Posts by tag: DOZZA

Ciucci (ri)belli 12 Ottobre 2021

A Dozza il bonus a sostegno della natalità

«A piccoli passi» è il bonus finanziato dal Comune di Dozza a sostegno della natalità. È rivolto alle famiglie residenti a Dozza da almeno un anno o a un genitore residente da almeno un anno, a condizione che il figlio o la figlia sia residente sin dalla nascita e sia nato tra il 1° gennaio 2020 e il 31 dicembre 2020.

L’importo del contributo «una tantum» per ciascuna nascita va da 200 a 350 euro, a seconda della fascia Isee. 

Le domande possono essere presentate fino al 30 novembre. Il bando e lo schema di domanda sono scaricabili dal sito del Comune di Dozza.

«Questa misura di sostegno economico – spiega il sindaco, Luca Albertazzi – non è limitata al periodo di riferimento del bando, ma verrà replicata nei prossimi anni. Le risorse destinate a questo scopo sono quindi ingenti e la ripetitività nel tempo consentirà di dare un beneficio percepibile. Questo intervento si inserisce in una serie di altre misure che abbiamo pensato per le associazioni e per le aziende del nostro territorio, in una fase delicata come quella attuale che comunque, anche in vista di una prossima uscita da questa problematica situazione, oggi più che mai richiede una vicinanza e un sostegno reale da parte dell’amministrazione locale».

A Dozza il bonus a sostegno della natalità
Cultura e Spettacoli 8 Ottobre 2021

Dalla Stazione Radioastronomica di Medicina alla Pieve di Ca' Maggiore a Coniale, arrivano le Giornate d'Autunno del Fai

Seicento luoghi solitamente inaccessibili o poco noti in trecento città d’Italia. Sono le proposte di visita della decima edizione delle Giornate d’Autunno del Fai a cui il Fondo per l”Ambiente Italiano darà vita sabato 16 e domenica 17 ottobre. Si va dai complessi religiosi ai palazzi, dai castelli alle aree archeologiche, dai piccoli musei ai parchi e giardini storici, e ancora borghi, aree naturalistiche, luoghi produttivi e molto altro. In Emilia Romagna, sono coinvolti anche i comuni di Medicina, Dozza e Castel del Rio. 

A Medicina si potrà visitare la Stazione Radioastronomica «Marcello Ceccarelli» (dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, accesso non garantito senza prenotazione). Inoltre, domenica 17 ottobre, alle ore 16 e alle 17, si terrà un concerto della Banda municipale diretta da Ermanno Bacca. Nella cittadina, nei due giorni si potrà inoltre prendere parte alla visita de «La sagrestia svelata della chiesa del Carmine», che prevede anche momenti musicali a cura della Scuola di musica Medardo Mascagni, o a quella alla mostra della pittrice del Novecento Bianca Calza allestita al Palazzo della Comunità, nel Museo Civico.

L”organizzazione delle Giornate d”Autunno nei tre luoghi medicinesi è curata dal Gruppo Fai Savena Idice Sillaro, mentre il Gruppo Fai di Imola, Dozza e Valle del Santerno cura le visite a Dozza e a Castel del Rio. Nel borgo dipinto, infatti, la Rocca si mostrerà nel suo aspetto di appartamento privato della famiglia Malvezzi-Campeggi (dalle ore 10 alle 18). A Castel del Rio, palazzo Alidosi sarà visitabile domenica 17 ottobre dalle 10 alle 18, mentre sia il 16 che il 17 (con due turni mattutini e due pomeridiani), sarà possibile ammirare la Pieve di Ca” Maggiore a Coniale.

Le visite si svolgeranno nel rispetto delle normative anti Covid-19 (accesso con Green pass anche per l”ingresso ai luoghi di carattere naturalistico, tranne che per i bambini al di sotto dei 12 anni). Per informazioni sulle modalità di partecipazione e per prenotare (i posti sono limitati) si possono consultare i siti Fondo ambiente e Fai.

Approfondimenti su «sabato sera» del 14 ottobre.

Nelle foto (tratta dal sito del Fai: la Stazione Radioastronomica di Medicina e la Pieve di Ca” Maggiore a Coniale

Dalla Stazione Radioastronomica di Medicina alla Pieve di Ca' Maggiore a Coniale, arrivano le Giornate d'Autunno del Fai
Economia 5 Ottobre 2021

Lode di eccellenza per l’olio extravergine d’oliva dell’azienda agricola Assirelli di Dozza

Punteggio massimo, cinque gocce d’oro e lode di eccellenza, per l’olio extravergine di oliva dell’azienda agricola Assirelli – Cantina da Vittorio di Dozza, nella categoria «Multivarietale blend fruttato medio». Il prestigioso riconoscimento è arrivato al concorso internazionale l’Oro del Mediterraneo e al concorso nazionale l’Oro d’Italia, organizzati a Fano dall’associazione Olea.

In gara circa 600 oli extravergini di oliva provenienti da tutta Italia, ma anche da Croazia, Spagna e Turchia, suddivisi per origine Monovarietale e Multivarietale. «I risultati ottenuti in queste rassegne – commentano Matteo e Vittorio Assirelli – rappresentano un riconoscimento importante, che attesta la crescita della qualità dell’Oro del Mediterraneo e d’Italia, anche in zone geografiche poco conosciute per la produzione dell’olio come la nostra provincia». (lo.mi.)  

Nella foto: Vittorio Assirelli con il figlio Matteo 

Lode di eccellenza per l’olio extravergine d’oliva dell’azienda agricola Assirelli di Dozza
Cultura e Spettacoli 23 Settembre 2021

Le Rocche di Caterina si fanno scoprire con visite guidate e un video promozionale

Un weekend tutto dedicato a Caterina Sforza. A proporlo, il 2 e 3 ottobre, sono If- Imola Faenza tourism company e i Comuni di Bagnara, Dozza, Imola e Riolo Terme con le rispettive rocche che si faranno scoprire in apposite visite guidate. Ogni rocca, inoltre, concentrerà il percorso e le iniziative su un personaggio storico con cui Caterina ha avuto contatti o a cui è stata legata: Leonardo per Bagnara, Machiavelli per Dozza, il figlio Giovanni dalle Bande Nere per Imola, e Cesare Borgia per Riolo.

L”iniziativa de «Le Rocche di Caterina», che è giunta alla terza edizione, vede quindi i quattro Comuni in rete per dar vita insieme ad un percorso culturale e turistico. «La lettura unitaria del territorio è molto aderente a quel che era all”epoca di Caterina – ha commentato Diego Galizzi, direttore dei Musei civici imolesi, costruendo un interessante ponte tra passato e presente -. Le rocche non erano monumenti singoli, ma facevano parte di un sistema di controllo del territorio. E, oltre al significato militare, ne avevano uno di propaganda, dovevano essere viste da fuori e rappresentare il potere».

L”evento che porta a scoprire le quattro rocche è anche l”occasione per lanciare un video promozionale proprio sui quattro castelli e sulla donna che «non rinunciò mai alla sua libertà», come viene narrato. Prodotto dalla Luna Video per la regia di Gianni Gaudenzi, è interpretato da Vanessa Vinci mentre la voce narrante è di Alfonso Cuccurullo. È già visibile sul sito di If e sui suoi social. Le visite guidate si terranno sabato 2 ottobre alle 15.30 e alle 18, domenica 3 alle 10.30 e alle 15.30. Prenotazione obbligatoria entro le 16 di venerdì 1 allo 054225413. Costo singola visita 8 euro (gratis fino a 10 anni). (s.f.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 30 settembre.

Nella foto: la presentazione oggi dell’evento promosso da If

Le Rocche di Caterina si fanno scoprire con visite guidate e un video promozionale
Cronaca 3 Settembre 2021

A Dozza via ai lavori per realizzare aree sosta camper e servizi igienici in piazza Fontana

Inizieranno la prossima settimana a Dozza i lavori per la realizzazione di aree sosta camper e l’installazione di servizi igienici in piazza Fontana. L’intervento consiste nella realizzazione di altri due stalli per la sosta dei camper a fianco dei due già esistenti e i necessari allacci all’energia elettrica, linea idrica e alla fognatura.
Inoltre, in sostituzione di uno stallo auto, sarà realizzata una piazzola per il posizionamento di servizi igienici.  E’ inoltre prevista anche la realizzazione di una rampa ad uso disabili per il superamento del dislivello che collega il marciapiede esterno e l’interno del parcheggio. Il costo complessivo delle opere ammonta a 62 mila euro interamente finanziati con risorse del bilancio comunale e attuate da Area Blu Spa  mediante affidamento «in house». 

«Quest’intervento già programmato da tempo – commenta il sindaco Luca Albertazzi – arriva finalmente a realizzazione e ha un’importanza strategica dal punto di vista dell’attrattività turistica del borgo e dei servizi per i turisti, in una posizione centrale come il parcheggio di piazza Fontana che è il principale di Dozza. Con la realizzazione di aree sosta camper attrezzate andiamo a intercettare il turismo dei camperisti, sempre più in crescita nonostante il momento attuale che stiamo vivendo. Realizzare tutti i servizi di cui hanno bisogno rappresenta un segnale di attenzione particolare per questa tipologia di visitatori che in un borgo come Dozza ci si aspetta di trovare». (da.be.)

Nella foto: veduta aerea del Borgo di Dozza

A Dozza via ai lavori per realizzare aree sosta camper e servizi igienici in piazza Fontana
Cronaca 23 Agosto 2021

A settembre si asfalta a Dozza,
marciapiedi di via Longo più sicuri

 Dal 9 al 17 settembre il comune di Dozza sarà interessato a lavori di rifacimento del manto stradale per complessivi 90 mila euro. Le strade interessate sono via Longo, via Poggiaccio (da via Macchione al civico 32), via Sabbioso (da nuovo asfalto al civico 39/a), via Vigne Nuove (dal civico 54 al civico 52/a e da civico 59 a civico 48/50), via Bagnarola (tratto strada chiusa e da via Benina a via Raffaellona) e via Capitolo (da via Bagnarola a Rio Sabbioso).

Inoltre, sarà possibile proseguire il «Piano marciapiedi sicuri» che prevede il rifacimento dei marciapiedi del centro abitato. «Quest’anno verranno ripristinati quelli di via Longo, nella frazione di Toscanella» dice l’assessora ai Lavori pubblici, Sandra Esposito. Gli interventi nei pressi delle scuole saranno programmati in modo da essere conclusi entro l’inizio dell’anno scolastico. (c.gam.)

Nella foto: veduta aerea di Dozza

A settembre si asfalta a Dozza,
marciapiedi di via Longo più sicuri
Economia 22 Aprile 2021

Turismo, in arrivo contributi per i progetti di promozione di Castel San Pietro, If Imola-Faenza e Dozza

La Città metropolitana di Bologna ha approvato il Programma turistico di promozione locale che destinerà 400 mila euro per servizi e promozione del territorio. Quasi la metà dell’importo andrà a finanziare progetti di Promozione turistica di interesse locale. Tra questi, Outdoor tours: itinerari di turismo sostenibile – cultura, sport, enogastronomia (Castel San Pietro), Greta T-ours: viaggia, mangia, conosci consapevolmente (If Imola-Faenza Tourism Company), Promozione della XXVIII Biennale del Muro dipinto di Dozza (Dozza). Altri 200 mila euro saranno destinati ai Servizi turistici di base dei Comuni, che comprendono sia interventi di qualificazione dei servizi di informazione e accoglienza al turista, sia interventi di animazione ed intrattenimento turistico. (lo.mi.)

Turismo, in arrivo contributi per i progetti di promozione di Castel San Pietro, If Imola-Faenza e Dozza
Economia 16 Aprile 2021

Malattia non pagata, la replica della cooperativa sociale Elleuno

La cooperativa sociale Elleuno, che sul territorio gestisce per l’Asp le Cra di Castel San Pietro e Dozza più il servizio di assistenza domiciliare a Castel San Pietro, replica ai sindacati contrari alla scelta, ratificata in dicembre dall’asseblea dei soci, di non pagare i primi tre giorni di malattia ai propri soci lavoratori. «Nessuna violazione del Contratto collettivo nazionale – spiega -. Il parere favorevole dell’assemblea alla proposta formulata dal Consiglio di amministrazione non viola alcuna previsione normativa (sia nazionale che regionale) o contrattuale, e la decisione presa dall’assemblea dei soci – volta a salvaguardare il futuro della cooperativa – è da ritenersi rispettosa e in linea con le specifiche previsioni di legge in materia. Nell’assemblea dello scorso 16 dicembre i soci hanno approvato il piano di crisi facoltativo, previsto da normativa speciale esclusivamente per le cooperative sociali».

La cooperativa non nasconde il momento di difficoltà che sta attraversando: «Il comparto, dove la maggioranza delle persone che vi operano hanno lavorato e lavorano con un impegno ed una professionalità ben maggiori di quanto sarebbe lecito attendersi, è già in sofferenza da anni e ridotto quasi allo stremo dalle conseguenze economiche della pandemia». E conclude: «In un momento di difficoltà che da ormai più di un anno attanaglia il paese sarebbe opportuno che tutte le parti sociali avessero come obiettivo comune la ricerca di soluzioni concrete per ciascun problema, nell’interesse delle persone assistite e dei lavoratori». Elleuno, con sede a Casale Monferrato, conta circa 2.700 soci. È presente in 11 regioni, gestisce un centinaio di strutture e servizi socio-sanitari, assistendo circa 10 mila persone. (lo.mi.) 

Nella foto (d’archivio): la casa residenza anziani Toschi a Dozza

Malattia non pagata, la replica della cooperativa sociale Elleuno
Economia 15 Aprile 2021

Elleuno decide di non pagare i primi tre giorni di malattia ai lavoratori, le istituzioni si impegnano a fare chiarezza

È approdato ieri in Città metropolitana il caso della cooperativa sociale Elleuno, la cui assemblea dei soci lo scorso dicembre ha deliberato di non pagare ai propri soci lavoratori i primi tre giorni di malattia, in caso di malattia non Covid o infortunio. Nel circondario imolese Elleuno, che ha sede a Casale Monferrato, gestisce per conto dell’Asp le case residenze anziani di Castel San Pietro e Dozza e il servizio di assistenza domiciliare di Castel San Pietro.

La decisione presa dalla cooperativa è stata contestata dai sindacati, che hanno chiesto di incontrare il Tavolo di salvaguardia della Città metropolitana. Secondo Fp-Cgil, Cisl Fp e Uil-Fpl, infatti, la delibera «è in contrasto con l’applicazione del Contratto collettivo nazionale di riferimento e con le norme per l’accreditamento previste dalla Regione Emilia Romagna».

Le istituzioni si sono impegnate ad avviare un tempestivo confronto con Elleuno e ad effettuare le verifiche con le centrali di committenza, per garantire il rispetto dei contratti in essere e dei criteri per l’accreditamento. «La salute dei lavoratori e il rispetto dei contratti di lavoro è essenziale per il nostro sistema territoriale – ha sottolineato il consigliere metropolitano delegato, Fausto Tinti -. L’esito di queste interlocuzioni e le eventuali soluzioni saranno condivise nell’ambito dello stesso Tavolo in tempi rapidi, nel giro di un paio di settimane». Matteo Montanari, delegato al sociale del Circondario, ha aggiunto: «Comprendiamo le difficoltà, anche economiche, di tante imprese sociali nell’affrontare quest’ultimo anno di pandemia. Il Circondario si sta confrontando con diverse di loro per tutelare lavoratori e utenti e certamente potenzieremo l’interlocuzione anche con Elleuno». (lo.mi.) 

Nella foto: la casa protetta di Castel San Pietro

Elleuno decide di non pagare i primi tre giorni di malattia ai lavoratori, le istituzioni si impegnano a fare chiarezza
Economia 29 Gennaio 2021

La dozzese Miriam Lazzari promossa vicedirettrice generale del gruppo bancario La Cassa di Ravenna

La dozzese Miriam Lazzari è stata promossa vicedirettrice generale del gruppo bancario La Cassa di Ravenna Spa, di cui fa parte anche Banca di Imola. Laureata in Economia e commercio all’Università di Bologna, nel 1987 è stata assunta da Banca di Imola, dove ha ricoperto ruoli di sempre maggior responsabilità, proseguendo la sua carriera alle dipendenze de La Cassa di Ravenna, dove ha conseguito il grado di dirigente e, da ultimo, di responsabile Risk management del gruppo. Lazzari affiancherà i vicedirettori generali Maurizio Rambelli e Alessandro Spadoni, in collaborazione col direttore generale Nicola Sbrizzi e il condirettore generale Giuseppe De Filippi. (lo.mi.)

Nella foto: Miriam Lazzari

La dozzese Miriam Lazzari promossa vicedirettrice generale del gruppo bancario La Cassa di Ravenna

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast