Cronaca

Coronavirus, riaperto in sicurezza il centro diurno disabili «Ali Blu» di Castello

Coronavirus, riaperto in sicurezza il centro diurno disabili «Ali Blu» di Castello

Come da disposizioni della Regione, dopo la lunga chiusura forzata dovuta all’emergenza Covid-19, ha riaperto i battenti questa mattina il Centro diurno disabili «Ali Blu» di Castel San Pietro Terme, gestito dalla cooperativa Seacoop. «Ringrazio responsabili e operatori di Seacoop, insieme a quelli di Asp Circondario Imolese e Ausl di Imola, per l’impegno dedicato alla riapertura di questo delicato servizio e anche per il prezioso lavoro svolto durante il lockdown – afferma l”assessora al Welfare Giulia Naldi che questa mattina si è recata nella struttura per un saluto a utenti e operatori –. In questi mesi di chiusura, gli operatori sono sempre rimasti in contatto con le famiglie e gli utenti, con telefonate o videochiamate, anche per essere pronti a rispondere a eventuali esigenze particolari. Inoltre un mese fa è stata messa a disposizione anche l’assistenza domiciliare, attivata per le due famiglie che l’hanno richiesta. Sappiamo che queste famiglie sono quelle che hanno sofferto di più per il lockdown e per questo tutti hanno lavorato per far ripartire il servizio prima possibile».

Al momento sono dieci gli utenti che frequentano il centro a giorni alterni, divisi in due gruppi di cinque persone ciascuno, seguiti da altrettanti educatori, che per questo servizio sono previsti nella proporzione di 1 a 1. Il centro è aperto dalle ore 8 alle ore 16 dal lunedì al venerdì e sarà chiuso la settimana di Ferragosto. «La riapertura ha richiesto l’intera riprogettazione del servizio per rispettare le linee guida uscite il 18 maggio – spiega Mirca Penazzi, coordinatrice del Centro Diurno Ali Blu -. Tutto il personale Seacoop ha seguito la formazione specifica per operare secondo le attuali regole e il nostro responsabile della sicurezza ha visitato tutti i centri del Circondario e ha elaborato specifiche linee guida su ciascuno di essi, per seguire tutte  le regole previste da Asp e Ausl. L’attuale organizzazione proseguirà sicuramente almeno fino alla fine di agosto. Poi a settembre potrebbero arrivare altre disposizioni e in  quel caso ci attiveremo per riorganizzare nuovamente il servizio». (da.be.)

Nella foto: l’assessore Naldi nel centro diurno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

scuola
nidi

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast