Posts by tag: Mordano

Cultura e Spettacoli 15 Luglio 2022

Parte da Mordano questa sera «Gocce di musica», il contest rock di Avis e «sabato sera»

È finalmente tempo di «Gocce di Musica per la solidarietà» edizione 2022, il contest di musica organizzato da Avis Imola e sabato sera. Si parte dal Centro giovani Flood di Mordano, questa sera, con i primi tre artisti del circondario imolese.

Saliranno sul palco i Bloodraulics (con Martina Pelosi alla voce, Marco «Zuppa» Zuppiroli al basso e Diego Chillo al groovebox), artisti medicinesi e di Castel San Pietro che stupiranno con la loro musica elettronica dalle sonorità electroclash e aggrotech. Seguirà il solista Michele Damian Carlone in arte Carlos, cantautore imolese che con la sua chitarra acustica ci farà ascoltare brani ispirati alla musica indie e al pop. Infine ci saranno i No Compromise (con Fabio Dardi alla voce e alla chitarra, Maksym Marchenko alla seconda chitarra e al basso e Michele Martelli alla terza chitarra), musicisti che tra Bologna, Medicina e Imola hanno dato vita ad una band dal sapore rock in versione acustica.

Dopo quella di Mordano, le successive due semifinali si terranno in piazza Libertà a Toscanella il 23 luglio a Toscanella e al centro giovanile Ca” Vaina di Imola il 29 luglio. (r.cr.)

Nella foto: dall’alto in senso orario i No Compromise, Carlos e i Bloodraulics 

Parte da Mordano questa sera «Gocce di musica», il contest rock di Avis e «sabato sera»
Cronaca 1 Luglio 2022

Florim inserisce la sostenibilità nel proprio statuto. A Mordano un nuovo impianto fotovoltaico

La Florim, azienda di ceramiche con uno stabilimento anche a Mordano, aderisce a “Co2alizione”, impegnandosi a evolvere progressivamente il proprio modello di business e il modello operativo verso un’economia a zero emissioni di gas climalteranti. Una sfida verso la neutralità climatica inserita addirittura nello statuto.

«Per Florim, il progetto per arrivare ad un equilibrio tra le emissioni e l’assorbimento di Co2 si intreccia con la strada delle energie rinnovabili e dell’efficienza – spiega l’impresa –. L’azienda, in condizioni ottimali, è già in grado di autoprodurre la totalità dell’energia elettrica necessaria al funzionamento dei siti produttivi delle sedi italiane e, in caso di necessità, acquista dalla rete solo energia prodotta da fonti rinnovabili con certificati di origine».
Oltre alle soluzioni messe in campo nella sede principale di Fiorano, «si aggiungerà a breve un nuovo impianto fotovoltaico nella sede di Mordano, con una potenza di circa 4,5 MWp – anticipa –, attualmente in fase di installazione».
Inoltre, «Florim continua l’integrazione della propria flotta con nuove auto con motore ibrido plug-in e sta installando nuove colonnine di ricarica per le auto elettriche – aggiunge –. E sta introducendo un adeguamento degli impasti dei prodotti con l’obiettivo di ridurre l’utilizzo di materie prime, acqua ed energia ed è in corso un’analisi di fonti alternative per i mezzi di trasporto per la movimentazione delle merci».

«Questa modifica dello statuto è un ulteriore tassello di una strategia basata su azioni concrete volte a ridurre gli effetti della produzione – commenta Claudio Lucchese, presidente di Florim –. La volontà è quella di raggiungere le zero emissioni nette nel minor tempo possibile e un team dedicato è già al lavoro su questo specifico obiettivo. Difficile dare un orizzonte temporale preciso perché è una sfida che necessita di un grande lavoro di squadra che supera i confini aziendali e include i diversi attori della catena di fornitura nonché la disponibilità di tecnologie innovative». (lu.ba.)

Immagine di archivio

Mordano

Florim inserisce la sostenibilità nel proprio statuto. A Mordano un nuovo impianto fotovoltaico
Cronaca 19 Giugno 2022

Wienerberger Italia ferma gli stabilimenti per un giorno per sensibilizzare i dipendenti sul tema della sicurezza

Tornano i «Safety Days» di Wienerberger Italia. Gli stabilimenti, compreso quello di Bubano, fermeranno ogni attività produttiva, di vendita ed amministrativa per un giorno intero, per permettere a tutto il personale di concentrarsi esclusivamente sulle tematiche che verranno affrontate, in materia di salute e sicurezza sul lavoro e di gestione delle emergenze.

«Tutti noi passiamo la maggior parte del tempo della nostra vita all’interno degli ambienti di lavoro e, perciò, non possono essere considerati come qualcosa di lontano dalla nostra quotidianità – osserva Pietro Vandini, Qhse country manager di Wienerberger Italia –. In quest’ottica diventa fondamentale aver ben chiaro l’obiettivo di rendere gli ambienti sempre più sicuri, ma non solo, ogni lavoratore deve sentire che quotidianamente si reca in un luogo sicuro in cui vive bene la sua giornata lavorativa. Ciò vuol dire curare il benessere aziendale a 360 gradi, in modo da avvicinare sempre di più la vita lavorativa a quella extralavorativa non concentrandosi solo ed esclusivamente su leggi e norme ma anche sugli aspetti comportamentali e psicologici». (lu.ba.)

Fotografia Wienerberger Italia

Wienerberger Italia ferma gli stabilimenti per un giorno per sensibilizzare i dipendenti sul tema della sicurezza
Cronaca 7 Giugno 2022

«Tutti a raccolta», il racconto dell’iniziativa a Mordano, Casale, Borgo e Fontanelice

Tra i comuni del Circondario che, sabato 4 giugno, hanno preso parte all’iniziativa «Tutti a raccolta» organizzata dal Ceas imolese anche il Comune di Mordano. «Per fortuna i piccoli rifiuti abbandonati non erano molti (circa 12 kg) – fa sapere l’assessore all’Ambiente Federico Squassabia -. Tra le noti dolenti le piazze Dante Cassani e Borgo General Vitali. In generale però le panchine e i tavoli dei parchi, nonostante i cestini, sono oggetto di un indecente abbandono di mozziconi di sigaretta.

Anche il Comune di Casalfiumanese ha aderito alla campagna in collaborazione con i comuni di Borgo Tossignano e Fontanelice. Il primo gruppo è partito alle 8,30 da Casalfiumanese ed ha raccolto rifiuti percorrendo la ciclovia del Santerno , parallelamente il secondo gruppo è partito da Fontanelice seguendo la ciclovia del Santerno ed infine il terzo è partito da Borgo Tossignano, pulendo il parco lungofiume. Tutti i partecipanti poi sono confluiti alla Casa del Fiume, dove ad attenderli c’era la dott.ssa Nanni del Ceas ed il professor Buganè di Geolab, che ha omaggiato tutti i partecipanti con una piantina di pomodoro. (r.cr.)

Nella foto: le iniziative a Mordano e in Vallata

«Tutti a raccolta», il racconto dell’iniziativa a Mordano, Casale, Borgo e Fontanelice
Economia 9 Maggio 2022

Florim, quasi 200 persone all’open day della fabbrica 4.0 di Mordano

Quasi 200 persone hanno partecipato sabato scorso al secondo open day organizzato dsal gruppo ceramico Florim alla fabbrica 4.0 di Mordano. «Siamo felici di constatare che per la seconda volta nell’arco di pochi mesi così tanti cittadini abbiano accolto l’invito a visitare il nostro plant, fiore all’occhiello dell’azienda e punto di riferimento per l’industria mondiale della ceramica – commenta il presidente di Florim, Claudio Lucchese -. Dopo gli oltre 100 milioni di euro investiti per la ristrutturazione e l’installazione di nuovi impianti per la produzione di grandi lastre, ora siamo pronti per una terza fase di investimenti che prevede l’installazione di un impianto fotovoltaico da 4,5 MWp montato sulla copertura della nuova fabbrica. È inoltre attivo il cantiere per la realizzazione di un immobile che schermerà ulteriormente le vibrazioni a tutela della comunità. Ci auguriamo che arrivi presto il via libera della Regione Emilia Romagna per completare gli investimenti in programma in questo territorio». (lo.mi.)

Nella foto: visita guidata al reparto produttivo delle grandi lastre ceramiche assieme al presidente di Florim, Claudio Lucchese

Florim, quasi 200 persone all’open day della fabbrica 4.0 di Mordano
Cronaca 14 Febbraio 2022

Lavori in via Lughese a Mordano, previsti spartitraffico e rifacimento dell’incrocio con via Bulzamini

Proseguono a Mordano i lavori stradali in via Lughese iniziati nelle scorse settimane il cui termine è previsto per il prossimo 3 maggio. L’intervento, effettuato dalla ditta Italposa di Forlì, ha un quadro economico di 100 mila euro (66 mila circa solo per i lavori) e riguarda la carreggiata che attraversa il centro di Mordano, tra gli incroci con via della Repubblica e via Alvisi, compreso il rifacimento dello svincolo di via Bulzamini.

Nello specifico, tra via della Repubblica e via Alvisi, verrà realizzato uno spartitraffico a raso al fine di delimitare ulteriormente le due carreggiate. Verrà realizzato con cordoli prefabbricati e riempimento in cubetti, al fine di darne maggiore visibilità. I passaggi pedonali verranno ulteriormente segnalati con apparecchi luminosi specifici, atti a rendere maggiormente visibili gli attraversamenti nelle ore notturne.

L’incrocio tra la via Lughese e la via Bulzamini, invece, attualmente corrispondente ad un semplice innesto a T con alcune fioriere, vedrà realizzato uno svincolo specifico, con cordoli e aiuole sopraelevate rispetto al manto stradale, con cartellonistica ed illuminazione specifica. (r.cr.)

Foto concessa dal Comune di Mordano

Lavori in via Lughese a Mordano, previsti spartitraffico e rifacimento dell’incrocio con via Bulzamini
Ciucci (ri)belli 8 Febbraio 2022

Concorso Acqua & Territorio, gli studenti si sfidano a colpi di… video

Si intitola Acqua & Territorio il concorso indetto da Anbi Emilia Romagna (Associazione nazionale consorzi di gestione e tutela del territorio e acque irrigue) e dal Consorzio di bonifica della Romagna occidentale. L’iniziativa è rivolta a tutte le scuole elementari e medie presenti sul territorio gestito dal Consorzio (nel circondario imolese comprende Imola, i Comuni della vallata del Santerno e Mordano). Gli alunni, in collaborazione con gli insegnanti, dovranno realizzare un video per promuovere le eccellenze che rendono il territorio di bonifica attrattivo per i turisti ambientali, italiani e stranieri. Obiettivo è mettere in evidenza la ricchezza e le suggestioni del paesaggio generato dalla presenza delle opere di bonifica (casse d’espansione, canali, invasi, riserve idriche e aree naturalistiche…). Il concorso si divide in 2 sezioni: Cortometraggi e Storie/Spot.

La presentazione del progetto dovrà essere inviata entro il 22 marzo 2022 al Consorzio di bonifica della Romagna Occidentale, piazza Savonarola 5, Lugo, con nome e cognome del referente scolastico, numero di telefono, e-mail. In palio 400 euro per i migliori progetti delle scuole elementari e altrettanti per le scuole medie (200 euro per ogni rispettiva sezione); 200 euro per i migliori progetti dei singoli alunni (100 euro per ogni sezione). I vincitori prenderanno anche parte a un evento formativo e ricreativo che si terrà durante la cerimonia di premiazione, prevista nel mese di maggio 2022. Inoltre, i vincitori della sezione Cortometraggi parteciperanno all’Amarcort film festival, che si svolgerà nel mese di novembre 2022 a Rimini.

Per informazioni: tel. 0545 909506, email consorzio@romagnaoccidentale.it. (lo.mi.)

Nella foto: un tratto della ciclabile lungo il Canale dei molini

Concorso Acqua & Territorio, gli studenti si sfidano a colpi di… video
Cronaca 5 Febbraio 2022

Servizio tesoreria, Banco Bpm si aggiudica la gestione dei Comuni di Imola, Mordano, Castel Guelfo, Castel San Pietro e del Nuovo Circondario

Sarà Banco Bpm a gestire il servizio di tesoreria (pagamento delle spese, riscossione delle entrate, e custodia di titoli e valori) per i Comuni di Imola, Mordano, Castel San Pietro e Castel Guelfo e per il Nuovo circondario imolese per i prossimi tre anni.

«L’affidamento della tesoreria garantisce un supporto tecnico economico rilevante – commenta Marco Panieri, primo cittadino di Imola e presidente del Circondario –, che serve a rendere efficaci e celeri le operazioni dei nostri enti, fattore tanto più importante in una fase così delicata come l’attuale. Un modo per sostenere lo sviluppo e la crescita in sinergia con le amministrazioni». «È per noi una grande soddisfazione e motivo di orgoglio l’esserci aggiudicati il servizio di tesoreria di questi importanti Comuni – aggiunge Stefano Bolis, responsabile della direzione territoriale Emilia adriatica di Banco Bpm –, che in tale particolare momento storico sono chiamati ancora di più ad operare a supporto dei cittadini e delle imprese». (lu.ba.)

Nella foto: la sede del Nuovo Circondario imolese

Servizio tesoreria, Banco Bpm si aggiudica la gestione dei Comuni di Imola, Mordano, Castel Guelfo, Castel San Pietro e del Nuovo Circondario
Economia 22 Novembre 2021

Bryo, l’impianto fotovoltaico sul bacino di Bubano diventerà il più grande d’Europa

L’mpianto fotovoltaico galleggiante installato da Bryo e Protesa nel 2011 su uno dei bacini di Bubano si appresta a diventare il più grande d’Europa. «L’attuale impianto – spiega Davide Gavanelli, amministratore delegato di Bryo, società partecipata in pari misura da ConAmi, Cti, Cefla e Sacmi – è costituito da cinque isole galleggianti della potenza di circa 100 kWp ciascuna, per un totale di 496,8 kWp, su una superficie complessiva di 5.550 metri quadri. Il nuovo impianto, invece, avrà una potenza di 4,6 MW, quindi dieci volte maggiore dell’esistente, ma non occuperà una superficie dieci volte più grande». In prospettiva consentirà di alimentare anche aziende e scuole della zona. (lo.mi.) 

Approfondimenti su «sabato sera» del 18 novembre 

Nella foto: l’attuale impianto fotovoltaico galleggiante su uno dei bacini di Bubano

Bryo, l’impianto fotovoltaico sul bacino di Bubano diventerà il più grande d’Europa
Cronaca 3 Novembre 2021

Transizione ecologica, dalla Regione fondi anche ai Comuni del circondario per l’acquisto di veicoli elettrici o ibridi

Auto di servizio, scuolabus e mezzi operativi come trattori, macchine da lavoro o carrelli semoventi: tutti elettrici o ibridi. È l’esito del bando lanciato nei mesi scorsi dalla Giunta Regionale, su impulso dell’Assemblea, rivolto ai Comuni della pianura e del bolognese coinvolti nel Piano straordinario per migliorare la qualità dell’aria. Nel complesso sono state finanziate 143 domande.

In  provincia  di  Bologna  sono  27  gli  enti  locali  che  riceveranno  in  tutto  quasi  727  mila  euro  per  acquistare 33 nuovi mezzi ecologici. Nel nostro circondario Imola e Dozza hanno ottenuto 20 mila euro ciascuno per l’acquisto di un’auto elettrica. Insieme all’auto, a Mordano (a cui verranno stanziati 43.748,37 euro) sarà acquistato anche un mezzo operativo elettrico o ibrido benzina/elettrico full hybrid o hybrid plug in (ad esempio un trattore, una gru o un escavatore). Il solo mezzo operativo verrà infine sostituito anche a Medicina (contributo di 24.888 euro) e Ozzano  Emilia (30 mila euro). (lo.mi.)

Transizione ecologica, dalla Regione fondi anche ai Comuni del circondario per l’acquisto di veicoli elettrici o ibridi

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA