Posts by tag: Scuola

Cronaca 22 Luglio 2021

L’Università di Bologna, di cui fa parte anche la sede di Imola, è la migliore d’Italia

L’Università di Bologna, che può contare anche una sede a Imola all’interno di palazzo Vespignani, è la migliore in Italia. A stabilirlo la classifica Censis sui grandi atenei con più di 40 mila studenti.

L’Università di Bologna, con 91,8 punti, ha preceduto l’ateneo di Padova e La Sapienza di Roma. «Un risultato che ci rende orgogliosi, per un”Emilia-Romagna sempre più terra dei saperi e della conoscenza. Ottimo lavoro» ha commentato il presidente della Regione Stefano Bonaccini.

Sull’ateneo bolognese, ma soprattutto sulla sede imolese era intervenuto anche il sindaco Marco Panieri, nell’intervista su «sabato sera» del 15 luglio scorso. «Ho già fatto i complimenti al nuovo rettore Giovanni Molari, ma voglio ringraziare anche il suo predecessore Francesco Ubertini e Patrizia Tassinari, che coordina il polo distaccato di Imola, in forte sinergia con il territorio e con gli stakeholder, come la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, il ConAmi, l’Ausl. Ora siamo in attesa della posa della prima pietra per lo studentato universitario all’Osservanza e l’obiettivo generale è raddoppiare gli studenti dei corsi imolesi arrivando a circa duemila presenze, facendo leva su tre aspetti: trasporti e collegamenti, formazione universitaria e tecnica, costo della vita e servizi». (da.be.)

Nella foto: la sede imolese dell’Università di Bologna

L’Università di Bologna, di cui fa parte anche la sede di Imola, è la migliore d’Italia
Ciucci (ri)belli 19 Luglio 2021

Cucina di fango, orti e casette per gli uccellini, il Covid non ferma i genitori castellani

Anche nel 2020-21, nonostante il perdurare della pandemia, i nidi d’infanzia Girotondo di Castel San Pietro e Arcobaleno di Osteria Grande sono riusciti a portare avanti per il terzo anno il progetto che promuove la partecipazione dei genitori alla vita scolastica dei loro bimbi, finanziato dalla Fondazione Con i bambini.

«Quando ancora non c’era il Covid – spiega la pedagogista, Erika Panzacchi – i genitori potevano entrare in sezione e partecipare attivamente alle esperienze del nido. Quest’anno si sono prodigati a distanza, per cercare di “far bello” il nido, creando a casa con i loro bambini delle decorazioni o dei manufatti che poi sono stati utilizzati per allestire le sezioni e il giardino in occasione del Natale e della Pasqua. Hanno costruito una bellissima “cucina di fango” per i bambini e tantissime casette per gli uccellini.  Infine hanno preparato il terreno degli orti, affinché poi i bambini potessero piantare e innaffiare nuove piante».

«L’Amministrazione comunale di Castel San Pietro dedica grande attenzione al rapporto con le famiglie, in un’ottica di collaborazione nel percorso educativo dei bambini e dei ragazzi» afferma l’assessora alle Politiche educative, Giulia Naldi, ringraziando tutti i protagonisti.

I nidi comunali sono aperti anche nel mese di luglio per fornire il servizio estivo a 35 bambini a Castel San Pietro e 35 a Osteria Grande. L’anno educativo 2021-22 inizierà il 6 settembre.

Nella foto: genitori e nonni al lavoro per preparare gli orti

La cucina di fango realizzata dai genitori

 

Una delle casette per uccellini

Cucina di fango, orti e casette per gli uccellini, il Covid non ferma i genitori castellani
Cronaca 19 Luglio 2021

Lauree nella Sala del Consiglio di Medicina, l’iniziativa promossa dal Comune piace ai laureandi

Sono due studentesse universitarie, Karla e Sofia, ad aver inaugurato le lauree nella Sala del Consiglio di Medicina. L’iniziativa è stata promossa dal Comune che ha così messo a disposizione dei laureandi gli spazi per poter partecipare ed assistere alle proclamazioni in videoconferenza.

L”obiettivo della proposta, votata all”unanimità lo scorso febbraio, è offrire uno spazio istituzionale per la discussione della propria tesi di laurea, garantendo maggiore ufficialità ad un”occasione così importante. Nei giorni scorsi Karla si è laureata in consulenza del lavoro e delle relazioni aziendali, mentre Sofia è diventata dottoressa in lingue e letterature moderne. In poco tempo, altre richieste sono pervenute al Comune. «Con questa iniziativa sosteniamo studentesse e studenti per far vivere loro questo momento in serenità ed in sicurezza – ha dichiarato Lorenzo Monti, assessore alle Politiche giovanili -. Con proposte di questo tipo vogliamo contribuire alla ripartenza».

Per maggiori informazioni sull’utilizzo della sala e le disponibilità: Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Medicina – 0516979160 o urp@comune.medicina.bo.it. (c.gam.)

 

Lauree nella Sala del Consiglio di Medicina, l’iniziativa promossa dal Comune piace ai laureandi
Cronaca 17 Luglio 2021

Vanna Monducci va in pensione, per sette anni è stata dirigente scolastica dell’Alberghetti

Dopo cinquant”anni di attività, tra insegnamento e dirigenze scolastiche, di cui gli ultimi sette trascorsi come preside dell”Istituto professionale «Francesco Alberghetti» di Imola, per Vanna Maria Monducci, martedì 31 agosto sarà l”ultimo giorno di lavoro. La dirigenza imolese non è stata quella più lunga di tutta la sua carriera: dall”anno scolastico 2006/2007 al 2018/2019, fra servizio (9 anni) e reggenza (4 anni), Monducci è stata anche preside del comprensivo «Carlo Bassi» di Castel Bolognese.

Come ha visto cambiare l”Alberghetti nei sette anni di dirigenza e che messaggio vuole lasciare al suo successore?

«Siamo riusciti a ricucire e consolidare molto i rapporti con le aziende del territorio. La collaborazione è stata molto importante per l”alternanza scuola-lavoro. Non dimentichiamo inoltre il Liceo scientifico delle scienze applicate e i successi internazionali dei suoi studenti nelle competizioni scientifiche, fisiche ed informatiche. L’Alberghetti è una grande scuola. E’ un’impresa, più che una scuola dove bisogna prestare molta attenzione al territorio, perché “fornitori” di personale qualificato per le più importanti aziende del territorio. E’ importante questo rapporto con le imprese, va seguito e va curato. Ai ragazzi, invece, dico che la sostituzione del dirigente non cambia nulla: continuare a testa bassa ed impegnarsi nella maniera migliore». (lu.ba.)

L’intervista su «sabato sera» del 15 luglio.

Nella foto: la preside dell’Alberghetti, Vanna Monducci

Vanna Monducci va in pensione, per sette anni è stata dirigente scolastica dell’Alberghetti
Cronaca 11 Luglio 2021

Scuola, le date del calendario 2021/2022. La Regione accoglie la richiesta del Ministero di anticipare la partenza

Lezioni al via in Emilia-Romagna lunedì 13 settembre 2021, e chiusura fissata per sabato 4 giugno 2022. Con una decisione della Giunta regionale che ha così accolto l’invito del ministero dell’Istruzione ad anticipare la partenza, acquisito il parere della Conferenza Regionale per il Sistema Formativo sono state fissate le date di avvio e termine dell’anno scolastico 2021/2022 per le classi del primo ciclo di istruzione (elementari e medie) e del secondo ciclo del sistema educativo di istruzione (superiori) e formazione (IeFP).Si anticipano quindi sia la partenza sia la chiusura delle lezioni rispetto al 15 settembre e al 6 giugno fissati dalla delibera di Giunta 353 del 2012, che rimane però valida in tutte le altre parti, compresa la facoltà per le scuole d’infanzia (3-6 anni)  di anticipare la data di avvio e di posticipare quella del termine delle attività didattiche, con le modalità e nei limiti previsti nella delibera-

Il calendario scolastico 2021/2022, nelle classi del I ciclo di istruzione e nelle classi del II ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione è quindi così articolato. Inizio delle lezioni 13 settembre 2021. Festività di rilevanza nazionale: tutte le domeniche; 1° novembre, festa di Tutti i Santi; 8 dicembre, Immacolata Concezione; 25 dicembre, S. Natale; 26 dicembre, S. Stefano; 1° gennaio, Capodanno; 6 gennaio, Epifania; Lunedì dell’Angelo; 25 aprile, anniversari della Liberazione; 1° maggio, festa del Lavoro; 2 giugno, festa nazionale della Repubblica; la festa del Santo Patrono. Sospensione delle lezioni: commemorazione dei defunti: 2 novembre 2021; vacanze natalizie: dal 24 dicembre 2021 al 6 gennaio 2022; vacanze pasquali: dal 14 al 19 aprile 2022. Termine delle lezioni: sabato 4 giugno 2022. (r.cr.)

Scuola, le date del calendario 2021/2022. La Regione accoglie la richiesta del Ministero di anticipare la partenza
Cronaca 19 Giugno 2021

Vitamina C, Water saving cooperation e Qrbus sono le migliori idee di impresa

Water saving cooperation e Qrbus sono i progetti di impresa che hanno vinto la quarta edizione diVitamina C, il concorso proposto nelle scuole superiori imolesi dall’Alleanza delle cooperative italiane Imola. Water saving cooperation è il miglior progetto per la Sostenibilità. Ne sono autori Luca Gasperoni, Samuele Di Stasi, Emanuele Bartolini, Alessandro Gavelli, Gianluca Spinelli (classe 4ATA, indirizzo Automazione Itis Alberghetti), e consiste in una una cooperativa di lavoro che progetta sistemi per limitare/ottimizzare il consumo di acqua nelle abitazioni private e condominiali di nuova costruzione, attraverso l’impiego di filtri ecologici e riducendo il consumo di energia elettrica attraverso l’installazione di pannelli solari.

Qrbus, invece, è risultato il miglior progetto per Innovazione tecnologica e competenze digitali. Letizia Morotti, Sara Peticchi, Alina Nicoleta Pascu, Mattia Galastro (classe 3HL del Liceo linguistico Alessandro da Imola) hanno ideato una cooperativa che sfrutta le nuove tecnologie per efficientare il trasporto di linea con soluzioni smart.

Infine menzione speciale per i progetti Milky Mask (classe 4G, Liceo linguistico Alessandro da Imola), mascherine in fibra di latte, e Registro studenti (classe 3HL, Liceo linguistico Alessandro da Imola), un registro elettronico «potenziato» con tecnologie digitali. Gli studenti si sono aggiudicati un importo in denaro su carte ricaricabili della Bcc ravennate forlivese e imolese, oltre a buoni spesa Coop Alleanza. (lo.mi.) 

Approfondimenti su «sabato sera» del 24 giugno 

Nella foto: gli autori del progetto Qrbus, Mattia Galastro, Alina Nicoleta Pascu, Letizia Morotti, Sara Peticchi (classe 3HL, Liceo linguistico Alessandro da Imola)

Vitamina C, Water saving cooperation e Qrbus sono le migliori idee di impresa
Ciucci (ri)belli 18 Giugno 2021

Covid, l’Ausl di Imola fa il bilancio dei contagi nelle scuole del circondario

L’esperienza di tracciamento attuata dall’Ausl di Imola nelle scuole imolesi in piena pandemia… fa scuola. Sul numero di aprile-maggio del magazine Pediatria, pubblicato dalla Società italiana di pediatria (Sip), infatti, si parla proprio di quanto accaduto nel 2020-21 nelle scuole di ogni ordine e grado del circondario imolese.

I numeri

“Nel periodo di osservazione dal 14 settembre 2020 al 10 marzo 2021 – si legge nell’articolo – è stato eseguito il contact-tracing in 1.802 casi positivi delle 154 scuole del territorio dell’Ausl di Imola, 1.517 alunni (84%) e 285 operatori scolastici (16%) e sono stati evidenziati 181 focolai, prevalenti nelle primarie e secondarie. Si è predisposta la chiusura della scuola solo eccezionalmente in 3 plessi su 154 (una materna, una primaria, una secondaria di primo grado) e in un doposcuola, quando la numerosità o la distribuzione dei focolai (un caso indice più almeno un caso secondario) sono state tali da far sospettare una circolazione  “sottotraccia”  del  contagio  (ad esempio numerosi  docenti sintomatici operanti in diverse classi). La percentuale del personale scolastico positivo, rispetto al totale dei casi positivi, è nettamente più alta nei nidi e nelle scuole materne (42%), con una riduzione progressiva fino alle scuole secondarie di secondo grado, dove costituisce solo l’8%”.

Le origini dei contagi

“L’origine del contagio è prevalentemente familiare tra gli alunni, mentre tra il personale prevalgono i casi  secondari  originati  nella  scuola.  Gli  alunni  sono risultati sintomatici nel 44% dei casi, mentre gli adulti (docenti e personale Ata) sono risultati sintomatici nel 75% dei casi, in genere con sintomi più gravi e specifici”.

La variante inglese

“Analizzando  l’andamento  dell’epidemia  da  settembre 2020 a marzo 2021, si evidenzia un picco di positività, soprattutto tra gli alunni, nel febbraio 2021, verosimilmente dovuto alla circolazione della  variante  inglese,  riscontrata  in  alcuni  focolai  scolastici  del  nostro  territorio.  Da  gennaio  2021  infatti  lo  studio  genomico  di  tamponi,  scelti  in  modo casuale dai focolai più numerosi, ha dimostrato un’alta circolazione di questa variante. Anche la percentuale dei sintomatici è aumentata nel mese di febbraio 2021, rispetto a novembre 2020 (55% contro il 41%)”.

Conclusioni

“Siamo convinti – conclude l’Ausl di Imola nell’articolo – che la scuola sia una priorità per il futuro dei giovani e la frequenza scolastica in presenza sia fondamentale per il loro benessere psicologico, ma riteniamo auspicabile implementare le misure di protezione, soprattutto in periodi  di  elevata  circolazione  di  varianti  virali  con  maggior  capacità  diffusiva  e  responsabili  di  casi più gravi rispetto al virus originario e nelle situazioni di maggior rischio, quali nidi e materne (bambini senza mascherina e contatti stretti), mensa, pre e post-scuola, mezzi di trasporto, attività ricreative e sportive, ecc., al fine di garantire ai nostri bambini una scuola in sicurezza”.

Covid, l’Ausl di Imola fa il bilancio dei contagi nelle scuole del circondario
Cronaca 17 Giugno 2021

Vitamina C, l’Alleanza delle cooperative italiane Imola premia gli studenti dalle migliori idee di impresa

Conto alla rovescia per gli studenti degli istituti superiori imolesi che hanno partecipato a Vitamina C, il concorso dedicato alle idee di impresa e proposto dall’Alleanza delle cooperative italiane Imola. La premiazione dei migliori progetti è prevista in modalità on line oggi, giovedì 17 giugno, dalle ore 16.30, in diretta streaming sulla piattaforma Google Meet (link: https://meet.google.com/qrk-rres-qau).

Vitamina C è un percorso formativo strutturato in tre fasi: la prima, in cui, grazie ad alcune docenze e ai materiali forniti, vengono illustrati gli strumenti per capire le radici della cooperazione e come da un’idea può nascere un’impresa, in particolare cooperativa e sostenibile; la seconda, in cui i ragazzi sono chiamati a cimentarsi nella redazione di un business plan su una loro idea d’impresa; una fase finale dedicata alla gara vera e propria, in cui i progetti vengono valutati, selezionati e premiati da una commissione di esperti. (lo.mi.) 

Approfondimenti su «sabato sera» del 17 giugno 

Nella foto: un momento della presentazione on line del progetto

Vitamina C, l’Alleanza delle cooperative italiane Imola premia gli studenti dalle migliori idee di impresa
Ciucci (ri)belli 15 Giugno 2021

Primaria Ponticelli, la classe 4 A dona materiale didattico alla Neuropsichiatria dell’Infanzia dell’Ausl di Imola

Questa mattina la classe 4 A della primaria di Ponticelli di Imola (Istituto comprensivo 7) tramite la maestra Pasqua Loglisci (al centro nella foto) ha consegnato materiale didattico al reparto di Neuropsichiatria dell’infanzia e adolescenza (Npia) dell’Ausl di Imola, che lo utilizzerà per attività terapeutiche.

L’idea è nata dagli stessi alunni, dopo la loro vittoria del primo premio del concorso indetto dal Club Alpino Italiano (sezione di Imola) con il racconto «Storia di un rinoceronte in Romagna». I ragazzi hanno deciso spontaneamente di devolvere parte del premio a questo servizio che si occupa di bambini.

«Siamo davvero orgogliosi di poter regalare un piccolo sorriso e allo stesso tempo aiutare tutti i professionisti di questo servizio che svolgono un lavoro così importante» spiega la maestra che ha partecipato al progetto assieme alla collega Elisabetta Sarti.

«Siamo molto felici quando i cittadini, i ragazzi del nostro territorio ci dimostrano in questo modo tutto il loro affetto – commentano con soddisfazione Elisabetta Zucchini e Giulia Suzzi, direttrice e coordinatrice della Npia -. Un sincero ringraziamento a tutti i bambini e al corpo docente per questa preziosa donazione».

Nella foto: da sinistra, la direttrice Npia dottoressa Elisabetta Zucchini, la maestra Pasqua Loglisci, la coordinatrice Npia Giulia Suzzi
Primaria Ponticelli, la classe 4 A dona materiale didattico alla Neuropsichiatria dell’Infanzia dell’Ausl di Imola
Cronaca 14 Giugno 2021

La sfida di un vero cliente per i ragazzi del Paolini, progetto scuola lavoro di Info Easy con Coop. Bacchilega

Realizzare un sito web e creare contenuti appetibili per promuovere un’attività sembra facile. Oggi, soprattutto i nativi digitali, sanno muoversi in ambito internet con destrezza, tanto che promuovere un’attività commerciale tra un social e l’altro appare davvero come un gioco da ragazzi. Nel mondo reale, però, trasformare i molti «mi piace» in altrettanti clienti che entrano in un negozio è una faccenda molto più complicata. Come far capire tutto ciò? Coinvolgendo i ragazzi nello sviluppo e realizzazione di un vero sito web per un vero cliente. Questa l’idea del progetto di alternanza scuola lavoro che nei mesi scorsi ha coinvolto le classi 4aG e 4aH dell’Istituto Paolini.

Il progetto è stato proposto da Info Easy, azienda imolese specializzata nell’accompagnare le imprese nella trasformazione digitale. Cinque incontri durante i quali è stata presentata ai ragazzi la committente dell’incarico – la titolare di una nuova attività che sta per aprire a Castel del Rio – e le sue esigenze. Poi, via con la progettazione. I ragazzi sono stati suddivisi in tre aree tematiche sulla base delle loro inclinazioni, ovvero area sviluppo web, area marketing e area content. Per quanto riguarda il web, hanno implementato, integrato ed impostato le pagine principali del nuovo sito della cliente, lo shop per la vendita diretta, l’area eventi e l’area contatti, senza dimenticare le norme da rispettare in tema di privacy. Poi è toccato al marketing, è stata definita la brand identity creando un logo, un nome e uno slogan e un piano marketing e sono stati selezionati i canali social migliori per soddisfare le esigenze della cliente. A questo punto si è lavorato sui contenuti (content), preparando un volantino per la pubblicità cartacea, un primo post per Instagram e un video per la pagina Facebook dell’azienda della committente; per completare la formazione, Info Easy ha coinvolto la Cooperativa Bacchilega: la realtà editoriale imolese ha messo a disposizione la giornalista Milena Monti, che ha spiegato come preparare dei comunicati stampa per presentarsi in modo professionale e promuoversi con un’ottica aziendale.

Le lezioni si sono svolte tutte in dad, ma nonostante ciò gli studenti hanno avuto la possi- bilità di interagire e partecipare attivamente al lavoro. Hanno familiarizzato con WordPress, Plugin, Template, strumenti per la grafica e la creazione di sondaggi o di video-editing. Il progetto si è concluso con la presentazione dei materiali prodotti alla committenza. «Da diversi anni supportiamo le scuole nei percorsi di commi- stione con il mondo lavorativo – spiega Luca Spadoni di Info Easy -: insieme a professori e dirigenti, abbiamo creato il modello di “aziende simulate” per dare ai ragazzi la possibilità di lavorare su progetti di comunicazione integrata e di project management. Ci crediamo fortemente perché è proprio da scuola e formazione che i nostri ragazzi possono crescere e iniziare a costruire il nuovo mondo lavorativo fin dai banchi di scuola». «Gli stage aziendali solitamente si fanno in azienda – conclude Andrea Sella, docente referen- te del progetto per il Paolini – quest’anno si è optato per l’unica soluzione possibile, ovvero gli incontri a distanza tra studenti, Info Easy e cliente finale. Gli incontri si sono svolti al pomeriggio, al di fuori dell’orario scolastico, questo sottolinea l’interesse e l’impegno dei ragazzi per il progetto. Come docente sono grato per l’opportunità di partecipare ad un progetto autentico: è un riconoscimento importante che consente di avvicinare attivamente scuole e aziende». (r.cr.)

Nella foto: il professor Andrea Sella insieme a Stefania Scarale e Luca Spadoni di Info Easy

La sfida di un vero cliente per i ragazzi del Paolini, progetto scuola lavoro di Info Easy con Coop. Bacchilega

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA