Sport

Sport 5 marzo 2018

Calcio giovanile, l'Imolese del futuro brilla con gli Esordienti 2005

Oramai vedere in copertina il settore giovanile dell’Imolese non è più una novità. Questa volta i titoli li prende la formazione degli Esordienti 2005, che si è aggiudicata la seconda edizione del torneo regionale Under 13 Fair Play Elite, dedicato a tutte le società che vantano i requisiti di scuola calcio Elite, tra le quali spiccano diversi sodalizi professionistici.

La formazione allenata dai mister Montori e Casadio si è imposta nella fase finale, classificandosi al primo posto e facendo meglio di Bologna, Parma, Cesena, Carpi (tutte presenti con l’annata 2006), Forlì, Juventus Club Parma e San Giuseppe Calcio. Ai fini della graduatoria del torneo, che aveva una formula particolare, è stato decisivo il maggior numero di shootout (1c1 contro il portiere) realizzati dalla formazione imolese, che si era piazzata a pari punti con il Bologna.

Con questo successo, i 2005 dell’Imolese staccano il pass d’accesso alla fase interregionale, dove incontreranno le vincenti provenienti dalle altre regioni. «Oltre alla chiara soddisfazione per il risultato assoluto raccolto da un gruppo di giovani atleti dalle indubbie qualità tecniche, quello che più ci inorgoglisce sono le modalità per l’ottenimento di un successo basato sull’analisi di numerose componenti extracalcistiche – spiega Marco Montanari, responsabile del settore giovanile rossoblù -. Tanti attestati di stima per il comportamento dei nostri ragazzi, per la loro correttezza ed il rispetto nei confronti degli avversari sono il premio al lavoro quotidiano di una società che si distingue per la costante metodologia di crescita di un settore giovanile basato sui valori del fair play. Complimenti in primis agli atleti ma, orgogliosamente, merita un grande applauso tutto lo staff dell’Imolese Calcio 1919 impegnato nella tematica. Gianluca Montori, Andrea Casadio, Marco Maiolichini sono i tre istruttori dedicati alla categoria 2005, Alberto Carrobbi cura il lavoro integrato in collaborazione con la nostra realtà di futsal ed il maestro della tecnica Graziano Fantoni. Sicuramente piacevole il colpo d’occhio della graduatoria che vede l’Imolese davanti ad importanti club professionistici, la prossima fase interregionale accrescerà ulteriormente il bagaglio di esperienza di questo splendido collettivo».

r.s.

Nella foto: la squadra Esordienti 2005 dell”Imolese

Calcio giovanile, l'Imolese del futuro brilla con gli Esordienti 2005
Sport 5 marzo 2018

Pallavolo B2 femminile: Imola travolge la Carrarese e si conferma al terzo posto

Tutto facile per il Csi Clai Imola che ha superato agevolmente le Under 18 della Carrarese 3-0 in una partita mai in discussione.
Così coach Turrini concede un turno di riposo a Magaraggia e Cavalli, oltre a centellinare l”utilizzo di Devetag, Collet e Ferracci. Delle titolarissime giocano tre set solo Tesanovic e Melandri, per il resto ampio spazio a Tamburini, Bombardi, Ricci Maccarini e Rapisarda. 
In classifica Imola rimane terza con quattro punti di vantaggio sul duo Campagnola-Vignola. 
Sabato 10 marzo, alle 21, sfida trasferta a Cervia. 

r.s.

Csi Clai Imola – Carrarese: 3-0 (25-11, 25-17, 25-18).
Imola:
Rapisarda 4, Devetag 7, Bombardi 13, Cavalli n.e., Ferracci, Folli, Ricci Maccarini (L), Melandri 10, Tamburini 6, Collet 4, Tesanovic 16. All. Turrini.
Carrarese: Stefani (L), De Vita n.e., Vatteroni, Autolitano, Lichota 9, Berardi 4, Chiappini 3, Ciocchetta, Bertozzi 5, Della Tommasina. All. Giannoni.

Pallavolo B2 femminile: Imola travolge la Carrarese e si conferma al terzo posto
Sport 5 marzo 2018

Pallamano serie A: il Romagna Handball cade anche a Carpi e rimane ultima nel pool play-out

Ancora una sconfitta per il Romagna Handball che cede 30-25 in casa del Carpi e rimane ultimo nella classifica del pool play-out.

Dopo un inizio deciso dei padroni di casa, i ragazzi di Tassinari riescono a raggiungere il pareggio sul 5-5 all”8”. Il Carpi prende pian piano un po” di vantaggio e chiude il primo tempo con un buon margine di vantaggio 16-11.

Vantaggio che cresce nei primi minuti della ripresa con i modenesi che volano a +8 (22-14 al 12”). Nel momento di maggior difficoltà, il Romagna trova la forza di reagire e grazie ai veterani Fabrizio Tassinari (5 reti nella seconda metà di frazione) e Fabrizio Folli, trovano le reti per il -3 a 4’ dalla sirena finale. Carpi però serra le fila e porta a casa la vittoria.

r.s.

Carpi – Romagna: 30-25 (16-11).
Carpi:
De Giovanni, Turini, Artioli, Beltrami 6, Ceccarini 8, Giannetta, Kere 2, Kovacevic 3, Leonesi, Malagola, Piccolo, Santilli 3, Sorrentino, Vaccaro. 8 All: Samir Nezirevic.
Romagna: Martelli, Sami, Folli 2, Panetti 3, Minoccheri, F.Tassinari 5, Andalò 1, Golini, Filipponi, Chika 2, Bosi, Chiarini 2, A.Boukhris 1, Rotaru 9. All: Domenico Tassinari.

Classifica: Tavarnelle e Teramo 12, Carpi 8, Modena 4, Romagna 2.

Pallamano serie A: il Romagna Handball cade anche a Carpi e rimane ultima nel pool play-out
Sport 4 marzo 2018

Basket C Gold, l'ultimo quarto costa caro alla Vsv Imola

La Virtus Vis Spes Imola perde il big match di giornata contro Fiorenzuola per 82-77 (Casadei 21 punti e 10 rimbalzi) dopo un ultimo quarto giocato al di sotto delle proprie possibilità. Con questa prima sconfitta esterna stagionale i gialloneri salutano una volta per tutte il primo posto in classifica e, probabilmente, chiuderanno la regular season in terza posizione.

Nel primo quarto la Vsv si affida a Zhytaryuk per scardinare la difesa piacentina e, dopo qualche minuto di sostanziale equilibrio, allunga a +6 salvo poi essere ripresa da Fiorenzuola, guidata dai canestri di Galli e Colonnelli per il 21-22 alla prima sirena. Nel secondo parziale l”attacco con le triple di Boero e Nucci spinge ancora avanti i ragazzi di Tassinari (23-32) ma i padroni di casa trovano le mani calde di Sichel e Kluychnyk per provare di rimanere a contatto. All”intervallo lungo, comunque, il punteggio dice +8 (41-49) per Imola.

Il terzo quarto si apre con Zhytaryuk che regala alla Vsv un vantaggio da doppia cifra, subito dimezzato da Lottici e compagni. Casadei, dall”altra parte, però rimette subito le cose a posto ben supportato da Dal Fiume. Scekic riporta sotto ancora Fiorenzuola e all”ultima pausa la Vsv è avanti (58-63). Il quarto periodo inizia con un parziale di 9-0 che permette a Fiorenzuola di tornare in vantaggio, ma a 5 minuti dalla fine le due squadre sono pari a quota 71. Colonnelli e Resca lanciano Fiorenzuola, ma Casadei rimette in parità i giochi a 120 secondi dalla sirena (75-75). L”ultimo minuto vede Resca siglare due liberi, Ranocchi sbagliare da 3 e, complice l”antisportivo fischiato a Boero, il match si chiude con Colonnelli dalla lunetta.

Nel prossimo turno la Vsv affronterà, sabato 10 (ore 21), al palaRuggi San Lazzaro.

d.b.

Tabellino

Fiorenzuola-Npc 82-77 (21-22, 41-49, 58-63)

Fiorenzuola: Resca 13, Colonnelli 23, Lottici 10, Kluychnyk 11, Garofalo, Galli 10, Sichel 8, Zaric ne, Scekic 7, Marletta, Zucchi ne, Trobbiani ne. All. Lottici.

Vsv: Dal Fiume 6, Boero 10, Casadei 21, Ranocchi 8, Zhytaryuk 15, Nucci 8, Creti ne, Sassi ne, Sangiorgi 6, Dalpozzo 3. All. Tassinari.

Nella foto: Daniele Casadei, autore di 21 punti

Basket C Gold, l'ultimo quarto costa caro alla Vsv Imola
Sport 4 marzo 2018

Calcio serie D, l'acuto finale di Franchini regala la vittoria ad un'Imolese in nove

L”Imolese, senza lo squalificato Ferretti, in un Romeo Galli appesantito dal maltempo (e liberato a tempo di record dopo la nevicata di giovedì scorso) vince, in 9 uomini, 3-2 in rimonta contro la Correggese grazie ad una doppietta di Belcastro e alla rete (dopo 7 minuti di recupero) di Franchini. Ora il distacco dal Rimini è sceso a 4 punti, anche se la capolista deve recuperare la gara non disputata oggi. 

Primo tempo horribilis per capitan Valentini e compagni che partono bene con un colpo di testa di Checchi, ma rischiano già al 6° quando Sereni centra il palo con Mastropietro battuto. Il gol e nell”aria e la Correggese passa un minuto dopo grazie ad un autogol sfortunato di Boccardi. La miglior occasione dell”Imolese arriva al 30° con Belcastro che, ottimamente servito da Titone, spara addosso al portiere il più classico dei rigori in movimento. Gol mangiato gol subito e gli ospiti con Mammetti chiudono la prima frazione sul 2-0.

Nel secondo tempo l”Imolese parte subito forte e, dopo la girata innocua di Valentini, trova al 7° la rete con Belcastro al termine di una bella percussione sulla sinistra di Guatieri. Il pareggio è nell”aria e si concretizza al 21° ancora con Belcastro su cross sempre di Guatieri e al termine di un”azione molto discussa dalla Correggese per una palla non restituita. Nel parapiglia scaturito l”Imolese rimane in 9 per colpa dei rossi diretti a Belcastro e Crema. In doppia inferiorità numerica però i rossoblù sfiorano, addirittura, il vantaggio con Garattoni e Titone. Gol vittoria che si materializza all”ultimo secondo del match con l”imolese doc Franchini.

Il prossimo impegno per la squadra di Gadda sarà venerdì 9, al Romeo Galli (fischio d”inizio alle 14.30), per i quarti di finale della Coppa Italia di serie D contro il Campodarsego, mentre il campionato dei rossoblù, dopo la sosta per il torneo di Viareggio, ripartirà domenica 18 marzo a Sansepolcro.

d.b.

Tabellino

Imolese-Correggese  3-2 (0-2)

Imolese: Mastropietro, Garattoni, Checchi (40° p.t. Borrelli), Torta, Boccardi, Crema, Carraro, Valentini, Guatieri (35° s.t. Zini), Belcastro, Titone (39° Franchini). All. Gadda.

Correggese: Sarri, Di Giovanni (29° s.t. Miftah), Esposito, Vecchi, Cotroneo, Landi, Davoli, Del Colle (22° p.t. Tagliavacche, 17° s.t. Puca), Sarzi Maddidini (40° s.t. Laplace), Sereni (48° Lari), Mammetti. All. Marra.

Arbitro: Cecchin (Bassano del Grappa). 

Marcatori: 7° p.t. Sereni (C), 32° p.t. Mammetti (C), 7° s.t. , 21° s.t. Belcastro (I), 52° s.t. Franchini.

Ammoniti: Torta (I), Di Giovanni (C), Sereni (C), Cotroneo (C), Mammetti (C), Valentini (I)

Espulsi: 25° s.t. Belcastro (I), 25° s.t. Crema (I), 51° s.t. Cotroneo (C)

Nella foto: il match-winner Franchini

Calcio serie D, l'acuto finale di Franchini regala la vittoria ad un'Imolese in nove
Sport 3 marzo 2018

Basket C Gold, anche la Salus si inchina ai Flying Ozzano

Vittoria fondamentale per i Flying Ozzano che superano 84-76, nel derby, la Salus, quarta forza del campionato e, in attesa del big match di domani tra Fiorenzuola e Vsv Imola, si gustano il primo posto solitario in classifica, oltre a vendicare il ko dell”andata.

I biancorossi partono contratti e, nel primo quarto, subiscono l”aggressività degli ospiti che provano subito ad allungare (7-0). Dordei, Agusto, Folli e Corcelli non ci stanno e dalle loro mani parte la rimonta fino al +2 a pochi secondi dal termine, prima della «bomba» di Stojkov che chiude la prima frazione a vantaggio dei bolognesi (19-20). Nel secondo parziale, la squadra di coach Grandi blinda come al solito la difesa e continua a manovrare alla grande in attacco grazie anche all”apporto di Magagnoli. La Salus trova difficoltà a trovare la via del canestro e all”intervallo lungo il punteggio dice 42-34 per i padroni di casa.

Nel secondo tempo si parte subito con un quarto dove gli attacchi prevalgono sulle difese. Ancora Corcelli protagonista insieme a Folli per cercare di annientare la resistenza degli avversari che però si affidano al leader Percan per rimettere in piedi il match. All”ultimo riposo è +14 biancorosso (70-56). L”ultimo quarto è, però, tutto di marca ospite. Ozzano di colpo perde ogni certezza in attacco e smette di segnare (solo 7 punti in 8 minuti) con la Salus che lenta, ma inesorabile si fa sempre più sotto (79-74). A poco più di 60 secondi dalla sirena gli antisportivi fischiati a Chiusolo e Dordei fanno pensare al peggio, ma i due liberi di Masrè, dello stesso Dordei e di Corcelli chiudono definitivamente la contesa.

Nel prossimo turno, in programma sabato 10 (ore 20.30) ad Ozzano, le «Palle Volanti» affronteranno Castelnovo Monti.

d.b.

Tabellino

Laco-Salus 84-76 (19-20, 42-34, 70-56)

Ozzano: Folli 15, Chiusolo, Corcelli 21, Dordei 21, Agusto 9, Masrè 9, Morara 1, Lalanne 2, Magagnoli 6, Martini, Agriesti, Mengoli ne. All. Grandi.

Salus: Percan 17, Tugnoli 9, Polverelli 8, Stojkov 15, Trentin 16, Savio 4, Granata 6, Veronesi 1, Arletti, Branzaglia, Gebbia ne. All. Fili. 

Nella foto: Luigi Dordei, autore di 21 punti

Basket C Gold, anche la Salus si inchina ai Flying Ozzano
Sport 3 marzo 2018

Danza sportiva, domani si balla Low Cost alla Cavina

Domani presso la palestra Cavina si terrà Il primo Concorso sociale Low Cost di danza sportiva organizzato dalla Dea, Dance Evolution Academy, e patrocinato dal Comune di Imola, che ha concesso l’utilizzo gratuito della struttura.

Il concorso prevede la mattina le competizioni tra adulti, mentre dal primo pomeriggio i protagonisti saranno i bambini. «Lavoriamo a Imola da un paio d’anni – spiega Letizia Ingrosso che, insieme al suo ballerino Marco Cavallaro, ha fondato l’associazione – e la città ha risposto molto bene alle nostre iniziative. Ci aspettiamo una buona partecipazione anche stavolta. Ci saranno ballerini provenienti da tutta Italia, le iscrizioni non sono ancora chiuse ma pensiamo di raggiungere tra le 150 e 200 coppie di partecipanti».

Il concorso imolese, inserito in un circuito promosso da Promodanza e Asc, è aperto dai 6 anni in su per tutte le specialità di danza sportiva: standard, latino americano e liscio unificato e per le classi B, C e D. Parteciperanno anche due coppie italiane di fama internazionale come Domenico Aliberti accompagnato da Giulia De Maio e Francesco Esposito con la sua ballerina Svetlana Kostenko che terranno due esibizioni nel corso della giornata. Anche la Dance Evolution Academy avrà dei propri partecipanti: «Sono cinque coppie di piccoli atleti – conclude Letizia Ingrosso – che hanno già partecipato a concorsi nazionali e sono molto eccitati all’idea che se ne tenga uno anche a Imola».

re.co.

Nella foto: la fondatrice dell”associazione Dea Letizia Ingrosso insieme ad alcuni atleti

Danza sportiva, domani si balla Low Cost alla Cavina
Sport 3 marzo 2018

Basket C Gold, il big match tra la Vsv Imola e Fiorenzuola presentato dai due coach

Domani sera, palla a due alle 18, andrà in scena il big match della 21^ giornata di C Gold tra Fiorenzuola e Vsv Imola. In terra piacentina la posta in palio andrà oltre ai classici due punti perché una delle due squadre, in caso di sconfitta, saluterebbe quasi definitivamente il primo posto in classifica. A presentare la sfida i due coach Davide Tassinari e Simone Lottici che finora hanno visto i loro rispettivi roster perdere soltanto in due occasioni.

In che condizioni arrivate a  questo match?

Tassinari: «Dobbiamo ripartire dal secondo tempo con Pontevecchio. Non siamo nel nostro momento migliore, ma sappiamo che sarà una battaglia. Vincere ci potrebbe permettere di essere nelle posizioni migliori in vista dei play-off».

Lottici: «La condizione è buona e abbiamo recuperato tutti i giocatori infortunati. Stiamo tornando ai nostri livelli di gioco e siamo pronti per questa partita. I due punti, ovviamente, farebbero comodo per la griglia della post-season dove il nostro obiettivo è migliorare la semifinale della scorsa stagione».

Un giudizio sugli avversari?

T: «La classifica parla per loro e sono una squadra fisica che gioca un bel basket. Hanno aggiunto anche Colonnelli in un roster profondo con tante rotazioni, forse anche più di Ozzano».

L:«I gialloneri sono stati costruiti molto bene in estate e stanno facendo un gran campionato. Rispetto a noi hanno certamente giocatori con più esperienza, come Casadei e Boero».

Un giocatore avversario che temete e che vorresti allenare?

L: «Casadei, ma non è un segreto. Lo inseguo da molto tempo e lo volevo con me nelle precedenti esperienze a Fidenza e Casalpusterlengo. Sarà bello trovarsi ancora contro e scambiare due battute».

T: «Ho sentito che al mio collega piacerebbe Casadei ma, nel caso, dovrebbe darmi almeno due esterni. Scelga lui quali, tanto ha talmente tanti giocatori che non dovrebbe essere un problema (ride, nda)».

Quale sarà la chiave del match?

T: «Noi punteremo, come al solito, sui tiratori da tre e sui lunghi, ma dipenderà dalle scelte degli avversari. Se triplicheranno, ad esempio, Casadei allora i protagonisti diventeranno altri».

L: «La capacità di giocare insieme e non affidarci solo ai singoli. Dovremo essere bravi a raggiungere quella maturità di squadra che, ultimamente, troviamo ad intermittenza. Prima segnavamo tanto, ora invece difendiamo meglio, ma servirebbe il giusto mix».

Chi è la favorita?

L: «Sarà una bella partita, dai toni agonistici alti e fondamentale per la classifica. Le statistiche dicono che entrambe abbiamo sempre perso solo in casa quindi, per questo, dico Imola».

T: «Fiorenzuola anche per il fattore campo. Noi, però, abbiamo voglia di vincere un altro scontro diretto, come successe ad Ozzano ormai troppe giornate fa».

d.b.

L”intervista completa su «sabato sera» dell”1 marzo.

Nella foto: Daniele Casadei al tiro nella gara d”andata

Basket C Gold, il big match tra la Vsv Imola e Fiorenzuola presentato dai due coach
Sport 3 marzo 2018

Calcio, dolci speranze per l'Imolese con Crema

Andrea Crema, sicuramente il miglior colpo messo a segno nel mercato invernale rossoblùsta all’Imolese come Sergej Milinkovic Savic sta alla Lazio. L’accostamento potrà apparire azzardato ma, dati alla mano e facendo le dovute proporzioni legate alle diverse categorie, ci sta tutto, se è vero che questo perticone di 192 centimetri, oltre a garantire maggiore consistenza in mezzo al campo, si sta rivelando pure un’implacabile cecchino da area, segnando 4 gol in sole nove partite e trasmettendo la netta sensazione che in questa squadra uno così giocherebbe anche se non ci fosse l’obbligo di schierare gli under.

Nato calcisticamente nella squadra del suo paese (Castiglione delle Stiviere, provincia di Mantova), è poi passato all’età di 12 anni alle giovanili del Montichiari, dal quale, complice il fallimento della società bresciana, ha fatto ritorno a casa. Da lì lo ha prelevato il Feralpi Salò, dove nella Berretti ad allenarlo ha trovato Damiano Zenoni, ex giocatore di serie A nel Piacenza, Parma, Udinese e Atalanta. «Lui mi ha molto migliorato sia tecnicamente che nella maniera di stare in campo – ci ha raccontato Crema -. Un altro che mi ha fatto crescere parecchio è stato Michele Serena, allenatore della prima squadra del Salò».

Questo però, all”inizio della stagione, senza mai esordire, prima di venire all”Imolese.

«Qua mi trovo veramente bene. Sono sistemato in un appartamento che divido con Mastropietro e Pellacani. E ho anche la possibilità di continuare gli studi. Frequento il quarto anno di Ragioneria all’Istituto Marconi di Bologna. In generale a Imola ho trovato un ottimo ambiente, con giocatori che mi aiutano a migliorare, primo fra tutti capitan Ferretti. Un allenatore, Gadda, che mi segue con attenzione ed è prodigo di consigli. Una società ambiziosa che mi consente di giocare per vincere».

L’Imolese adesso viaggia a mille. Che cambiamenti hai notato da quando sei arrivato in gennaio.

«Secondo me siamo migliorati molto nell’atteggiamento. Non solo in partita, ma anche in allenamento. Ci aiutiamo a vicenda, lottiamo, e anche se la qualità del gioco a volte non è eccelsa, l’applicazione, l’impegno e la determinazione non mancano mai».

Questa esperienza a Imola ha tutta l’aria di poter diventare un vero trampolino di lancio per te.

«Spero tanto funzioni così. Il mio sogno è fare il calciatore professionista e magari potremmo coronarlo insieme. Giocare in C sarebbe molto bello. Anche perché vorrebbe dire che abbiamo vinto il campionato».

C’è ancora qualche speranza nonostante il -7 dal Rimini?

«Nulla è impossibile nel calcio. Intanto proviamo a vincere tutte le partita che mancano da qui alla fine. Poi vedremo cosa succede». 

a.d.p.

L”intevista completa su «sabato sera» dell”1 marzo.

Nella foto: il centrocampista Andrea Crema

Calcio, dolci speranze per l'Imolese con Crema
Sport 3 marzo 2018

«Fighting day», ritorna la serata di combattimento al Ruggi

Imola ritrova il Fighting day, uno degli immancabili appuntamenti della stagione degli sport di combattimento. Domenica 4 marzo, a partire dalle ore 19 al palaRuggi, il maestro Matteo Valentini ripropone la diciottesima edizione dell’evento che negli anni si è affermato come uno dei più divertenti e apprezzati a livello nazionale.

Anche in questa occasione non mancheranno incontri di livello, a partire dalla sfida valida per il titolo italiano Wtka -65 tra il detentore Nicolae Bordian (Pro-Fighting Imola) e lo sfidante Michele Bruno (Team Troiano Foggia), per poi passare al 4-Men International Tournament, dove i 4 fighters Gabriele Galasso (Pro-Fighting Imola, Italia), Javier Ruiz Garcia (Spagna), Luigi Carrozza (Francia) e Madalin Craciunica (Romania), si confronteranno in un torneo ad eliminazione diretta. Presenta Paolino con Dj Max Vasselli.  

r.s.

Il programma completo degli incontri su sabato sera dell”1 marzo.

Nella foto (Isolapress): Nico Bordian (calzoncini bianchi) del Pro-Fighting Imola

«Fighting day», ritorna la serata di combattimento al Ruggi

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast