Politica

Politica 19 Marzo 2022

Due gol in un minuto, l’Imolese ritrova la vittoria

Succede di tutto di fronte a circa 400 spettatori (un centinaio ospite), anche una mezza rissa in tribuna tra tifosi di casa e toscani, che si lamentavano dell’irregolarità del secondo gol dell’Imolese (una presunta ostruzione dell’arbitro). Ma stavolta l’Imolese riesce a ritrovare la vittoria, segnando due reti in un minuto, nella ripresa, con Benedetti e Alessandro Lombardi. La classifica resta complicatissima (ultimo posto a 2 punti), con le ultime 4 tutte vincenti.

Il punto. Torna Benedetti dopo tre giornate di squalifica, ma parte dalla panchina. A centrocampo ci sono Boscolo Chio, D’Alena e Lombardone. In difesa, che torna a 4, fa il terzino destro Angeli, coi centrali Rinaldi e Vona, e Lia a sinistra. Davanti Belloni, aiutato da Lombardino e Romano, con Padovan che non è neanche in panchina per un attacco febbrile.

La cronaca. Dunque un 4-3-3 un po’ adattato, visto che Lombardino e Romano non sono dei veri e propri attaccanti, ma cercano di aiutare Belloni, unica punta. La prima azione degna di nota arriva al 19’, con Lombardino sulla destra che serve Lombardone, il quale si fa ribattere la conclusione a rete. Al 30’ un’altra iniziativa interessante, con Lia che scatta sulla sinistra e, poiché nessuno lo segue, trova un tiro innocuo dopo la sgroppata solitaria. I pericoli più grossi arrivano dagli avversari e al 36’ Giordani vede sfilare il suo tiro a fil di palo, complice anche una deviazione della difesa. E al 38’ il Montevarchi va ancora più vicino al gol, con una palla che naviga in area senza trovare un padrone, finché non la acchiappa Santopadre. Al 41’ tocca all’Imolese, con D’Alena che dalla destra serve Lombardino, ma il tiro viene parato. Non c’è un attimo di pausa, visto che sul ribaltamento di fronte vanno al tiro i toscani con Barranca che impegna Santopadre. Si va comunque alla pausa sullo 0-0.

La ripresa. Un colpo di testa pericoloso di Vona su angolo, ma c’era fallo, una rovesciata di Barranca con riflessi pronti di Santopadre. Inizia così il secondo tempo, senza dimenticarsi dell’altra mezza girata di Sorrentino al minuto 8. Sorrentino, proprio quello che doveva approdare qua nel mercato invernale. Al 10’ tocca a Benedetti, finalmente. Esce Boscolo Chio. Al 14’ arriva il vantaggio dell’Imolese: Lombardi mette una bella palla dalla destra, Romano si fa respingere il tiro e proprio Benedetti è pronto a ribattere in rete di testa. Appena un minuto e al 15’ il raddoppio di Lombardone: azione che parte da Belloni, prosegue con Lombardino che serve un assist al bacio per il suo omonimo. Parte anche una rissa in tribuna tra tifosi imolesi e toscani, con l’intervento delle forze dell’ordine. Alla mezz’ora dentro Milani e De Feo per Lombardino e Belloni. La difesa passa a 5. Al 42’ ancora Sorrentino va vicino al gol, mentre trovano posto in campo anche Palma e Santoro. Finalmente un successo, sperando che possa servire a qualcosa. (p.z.)

Imolese – Montevarchi 2-0 (0-0)

Imolese (4-3-3): Santopadre; Angeli, Rinaldi, Vona, Lia; Lombardi A. (40’ s.t. Palma); D’Alena (40’ s.t. Santoro), Boscolo Chio (10’ s.t. Benedetti); Lombardi L. (31’ s.t. De Feo), Belloni (31’ s.t. Milani), Romano. All. Fontana.

Gol: 14’ s.t. Benedetti (I), 15’ s.t. Lombardi A. (I).

Ammoniti Imolese: Santopadre, Angeli.

Due gol in un minuto, l’Imolese ritrova la vittoria
Politica 13 Marzo 2022

Basket: un altro dominio Intech, già da metà partita

Un’altra vittoria netta per la Intech. Un’altra vendetta contro l’inciampo casalingo del girone d’andata. Tra i Baskers non è entrato il vip Rombaldoni, ma è un dettaglio, perché il +22 finale non lascia dubbi, come pure il +23 a metà partita. Sei uomini in doppia cifra spiegano ancora meglio il dominio. Mancano 6 partite e ci sono 6 punti di vantaggio sulle seconde in classifica, quindi i conti della serva dicono che bisogna vincerne 4 per avere la matematica certezza del primo posto in griglia play-off. (r.s.)

Baskers – Intech 67-89 (19-23, 28-51, 44-68)

Forlimpopoli: Benedetti 3, Brighi 17, Rombaldoni ne, Ricci 3, Vandi 12, Gaspari ne, Bracci 20, Donati 12, Ravaioli ne, Gorini, Torelli, Semprini. All. Agnoletti

Imola: Nucci 15, Galassi 12, Castelli ne, Aglio 13, Carella 4, Magagnoli 10, Ranocchi 5, Diminic 16, Seskus 14, Savino. All. Regazzi.

Basket: un altro dominio Intech, già da metà partita
Politica 5 Marzo 2022

Emergenza Ucraina, bambini e adulti accolti nel Cas di Casalfiumanese, anche a Castello continuano gli arrivi. I link utili per tutti

Ieri sera sono arrivate una trentina di persone in fuga dall’Ucraina nel territorio, quattordici (8 minori e 6 adulti) sono state sistemate nel Cas di Casalfiumanese gestito dal consorzio Solco, che fa parte della rete nazionale dei centri di accoglienza straordinaria gestiti dalle prefetture, mentre le altre sono a Castel San Pietro. “Sono 16 le persone giunte nel territorio di Castel San Pietro che si sono già registrate, altre 12 arriveranno nelle prossime ore (4 mamme e 8 bambini) e un’altra ventina è attesa in questi giorni” precisa il sindaco castellano Fausto Tinti che ieri sera ha convocato nella sala del Consiglio Comunale il coordinamento del Centro operativo comunale (Coc) di protezione civile per organizzare le attività di accoglienza dei profughi e valutare il modo migliore per fornire aiuti e supporto durante la loro presenza nel territorio comunale.  

Il territorio intanto si sta organizzando per le varie esigenze che comportano una vera accoglienza, che deve tener conto anche dei coloro che stanno arrivando direttamente sul nostro territorio per essere ospitati presso parenti o amici senza passare da centri di accoglienza, e sono tanti. 

Da un lato c’è il tema dell’assistenza sanitaria. I cittadini ucraini che arrivano sono invitati a recarsi entro due giorni (48 h) al Padiglione 12 dell’ex Lolli nell’ospedale vecchio a Imola dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12.30 per effettuare, gratuitamente e senza prenotazione, lo screening del SarsCov2 tramite tampone molecolare, indipendentemente dallo stato vaccinale. In quell’occasione gli operatori del Dipartimento di Sanità pubblica verificheranno eventuali altri bisogni sanitari. Per accedere alle cure sanitarie, inoltre, dovranno richiedere la tessera codice Stp rilasciata dagli Sportelli Anagrafe sanitaria dell’Ausl. “Resta fermo che le cure in emergenza e urgenti sono comunque garantite – precisano dall’Azienda sanitaria – tramite chiamata al 118 o accesso diretto al Pronto soccorso”.Un altro punto importante sono i ragazzi in età scolare.

I Comuni si stanno organizzando anche per l’inserimento nelle scuole. Ma non vanno dimenticati anche i ragazzi che abitano nel territorio e sono di origine ucraina o russa e ora si trovano a doversi confrontare con qualcosa di assurdo come una guerra. A Imola d oggi sono 38 gli studenti di nazionalità ucraina che frequentano le scuole imolesi e 6 quelli di nazionalità russa, dicono dal Comune. Per loro e per tutti gli studenti che evidenziano difficoltà “il servizio Diritto allo studio del Comune si è reso disponibile verso le scuole ad attivare percorsi di ascolto, confronto e supporto – fa sapere il vice sindaco ed assessore alla Scuola Fabrizio Castellari -. Gli eventuali interventi saranno attivati là dove richiesti dalle scuole e costruiti insieme a loro”. Le richieste sia d’intervento nelle classi che di accesso allo sportello per gli studenti delle scuole superiori vanno inviate all’email: sportello.psicoeducativo@comune.imola.bo.it 

In generale sui siti dei singoli Comuni sono stati pubblicati link e info a tutti i servizi attivati.

Questo un primo elenco in aggiornamento:

per Imolahttps://www.comune.imola.bo.it/in-evidenza/emergenza-ucraina-imola-si-mobilita
per Castel San Pietro  https://www.comune.castelsanpietroterme.bo.it/notizia/emergenza-ucraina-raccolta-fondi-regione-er
per Ozzano Emilia http://www.comune.ozzano.bo.it/notizie/emergenza-ucraina-aiuti-economici-ricerca-alloggi-e-mail-dedicata 

Nella foto la fiaccolata per la Pace organizzata da Castel San Pietro (dalla pagina Fb del Comune)

Emergenza Ucraina, bambini e adulti accolti nel Cas di Casalfiumanese, anche a Castello continuano gli arrivi. I link utili per tutti
Cronaca 25 Febbraio 2022

Stazione ecologica Montericco, dialogo complicato. Panieri: «Fatto un passo avanti»

«Abbiamo fatto un passo avanti: siamo partiti dai cartelli “no discarica” e ora parliamo di un’isola ecologica». Il sindaco di Imola, Marco Panieri, porta a casa almeno un punto al termine della lunga serata di ieri dedicata al progetto dell’isola ecologica Montericco e punto riuso. Un confronto con i cittadini a tratti complicato alla ricerca del dialogo con il quartiere Pedagna dopo le firme (2.200) raccolte dal comitato contrario all’impianto. Senza dimenticare l’accelerazione per partecipare ai bandi del Pnrr (l’impianto costerà 1,8 milioni ed è in capo al ConAmi) che ha prodotto una certa confusione favorendo critiche e polemiche, rilanciate anche ieri sera.

Panieri e l’assessora all’Ambiente, Elisa Spada, supportati dall’architetto Piancastelli, hanno dettagliato le caratteristiche del progetto «che è diverso da quello iniziale del 2015». Perchè in sette anni molte cose sono cambiate. Quindi nessun taglio di cassonetti, nè un self service aperto 24h su 24 bensì un «impianto gestito da operatori e con orari di chiusura, un’area ecologica che sarà a servizio dei residenti e solo per i prodotti che ognuno produce nella quotidianità».

«Martedì in Giunta formalizzeremo quanto detto questa sera mentre le tipologie di rifiuti da conferire sarà tema dei prossimi incontri pubblici di confronto e condivisione, ne faremo sei» ha rimarcato il sindaco a chi sollevava dubbi per la possibile presenza di materiali inquinanti o pericolosi. Massima attenzione per l’inserimento paesaggistico e aggiustamenti per disinnescare i timori su viabilità e traffico (si stima un impatto di due camion in più al giorno), dato che lo spazio individuato dall’Amministrazione è accanto alla vecchia centrale di cogenerazione Hera in Pedagna, all’angolo tra via Montericco e via San Benedetto.

«Il progetto è molto bello ma è sbagliata la collocazione» hanno rilanciato alcuni residenti della zona. «”Di fianco a casa mia no” capisco – ha concluso Panieri – ma purtroppo questo accadrà anche se trovassimo un altro sito qualcuno di fianco ci abiterà…» (l.a.)

Il link al video integrale https://www.youtube.com/watch?v=avuH6mlLDY0

Nella foto tante gente all’incontro di ieri sera sulla nuova isola ecologica Montericco nella tensostruttura del centro sociale La Tozzona in Pedagna (Isolapress)

Stazione ecologica Montericco, dialogo complicato. Panieri: «Fatto un passo avanti»
Politica 22 Febbraio 2022

Tennis all’autodromo, dopo Berrettini è Lorenzo Sonego il secondo nome in tabellone

È Lorenzo Sonego, torinese classe ’95 numero 21 al mondo, il secondo nome dopo Matteo Berrettini a ufficializzare la sua presenza a «Tennis on the racetrack», l’evento organizzato dalla società Cc Lab ed in calendario all’autodromo di Imola nel 2023.

Soprannominato Sonny, in singolare ha vinto due titoli (Antalya nel 2019 e Cagliari nel 2021) su quattro finali disputate. Nelle prove del Grande Slam ha raggiunto gli ottavi di finale sia al Roland Garros 2020 che a Wimbledon 2021. (r.s.)

Foto dalla pagina Instagram dell’evento

Tennis all’autodromo, dopo Berrettini è Lorenzo Sonego il secondo nome in tabellone
Economia 19 Febbraio 2022

Regione: “Niente bollino nero per il vino, ora avanti con la difesa del made in Italy”

“Vinta una battaglia importante, a tutela di un prodotto di qualità e di un settore fondamentale come quello vitivinicolo. Per noi centrali il consumo responsabile e l’educazione alimentare”. Così il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, e l’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi, hanno commentato la notizia che il Parlamento europeo ha approvato gli emendamenti che cancellano la proposta di inserire il vino tra i prodotti per cui inserire nell’etichetta avvisi analoghi a quelli di tabacco e sigarette. L’ambito è il Cancer Plan, il Piano di azione anticancro europeo. Gli emendamenti hanno visto co-firmatari anche gli europarlamentari italiani Paolo De Castro ed Elisabetta Gualmini.

Dal testo è stato cancellato il riferimento alle avvertenze sanitarie e introdotto invece l’invito a mettere in etichetta informazioni su un consumo moderato e responsabile di alcol. “Ha prevalso – proseguono Bonaccini e Mammi – un approccio equilibrato che distingue tra consumo moderato e consapevole e abuso di alcol, che va invece contrastato e prevenuto. E’ necessario salvaguardare gli obiettivi legati alla salute, altra cosa sarebbe stato penalizzare le filiere produttive del vitivinicolo, uno dei settori di punta dell’Emilia Romagna e dell’Italia. Siamo tra i primi produttori ed esportatori in un comparto che racchiude storia, investimenti e tradizione. Questo è lo sguardo europeo che condividiamo: guardare al futuro e all’innovazione, mantenendo la ricchezza e il valore del nostro passato: la corretta cultura alimentare non si fa con i divieti ma con l”educazione”.

“Una battaglia vinta nel nome del buonsenso e di un approccio equilibrato al tema del consumo di vino, che ha scongiurato il rischio di danni molto gravi – aggiungono – ad un comparto economico fatto di tanto lavoro e tante imprese, fondamentale per l’economia regionale e nazionale”.

Ma presidente e assessori invitano a continuare a tenere alta l’attenzione “a difesa degli alimenti Dop e Igp”. Il dito è puntato contro il sistema Nutriscore: “L’etichettatura semaforica penalizza ingiustamente il cibo e il vino made in Italy. Continuiamo a lavorare per difendere i principi le nostre filiere di qualità e i principi di consumi corretti, temi sui quali puntiamo per un coinvolgimento dei cittadini nelle abitudini salutari e in uno stile di vita sano”. (r.cr.)

Foto dal sito web della Regione Emilia-Romagna

Regione: “Niente bollino nero per il vino, ora avanti con la difesa del made in Italy”
Politica 29 Gennaio 2022

Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella rieletto con 759 voti

Fumata bianca a Montecitorio, anche se non si trattava di un conclave, bensì dell’elezione del Presidente della Repubblica. Sergio Mattarella è stato rieletto all’ottavo scrutinio con 759 voti, ben oltre il quorum di 505 che rappresentava la metà più uno dei grandi elettori. Curiosamente il secondo numero di voti più alto nella storia della Repubblica italiana dopo Sandro Pertini nel 1978 (832).

Entrambi schierati con la maggioranza di governo i due grandi elettori imolesi, il senatore dem Daniele Manca e il deputato leghista Gianni Tonelli, protagonisti diretti dunque della rielezione di Mattarella al Colle. Si tratta della seconda volta che un Presidente della Repubblica viene confermato nella massima carica dello Stato. Prima di lui era toccato a Giorgio Napolitano, che nel 2013 fu confermato al Quirinale al termine del settennato cominciato nel 2006. (mi.ta.)

Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella rieletto con 759 voti
Politica 29 Gennaio 2022

Presidente della Repubblica, il senatore Manca plaude al Mattarella bis: «Messaggio di stabilità per l’Italia»

Dopo sette votazioni senza esito, l’ottava dovrebbe essere quella buona per l’elezione del Presidente della Repubblica. Anzi, per la rielezione, perché i capigruppo dei partiti di maggioranza hanno trovato oggi l’intesa sul Mattarella bis, ottenendo la disponibilità del Capo dello Stato ad accettare un secondo mandato. L’ottavo scrutinio è cominciato intorno alle 16.30 e lo spoglio si concluderà in serata.

Prima del voto, il senatore imolese Daniele Manca ha affidato a Facebook il proprio commento sull’esito della trattativa in maggioranza: «Tra poche ore eleggeremo Sergio Mattarella Presidente della Repubblica. Per l”Italia, per le famiglie e le imprese italiane, per i giovani è un messaggio di solidità e di stabilità, in sintonia con una stagione molto complessa per la pandemia e per l”economia e per le tante trasformazioni in atto che richiedono il Governo Draghi nella pienezza delle sue funzioni».  «Salvini ha impietosamente bruciato decine di candidature e la seconda carica dello stato con un tentativo di parte senza precedenti – prosegue Manca -. Il Pd ha giocato di squadra, Letta lo ha guidato con serietà e responsabilità, mantenendo fin dalla prima ora fermo il principio di una soluzione unitaria che andava condivisa da tutta la maggioranza». Il senatore conclude poi ringraziando Mattarella: «Sei e sarai un grande presidente». (mi.ta.)

Nella foto: il senatore Manca durante le votazioni

Presidente della Repubblica, il senatore Manca plaude al Mattarella bis: «Messaggio di stabilità per l’Italia»
Politica 24 Gennaio 2022

Presidente della Repubblica, i grandi elettori imolesi di oggi e… di ieri

Cominciano oggi le operazioni di voto per l’elezione del Presidente della Repubblica, ma potrebbero servire diversi scrutini per arrivare a designare il successore di Sergio Mattarella. All’elezione partecipano i membri delle due Camere del Parlamento, compresi i sei senatori a vita e naturalmente i due parlamentari imolesi in carica, il senatore Pd Daniele Manca e il deputato della Lega Gianni Tonelli. (lo.mi.)

Sul «sabato sera» del 20 gennaio i commenti dei «nostri» grandi elettori e un approfondimento su tutti gli imolesi che dal 1948 in poi hanno votato il Presidente della Repubblica 

Nella foto: da sinistra, il senatore dem Daniele Manca e il deputato leghista Franco Tonelli

Presidente della Repubblica, i grandi elettori imolesi di oggi e… di ieri
Sport 20 Gennaio 2022

Terra rossa in rettilineo, tra gli 8 big del tennis anche Matteo Berrettini

Ci sarà anche Matteo Berrettini nel 2023 a «Tennis on the racetrack», l’evento organizzato dalla società Cc Lab ed in calendario all’autodromo di Imola tra gli Internazionali di Roma ed il Roland Garros (con ogni probabilità nella seconda metà di maggio). Ad annunciarlo oggi, durante la conferenza stampa all’Enzo e Dino Ferrari, lo stesso finalista di Wimbledon con un videomessaggio dagli Australian Open.

Il primo evento del genere all’interno di un autodromo vedrà otto big della racchetta, invitati dagli organizzatori, sfidarsi in un campo in terra rossa allestito lungo il rettilineo principale e circa 5 mila spettatori sugli spalti. Previsti in tutto sette match al tie-break. Ora quindi non resta che attendere gli altri sette nomi in tabellone. (r.s.)

Nella foto: il fotomontaggio del campo in terra rossa all’autodromo; Matteo Berrettini

Terra rossa in rettilineo, tra gli 8 big del tennis anche Matteo Berrettini

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast