Posts by tag: Castel San Pietro

Ciucci (ri)belli 8 Ottobre 2018

Genitori, a Castello una giornata di consulenza gratuita con psicologa e logopedista

In occasione del Mese del benessere psicologico, l’associazione castellana di promozione sociale Percorsi offre una giornata di consulenze gratuite su prenotazione per tutti i genitori che hanno figli di età compresa tra 0 e 5 anni che stanno attraversando momenti delicati e faticosi (problemi nell’alimentazione, difficoltà con il sonno, difficoltà del linguaggio, problematiche nel togliere il pannolino, e altro ancora) e desiderano cominciare a capire cosa succede al loro bambino e come poterlo aiutare.

Gli incontri, individuali, saranno tenuti dalla psicologa psicoterapeuta Daniela Gaddoni e dalla logopedista Debora Presicce o Camilla Di Cillo. «Lo scopo è cominciare a riflettere insieme su quale può essere la strada migliore per affrontare queste difficoltà – affermano dall’associazione Percorsi -. Sarà un’occasione per poter iniziare a scoprire una prospettiva più ampia da cui osservare le dinamiche in tali momenti critici o difficoltà. Sarà possibile anche essere informati in merito al professionista più adatto a cui rivolgersi o all’opportunità di una consulenza più approfondita. I colloqui si svolgeranno previo appuntamento. Si cercherà di dare risposta al maggior numero di richieste ma il numero sarà limitato alla disponibilità in quella giornata».

Le prenotazioni sono aperte. Gli incontri si svolgeranno nella giornata di sabato 20 ottobre 2018 in via San Pietro 34, a Castel San Pietro.

Per info e appuntamenti: tel. 388/3433947, dal lunedì al venerdì, dalle ore 20.30 alle 21.

Percorsi Aps è un’associazione di Castel San Pietro formata da psicoterapeuti, educatori, logopedisti e volontari che desiderano offrire servizi alle famiglie e ai minori della comunità, in particolare a coloro che si trovano economicamente più in difficoltà. L’associazione promuove progetti di solidarietà sociale, tra cui iniziative psico-socio-educative, logopediche e formative a favore di bambini e adolescenti. In particolare, l’associazione Percorsi nasce dal desiderio di avvicinare la psicoterapia a chi non potrebbe farsene carico economicamente e si propone di supportare le famiglie e i bambini che stanno affrontando un momento di particolare disagio emotivo attraverso percorsi psicoterapeutici o consulenze psicologiche, affinché i servizi di cura della persona possano essere “servizi per tutti”.

Genitori, a Castello una giornata di consulenza gratuita con psicologa e logopedista
Ciucci (ri)belli 28 Settembre 2018

Spassatempo Baby, nuovo spazio per mamme in gravidanza e bebé a Castel San Pietro

Spassatempo Baby è il nuovo centro pensato dal Comune di Castel San Pietro per le mamme in gravidanza e per le mamme, i papà, i nonni con bambini 0-3 anni che non frequentano i servizi educativi come il nido.

Da lunedì 1 ottobre 2018 al 9 giugno 2019 presso  la ludoteca comunale Spassatempo, in via Caduti di Cefalonia 256, tel. 051/948589.

Il centro sarà aperto  lunedì, martedì e giovedì mattina, ore 9-12. Accesso gratuito per gli iscritti in ludoteca, altrimenti quota di 25 € per un anno (costo assicurazione).

Ad ottobre sarà proposta come attività il corso di massaggio infantile (costo 28€) che si articolerà in 4 incontri di circa un’ora dalle 10.30 alle 11.30 nelle giornate di martedì 2,9,16,23 ottobre. Gli incontri saranno tenuti dall’ostetrica dell’Asl Sabrina Mirri. Per partecipare occorre iscriversi, solo 12 posti (portare olio per il massaggio e un cuscino su cui adagiare il bambino).

Per info e iscrizioni e-mail: ludoteca@comune.castelsanpietroterme.bo.it, tel. 051/948589

La ludoteca Spassatempo a Castel San Pietro

Spassatempo Baby, nuovo spazio per mamme in gravidanza e bebé a Castel San Pietro
Cronaca 28 Settembre 2018

Giovedì nero sulle strade, incidente lungo la Montanara e a Castel San Pietro

Ieri mattina sulle strade del nostro territorio si sono verificati, a pochi minuti di distanza l”uno dall”altro, due diversi incidenti che hanno causato alcuni feriti.

Il primo, intorno alle 7.30, a Castel San Pietro lungo la strada provinciale 31 Colunga, all”altezza dell”incrocio con via San Giovanni. Lo scontro ha interessato una Fiat Panda guidata da un 79enne di Ozzano e una Volkswagen Golf con al volante un 32enne faentino. Secondo la ricostruzione effettuata dalla polizia municipale di Castel San Pietro giunta sul luogo dell”incidente, la Fiat Panda proveniente da Osteria Grande stava percorrendo via San Giovanni pronta ad immettersi sulla provinciale Colunga, mentre la Golf viaggiava con diritto di precedenza sulla provinciale stessa in direzione Imola-Bologna. Dopo il violento impatto i due mezzi sono finiti all”interno del fosso adiacente, causando anche la rottura delle tubature presenti in quel punto. Sul posto a prestare soccorso sono giunti i vigili del fuoco di Budrio e di Bologna, che hanno dovuto estrarre dalle lamiere i due conducenti, insieme ai sanitari del 118 e l”elisoccorso. Il ferito più grave è risultato essere il 79enne che è stato trasportato all”ospedale Maggiore di Bologna dove si trova ricoverato in prognosi riservata, mentre il giovane alla guida della Golf è stato trasferito a Imola con ferite di lieve entità. 

Il secondo incidente, invece, è avvenuto attorno alle 8 lungo la Montanara tra Fabbrica e Casalfiumanese. Coinvolto un 89enne alla guida di una Volskwagen e una 57enne al volante di una Ypsilon. A quanto risulta dai rilievi dei carabinieri di Casalfiumanese e di Imola accorsi sul posto pare che l”anziano, per cause ancora da accertare, abbia invaso la corsia opposta prima dello schianto. Entrambi trasportati all”ospedale di Imola, l”uomo risulta essere in prognosi riservata anche se le sue condizioni al momento non sembrano gravi, mentre la donna ha riportato una frattura allo sterno e contusioni guaribili in 20 giorni. 

r.c.

Foto d”archivio

Giovedì nero sulle strade, incidente lungo la Montanara e a Castel San Pietro
Cultura e Spettacoli 27 Settembre 2018

Il comico Antonio Ornano aprirà la stagione al Jolly e alla Sala del Suffragio

Teatro Jolly al via. Parte domani, venerdì 28 settembre, con uno spettacolo di Antonio Ornano la stagione del teatro di via Matteotti a Castel San Pietro, curata dall’Eclissidilana. Divisa in cabaret, prosa e dialettale, prevede diciotto appuntamenti fino a metà aprile. Ornano, con il suo show Crostatina stand up vol. 2 apre la programmazione dedicata al cabaret con un monologo centrato sulla vita quotidiana e l’amore per la sua dolce metà per la direzione di Davide Balbi. (Informazioni e prenotazioni anche per singoli biglietti: 333/9434148).

L”attore di Zelig poi, sabato 28, sarà con lo stesso spettacolo a Medicina (ore 21.15) per inaugurare la nuova stagione alla Sala del Suffragio«È un monologo da stand up comedian, al naturale, senza orpelli scenografici e senza travestimenti – spiegano le note -. Una confessione a cuore aperto davanti a un pubblico visto come un gruppo di auto aiuto insieme al quale condividere debolezze, frustrazioni e ossessioni che spaziano dalla vita di coppia, ai figli, fino agli animali domestici. È un racconto di vita profondamente segnato da tante figure evocate in scena (registi bipolari, life coach, muratori), ma soprattutto da una figura femminile vincente e prevaricatrice, la dolce “crostatina” che altri non è se non la dolce metà di Ornano Il maschio contemporaneo descritto nello spettacolo è tutt’altro che dominante, è un padre e un marito spesso inadeguato e compresso da responsabilità e incombenze che lo portano a sfoghi di rabbia tanto tumultuosi quanto liberatori, per lui e per un pubblico che non può che provare empatia rispetto a situazioni che tutti abbiamo vissuto». (Biglietto: 12 euro. Info: 333/9434148).

r.c.

Nella foto: Antonio Ornano

Il comico Antonio Ornano aprirà la stagione al Jolly e alla Sala del Suffragio
Cronaca 17 Settembre 2018

Open Safety Day, l'Ausl di Imola aderisce alla campagna regionale: due sportelli a Imola e Castel San Pietro

Due sportelli informativi, all”ospedale Santa Maria della Scaletta di Imola e alla Casa della Salute di Castel San Pietro Terme. Così l”Ausl di Imola aderisce oggi alla campagna regionale “Sicurinsieme” e allo slogan “Una sanità più sicura comincia da noi”, in occasione della giornata mondiale per la sicurezza dei pazienti, in inglese Open Safety Day, del 17 settembre. 

Dalle 10 alle 13 nell”atrio dell”ospedale nuovo e dalle 10 alle 12 al punto Accoglienza del presidio castellano, operatori sanitari e volontari dell”accoglienza saranno a disposizione dei cittadini per fornire informazioni e consigli per ridurre i rischi legati all”assistenza sanitaria e per distribuire il materiale informativo della campagna regionale.

L”obiettivo dell”iniziativa è rafforzare il rapporto di fiducia tra i pazienti e il personale sanitario, attraverso una collaborazione in grado di migliorare la sicurezza delle cure. Cosa può fare un cittadino per aiutare medici e infermieri a curarlo in modo più efficace? Ecco qualche esempio: mostrare sempre tessera sanitaria e documento d”identità, portare alle visite la propria documentazione sanitaria pregressa, comunicare con precisione agli operatori le terapie in corso, informarli di eventuali allergie, non togliere mai in caso di ricovero il braccialetto identificativo.

Piccole cose, insomma, che possono però essere di grande aiuto in caso di necessità. Ne è convinta la Regione, che con la campagna “Sicurinsieme” e il relativo slogan “”Una sanità più sicura comincia da noi”, stampato su poster e cartoline, ma declinato anche in uno spot video, punta decisa a guadagnare la collaborazione dei pazienti.

“La Regione Emilia-Romagna – spiega l’assessore alle Politiche per la salute, Sergio Venturi – è impegnata da anni a promuovere la sicurezza delle cure e a prevenire, evitare o mitigare i potenziali eventi indesiderati, che sono sempre possibili nei percorsi assistenziali; tanto è vero che l’area rischio clinico della commissione nazionale Salute è coordinata proprio dalla nostra Regione. Per questo tutte le strutture pubbliche e private che erogano prestazioni sanitarie devono possedere un’adeguata funzione di monitoraggio, prevenzione e gestione del rischio sanitario. Al tempo stesso è importante coinvolgere i cittadini: il paziente può infatti ridurre notevolmente i rischi collegati all’assistenza, adottando alcuni semplici comportamenti. Essere informati è il primo passo per aiutare e farsi aiutare”.

Per informazioni o per scaricare il materiale della campagna basta collegarsi al portale Salute della Regione, alla pagina http://salute.regione.emilia-romagna.it/sicurinsieme

Nella foto il logo della campagna regionale

Open Safety Day, l'Ausl di Imola aderisce alla campagna regionale: due sportelli a Imola e Castel San Pietro
Cultura e Spettacoli 13 Settembre 2018

Il weekend a Castel San Pietro è dolce come il miele con fiera, concorso e convegni

Miele, miele e ancora miele. Il Settembre castellano punta l”attenzione sul nettare degli dei. Le manifestazioni apistiche a Castel San Pietro si aprono venerdì 14 settembre alle 10 quando al teatro Cassero si terrà il convegno dal titolo «Buone pratiche agricole e salvaguardia delle api, primi risultati dalle intese e prospettive future», seguito alle 14.30 da un ulteriore seminario dedicato a «Economia e impresa apistica». Alle 19.30, nella Galleria di arte moderna, verrà inaugurata la mostra fotografica «Ape, mieli, biodiversità con gusto». Alle 20 si torna al Cassero per parlare di «Zucchero 100% italiano per un”agricoltura più sostenibile» in collaborazione con Coprob Italia Zuccheri.

Sabato, ecco in centro storico dalle 10 alle 23 la «Fiera del Miele, dell’Agricoltura e dell’Enogastronomia» con mieli e tipicità italiani in via Matteotti, attrezzature apistiche in piazza Acquaderni, prodotti agroalimentari tipici, laboratori, fattorie didattiche e progetti sociali in piazza XX Settembre, prodotti agricoli a chilometro zero in piazza Galvani e via Cavour. Tutte iniziative che torneranno anche domenica dalle 9.30 alle 21. Non mancheranno, poi, i convegni: sabato alle 10 al Cassero si parlerà di «Legislazione regionale in materia apistica e necessario coordinamento normativo nazionale» e alle 14.30 di «Qualità del prodotto e mercato del miele in Italia». La serata vedrà al centro la musica: alle 21 in piazza XX Settembre ci sarà un concerto dal jazz al pop con il Corpo musicale San Luigi di Vedano al Lambro e il Corpo bandistico di Castel San Pietro. In città ci saranno anche intrattenimento e danze popolari dalle 20.30

Domenica 16 ritorna la Fiera in centro dalle 9.30 alle 23 e, sempre alle 9.30, in piazza XX Settembre si esibirà il corpo musicale lombardo. Nella piazza centrale della città dalle 10.30 si farà spazio al concorso «Grandi mieli d”Italia – 3 gocce d”oro» giunto alla trentottesima edizione: curato dall”Osservatorio nazionale del miele, vedrà la partecipazione in gara di 1124 mieli divisi in tre sezioni (i millefiori, i grandi mieli di Sicilia, i mieli da apicoltura biologica). La premiazione avverrà alle 12.30 e sarà condotta da Patrizio Roversi. Durante la manifestazione, verranno ricordati Maria Rosa Modelli e Cesarino Dalmonte dell”apicoltura Dalmonte. Al pomeriggio, dalle 16.30, spazio all”intrattenimento con le danze popolari.

Info: 051/6954112.

Il weekend a Castel San Pietro è dolce come il miele con fiera, concorso e convegni
Cultura e Spettacoli 8 Settembre 2018

La Sagra della braciola arriva domani a Castello, mentre oggi si fa festa con la Supercrapula e il rock di Innesto

È il weekend della Carrera ma anche della braciola a Castel San Pietro, unendo così due delle passioni della città sul Sillaro: «È un amore profondo e fedele quello che ci lega al Settembre Castellano – scrive infatti il sindaco Fausto Tinti nell’opuscolo degli eventi -, un amore fedele sessantasette anni, che cresce nell’attesa della festa, dell’amicizia e del ritrovarsi attorno alla nostra identità culturale e alle nostre tradizioni di sempre, Carrera e buon cibo, con in testa la braciola di castrato, simboli che solo chi non ama questa città può considerare non importanti».

La sessantasettesima Sagra della Braciola si tiene così domenica 9 settembre quando in piazza Acquaderni sarà aperto dalle 11.30 il ristoro della sagra con con degustazione tradizionale di castrato cotto allo spiedo (aperto anche giovedì 6, venerdì 7, sabato 8 dalle ore 19), in tutta la città ci saranno tipicità castellane presso ristoranti e trattorie e presso la Locanda slow allestita nel parcheggio di viale Oriani (aperta fino al 19 settembre tutte le sere dalle 19 e le domeniche 9 e 16 anche a pranzo dalle ore 12, con specialità tradizionali; per prenotazioni telefonare al 347 5922451 dalle 17 alle 22.30). Da ricordare che alla Pro Loco sarà disponibile il piatto della Sagra della Braciola con l’immagine vincitrice del concorso, che raffigura un suggestivo scorcio del centro storico disegnato da Sandra Fiumi. In serata, alle 21 in piazza XX Settembre si terrà uno spettacolo comico con Davide Dalfiume e Max Pisu, e alle 23.30 il parco Lungo Sillaro saluterà con i fuochi artificiali.

Da segnalare anche, tra i tanti eventi del Settembre castellano, la Supercrapula che si terrà sabato 8 dalle 20.30 dal Cassero alla Montagnola e piazza Galvani: vetrina vetrina conviviale della città, offerta dai commercianti, dagli artigiani e dalle associazioni di Castello, vedrà un grande buffet a cielo apertocon tipicità castellane, il cui ricavato sarà devoluto all’Unità Operativa di Chirurgia Pediatrica Policlinico S. Orsola – Malpighi – Ospedale Maggiore di Bologna (contributo per il buffet: 2 euro adulti, 1 bambini). Nella stessa sera, alle 22 in piazza XX Settembre, il sassofonista Andrea Innesto, celebre per la sua lunga collaborazione con Vasco Rossi, terrà un concerto insieme a Pippo Guarnera, Ariane Diakite, Vladi Dimatore, Uccio Rizzo, Davide Truccolo e Andrea Braido come special guest.

La Sagra della braciola arriva domani a Castello, mentre oggi si fa festa con la Supercrapula e il rock di Innesto
Cultura e Spettacoli 24 Agosto 2018

Questa sera Pizzocchi, martedì Vito: i Suoni degli Angeli salutano l'estate

Salutano l”estate «I suoni degli Angeli 2018». La rassegna di musica e spettacolo organizzata dall”associazione Il Giardino degli Angeli Onlus al fine di raccogliere fondi a favore di progetti di ricerca rivolti a bambini gravemente malati è giunta all”ultima settimana di programmazione. Nel Giardino degli Angeli, in via Remo Tosi a Castel San Pietro, questa sera si esibirà Duilio Pizzocchi con il suo cabaret fatto di personaggi noti e amati quali l”imbianchino maldestro, la chiromante che compone oroscopi improbabili, il camionista Ermete Bottazzi. Domani, sabato 25 agosto, sarà sul palco Massimo Priviero, in tournée per la presentazione del suo nuovo album dal titolo All”Italia.

A chiudere l”ottava edizione della rassegna sarà Vito che, martedì 28 agosto, racconterà le Storie della Bassa di Maurizio Garuti. Vito, con i suoi monologhi, porta in scena da tempo il mondo della sua infanzia, donne e uomini padani, personaggi legati alla terra e al buon cibo e quindi all’amore. Ci sono storie vere e storie inventate; personaggi fantastici e personaggi reali. «Tutti sono accomunati dall”essere surreali, dal vivere nel confine dell’assurdo – si legge nelle note allo spettacolo -. Uno spettacolo di atmosfere, che narra di un mondo che non c’è più, un universo surreale e affascinante, quello della Bassa che Zavattini amava descrivere con una riga, che quando c”è la nebbia diventa un tutt”uno tra cielo e terra».

Gli spettacoli avranno inizio alle ore 20.45. In caso di maltempo si svolgeranno al teatro Cassero. Ingresso a offerta libera.

Nella foto Vito

Questa sera Pizzocchi, martedì Vito: i Suoni degli Angeli salutano l'estate
Cronaca 2 Giugno 2018

Controlli con i cani antidroga in due scuole superiori, una ragazza segnalata per uso personale

Controlli antidroga in due istituti scolastici superiori con i cani specializzati nella ricerca delle sostanze stupefacenti. L’attività è stata eseguita in collaborazione con i dirigenti scolastici e i carabinieri del Nucleo cinofili del Comando provinciale di Bologna che sono arrivati in compagnia di Geko, Drago e Ronny, cani di razza pastore tedesco i primi due, pastore belga il terzo.

Il loro fiuto infallibile ha condotto i militari all’interno di una classe e li ha aiutati a recuperare un frammento di hashish che era stato gettato per terra. A Castel San Pietro, invece, una studentessa maggiorenne è finita nei guai perché all’interno dello zaino, assieme ai libri e alla merendina, custodiva un pezzetto di hashish. Per la giovane è scattata una segnalazione alla Prefettura di Bologna per uso personale di sostanze stupefacenti.

Foto d”archivio

Controlli con i cani antidroga in due scuole superiori, una ragazza segnalata per uso personale
Cronaca 30 Maggio 2018

Testamento biologico, il Comune di Castel San Pietro attiva il Registro delle Dat

Anche a Castel San Pietro è possibile iscriversi al Registro comunale per le Disposizioni anticipate di trattamento (Dat), il famoso testamento biologico o biotestamento. Il servizio è stato attivato dal Comune in questi giorni in attuazione della legge 219 del 2017, diventata operativa a fine gennaio, che ha finalmente codificato le regole sul fine vita. Una battaglia che negli anni ha visto alcuni Comuni attivare autonomamente il Registro e hanno sostenuto l”approvazione della legge, come, nella nostra zona, Imola, Medicina e Ozzano Emilia. In verità una battaglia più di diritti e civiltà che di grandi numeri di registrazioni dei Dat.

Nel registro castellano, come negli altri, verranno raccolti i nominativi dei maggiorenni residenti nel comune «che consegneranno personalmente all’Ufficio di stato civile una Dat – precisano dal Comune -, cioè un documento in cui indicano in anticipo i trattamenti medici cui vogliono essere o non essere sottoposti in caso di malattie o traumatismi cerebrali, che determinino una perdita di coscienza definibile come permanente ed irreversibile». Nel documento può essere indicato anche un fiduciario che farà le veci del dichiarante nel caso in cui diventi incapace di comunicare consapevolmente con i medici e le strutture sanitarie. In questo caso dovrà essere consegnata anche la dichiarazione di accettazione di incarico del fiduciario. Per iscriversi occorre prenotare un appuntamento all’Ufficio di stato civile che si trova nella sede municipale in piazza XX Settembre 3 (tel. 051/6954163 – 051/6954257 – e-mail: statocivile@cspietro.it).

Da notare che la legge 219 prevede, in particolare, all’articolo 3, che ogni persona maggiorenne, capace di intendere e volere, possa, attraverso le Dat esprimere le proprie convinzioni e preferenze in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto rispetto a scelte diagnostiche o terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari, comprese le pratiche di nutrizione e idratazione artificiali». Soprattutto le Dat sono vincolanti per il medico, che a sua volta diventa «esente da responsabilità civile o penale». 

Sempre l”articolo 3 stabilisce che le Dat «nel caso in cui le condizioni fisiche del paziente non lo consentano, possano essere espresse attraverso videoregistrazione». E in caso di emergenza o urgenza «la revoca può avvenire anche oralmente davanti ad almeno due testimoni».Per quanto riguarda i minori «il consenso è espresso dai genitori esercenti la responsabilità genitoriale o dal tutore o dall”amministratore di sostegno, tenuto conto della volontà della persona minore». (l.a.) 

Nella foto uno dei monitor dello Sportello cittadino del Comune di Castel San Pietro 

Testamento biologico, il Comune di Castel San Pietro attiva il Registro delle Dat

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast