Sport

Cronaca 24 Agosto 2018

Il Comune di Dozza conferisce la cittadinanza onoraria al campione paralimpico Stefano Travisani

Il Comune di Dozza, su richiesta di un gruppo di consiglieri, ha deciso di conferire la cittadinanza onoraria a Stefano Travisani, campione mondiale paralimpico di tiro con l’arco, per i suoi rilevanti meriti sportivi.

Il legame di Travisani con Dozza risale a quattro anni fa, per la prima edizione di «Giochiamo senza frontiere», una manifestazione volta a far conoscere tutte le associazioni del territorio, proponendo attività accessibili a tutti ma con un occhio di riguardo soprattutto per le discipline paraolimpiche. In quella occasione era stato coinvolto anche l’Istituto Riabilitativo di Montecatone, in quanto molti ragazzi ricoverati nella struttura svolgono terapia riabilitativa attraverso la pratica sportiva. Stefano Travisani provò così a tirare con l’arco olimpico per la prima volta al di fuori dell’Istituto e quello fu l”inizio di una serie di successi culminati con il titolo di campione mondiale. Oggi Travisani fa parte delle Fiamme Gialle e gareggia in competizioni olimpiche con avversari normodotati.

Durante la prossima edizione di «Giochiamo senza frontiere» che si terrà il 15 settembre prossimo gli verrà consegnato un attestato, simbolo del conferimento della cittadinanza onoraria. «Siamo molto orgogliosi – commentano il sindaco Luca Albertazzi e l”assessore allo sport Luana Vittuari – di aver potuto contribuire anche se in minima parte, con il tiro della sua prima freccia, al successo di Stefano e fieri del fatto che la nostra comunità sia testimone di una vicenda così bella e densa di significati. Siamo convinti che Stefano rappresenti un esempio estremamente positivo per tutti, ma in particolare per i nostri giovani, perché è portatore di tante qualità positive: impegno, perseveranza e coraggio. Rappresenta esempio e speranza, dimostrando che anche dopo un grave incidente è possibile reinventarsi e affrontare la quotidianità in maniera positiva».

r.c.

Nella foto: Stefano Travisani insieme al sindaco di Dozza Luca Albertazzi e l”assessore allo sport Luana Vittuari

Il Comune di Dozza conferisce la cittadinanza onoraria al campione paralimpico Stefano Travisani
Sport 24 Agosto 2018

Carrera Autopodistica, i tempi della Superpole in centro storico

Ora si inizia davvero a fare sul serio. La Carrera a Castel San Pietro sta entrando nel vivo e, in attesa delle gare di domenica 9 settembre, mercoledì sera è andata in scena la Superpole in centro storico, i cui tempi determineranno la griglia di partenza nel caso domenica 2 settembre non si potessero svolgere le prove ufficiali.

La prova si è divisa in due manche e, per stilare la classifica finale, è stato preso il miglior tempo di ognuna per ogni team. Davanti a tutti, neanche a dirlo, la Mora (2”13””704) seguita da Coyote, Porz, Ov, Nibbio, Ovetto, Delfino, Cavedano, Porzelin, Bianco Nibbio, Team Volpe, Wile e, per ultimo, Dowlphin.

Tra le donne, invece, le Cavedane sono state le più veloci tallonate da La Venere, mentre le Geckes hanno chiuso al terzo posto.

Domenica 26, invece, andrà in scena la Superpole Coppa Terme.

r.s.

Nella foto: il team Coyote

Carrera Autopodistica, i tempi della Superpole in centro storico
Sport 23 Agosto 2018

Calcio serie C, il fratello di Giovinco rinforzerà l'attacco dell'Imolese

Altro nuovo arrivo in casa Imolese. La società rossoblù, infatti, ha ingaggiato l”attaccante Giuseppe Giovinco, fratello dell”ex juventino Sebastian.

Il classe ”90, seconda punta lo scorso anno al Matera, ha collezionato in carriera 177 presenze in serie C, totalizzando 31 gol.

r.s.

Nella foto: Giuseppe Giovinco insieme al diesse Ghinassi

Calcio serie C, il fratello di Giovinco rinforzerà l'attacco dell'Imolese
Sport 23 Agosto 2018

Calcio serie C, Raul Zucchetti è un nuovo difensore dell'Imolese

Continua incessante il lavoro del diesse rossoblù Ghinassi sul mercato. L”ultimo arrivo in ordine di tempo per l”Imolese è il prestito del terzino sinistro Raul Zucchetti, di proprietà della Virtus Entella. 

Il classe ”98 nella scorsa stagione ha militato in serie C con le maglie di Albinoleffe e Prato, totalizzando 18 presenze in campionato.

r.s.

Nella foto: Raul Zucchetti

Calcio serie C, Raul Zucchetti è un nuovo difensore dell'Imolese
Sport 19 Agosto 2018

Basket giovanile, il 15enne Tommaso Marangoni ha scelto la Leonessa Brescia per il suo futuro

Pareva nel mirino dell’Olimpia Milano, poi anche in quello della Virtus Bologna (si era sussurrato anche di Barcellona), invece Tommaso Marangoni a sorpresa è finito a Brescia.

Il miglior prodotto del vivaio International (15 anni compiuti il 21 marzo), è una guardia di 195 cm, che oltre ad aver spinto la propria squadra (allenata da Marco Nestori) alle finali nazionali allievi di Roseto, è entrato nella lista dei convocati della Nazionale Under 15 di Antonio Bocchino, anche se poi non è riuscito ad entrare tra i 12 azzurri che hanno partecipato al Torneo dell’Amicizia di Troyes in Francia.

Marangoni, dopo aver «provato» a Milano e anche per la Virtus Bologna, per la prossima stagione ha scelto la Leonessa Brescia, un club in grande crescita non solo a livello di prima squadra, ma anche di settore giovanile, che al 15enne imolese ha offerto un programma complessivo più soddisfacente, portandolo alla scelta. Dopo Alessandro Vigori passato a Reggio Emilia nel 2015, questo è il secondo prodotto del vivaio dell’International che finisce in un club di serie A.

p.p.

Nella foto: Tommaso Marangoni con la maglia della selezione dell”Emilia-Romagna

Basket giovanile, il 15enne Tommaso Marangoni ha scelto la Leonessa Brescia per il suo futuro
Sport 19 Agosto 2018

Calcio serie C, l'Imolese riabbraccia il terzino Alessandro Garattoni

Il mercato dell”Imolese, questa volta, registra un gradito ritorno. Il 20enne terzino Alessandro Garattoni è infatti tornato in rossoblù dopo l”ottima stagione scorsa in serie D dove, dettaglio non trascurabile, ha messo a segno il gol decisivo per la vittoria dei play-off contro il Forlì.

Garattoni in estate era passato al Crotone, società con la quale ha firmato un contratto triennale e arriva a Imola con la formula del prestito.

r.s.

Nella foto: Alessandro Garattoni

Calcio serie C, l'Imolese riabbraccia il terzino Alessandro Garattoni
Sport 19 Agosto 2018

Il calcio d’estate si trasferisce a Sesto Imolese con le cinque serate dei triangolari d'agosto

Anche quest’anno ad agosto non potevano certo mancare i triangolari di Sesto Imolese, appuntamenti ormai fissi per tutti gli appassionati di calcio.

In questa edizione (fischio d’inizio sempre alle ore 20) si partirà domani sera con il Memorial «Lama Bettini» nel quale si affronteranno Ravenna, Granamica e Progresso. Martedì 21, invece, sarà il turno di Medifossa, Axys Zola e i padroni di casa del Sesto Imolese. Mercoledì 22 fari puntati su Mezzolara, Faenza e Massa Lombarda, mentre giovedì 23 la sfida interesserà Sanpaimola, Argentana e Atletico Castenaso. La chiusura spetterà, venerdì 24, al Memorial «Bruno Bernardi», riservato alla categoria Beretti, quando scenderanno sul terreno di gioco Ravenna, Forlì e Imolese.

d.b.

Nella foto (dalla pagina facebook della società rossoblù): la tribuna dello stadio di Sesto Imolese

Il calcio d’estate si trasferisce a Sesto Imolese con le cinque serate dei triangolari d'agosto
Sport 19 Agosto 2018

Futsal serie B, il campionato dell'Imolese partirà il 6 ottobre contro Belluno

La Federazione Calcio a 5 ha ufficializzato i calendari per la stagione 2018/2019 di serie B dove, nel girone E, è presente anche l”Imolese.

Il campionato partirà sabato 6 ottobre e la squadra di Carobbi debutterà alla Cavina contro Belluno, mentre sette giorni dopo andrà sul campo del Vicenza. Seguirà una seconda trasferta consecutiva a Mestre, poi in alternanza Maccan Prata, Sporting Altamarca, Cornedo, Atesina, Sedico, Pordenone, Vicinalis e, per ultima, il 5 gennaio i rossoblù saliranno a Venezia.

Nel girone d”andata il campionato si fermerà il 17 novembre, l”1 dicembre e il 29 dicembre (per la sosta natalizia). Il ritorno invece è in programma il 12 gennaio con lo stop previsto il 26 gennaio, 2 febbraio, 9 marzo, 30 marzo e 13 aprile, mentre il turno di Pasqua sarà anticipato a venerdì 19 aprile.

r.s.

Nella foto (dalla pagina facebook dell”Imolese Calcio a 5): il logo della società rossoblù

Futsal serie B, il campionato dell'Imolese partirà il 6 ottobre contro Belluno
Sport 18 Agosto 2018

Pallavolo B2 femminile: a Ozzano si rivede Claudio Casadio, un tecnico che ha fatto la storia di questo sport

Il passaggio di Claudio Casadio sulla panchina ozzanese del Volley Team Bologna, dopo aver vinto la B1 con San Lazzaro, ha caratterizzato l’estate del volley provinciale. Grazie alla scelta della società bolognese di spostare la B2 da Castelmaggiore a Ozzano, il tecnico di San Lazzaro tornerà ad allenare nel palazzetto in cui 12 anni fa, assieme ad Antoinnette White, conquistò la promozione in B1. Un binomio vincente iniziato tanti anni prima (stagione ’94-95) a Imola quando l’allora Famila neopromosso in A2 sorprese tutti, arrivando a ridosso dei play-off e che si confermò nel 2011/12 a San Lazzaro, sempre con il passaggio in B1.

Tre flash di una carriera lunghissima, visto che quest’anno il tecnico nativo di Castel Guelfo festeggerà i 60 anni, di cui 40 in panchina. Ci vorrebbe un libro per raccontare questa storia, anche se in maniera schematica possiamo dividerla in tre periodi ben distinti. Un infortunio lo costrinse a smettere di giocare e a spingerlo ad allenare a San Lazzaro. Poi gli anni da professionista in giro per l’Emilia Romagna (6 anni a Imola, di cui due in A1) con alcuni excursus fuori regione (Firenze e Roma, ad esempio) e poi dal 2006, con l’arrivo della cattedra da professore, il ritorno nelle palestre bolognesi. L’attualità è storia recente, visto che poco più di un mese fa Casadio sì è accasato al Volley Team Bologna, lasciando San Lazzaro dopo 8 anni. «Vincendo il campionato di B1 avevo raggiunto l’obiettivo che mi ero posto quando sono tornato ad allenare a casa mia 8 anni fa. Però, quando la società ha rinunciato all’A2 per questioni economiche, chiedendomi di allenare le giovani in C o addirittura in D, non me la sono sentita. Ho ancora voglia di sfide più appaganti e la proposta di allenare una B2 con tutte Under 18 a pochi chilometri da casa mi è sembrata interessante. E in più a Ozzano ritrovo un palazzetto che considero il migliore per la pallavolo della provincia di Bologna. La presenza di un direttore tecnico preparato come Gian Luca Alberti ha inciso positivamente sulla mia decisione».

Chi è restato con un pugno di mosche in mano è Massimo Benedetti, che si è trovato senza squadra un po’ a sorpresa.

«Mi è dispiaciuto molto, ma anche a me è capitata una cosa simile in passato. Con Massimo ho un buon rapporto e penso abbia capito che è stata la società a cercarmi. Io dopo tanti anni ero già pronto a stare fermo».

Sarà un progetto a lunga scadenza, cosa ti aspetti da questo primo anno?

«Abbiamo una squadra giovane, ma c’è del buono su cui si può lavorare per migliorare. Con la partenza di Rebecca Piva dovremo inventarci qualcosa per sostituire una schiacciatrice da 20 punti a partita, ma sono convinto che faremo bene, anche se non conosco il livello del girone. L’obiettivo, come tutte le mie squadre, è quello di crescere nel corso della stagione e quindi mi aspetto qualche difficoltà iniziale e un girone di ritorno importante. Un traguardo a cui tengo è quello di qualificarci per le finali nazionali Under 18, considerando che potremo fare affidamento anche su altri elementi, in particolare su un paio di giocatrici che faranno la B2 con la Clai».

Farà un certo effetto tornare da avversario a Imola?

«Sono nato in via Larga a Castel Guelfo e ho più parenti che abitano a Imola rispetto a quelli di San Lazzaro. Per questo mi sento anche imolese e indubbiamente mi verranno in mente tanti ricordi quando tornerò in via Volta. Mio padre, che è morto due anni fa, era abbonato a sabato sera e ho sempre continuato a tenermi informato sulla pallavolo imolese».

A Imola sei stato in due momenti diversi e la seconda volta l’hai portata ad ottenere un sorprendente ottavo posto al primo anno in A1.

«Il primo anno in B1 sfiorammo la promozione perdendo all’ultima giornata, poi abbiamo sempre disputato delle ottime stagioni, ma arrivammo in A2 per la rinuncia del San Lazzaro. Al primo anno azzeccammo una straniera come la White e disputammo una stagione super per una neopromossa. Fui richiamato nel 2000 quando il Famila era stato promosso in A1 e con un budget ridotto disputammo un campionato notevole in un Ruggi sempre gremito. Poi l’anno dopo chiudemmo penultimi, saremmo stati ripescati, ma la società per questioni economiche decise di vendere il diritto e scendere di categoria».

Nell’arco di 40 anni la pallavolo è diventata un altro sport, anche tu sei cambiato tanto?

«Anche a livello femminile adesso c’è una fisicità impressionante. Per fare un esempio, la mia San Lazzaro che fece la finale scudetto, oggi non sarebbe competitiva. In più gli attacchi da seconda linea e la presenza del libero hanno rivoluzionato il modo di stare in campo. Io so di essere molto più bravo adesso rispetto al passato, anche se sono su una panchina di B2. L’esperienza mi ha fatto migliorare molto e di mio credo di averci messo la capacità di rimettermi sempre in gioco non accontentandomi mai. Se avrò energie continuerò ad allenare ancora per molti anni. Fra i miei successori giovani credo che Turrini della Clai e Guarnieri, che fa il secondo a Ravenna in A2, siano i più preparati».

c.a.t.

L”articolo completo su «sabato sera» del 2 agosto.

Nella foto: Claudio Casadio

Pallavolo B2 femminile: a Ozzano si rivede Claudio Casadio, un tecnico che ha fatto la storia di questo sport
Sport 18 Agosto 2018

Pallamano A2, lunedì di raduna il Romagna. Svelato il calendario e il rebus promozioni

L’inizio della preparazione per il gruppo di Tassinari è previsto per lunedì 20, ore 19, e fra le novità ci sarà il ritorno, oltre a quello di Santiago Vanoli, anche di Filippo Gollini (classe 1994) che aveva interrotto l’attività e potrà essere utile sia in attacco che in difesa. In attesa del debutto in campionato il Romagna Handball affronterà il torneo ufficiale «28° Memorial Stefano Magnani» a Bologna affrontando il Nonantola (venerdì 31 alle 21), gli Spartans (sabato 1 settembre ore 17) e Siena (sabato 1 settembre ore 21,15).  Eventuale finale domenica 2 nel pomeriggio.

Il campionato, invece, ripartirà sabato 22 settembre alla palestra Cavina contro il Parma. La Federazione ha infatti reso noti i calendari (26 partite complessive) dei tre gironi della serie A2. Balza subito agli occhi come la squadra di Tassinari dovrà affrontare un inizio piuttosto complesso, sia per il valore delle avversarie, sia per questioni logistiche, visto che le prime due trasferte saranno sui campi delle due squadre di Sassari. Sabato 29 contro la più quotata Raimond quindi, dopo il match casalingo con l’Estense, ci sarà la seconda trasferta (13 ottobre) in Sardegna sul campo del Verdeazzurro. Sulla carta è più «soft» la seconda metà del girone, in cui i bianconeri affronteranno le tre formazioni provenienti della serie B. L’ultima di andata, domenica 13 gennaio a Camerano, sarà la prima del nuovo anno. Saranno due le squadre a giocare sempre in casa alla domenica (Camerano e United Ferrara), mentre il Romagna disputerà le gare interne alla Cavina sempre il sabato alle ore 19. Non sono previsti turni infrasettimanali e il campionato si chiuderà il 13 aprile.

La notizia più interessante riguarda però le promozioni. Si sapeva che erano solo due, ma non era nota la formula, essendo tre i gironi. La Federazione ha deciso di disputare una final-eight in campo neutro (prime 3 dei gironi A e B e due del girone C) dall’1 al 5 maggio, dividendo le squadre in due gironi da 4. Le prime due disputeranno le semifinali che, per le vincenti, significano la promozione, mentre la finalissima attribuirà la Coppa Italia di A2. Quindi per questo giovane Romagna l’obiettivo potrebbe essere proprio quello di lottare per il terzo posto nel proprio girone. 

c.a.t.

L”articolo completo su «sabato sera» del 2 agosto.

Nella foto (di proprietà del Romagna Handball): la squadra in campo

Pallamano A2, lunedì di raduna il Romagna. Svelato il calendario e il rebus promozioni

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast