa del ripristino.

Il gestore della rete idrica nei due comuni è Hera. L’abbiamo interpellato per capire le motivazioni di queste continue rotture. «La situazione nei due comuni rientra nella norma – dicono dalla multiutility -. Nel periodo estivo si osserva fisiologicamente un incremento di guasti nelle reti idriche. La causa principale delle rotture non è correlata alla vetustà, come a volte si è portati a pensare, quanto invece a indici di siccità del terreno, a variazioni di portata/pressione dovute all’aumento della domanda da parte dei clienti e alle caratteristiche del materiale delle condotte».

Ulteriori informazioni e l”elenco degli interventi in programma e in corso sulla rete idrica su «sabato sera» del 1° ottobre

Nella foto (d”archivio): intervento dei tecnici Hera su una condotta d”acqua

A Castello e Medicina continui guasti alla rete idrica, i disagi dei cittadini e la replica di Hera
Cronaca 30 Settembre 2020

L'azienda castellana Umberto Cesari acquista all’asta una delle luminarie di via D'Azeglio, Cesare Cremonini ringrazia

«Grazie a Umberto Cesari per aver acquistato le parole di Robin a favore di tutti gli operatori sanitari  degli ospedali di Bologna». Con un post su Instagram il cantautore bolognese Cesare Cremonini ha reso omaggio all’azienda vitivinicola di Castel San Pietro Umberto Cesari, che si è aggiudicata all’asta una delle luminarie con il testo della canzone Nessuno vuole essere Robin, esposte durante il periodo natalizio nel tratto pedonale di via D’Azeglio a Bologna.

A marzo il Consorzio dei commercianti di via D’Azeglio, in accordo con la Fondazione Sant’Orsola, il Comune di Bologna e Confcommercio Ascom Bologna, aveva infatti messo all’asta le luminarie installate dal Comune di Bologna in occasione dei 20 anni di carriera del cantautore. Il ricavato dell’asta è stato destinato alla Fondazione Sant’Orsola per il progetto «Più forti Insieme», a sostegno del Policlinico e di tutto il personale degli ospedali di Bologna in prima linea nel combattere l’emergenza Coronavirus. Il progetto prevede l’attivazione di nuovi posti in terapia intensiva e l’apertura di reparti dedicati, ma anche voucher e rimborsi per sostenere le famiglie degli operatori sanitari nelle spese, ad esempio, di babysitter, educatori e badanti.

L’asta si componeva di 20 lotti e si è svolta tra il 19 marzo e il 2 aprile sul sito di aste di beneficenza CharityStars. Come riportato sul sito, dopo aver rilanciato per tre volte e con un’offerta finale di 3.625 euro, l’azienda castellana si è aggiudicata le parole «tutti col numero dieci sulla schiena», che ora campeggiano nella bottaia della tenuta. «Abbiamo deciso di acquistare le luminarie per la finalità benefica – motiva Gianmaria Cesari -. Ci è sembrato doveroso e fa parte dei valori dell’azienda essere presente di fronte a possibilità di fare del bene, ancor più se l’iniziativa riguarda il territorio, al quale l’azienda è da sempre legata e riconoscente». Il pubblico ringraziamento di Cremonini alla Umberto Cesari si è concluso con una promessa: «Un giorno passo di persona…». (lo.mi.)

Nella foto: lo screenshot dell”account Instagram di Cesare Cremonini, in cui il cantautore bolognese ringrazia pubblicamente l”azienda vitivinicola di Castel San Pietro

L'azienda castellana Umberto Cesari acquista all’asta una delle luminarie di via D'Azeglio, Cesare Cremonini ringrazia
Cronaca 27 Settembre 2020

A Castello terminati i lavori di riqualificazione dei campi di calcio a 5 «Renzo Cerè» e del campo da tennis di Osteria Grande

Dopo l”intervento effettuato al campo da basket all’aperto Luca Grilli a cura dell’omonima associazione sportiva, nei giorni scorsi il Comune di Castel San Pietro e volontari delle associazioni sportive locali hanno rimesso a nuovo i campi di calcio a 5 intitolati a Renzo Cerè nel centro sportivo Casatorre e il campo da tennis nel centro sportivo di Osteria Grande.

Gli interventi di riqualificazione e manutenzione dei campi di calcio a 5, conclusi la settimana scorsa, comprendevano il ripristino degli spogliatoi, il rifacimento del coperto, la sistemazione dell’impianto elettrico e di areazione, il rifacimento delle docce e dei rivestimenti e la posa del nuovo manto in erba sintetica sul campo 1 (costo complessivo, 50 mila euro).

Inoltre, grazie all’impegno dei volontari dell’associazione Edu InForma(Zione) Renzo Cerè – Bfc Senza Barriere è fatta una pulizia complessiva dell’area e la tinteggiatura esterna di tutta la palazzina uffici/spogliatoi, utilizzando la tempera donata da un’azienda castellana.

Infine a Osteria Grande, è stata completamente rifatta la pavimentazione del campo da tennis, finanziata dal Comune con un importo di 20mila euro. (r.cr.)

Nella foto: il campo di calcio a 5 e quello da tennis riqualificati

A Castello terminati i lavori di riqualificazione dei campi di calcio a 5 «Renzo Cerè» e del campo da tennis di Osteria Grande
Cronaca 29 Luglio 2020

Scuola, al Malpighi-Visitandine di Castello «mensa su turni alle medie, ingressi scaglionati ai licei»

A meno di due mesi dal rientro in classe, continua il «viaggio» di sabato sera tra gli istituti scolastici del circondario.
Abbiamo fatto tappa ai licei e medie Malpighi Visitandine di Castel San Pietro, scuola paritaria che fa capo alla Fondazione Ritiro San Pellegrino della Diocesi di Bologna. L’istituto accoglie circa duecento studenti, equamente distribuiti tra scuola media e licei (liceo Scienze applicate e liceo sportivo). La dirigente scolastica, dal 2015, è Valentina Di Pietro, alla quale abbiamo chiesto lumi su recente passato, presente e futuro di una scuola, in senso generale, ancora frastornata dall’emergenza Coronavirus.

«Ero presente alla Conferenza di servizio del 10 luglio tra tutti i presidi dell’Emilia Romagna – spiega Di Pietro –, dove il direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale Stefano Versari ha confermato, almeno per le superiori, il rientro in presenza dal 14 settembre, purché gli edifici non presentino situazioni molto gravi a livello strutturale».
(…) Anche voi, come altri istituti, vi state organizzando con ingressi scaglionati?
«Avremo due ingressi divisi dieci minuti uno dall’altro, ricreazioni in momenti diversi e servizio mensa per i ragazzi delle medie, pensato su più turni. Sulla distribuzione della merenda, invece, valuteremo come fare insieme all’azienda che fornisce da mangiare all’interno della scuola. Obiettivo: tornare il più possibile alla normalità, un po’ come con la didattica a distanza». (da.be.)

Nella foto: la preside Valentina Di Pietro

Scuola, al Malpighi-Visitandine di Castello «mensa su turni alle medie, ingressi scaglionati ai licei»
Cronaca 29 Luglio 2020

In cinque uffici postali dell’imolese il proprio turno si prenota su WhatsApp

In tre uffici postali di Imola -via Grieco (nella foto), via Orsini e via Croce Coperta- e in quelli di Castel San Pietro e Medicina è possibile prenotare il proprio turno allo sportello tramite WhatsApp direttamente dal proprio cellulare.
I nuovi Gestori delle attese installati da Poste italiane infatti, oltre a erogare i biglietti per le operazioni allo sportello e ottimizzare la gestione dei flussi dei clienti in sala, consentono di prenotare il proprio turno acquisendo da remoto un ticket elettronico utilizzando direttamente la più diffusa piattaforma di messaggistica.

Richiedere il ticket elettronico con WhatsApp è molto semplice. Dopo aver memorizzato sul proprio smartphone il numero 3715003715, il cliente dovrà avviare una chat digitando qualsiasi testo al quale Poste Italiane risponderà in automatico proponendo alcune opzioni, tra queste la prenotazione del ticket.
A quel punto, digitando comune, indirizzo e numero civico di riferimento, al cliente sarà proposto l’ufficio postale più vicino con l’indicazione del primo appuntamento disponibile per la prenotazione.
Accettata la prenotazione, sarà inoltrata in automatico mostrando sul display del cliente il relativo codice. (r.cr.)

In cinque uffici postali dell’imolese il proprio turno si prenota su WhatsApp
Cultura e Spettacoli 28 Luglio 2020

«Zorro» ha un suono jazz con il Tinissima Quartet

Rimandata inevitabilmente al prossimo anno causa Covid, la rassegna Cassero Jazz riesce, già quest’estate, a recuperare uno dei suoi appuntamenti più attesi in cartellone.
Grazie alla determinazione e all’aiuto essenziale del Festival Crossroads-Jazz e altro in Emilia Romagna, che ospita da sempre Cassero Jazz al suo interno, e alla disponibilità dell’amministrazione comunale castellana, domani all’Arena comunale a Castel San Pietro Terme avremo l’esibizione del Tinissima Quartet (nella foto)guidato dal sassofonista friulano Francesco Bearzatti.

In questa nuova occasione il sassofonista presenterà il suo nuovissimo lavoro dal titolo Zorro. (fabio ravaglia)

«Zorro» ha un suono jazz con il Tinissima Quartet
Cultura e Spettacoli 27 Luglio 2020

All'Arena di Castel San Pietro arriva anche la comicità

Chi ce lo ha fatto fare? Un titolo che, come si usa dire, è tutto un programma. Davide Dalfiume e Marco Dondarini saliranno sul palcoscenico dell’Arena comunale di Castel San Pietro domani alle 21.30 per il primo dei tre appuntamenti che mettono al centro la comicità, organizzati dall’associazione Gruppo Teatrale Bottega del Buonumore, dopo uno spettacolo per bambini in cartellone il 15 luglio.
La rassegna comica all’Arena proseguirà martedì 18 agosto alle 21 con l’attore Francesco Giorda in Live show.
Infine, il 25 agosto alle 21, Davide Dalfiume sarà protagonista de La comicità migliore amica dell’uomo con i corsisti di Università Aperta di Imola (anno accademico 2019-2020). Una riflessione sulla comicità vista da angoli diversi per generi e stili che coinvolgeranno e interesseranno tutte le fasce d’età. (r.cr.)

All'Arena di Castel San Pietro arriva anche la comicità

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast