Posts by tag: controlli

Cronaca 8 Marzo 2021

«Tanto fuori il Covid non c’è», positiva esce di casa per una passeggiata. Denunciata dai carabinieri

Nella giornata di ieri, i carabinieri del Comando provinciale di Bologna hanno identificato 568 persone, controllato 362 veicoli e 88 esercizi pubblici e sanzionato 63 persone, durante i controlli del territorio, con particolare riferimento ai servizi di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, in occasione delle nuove restrizioni per l’ingresso in fascia rossa della Città Metropolitana di Bologna.

Tra Imola e i comuni del circondario, i militari hanno sanzionato 10 persone, 8 per aver violato la normativa sugli spostamenti e 2 per il mancato utilizzo della mascherina di protezione. Durante i controlli, una donna imolese è stata denunciata perché, positiva al Covid-19 e sottoposta all’isolamento fiduciario, era uscita per farsi una passeggiata per strada e trattenersi a parlare con la vicina, più rispettosa della normativa perché si trovava sul balcone di casa. Ai militari che si sono avvicinati per identificarla e chiederle dove stesse andando, visto che era stata sottoposta a una misura sanitaria, la persona ha risposto che era uscita per prendere una «boccata d’aria», specificando che «tanto fuori il Covid non c’é». (da.be.)

Foto d’archivio

«Tanto fuori il Covid non c’è», positiva esce di casa per una passeggiata. Denunciata dai carabinieri
Cronaca 24 Febbraio 2021

Controlli anti Covid, tra gli automobilisti fermati due pregiudicati e un 49enne con un tasso alcolico cinque volte superiore al limite

Durante i maxi controlli anti Covid effettuati dai carabinieri negli ultimi giorni, i militari a Medicina hanno fermato e denunciato un 49enne italiano al volante di una Citroën C3 che stava guidando con un tasso alcolico cinque volte superiore al limite previsto dalla legge. Sorpreso anche un 27enne autotrasportatore ricercato dall’autorità giudiziaria di Napoli per la notifica di una misura cautelare (obbligo della presentazione alla polizia giudiziaria) scaturita da un’indagine per contrabbando. A Imola, invece, nei guai un 43enne evaso dagli arresti domiciliari.

Foto Isolapress

Controlli anti Covid, tra gli automobilisti fermati due pregiudicati e un 49enne con un tasso alcolico cinque volte superiore al limite
Cronaca 24 Febbraio 2021

Maxi controlli anti Covid tra Imola e Medicina, sanzionati giovani che giocano a calcio per strada ed il titolare di un bar assieme ai clienti

In questi giorni i carabinieri del Comando Provinciale di Bologna, durante i servizi anti Covid-19, hanno proceduto all’identificazione di 652 persone e al controllo di 465 veicoli e una novantina di esercizi pubblici. Una ventina di persone sono state sanzionate per aver violato la normativa di riferimento, tra cui l’obbligo di indossare la mascherina di protezione, il divieto di spostarsi tra le 22 e le 5 ed il rispetto del distanziamento sociale.

In particolare, un maxi controllo è stato effettuato tra Imola e Medicina, dove i militari hanno eseguito vari controlli nelle piazze e allestito decine di posti di controllo nelle principali arterie di collegamento, impiegando una trentina di militari, per verificare le motivazioni degli automobilisti in uscita dai comuni di residenza. Ad essere sanzionate, una decina per aver violato la normativa anti Covid-19. Tra loro, tre giovani che stavano giocando a calcio per strada nel quartiere Pedagna non rispettando il distanziamento sociale ed il titolare e i clienti di un bar nel quartiere Campanella che alle 20 di ieri sera si trovavano seduti nel locale. Presente anche un 36enne faentino che, oltre alla sanzione, è stato denunciato per aver violato le disposizioni dell’Autorità giudiziaria di Ravenna che gli imponevano di non allontanarsi dal comune di residenza. (da.be.)

Foto d‘archivio

Maxi controlli anti Covid  tra Imola e Medicina, sanzionati giovani che giocano a calcio per strada ed il titolare di un bar assieme ai clienti
Cronaca 17 Febbraio 2021

Coronavirus, la troupe di Sky a Imola per un servizio sui controlli davanti alle scuole. Intervistato il sindaco Panieri

L’inviato di Sky Flavio Isernia questa mattina a Imola ha intervistato il sindaco Marco Panieri riguardo ai controlli intensificati dal Comune davanti alle scuole, da lunedì scorso, per evitare assembramenti, grazie ai quindici volontari di Anteas, Avod e Cai, in aggiunta al lavoro svolto dalla polizia locale.

Una prima intervista, girata in via Guicciardini, davanti all’istituto Paolini Cassiano, è stata trasmessa in diretta nel corso del tg delle 8,30, condotto da Tonia Cartolano. Un secondo servizio, con anche l’intervista al direttore generale dell’Ausl, Andrea Rossi, è previsto che vada in onda nei tg della serata. (da.be.)

Nella foto: il sindaco di Imola Marco Panieri intervistato dalla troupe di Sky davanti all’Istituto Paolini Cassiano in via Guicciardini

Coronavirus, la troupe di Sky a Imola per un servizio sui controlli davanti alle scuole. Intervistato il sindaco Panieri
Cronaca 13 Febbraio 2021

Coronavirus, dal 15 febbraio controlli intensificati anche nelle scuole di Imola

Dopo Castel San Pietro, anche il Comune di Imola, da lunedì 15 novembre, «intensificherà i controllo davanti alle scuole per evitare gli assembramenti e tutti i comportamenti non corretti che possono favorire il contagio». A dirlo il sindaco Marco Panieri. Il motivo va ricercato nell’aumento del contagio tra fasce d’età più giovani registrato dall’Ausl di Imola.

Da lunedì 15 febbraio, quindi, una quindicina di volontari di Anteas, Avod e Cai si distribuiranno, un paio per scuola, davanti a ciascuno dei seguenti plessi scolastici, nelle fasi che precedono l’entrata degli studenti: in via Guicciardini, davanti alla scuola secondaria di primo grado ‘Valsalva’, al liceo scientifico Valeriani ed all’istituto superiore ‘Paolini-Cassiano’; in viale Dante, davanti all’ingresso dell’Istituto professionale Alberghetti; in via Ariosto, davanti all’istituto professionale ‘Cassiano da Imola’; in via Manfredi, davanti all’ingresso dell’Istituto superiore ‘Alessandro da Imola’ e in via Cavour, davanti alla scuola secondaria di primo grado ‘Innocenzo da Imola’; infine in via Pio IX, davanti all’ingresso della scuola secondaria di primo grado ‘Andrea Costa’ e all’ingresso pedonale dell’istituto superiore Itis Alberghetti. A questi interventi da parte delle associazioni di volontariato, c’è da aggiungere quello che svolge durante tutto l’anno scolastico l’associazione C.B. Imolese, all’ingresso della scuola primaria Cappuccini. 

Questa presenza di volontari si aggiunge a quella svolta dalla polizia locale. Come precisa il comandante Daniele Brighi. «Dall’inizio della seconda ondata pandemica, abbiamo ripreso l’intensificazione dei controlli in prossimità dei plessi scolastici, con particolare riguardo ai comportamenti legati alla prevenzione della diffusione dei virus Covdid-19». Oltre ai normali servizi di viabilità che gli agenti assicurano quotidianamente davanti alla scuola primaria ‘Bianca Bizzi’, in Pedagna la mattina, alla scuola primaria ‘Marconi’, sia la mattina che all’uscita a mezzogiorno ed al plesso ‘Sante Zennaro’, sia all’ingresso la mattina sia all’uscita al pomeriggio, le pattuglie in servizio ordinario effettuano un costante monitoraggio degli ingressi nei vari plessi scolastici, controllando il corretto utilizzo delle mascherine ed il distanziamento previsto dalle norme vigenti. (da.be.)

Foto Isolapress


Coronavirus, dal 15 febbraio controlli intensificati anche nelle scuole di Imola
Cronaca 25 Maggio 2020

Coronavirus, dopo la riapertura attività commerciali nel mirino dei controlli della polizia locale

Altra settimana intensa di controlli, quella effettuata dalla polizia locale di Imola per verificare il rispetto, anche nella Fase 2, delle disposizioni in materia di contrasto alla diffusione del Coronavirus.

In totale da lunedì 18 a domenica 24 maggio, gli agenti hanno controllato 102 persone, senza elevare alcuna sanzione e 386 attività ed esercizi commerciali, anche in questo caso senza rilevare alcuna violazione alle norme in vigore. Nello specifico, il numero di attività controllate è stato particolarmente elevato, rispetto alle precedenti settimane, vista la riapertura di bar, ristoranti e mercati ambulanti. (da.be.)

Foto Isolapress

Coronavirus, dopo la riapertura attività commerciali nel mirino dei controlli della polizia locale
Cronaca 18 Maggio 2020

Coronavirus, nella settimana prima delle riaperture tanti controlli e una sola sanzione

Tante persone fermate ed esercizi commerciali ispezionati, ma una sola sanzione. E’ questo il resoconto dell’ultima settimana di controlli messi in campo, prima della riaperture di molte attività commerciali in programma da oggi, da parte di polizia locale, polizia di Stato, carabinieri e guardia di finanza per contrastare il diffondersi del Coronavirus. L’unica sanzione arriva dai militari dell’Arma che a Dozza hanno sorpreso il gestore di bar consentire agli avventori di sostare al di fuori dei locali creando assembramento. Per lui è così scattata la multa di 400 euro ma non la chiusura del locale.

Per il resto, come detto, tutto tranquillo e cittadini ligi alle regole. «In totale da lunedì 11 a domenica 17 maggio i nostri agenti hanno controllato 90 persone, senza elevare alcuna sanzione e 250 attività ed esercizi commerciali, anche in questo caso senza rilevare alcuna violazione alle norme in vigore» fanno sapere dalla polizia locale di Imola. «Anche la scorsa settimana non abbiamo registrato irregolarità né nel comportamento dei cittadini né nelle attività commerciali» confermano dalla polizia di Stato. Stesso situazione anche per la guardia di finanza. «In questi giorni non abbiamo trascritto nessun verbale. Ci sono arrivate segnalazioni di assembramenti soprattutto fuori dai bar, ma una volta giunti sul posto la situazione era già rientrata all’interno dei limiti previsti dal decreto governativo». (da.be.)

Foto Isolapress 

Coronavirus, nella settimana prima delle riaperture tanti controlli e una sola sanzione
Cronaca 4 Maggio 2020

Coronavirus, a Imola sanzioni della polizia locale anche nel primo weekend di maggio

Settimana intensa di controlli, quella appena trascorsa, per gli agenti della polizia locale di Imola per verificare il rispetto delle disposizioni in materia di contrasto alla diffusione del Coronavirus. In totale, da lunedì 27 aprile a domenica 3 maggio (quindi prima dell’inizio della fase-2), gli agenti hanno controllato 178 persone, elevando 6 sanzioni e 218 attività ed esercizi commerciali, in questo caso senza rilevare alcuna violazione alle norme in vigore.

Nello specifico, le sanzioni sono state elevate ieri pomeriggio lungo la via Gambellara a due persone che insieme in auto si stavano recando a trovare dei parenti (ricordiamo che è solo da oggi che questa motivazione è valida). La sanzione è stata di 533 euro a testa (di cui 400 euro sanzione base aumentata di un terzo perché il mancato rispetto delle misure è avvenuto mediante l”utilizzo di un veicolo). Venerdì 1 maggio, invece, a metà pomeriggio sono stati sanzionati tre giovani che erano all’interno del Parco Tozzoni. La sanzione in questo caso è stata di 400 euro a testa. Infine, martedì 28 aprile è stato multato verso mezzogiorno un automobilista in via Pisacane che era molto lontano dal percorso indicato nell’autocertificazione. Anche in questo caso la sanzione è stata di 533 euro. (da.be.)

Foto Isolapress

Coronavirus, a Imola sanzioni della polizia locale anche nel primo weekend di maggio
Cronaca 27 Aprile 2020

Coronavirus, weekend tranquillo per la polizia locale. «Solo» due sanzioni a Imola

E’ proseguita anche nel fine settimana la quotidiana attività di controllo da parte della polizia locale per verificare il rispetto delle disposizioni in materia di contrasto alla diffusione del Coronavirus.

In totale gli agenti hanno controllato 137 persone, elevando 2 sanzioni e 74 attività ed esercizi commerciali, in questo caso senza rilevare alcuna violazione alle norme in vigore. Nello specifico un automobilista è stato fermato in via Codrignano e sanzionato di 533 euro in quanto, pur dovendo andare dalla madre a portare delle medicine, era completamente fuori zona. Un altro soggetto, invece, è stato sorpreso in via Ponticelli Pieve mentre stava passeggiando, ma parecchi chilometri lontano dalla propria residenza. Per questo motivo è stato costretto a pagare 400 euro. (da.be.)

Foto Isolapress

Coronavirus, weekend tranquillo per la polizia locale. «Solo» due sanzioni a Imola
Cronaca 24 Aprile 2020

Coronavirus, vanno a fare la spesa e mangiano fuori dal supermercato. Verbale anche per un’impresa edile

Durante i tradizionali controlli per limitare il diffondersi del Coronavirus, gli agenti della polizia locale, da lunedì 20 a giovedì 23 aprile, ha controllato in totale 176 persone e 79 attività ed esercizi commerciali.

In totale, sono state sanzionate 8 persone ed 1 ad un’impresa edile. Fra le persone, una è stata sanzionata perché, pur residente a Bologna, si trovava nel parcheggio dell”ufficio postale di Imola senza motivo. In altri due casi, sono stati sanzionati i passeggeri che erano a bordo di auto, senza un valido motivo per esserci (in un caso la persona accompagnava un parente a fare acquisti, nell’altro a dar da mangiare ad animali domestici lontano da casa). Altre due persone sono state sanzionate perché si trovavano all’interno degli orti anziani (in un caso a Zolino, nell’altro di via Graziadei). Queste ultime sono state elevate il 21 e il 22 aprile, cioè prima dell’entrata in vigore dell’ordinanza della Regione Emilia Romagna che dà la possibilità di andare negli orti comunali. Una persona, inoltre è stata sanzionata perché passeggiava con i figli molto lontano da casa. Altre due, invece, perché si erano fermate a mangiare nel parcheggio di fronte al supermercato nel quale erano andate a fare la spesa.

Per quanto riguarda le attività o esercizi commerciali, è stata sanzionata un’impresa edile che effettuava lavori in un cantiere, senza che la tipologia di intervento rientrasse fra quelle autorizzate. La sanzione comporta la sospensione dell’attività per 5 giorni e una multa di 400 euro. (da.be.)

Foto Isolapress

Coronavirus, vanno a fare la spesa e mangiano fuori dal supermercato. Verbale anche per un’impresa edile

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast