Posts by tag: Covid-19

Cronaca 17 Agosto 2021

Coronavirus, focolaio in casa di riposo, una vittima. Più vaccini per l’Ausl, anticipate le seconde dosi

“È di fondamentale importanza, in questa fase di recrudescenza del virus, vaccinare il più possibile utilizzando il maggior numero di dosi messe a disposizione in modo tale da ottenere coperture vaccinali elevate nel minor tempo possibile”. L’appello dell’Azienda sanitaria di Imola arriva oggi accanto alla nota con la quale informa che vi sono altri 8 contagi nel circondario imolese individuati con oltre 700 tamponi e salgono a 190 i casi attivi (positivi), con due persone ricoverate ancora in terapia intensiva.

Soprattutto è stato evidenziato un focolaio in una casa di riposo privata della vallata, dove sono risultati positivi 12 ospiti su 24. Dei positivi 3 sono stati ricoverati (non in terapia intensiva) mentre 9 permangono in struttura, solo 5 sono asintomatici, e si registra purtroppo anche un decesso, una donna di 97 anni. 

Il virus continua a diffondersi e a colpire le persone più fragili, la reazione è il potenziamento della campagna vaccinale grazie al maggior numero di dosi in agosto. La disponibilità di vaccini ha portato l’Ausl di Imola ad avviare una politica inversa rispetto a quella adottata nei mesi scorsi in cui scarseggiavano: ora anticipa gli appuntamenti per le seconde dosi. Chi ha il richiamo prenotato a 35 giorni, può anticiparlo rivolgendosi ai Cup o alle farmacie (muniti di certificato vaccinale o attestato di esecuzione con la data di somministrazione della prima dose). Ieri l’Ausl ha inviato i primi 1600 sms per informare altrettanti utenti interessati di questa opportunità. Inoltre, come da indicazioni della Regione, da oggi il richiamo per il vaccino Pfizer è fissato a 21 giorni e a 28 giorni il Moderna.

Da ieri, infine, è operativo l’accesso libero per gli adolescenti 12-19 anni che vogliono vaccinarsi: preferibilmente nella fascia oraria 13.30-18.30 per gli hub del circondario. Finora a Imola non c’erano stati open day. I ragazzi che ne hanno approfittato sono stati 11 ieri e altrettanti oggi, non tantissimi, ma per molti ci sono le vacanze.

Nel circondario imolese oltre il 60% degli aventi diritto (persone con più di 12 anni) ha già effettuato una o due dosi o è in possesso di una prenotazione, restano “circa 3500 giovani che ci si attende di vaccinare nelle prossime settimane” dicono dall’Ausl. Per poter essere vaccinati i minori devono essere accompagnati da un genitore. (l.a.) 

Foto d’archivio Isolapress

Coronavirus, focolaio in casa di riposo, una vittima. Più vaccini per l’Ausl, anticipate le seconde dosi
Cronaca 16 Agosto 2021

Coronavirus, a Imola primo giorno di vaccinazione per i ragazzi senza prenotare. Green pass per i visitatori in ospedale e al pronto soccorso

Sono 11 i ragazzi tra i 12 e i 19 anni che hanno approfittato della possibilità di fare il vaccino contro il Covid senza bisogno di prenotazione. Questo il bilancio della prima giornata nel circondario imolese. Tutti in fila all’hub Osservanza di Imola, aperto dalle ore 9 alle 18 sette giorni su sette. L’Azienda sanitaria sta valutando come muoversi negli altri hub.

L’accelerazione, che ha visto anche Imola procedere all”apertura senza appuntamento per gli adolescenti, deriva dalla richiesta del commissario straordinario Figliuolo, recepita dalla Regione Emilia Romagna, con l’obiettivo della più diffusa immunizzazione possibile in vista della riapertura delle scuole il mese prossimo e della prossima stagione sportiva con relativi allenamenti e partite degli adolescenti. 

Sempre da oggi sono ufficialmente in vigore anche in Emilia Romagna le disposizioni del decreto legge del 23 luglio emanato dal Presidente della Repubblica sulle “Misure urgenti per fronteggiare l”emergenza epidemiologica da Covid-19 e per l”esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche”. In sostanza viene introdotto il green pass anche per l’accesso di visitatori, care giver e accompagnatori agli ospedali e ai pronto soccorso.

L’Ausl di Imola già dal 6 agosto aveva cominciato a fare dei controlli a campione sul green pass, ora sta procedendo a mettendo a punto delle procedure per le casistiche particolari, come disabili, minori di 12 anni (che non possono ancora essere vaccinati) e persona di riferimento delle partorienti. In tutti i casi deve comunque essere SEMPRE compilata l’autodichiarazione che indichi negli ultimi 14 giorni l’assenza di sintomi, contatti con persone positive o sospette e di non essere sottoposti a quarantena (il modulo è scaricabile QUI). 

Nel frattempo dal 13 al 16 agosto sono 57 i nuovi contagi nel circondario imolese su oltre 1800 tamponi tra molecolari e antigenici rapidi refertati. Dei nuovi positivi 35 sono asintomatici, di cui 26 individuati tramite contact tracing; 7 hanno meno di 14 anni, 11 da 15 a 24 anni, 16 tra i 25 ed i 44 anni, 10 tra i 45 e i 64 anni e 13 oltre i 69 anni. Nessun caso è stato importato dall’estero o da altra regione, 9 persone sono riferibili a focolaio già noto. Scendono a 182 i casi attualmente attivi ma ci sono due persone ricoverate in terapia intensiva a Bologna. 

Nel resto dell’Emilia Romagna aumentano i ricoveri: in tutto sono 40 in terapia intensiva oggi (+5) e 344 negli altri reparti Covid (+18). Aumentano i casi attivi che sono ormai più di 13mila, anche se il 97% di loro sono in isolamento domiciliare perché non necessitano di cure particolari. (l.a.)

Foto d”archivio (Isolapress)

Coronavirus, a Imola primo giorno di vaccinazione per i ragazzi senza prenotare. Green pass per i visitatori in ospedale e al pronto soccorso
Cronaca 14 Agosto 2021

Green pass, serve per accedere a sagre e fiere locali all’aperto per le vie e piazze di un Comune?

Da venerdì 6 agosto in Italia è obbligatorio il green pass per accedere alla maggior parte dei servizi e delle attività. Come sempre, però, non mancano dubbi e dettagli da sistemare in corsa per rendere davvero operativo il sistema, postille di cui magari s’ignora l’esistenza o lacune da colmare. Ad esempio, ci sono anche dubbi pratici su come funziona e si utilizza il documento o certificato verde. Abbiamo cercato sul sito del Governo le risposte alle domande più frequenti (faq) e le abbiamo riportate per i lettori di sabato sera. Il consiglio, comunque, è ricontrollare la pagina nei prossimi giorni per essere aggiornati sulle novità. Per chi volesse ulteriori chiarimenti occorre scrivere una mail a cittadini@dgc.gov.it oppure chiamare il numero verde 80091249, ma non è per niente facile prendere la linea.

Per l’accesso alle sagre e fiere locali che si svolgono all’aperto senza precisi varchi d’ingresso (ad esempio per le vie e piazze di un Comune) serve avere il green pass? In caso di risposta affermativa, quali sono le conseguenze in termini responsabilità in casa di inosservanza dell’obbligo?

L’accesso a sagre e fiere locali è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di green pass. Nei casi in cui tali eventi si svolgano all’aperto in spazi privi di specifici ed univoci varchi d’accesso come, ad esempio, nelle piazze e vie pubbliche, gli organizzatori (pubblici o privati) si limitano ad informare il pubblico, con apposita segnaletica, dell”esistenza dell’obbligo della certificazione verde. In caso di controlli a campione sarà sanzionabile soltanto il soggetto privo del green pass e non anche gli organizzatori che abbiano rispettato gli obblighi informativi.

Nella foto (Isolapress): l’edizione 2019 della Sagra del raviolo di Casalfiumanese

Green pass, serve per accedere a sagre e fiere locali all’aperto per le vie e piazze di un Comune?
Cronaca 12 Agosto 2021

Coronavirus, dal 16 agosto vaccinazioni senza prenotazione per la fascia di età 12-19 anni

Da lunedì 16 agosto tutte le ragazze e i ragazzi di età compresa tra i 12 e i 19 anni potranno recarsi presso i centri vaccinali attivi in tutta la regione per ricevere la vaccinazione anti Covid, senza prenotazione. Così come chiesto ieri dal commissario straordinario all”emergenza Coronavirus Figliuolo, in una lettera inviata a Regioni e Province Autonome, l’Emilia Romagna ha subito organizzato le proprie strutture per fornire una corsia preferenziale ai giovani emiliano-romagnoli che vorranno vaccinarsi.

L’accelerazione richiesta è dovuta sia alla riapertura il mese prossimo delle scuole con didattica in presenza che all’avvio della prossima stagione sportiva. Ad oggi in Emilia-Romagna sono già 155.908, il 47,6% del totale, i giovani tra i 12 e i 19 anni che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino, mentre 88.366 (27%) hanno completato il ciclo con doppia dose. (r.cr.)

Foto d’archivio

Coronavirus, dal 16 agosto vaccinazioni senza prenotazione per la fascia di età 12-19 anni
Cronaca 11 Agosto 2021

Green pass, nessun obbligo di controllare i documenti d’identità per i gestori di bar e ristoranti

I gestori di bar e ristoranti al chiuso avranno l’obbligo di controllare il green pass, ma non gli è dovuto l’accertamento della corrispondenza con l”identità del cliente, che spetterà invece alle forze dell”ordine, tranne in caso di «palese difformità o incongruenza» tra la persona e i dati riportati sul certificato verde.

A far chiarezza sul tema è il Viminale, con una circolare arrivata dopo le polemiche sorte a seguito delle parole del ministro dell’Interno Lamorgese e del Garante sulla privacy. Quest’ultimo, infatti, aveva detto sì al controllo dell”identità da parte di baristi e ristoratori.

ll controllo dei documenti quindi, come detto, spetterà alla polizia, che agirà a campione, con la specifica che in caso di green pass falsi, il gestore del locale non avrà alcuna responsabilità o ammenda, mentre a farne le spese sarà il cliente con una multa che va dai 400 ai mille euro. Se invece dopo l’accertamento delle forze dell”ordine si riscontreranno clienti, seduti al tavolo al chiuso, sprovvisti di certificato verde, scatterà la sanzione sia per il cliente che per il gestore. (r.cr.)

IL TESTO DELLA CIRCOLARE

 

Green pass, nessun obbligo di controllare i documenti d’identità per i gestori di bar e ristoranti
Cronaca 8 Agosto 2021

Green pass, cosa fare per accedere ad attività e servizi se non è possibile vaccinarsi o effettuare la seconda dose?

Da venerdì 6 agosto in Italia è obbligatorio il green pass per accedere alla maggior parte dei servizi e delle attività. Come sempre, però, non mancano dubbi e dettagli da sistemare in corsa per rendere davvero operativo il sistema, postille di cui magari s’ignora l’esistenza o lacune da colmare. Ad esempio, ci sono anche dubbi pratici su come funziona e si utilizza il documento o certificato verde. Abbiamo cercato sul sito del Governo (www.dgc.gov.it) le risposte alle domande più frequenti (faq) e le abbiamo riportate per i lettori di sabato sera. Il consiglio, comunque, è ricontrollare la pagina nei prossimi giorni per essere aggiornati sulle novità. Per chi volesse ulteriori chiarimenti occorre scrivere una mail a cittadini@dgc.gov.it oppure chiamare il numero verde 80091249, ma non è per niente facile prendere la linea.

Le mie condizioni di salute non mi permettono di fare la vaccinazione o la seconda dose di vaccino, che cosa devo fare per accedere alle attività e ai servizi dove è richiesta la Certificazione verde Covid-19?

Per accedere ai servizi e alle attività che richiedono un green pass, le persone che non possono ricevere o completare la vaccinazione per motivi di salute possono utilizzare fino al 30 settembre una Certificazione di esenzione dalla vaccinazione, rilasciata dai medici vaccinatori dei Servizi vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi sanitari regionali o dai Medici di medicina generale o Pediatri di libera scelta dell’assistito che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-Sars-CoV-2 nazionale, secondo le modalità e sulla base di precauzioni e controindicazioni definite dalla Circolare Ministero della Salute del 4 agosto 2021. Sono validi i certificati di esenzione vaccinali già emessi dai Servizi sanitari regionali sempre fino al 30 settembre. La Certificazione di esenzione è in formato cartaceo, gratuita e non contiene la motivazione clinica dell’esenzione. Le persone con Certificazione di esenzione dovranno continuare a usare dispositivi di protezione individuale, mantenere il distanziamento fisico dalle persone non conviventi, lavare le mani, evitare assembramenti in particolare in locali chiusi, rispettare le condizioni previste per i luoghi di lavoro e per i mezzi di trasporto. (r.cr.)

Green pass, cosa fare per accedere ad attività e servizi se non è possibile vaccinarsi o effettuare la seconda dose?
Cronaca 5 Agosto 2021

Coronavirus, nuovo decreto sul green pass: obbligo per personale scolastico, studenti universitari e su trasporti a lunga percorrenza

Via libera del Governo al nuovo decreto sul green pass, che, in aggiunta a quanto  in vigore da domani (venerdì 6 agosto), prevede l’obbligo del certificato verde per il personale scolastico e universitario e per gli studenti universitari, alla ripresa dell’anno accademico, mentre non è previsto per gli studenti sotto i 18 anni. Certificato obbligatorio dal primo settembre (fino al 31 dicembre) anche per chi utilizza trasporti a lunga percorrenza (aerei, traghetti e treni che attraversano una o più regioni). Grazie al green pass, però, la capienza dei mezzi sia locali che a lunga percorrenza aumenta dal 50% all”80%. Il certificato non sarà necessario per i trasporti locali.

Riguardo la scuola, i docenti che non avranno il certificato saranno sospesi e non riceveranno lo stipendio dopo 5 giorni di assenza. Le mascherine saranno ancora obbligatorie dai sei anni in su, tranne nell’ora di ginnastica. I controlli suila validità del green pass spetterà ai dirigenti scolastici. Le lezioni, comunque, si terranno in presenza e la dad verrà utilizzata solo in casi eccezionali. I governatori potranno disporre la didattica a distanza solo per «specifiche aree del territorio o per singoli istituti, esclusivamente in zona rossa o arancione ed in circostanze di eccezionale e straordinaria necessità dovuta all”insorgenza di focolai o al rischio estremamente elevato di diffusione del virus o di sue varianti nella popolazione scolastica». Il tampone rapido nelle farmacie può essere eseguito al prezzo calmierato di 8 euro per i minorenni (per i maggiorenni il prezzo sarà di 15 euro) almeno fino al 30 settembre.

Intanto, la quarantena sarà più breve per chi ha completato il ciclo vaccinale ed entra in contatto con un positivo al Covid. Dovrà infatti rimanere in isolamento non più 10 giorni ma sette, al termine dei quali dovrà fare un tampone. (r.cr.)

Nella foto: la sede imolese dell’Università di Bologna

     

Coronavirus, nuovo decreto sul green pass: obbligo per personale scolastico, studenti universitari e su trasporti a lunga percorrenza
Cronaca 4 Agosto 2021

Coronavirus, 18 nuovi positivi per Imola, un ricovero in terapia intensiva. Accordo tra Emilia Romagna e Liguria per i vaccini ai turisti

Altri 18 nuovi contagi da Coronavirus nel circondario imolese oggi su oltre 400 tamponi tra molecolari e antigenici rapidi refertati dall”Azienda usl di Imola. 8 sono asintomatici. Il virus continua a diffondersi complice la contagiosa variante delta, salgono così a 188 i casi attivi, circa 400 le persone in quarantena.

Aumentano anche i ricoveri causa il Covid-19, ad oggi sono 6, tra cui una persona in terapia intensiva a Bologna. Rimangono comunque numeri bassi. Questo è dovuto non solo alla diffusione del virus nelle fasce giovani, più protette dalle forme gravi della malattia (tra i positivi di oggi 4 hanno fino a 14 anni, 5 da 15 a 24 anni, 5 da 25 a 44 anni, 4 tra i 45 e i 64 anni), ma, secondo il monitoraggio regionale e i sanitari, confermerebbe anche l”efficacia delle vaccinazioni.

A questo proposito, va ricordato il protocollo di reciprocità vaccinale approvato dalle Giunte regionali di Emilia Romagna e Liguria per venire incontro a chi deve completare l”immunizzazione. Gli emiliano-romagnoli in vacanza in Liguria e i liguri in soggiorno nella nostra regione possono prenotare il richiamo del vaccino (seconda dose) nelle località dove stanno trascorrendo le proprie ferie. Sulla base della rendicontazione saranno stabilite le modalità per il riequilibrio delle scorte del materiale vaccinale.

A partire dalle ore 12 di giovedì 5 agosto un’apposita finestra sarà visibile sul sito internet https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/ dove i liguri potranno prenotarsi. (r.cr.)

Coronavirus, 18 nuovi positivi per Imola, un ricovero in terapia intensiva. Accordo tra Emilia Romagna e Liguria per i vaccini ai turisti
Cronaca 1 Agosto 2021

Coronavirus, 20 nuovi positivi per Imola. Un caso sul bus da Napoli a Bologna, l'Ausl invita passeggeri a fare tampone di controllo

Anche oggi 20 nuovi contagi nel circondario imolese, dopo i 19 di ieri, su quasi 600 tamponi refertati. Salgono così a 183 i casi attivi in base al bollettino odierno dell”Azienda sanitaria. Dei nuovi positivi di oggi solo 7 sono asintomatici; 3 hanno meno di 14 anni, 2 tra i 15 ed i 24 anni, 8 tra i 25 ed i 44 anni, 5 tra i 45 ed i 64 anni, 2 oltre 65 anni.

Inoltre l”Ausl di Imola segnala che nella notte tra venerdì e sabato una persona di ritorno dall”Ucraina è stata confermata positiva dal Pronto soccorso dove si era recata perchè presentava dei sintomi da Covid19. La persona è arrivata all”Autostazione di Bologna il 29 luglio alle ore 22 con l”autobus (dalle prime ricostruzioni con un Odri Bus proveniente da Napoli).

“Eventuali altri passeggeri dello stesso autobus – è l”appello dell”Azienda sanitaria imolese – sono invitati a rivolgersi alla loro Ausl per effettuare i tamponi di controllo e, se residenti sul territorio di Imola, possono contattare il Dipartimento di Sanità pubblica dell”Ausl di Imola al numero 0542604959 o recarsi direttamente all”ospedale vecchio Padiglione 12, dalle ore 8 alle 13 per effettuare un tampone molecolare di controllo”. (r.cr.)

Coronavirus, 20 nuovi positivi per Imola. Un caso sul bus da Napoli a Bologna, l'Ausl invita passeggeri a fare tampone di controllo
Cronaca 30 Luglio 2021

Coronavirus, l'appello dell'Ausl di Imola: “1700 dosi per chi vuole vaccinarsi la prossima settimana”

Non ci sono camper o altre procedure dell’ultimo minuto per una vaccinazione lampo nel circondario di Imola, ma è comunque aumentata ancora la disponibilità di vaccini per la prima decade di agosto. Di conseguenza l’Ausl informa che: “Ci sono 1700 circa appuntamenti disponibili tra il 2 ed il 10 agosto: è sufficiente prenotarsi presso sportelli Cup aziendali, chiamare il Cup telefonico 800 040606, recarsi in farmacia oppure usare il proprio Fse”.

Non solo, con le medesime modalità, è anche possibile approfittarne per anticipare il proprio appuntamento per la propria prima dose. Ad esempio, i circa 2000 che nelle settimane scorse avevano ricevuto un appuntamento per la prima dose di vaccino Rna messaggero (Moderna o Pfizer) dal 21 agosto in poi “oggi hanno ricevuto un Sms che li invita ad anticipare la loro vaccinazione usufruendo dei nuovi posti disponibili”. 

Soprattutto un”opportunità per partire per le vacanze più sicuri e dotati di green pass. “Invitiamo tutti coloro che non si sono ancora prenotati a sfruttare questa opportunità, in particolare i ragazzi che a settembre riprenderanno la scuola”.

L”appello alla vaccinazione dei giovani viene anche dal fronte dei pediatri ospedalieri che hanno recentemente condiviso un documento che è un vero e proprio appello alla vaccinazione. “A fronte dei dati relativi alle coperture vaccinali contro Covid nei ragazzi di età compresa tra i 12 e 17 anni, sicuramente non ottimali in quanto inferiori al 50% in tutta Italia, e di notizie e passaparola basati su paure irrazionali, nel nostro ruolo di pediatri che lavorano in Ospedale e sul territorio intendiamo fare un appello univoco e convinto a favore della vaccinazione degli adolescenti, rivolgendoci in primis a loro e augurandoci che i genitori comprendano l’importanza di vaccinare subito i propri figli” scrivono i professionisti nel manifesto pro vaccinazione (in allegato) firmato convintamente anche dalla direttrice della UOC di Pediatria dell”Ospedale di Imola, Laura Serra. (r.cr.) 

I dettagli su orari di sportelli e Cup telefonico  800 040606 e procedure sono sul sito web dell’Ausl di Imola: https://www.ausl.imola.bo.it/Campagna_Vaccinale

Coronavirus, l'appello dell'Ausl di Imola: “1700 dosi per chi vuole vaccinarsi la prossima settimana”

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast