Posts by tag: eventi

Cronaca 10 Maggio 2019

“Sulle tracce del genio di Leonardo', sabato 11 maggio la prima visita guidata promossa da If Imola Faenza

Parte con un primo appuntamento gratuito (gli altri saranno a pagamento) il programma di visite guidate “Sulle tracce del genio di Leonardo”, che If Imola Faenza Tourism Company organizza con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola e il patrocinio del Comune in occasione del cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci. L”appuntamento è per domani, sabato 11 maggio, alle 15, con un itinerario che prenderà il via da Palazzo Sersanti, in piazza Matteotti, dove in mattinata si svolgerà il convegno “Da Leonardo a Google Maps“.

Successivamente la visita, sviluppata in collaborazione con i Musei Civici di Imola diretti da Claudia Pedrini e gestita (come le successive) dalle guide turistiche della Pro Loco di Faenza, socia di If, toccherà tutti i luoghi legati alla presenza di Leonardo in città nel 1502: piazza Matteotti e il portico di via Emilia, l’albergo El Capello (via Emilia 140), palazzo Sassatelli Monsignani (via Emilia 69), palazzo Machirelli poi Dal Pozzo (via Emilia 25), il canale dei Mulini, il complesso monumentale dell’Osservanza, la Rocca Sforzesca. Per i partecipanti è prevista anche la distribuzione della mappa di Leonardo attualizzata con i nomi odierni delle vie del centro e l’indicazione dei principali siti, realizzata dall’Associazione Imola Storico Artistica (Aisa) insieme a Sister. La visita durerà circa due ore e mezza, con prenotazione obbligatoria. 

Domenica 26 maggio, dalle 10 alle 12, ci sarà la prima visita guidata a Faenza, con ritrovo allo Iat (Voltone della Molinella). A giugno la visita a Faenza è in programma il primo giorno del mese, un sabato, con gli stessi orari, mentre a Imola domenica 9, dalle 10 alle 12.30, il percorso inizierà all’ingresso della Rocca Sforzesca (piazzale Giovanni dalle Bande Nere) alle 9.45. 

Per informazioni e prenotazioni: If Imola Faenza tel. 0542-25413, mail info@imolafaenza.it.  Per la visita a Faenza ci si può prenotare anche telefonando allo sportello Iat della città, al numero di telefono 0546-25231. (r.cr.)

Nella foto l”immagine scelta per il volantino dell”iniziativa di If

“Sulle tracce del genio di Leonardo', sabato 11 maggio la prima visita guidata promossa da If Imola Faenza
Cronaca 2 Maggio 2019

Osservanza, tra gli eventi previsti nel parco nel 2019 passeggiate, fumetti, street food e la festa del Pd

Si è rafforzato un po’ il calendario degli eventi 2019 nel parco dell’Osservanza. Uno degli obiettivi di Osservanza Srl, guidata dall’amministratore unico Maurizio Canè, per la valorizzazione del grande complesso e permettere di apprezzare parco e spazi anche da chi non li frequenta abitualmente. A gennaio erano appena quattro, ora si sono aggiunte le passeggiate del neonato comitato Bella Osservanza in calendario il 4 e il 18 maggio e la serata danzante del 15 giugno, poi sempre a maggio dal 10 al 12 l’«International Imola Street Food» organizzato per il secondo anno dall’associazione Bof, seguito il 20 dal teatro di Extravagantis e dal 24 al 26 maggio da quello de-dicato ai fumetti Manicomi-Con.

A giugno il concerto domenica 8 del comitato RestaurOsservanza, poi il 16 la sfilata canina a cura del Rotaract Imola, seguita dal 21 giugno fino al 7 luglio dalla Festa del Partito democratico. Infine il 27 settembre ritorna il festival dell’associazione Cuberdon. Il regolamento per richiedere gli spazi si trova sul sito www.osservanza.it/regolamenti.Osservanza Srl chiede il rimborso forfettario delle spese (energia elettrica, acqua, personale) per le attività culturali o senza scopo di lucro, mentre per quelle commerciali o politiche è prevista anche una somma «determinata a proprio insindacabile giudizio sulla base delle tariffe vigenti al momento dello svolgimento dell’attività», ovvero analoga a quella prevista dal Comune di Imola per l’utilizzo di suolo pubblico. (l.a.)

Nella foto uno scorcio di un padiglione e del parco dell”Osservanza

Osservanza, tra gli eventi previsti nel parco nel 2019 passeggiate, fumetti, street food e la festa del Pd
Cronaca 6 Aprile 2019

Al Museo di San Domenico a Imola domenica 7 aprile una giornata dedicata ai Longobardi

Al Museo di San Domenico domenica 7 aprile sarà la giornata dei Longobardi. Si comincia con l’appuntamento per bimbi e famiglie “Imola al tempo dei Longobardi”, inserito nella rassegna Giocamuseo. Grazie alle rievocazioni storiche a cura dell’associazione “Bandum Freae” di San Giovanni in Persiceto, si potrà capire come vestivano e come combattevano queste genti di origini nordiche, le loro leggi e le loro credenze, cosa mangiavano e come si curavano, come lavoravano metalli e legno, come andavano a caccia.

Durante la mattinata (ore 10.30-13, ingresso libero in via Sacchi 4) adulti e bambini potranno visitare il piccolo accampamento allestito negli spazi esterni del museo e muoversi tra le diverse postazioni dedicate alle attività artigianali e ai diversi aspetti della vita quoti-diana al tempo dei Longobardi. Nel pomeriggio (ore 15.30), partirà un percorso didattico dedicato ai bimbi, alla scoperta di tecniche e usanze longobarde: l’atelier del fabbro, con i segreti della fusione e tutti i dettagli sulle armi da guerra, le ricette per la preparazione dei cibi e la complessa arte della lavorazione dei tessuti. Al termine, due valorosi guerrieri si affronteranno in un epico duello.

L’evento pomeridiano prevede una quota di partecipazione di 4 euro a bambino (se già possiede o aderisce alla Card cultura junior, che costa 5 euro, ha diritto al biglietto ridotto a 3 euro), mentre per gli accompagnatori adulti la partecipazione è gratuita. E’ però necessario prenotarsi al numero 0542/602609 oppure all’indirizzo email musei@comu-ne.imola.bo.it. Per gli adulti, alle ore 16, l’archeologa Laura Pasciuta terrà una visita guidata, in questo caso riservata ai titolari della Card Musei metropolitani Bologna, alla scoperta dell’oro dei barbari non inserito nel normale percorso espositivo (prenotazioni online sul sito www.eventbrite.it, sezione «Card Musei metropolitani Bologna»). Sei fibule ritrovate nel territorio imolese nel corso dell’800 testimoniano la ricchezza e la civiltà delle popolazioni longobarde che abitarono a Forum Cornelii tra il VI e l’VIII secolo dopo Cristo.

La Card è in vendita online oppure allo Iat di Imola (galleria del Centro cittadino, via Emilia 135, tel. 0542/602207) al prezzo di 25 euro e vale 12 mesi dalla data di attivazione. Oltre alle visite guidate riservate, la Card dà diritto all’ingresso gratuito e illimitato alle collezioni permanenti di 31 musei dell’area metropolitana bolognese, all’ingresso ridotto in 26 musei, teatri, cinema e festival. (r.cr.)

Nella foto una fibula di argento e granati (Musei Civici di Imola)

Al Museo di San Domenico a Imola domenica 7 aprile una giornata dedicata ai Longobardi
Cronaca 6 Aprile 2019

A Sassoleone è tempo di Sagra della Cuccagna: stasera e domani pomeriggio le manche della cronoscalata al palo

E” in programma oggi, sabato 6 e domani, domenica 7 aprile a Sassoleone la “Sagra della Cuccagna”, tradizionale appuntamento primaverile organizzato dalla locale Proloco in collaborazione con la Apd Sassoleone 2015. La sagra ha origini incerte, ma secondo alcune fonti risale al 1882.

L”apertura è prevista stasera alle 19, mentre domani i festeggiamenti inizieranno alle 14. Entrambe le giornate saranno condotte da Nearco, che salirà sul palco e animerà Piazza del Leone con la sua musica ballabile. Non mancherà la celeberrima cronoscalata al palo per gli adulti, che nella serata di oggi vedrà lo svolgimento della prima manche, resa più affascinante dall”ambientazione notturna. La seconda manche della gara per le persone adulte è in programma domani, preceduta da quella riservata ai bambini. La classifica delle due manche determinerà il vincitore della Sagra della Cuccagna 2019. 

Il menù della manifestazione prevede inoltre esibizioni dell”artista di strada Fabio Saccomani, che proporrà un numero all”insegna del divertimento e uno spettacolo di bolle per grandi e piccoli, mentre domani, nell”intervallo tra le scalate dei bambini e degli adulti, darà spettacolo il duo comico composto da Marco Dondarini e Davide Dalfiume, già ospiti in passato della trasmissione televisiva Zelig. Come da copione, la giornata domenicale si concluderà con il lancio degli zuccherini dalle finestre e dai balconi che affacciano sulla piazza. A Sassoleone ci sarà, inoltre, la possibilità di mangiare allo stand gastronomico con specialità a base di piadina e birra artigianale e di fare acquisti al mercatino.

Per chi non lo sapesse, il palo della cuccagna è ricavato da un unico tronco di abete e misura oltre 15 metri, mentre per i bambini la prova termina a 7 metri. I concorrenti affrontano la cronoscalata dotati di appositi imbraghi di sicurezza e devono cercare di salire nel minor tempo possibile, adottando la tecnica preferita. I tempi migliori sono inferiori ai 12 secondi. Passando invece agli zuccherini, quest”anno saranno 4 quintali i dolcetti prodotti dalla Proloco e lanciati dalle finestre. (r.cr.)

Nelle foto i due momenti più caratteristici della Sagra: la “pioggia” di zuccherini e la scalata al palo

A Sassoleone è tempo di Sagra della Cuccagna: stasera e domani pomeriggio le manche della cronoscalata al palo
Cronaca 31 Marzo 2019

«Castello insieme per l'autismo» e le iniziative della Settimana blu per conoscere meglio i disturbi e chi ne soffre

La città sul Sillaro è diventata Città Autism Friendly, cioè una città attenta e sensibile alle persone che soffrono di disturbi dello spettro autistico e, nel programma di iniziative per la “Settimana blu dell”autismo”, prevede lunedì 1° aprile, alle 20, nella sala Sassi di via Fratelli Cervi 3, una serata aperta a tutti i cittadini per diffondere una corretta cultura e conoscenza dell’autismo. L’evento, fortemente voluto da Francesca Marchetti, presidente di “Castello insieme per l’autismo”, sarà presieduto da Federica Battaglia, analista del comportamento.

La serata sarà anche un’occasione per spiegare le caratteristiche delle persone con autismo e su come ci si deve comportare per aiutare la famiglia ed i bambini quando entrano in negozio. Spesso i genitori rinunciano ad entrare in un negozio per non correre il rischio che si scateni uno scatto d’ira e ciò crei imbarazzo al commerciante poiché non si sa cosa fare.

Le iniziative della “Settimana blu dell”autismo” proseguiranno martedì 2 quando, dalle ore 19 in poi, la torre del Cassero si illuminerà di blu e alle 20.30 al teatro comunale si terrà una serata di sensibilizzazione dal titolo “Giù la maschera! Parlano i protagonisti”; giovedì 4, alle ore 16 presso Lagosteria è in programma un laboratorio d’arte rivolto a bambini e famiglie con Leonardo Ottoni; infine, il progetto internazionale di interscambio culturale e sociale Erasmus Diverse Italia-Malta, che si svolgerà da mercoledì 17 a martedì 23 aprile, promosso e coordinato dall’Associazione Edu In-Forma(zione) Bologna-Bfc Senza barriere – lo sport per tutti calciando la disabilità, con la partecipazione dell’associazione Frame Football Malta. (r.cr.)

Nella foto la torre del Cassero illuminata di blu: succederà martedì 2 aprile dalle ore 19

«Castello insieme per l'autismo» e le iniziative della Settimana blu per conoscere meglio i disturbi e chi ne soffre
Cronaca 21 Marzo 2019

Prosegue fino al 31 marzo il festival “Le case della scienza' per scoprire i segreti degli “Spazi'

Si avvia alla conclusione “Le case della scienza”, il festival dedicato alla divulgazione scientifica e tecnologica, che quest’anno aveva per tema gli Spazi. La manifestazione, che terminerà il 31 marzo, offre ancora molti appuntamenti. Venerdì 22 marzo al museo di San Domenico (ore 20.45) presso l’auditorium Aldo Villa, si terrà la conferenza dal titolo Space Airlines, su come domani viaggeremo nello spazio e sul futuro delle esplorazioni spaziali, a cura dell’Associazione astrofili imolesi, con Federico Di Giacomo.

La radioastronomia, nata per scoprire che aspetto hanno i corpi celesti, sarà al centro della conferenza di sabato 23 marzo al centro visite Marcello Ceccarelli – Radiotelescopio di Medicina. Onde radio dallo spazio è il titolo dell’incontro con Stefania Varano, responsabile didattica e divulgazione di Inaf-Ira. Sempre sabato 23 marzo, incontro con Gabriele Cremonese, dell’Inaf – Osservatorio astronomico di Padova, che terrà la conferenza Tre occhi italiani su Mercurio sulla missione BepiColombo, lanciata alla volta di Mercurio, al museo di San Domenico, alle ore 18.

La rassegna ha il suo culmine domenica 24 marzo: si comincia alle 10 presso lo Zoo Acquario, con Documentiamoci, documentari a cura di Ecosistema. Giochi e quiz per tutti al museo di San Domenico con gli esperti ScienzaE che metteranno alla prova il pubblico in due momenti, alle ore 10 e alle 15. Nel pomeriggio, all’auditorium Aldo Villa del museo di San Domenico, è in programma una conferenza sull’architettura dal titolo “La ricerca della forma perfetta”, con Giorgio Bolondi dell’Università libera di Bolzano.

L’ultimo appuntamento della manifestazione è l’escursione guidata a cura del polo didattico Bosco della Frattona (Ceas Scuola parchi Romagna) e Ronda speleologica imolese (Cai Imola). L’esperienza ha per titolo “Viaggio al centro della terra: la grotta della Tanaccia”, una facile escursione speleologica per ragazzi e adulti. Il ritrovo è domenica 31 marzo alle ore 8.30 (rientro previsto intorno alle 13.30) presso il parcheggio Sante Zennaro in via Pirandello 12.

Ai Musei civici il fine settimana che va da venerdì 22 a domenica 24 sarà particolarmente intenso. Sabato e domenica i Musei ospitano due mostre e installazioni. “Gravity. Immaginare l’universo dopo Einstein” presenta installazioni video prodotte da Asi, Infn e Maxxi-Museo nazionale delle arti del XXI secolo. L’esposizione “Space Zoom” consente di esplorare l’universo dai minuscoli quark fino ai possibili multi-universi, con un percorso che abbraccia tutta la realtà che circonda visibile e invisibile. Sempre al museo di San Domenico ci sarà lo spettacolo del planetario “Spazio, ultima frontiera – Il Planetario.It” dedicato all’esplorazione spaziale, che ha portato sonde ai confini del Sistema solare e, proprio cinquanta anni fa, ha permesso all’uomo di calpestare la superficie della Luna. Protetti all’interno della cupola del planetario gonfiabile, si ripercorrono le tappe fondamentali delle esplorazioni spaziali e le prospettive future. Gli spettacoli sono in programma venerdì 22 marzo (ore 20); sabato 23 marzo (ore 15.30, 16.30, 17.30 e 18.30) e domenica 24 marzo (ore 10, 11, 15.30, 16.30, 17.30. 18.30). (r.cr.)

Prosegue fino al 31 marzo il festival “Le case della scienza' per scoprire i segreti degli “Spazi'
Cronaca 20 Marzo 2019

Le iniziative nel territorio imolese in occasione del 21 marzo, Giornata della memoria e dell'impegno contro le mafie

Domani giovedì 21 marzo, in occasione della “Giornata della memoria e dell”impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”, sono in programma diverse iniziative anche nel territorio imolese. A Imola l”associazione Libera propone alle 16, a palazzo Monsignani (via Emilia 69), l”apertura della Biblioteca della Legalità, con lettura dell’elenco dei nomi delle vittime innocenti delle mafie «per farli vivere ancora, per non farli morire mai, per farli esistere nella loro dignità».

Spostandoci a Medicina, la ricorrenza sarà celebrata nel cortile della Legalità (il cortile interno della biblioteca) dalle 17 alle 19, dove si terrà una serie di letture contro le mafie. La collaborazione fra la biblioteca comunale e i giovani provenienti dall’associazione “La Strada” e dal Centro di aggregazione giovanile di Medicina vuole essere un segno visibile e tangibile della lotta contro i soprusi e le minacce della mafia. La lettura di un libro diventa uno strumento potente per coinvolgere i ragazzi in questo impegno, poiché la mafia è un fenomeno da contrastare con impegno e consapevolezza. Un piccolo buffet concluderà la serata. In occasione della Giornata, inoltre, in biblioteca sarà allestito uno scaffale dedicato ai libri che parlano di mafia, per ragazzi e per adulti.

Infine, nel teatro parrocchiale di Bubano (via Chiesa 14) gli assessorati al Welfare ed alla Cultura del Comune di Mordano, in collaborazione con il Presidio di Libera del circondario imolese, organizzano una serata con la presenza di tante eccellenze artistiche: Carlo Lucarelli, Umberto Fiorelli, Eleonora Gasparri, MusicLab di Mordano, Fulvio Carpanelli & Giancarlo Bianchetti. In più Marco Coralli, Roberta Faben, Andrea Lullo e Valentina Sgubbi saranno la voce di tante storie riguardanti la mafia. I testi sono a cura di Carlo Dall’Aglio. (r.cr.)

Nella foto la locandina dell”evento di Bubano

Le iniziative nel territorio imolese in occasione del 21 marzo, Giornata della memoria e dell'impegno contro le mafie
Cronaca 14 Marzo 2019

Con il festival “Le case della scienza' tante occasioni e appuntamenti per conoscere gli “Spazi'

Si rinnova l’appuntamento con “Le case della scienza”, il festival dedicato alla divulgazione scientifica e tecnologica. La rassegna è realizzata dal Comune di Imola in collaborazione con l’associazione ScienzaE. Quest’anno il festival è dedicato agli “Spazi”. Gli spazi naturali che ci circondano hanno un’estensione che va dall’infinitamente piccolo delle particelle subatomiche all’infinitamente grande degli spazi intergalattici.

La manifestazione, iniziata il 12 marzo, offre ancora molti appuntamenti. Giovedì 14 marzo alle ore 20.45, all’auditorium Aldo Villa – Museo di San Domenico “La Relatività generale di Einstein”: l’impresa intellettuale di Einstein ha un protagonista nascosto, il grande matematico lughese, Ricci Curbastro. Ne parla il fisico Ibanez Riccò. “Lo spazio oltre l’immagine: gli specchi nella pittura dal ’400 a oggi” è il titolo dell’incontro di venerdì 15 marzo alle ore 17.30 a palazzo Vespignani, un viaggio alla ricerca degli specchi nell’arte a cura di Maria Grazia Bellardi dell’Università di Bologna. Alle ore 18, presso la sede di Sis.Ter, “Detriti Spaziali e Nano Satelliti”, è il titolo dell’incontro curato da Spacemind, divisione di sviluppo sistemi spaziali Npc.

Sabato 16 marzo due incontri in biblioteca: alle ore 9 “Il pianeta in trasformazione”, sulla modifica degli equilibri della società in conseguenza dei cambiamenti climatici; alle ore 16 “Spazi della memoria. Tra luoghi reali e luoghi immaginari”, in cui gli studenti raccontano l’esperienza “Progettare con il generale Anders”, un progetto a cura di Eredità e Memoria, in collaborazione con istituto Paolini Cassiano, Polo universitario di Imola e Ideas in Action.

Domenica 17 marzo, alle 15.30, alla scuola Pelloni Tabanelli, “Drone che passione!”, un laboratorio sui droni e il loro utilizzo; alle ore 18, concerto presso l’auditorium della scuola di musica Vassura Baroncini. “Da Flatlandia a Lucio Fontana spazi sonori a quattro dimensioni” è il titolo dell’evento, a cura del collettivo Improplayers.

Lunedì 18 marzo alle ore 16.30 il centro culturale Primola organizza un incontro sui cambiamenti climatici e, dalle 18 alle 20, all’Opera Studio si terrà un laboratorio teatrale dal titolo” Guarda il cielo (…e sogna di volare)”, in occasione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. Il laboratorio prosegue anche martedì 19 e mercoledì 20 e si conclude con un saggio sabato 23 alle ore 18.30.

Che cosa sono le onde gravitazionali, perché è importante osservarle e perché è difficile misurarle è l’argomento dell’incontro di martedì 19 marzo all’auditorium Aldo Villa, dal titolo “Una nuova era per l’astronomia”: sarà presente Filippo Martelli dell’Università di Urbino che ha scoperto le onde gravitazionali insieme ai colleghi americani del team Ligo, premio Nobel per la Fisica 2017.

Mercoledì 20 marzo, in biblioteca, alle ore 21, si parlerà di scienza e letteratura con Oriano Spazzoli; la serata, intitolata” Dal cielo allo spazio: l’universo immaginato”, a cura di Casa Piani in collaborazione con l’Associazione astrofili di Ravenna, prevede letture di brani di Italo Calvino. Alla sede del Cai di Imola i preziosi animali notturni saranno i protagonisti di un incontro dal titolo “Volare con le mani – alla scoperta del mondo dei pipistrelli”. Inizio ore 21.

Con il festival “Le case della scienza' tante occasioni e appuntamenti per conoscere gli “Spazi'
Cronaca 12 Marzo 2019

La prima volta di Castel San Pietro Terme alle Giornate di Primavera del Fai con spettacoli e visite guidate

Castel San Pietro per la prima volta parteciperà alle Giornate di Primavera del Fai, il Fondo ambiente italiano, con visite guidate e momenti di spettacolo in programma per sabato 23 e domenica 24 marzo. E’ la novità del calendario degli eventi turistici e delle manifestazioni che animeranno il 2019 sul Sillaro, tra capoluogo e frazioni. «Questo calendario nasce dal lavoro congiunto di più assessorati, uffici comunali e della Pro Loco, che ringrazio per l’impegno che dedicano ogni anno a una programmazione sempre più di qualità e diffusa nel territorio – afferma il sindaco Fausto Tinti –. Un calendario che non può e non vuole essere definitivo ed esaustivo, poiché non comprende le innumerevoli iniziative organizzate dalle associazioni e da tante altre realtà a carattere culturale, sportivo e sociale, di volta in volta patrocinate dal Comune».

Scorrendo le iniziative, quella principale della primavera sarà come sempre Very Slow Italy, la Fiera delle Cittaslow, dall’enogastronomia al vivere sostenibile, giunta alla quattordicesima edizione: sabato 13 e domenica 14 aprile nel centro storico arriveranno gli stand con le eccellenze enogastronomiche e artigianali delle Citta-slow e dei Consorzi dei prodotti tipici, e il Borgo dei Sapori con tante altre specialità alimentari italiane. Tornerà anche Very Wine, l’evento che vede protagoniste le cantine vinicole castellane, che aprirà i battenti dal venerdì sera, offrendo una serata in più rispetto alle precedenti edizioni. Al centro della festa anche la sostenibilità ambientale con iniziative dedicate alla mobilità alternativa, al riuso, al risparmio energetico (Bimbimbici si svolgerà sabato 13 aprile).

Altra importante occasione è il Giugno Castellano. Il cuore dell’evento saranno le tradizionali bancarelle del Naturalmiele nel centro storico (7, 8 e 14, 15 giugno), a cui si aggiungerà la terza edizione dello Street Food Festival nel borgo, con i food-truck e l’arte di strada. Sabato 15 tornerà la Notte Celeste delle Terme. A Osteria Grande, invece, la Festa della Birra dal 20 giugno all’1 luglio. Durante l’estate anche gli appuntamenti nelle frazioni del progetto itinerante Cinema in tour e gli spettacoli al Giardino degli Angeli. Appuntamento clou dell’anno, come sempre, il Settembre Castellano, e corollario il 30, 31 agosto e 1 settembre con Varignana di Notte, e la Corsa delle Carriole (sabato 31). Ma l’apice sarà domenica 8 con la tradizionale Sagra della Braciola e la Carrera, la gara fra macchinine a spinta, la mattina sul rettilineo di viale Terme e nel pomeriggio sul circuito cittadino castellano. Il Settembre si concluderà con la Fiera del Miele, dell’Agricoltura e dell’Enogastronomia, sabato 14 e domenica 15 e con la seconda edizione di Lago in Festa sabato 21 e domenica 22 a Osteria Grande. (r.cr.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 7 marzo

Nella foto la folla in piazza per il Settembre Castellano 2018

La prima volta di Castel San Pietro Terme alle Giornate di Primavera del Fai con spettacoli e visite guidate
Cronaca 7 Marzo 2019

La presidente della Pro loco castellana: «L'associazione essenziale nell'organizzazione di eventi pubblici»

Le pro loco (dal latino, letteralmente «a favore del luogo») sono associazioni locali nate allo scopo di promuovere il territorio di riferimento. Castel San Pietro ha la sua. E la stretta collaborazione instaurata con le Amministrazioni comunali che si sono succedute nel tempo ne ha fatto un attore centrale nell’organizzazione degli eventi pubblici cittadini. Lo scorso 16 gennaio l’associazione di via Ugo Bassi ha confermato Raimonda Raggi nella carica di presidente per il mandato 2019-2021.

«Quando nel 1995 fondammo Pro loco – racconta – si avvertiva il bisogno di favorire l’aggregazione. E questo valore è ancora oggi nel Dna dell’associazione. Grazie a Marisa Brini e a Marisa Marocchi, che per anni l’hanno guidata, ho avuto modo di conoscere realtà e risvolti della mia città di cui non avevo coscienza. E’ una gioia appartenere a questa realtà e da presidente provo grande soddisfazione ad aver contribuito a fare di Pro loco un punto di riferimento nella vita cittadina».

La Pro loco di Castel San Pietro si è messa in rete con Pro loco di Comuni limitrofi: a quale scopo?
«L’obiettivo è di operare in maniera sinergica e coordinata per la promozione territoriale e culturale. Ad oggi siamo nove Comuni, da Ozzano arrivando fino a Imola. Ogni realtà ha caratteristiche, patrimoni monumentali e proposte turistiche uniche, ma quasi tutte limitate dalle singole dimensioni territoriali ridotte. Ebbene, unendo le forze abbiamo la possibilità di fare conoscere un pezzo d’Italia che ha una storia antica: basti pensare agli insediamenti villanoviani, alla città di Claterna o alla rocca di Dozza… Così, insieme, abbiamo creato percorsi dedicati, coerenti con l’idea di turismo sostenibile e improntato a quella filosofia che caratterizza una “Città slow” come Castel San Pietro ed il territorio contiguo. L’obiettivo è riuscire ad attrarre il turismo su tutto il territorio, coordinando sia le attività che la ricezione alberghiera».

Per quanto riguarda la dimensione più strettamente castellana, la Carrera è un evento alla cui organizzazione contribuite in maniera fondamentale. Il neoeletto presidente del Club Carrera, Andrea Tozzi, in un’intervista rilasciata a sabato sera ha posto però la necessità di dare più visibilità all’evento.
«Quando si parla di Carrera bisogna essere consapevoli di avere tra le mani un unicum. Ma per avere più visibilità bisogna riuscire ad intercettare un’idea che possa fare uscire l’evento dai ristretti confini comunali. E sarei più che disposta a creare un tavolo di lavoro con chi volesse concretizzare questa idea».

La centralità di Pro loco nell’organizzazione degli eventi pubblici ha generato talvolta polemiche, gelosie e accuse di centralismo: cosa risponde?
«E’ vero, ricopriamo un ruolo centrale. Ma dietro ad ogni evento, con le normative vigenti, in particolare la circolare Gabrielli in materia di sicurezza durante le manifestazioni pubbliche, la mole di burocrazia da affrontare è grande, tanto che in molte realtà simili alla nostra si è smesso di organizzare eventi di grande portata. Si è quindi reso necessario accentrare le competenze. La co-progettazione ci ha permesso di lavorare con le altre associazioni castellane, aiutando a dare forma alle idee che di volta in volta venivano proposte, spiegando loro le difficoltà che ogni manifestazione porta con sé e mettendo a disposizione una struttura burocratica consolidata, la conoscenza delle normative e gli anni di esperienza accumulata da Pro loco nel settore turistico e organizzativo. Un autentico patrimonio, disponibile per tutta la comunità».

Quindi, qual è il ruolo che Pro loco intende ricoprire?
«Vorrei che Pro loco venisse vista come al servizio della vita pubblica, come un punto di riferimento a cui affidarsi nell’organizzare gli eventi, sia per il Comune che per i cittadini. Vogliamo affiancare le associazioni del territorio, e non sovrapporci. Conoscendo le normative ci permettiamo di dire la nostra riguardo alle misure da prendere, ma non ci permetteremmo mai di tarpa-re le ali alle idee. Abbiamo le competenze e l’esperienza per fare da garanti, anche a livello formale, a chiunque voglia organizzare qualcosa. E questo – conclude la presidente di Pro loco, Raimonda Raggi – significa un’assunzione di responsabilità davanti alla legge che non può essere presa alla leggera» (ri.ra.)

L”articolo completo è su «sabato sera» del 28 febbraio

Nella foto Raimonda Raggi, confermata presidente della Pro loco di Castel San Pietro Terme

La presidente della Pro loco castellana: «L'associazione essenziale nell'organizzazione di eventi pubblici»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast