Sport

Basket serie B: la Virtus sale in cattedra, che lezione nel derby all’Andrea Costa

Basket serie B: la Virtus sale in cattedra, che lezione nel derby all’Andrea Costa

Dopo 36 anni è tornato il derby tra Virtus e Andrea Costa. A sorridere però, davanti ad un palazzetto gremito come nei tempi migliori ed al sindaco Panieri, è solo l’Imola gallonera che al palaRuggi ha visto Aglio e compagni, pur senza il talento Mladenov, schiantare i rivali cittadini per 87-68. Match equilibrato solo per un tempo poi la squadra di Regazzi ha dimostrato di attraversare un ottimo momento di forma, a differenza dei biancorossi, legittimando così due punti fondamentali non solo per la classifica.

Troppe, nel computo finale, le palle perse dall’Andrea Costa (16 a 9), oltre ad una peggiore mira dall’arco (6/23 contro il 10/24 degli avversari). Numeri con i quali è complicato pensare di portarsi a casa un referto rosa.

Migliori in campo, in casa Virtus, l’ex Morara (20 punti) e capitan Aglio (17 punti), mentre dall’altra parta a nulla sono servite le ottime percentuali di Trentin, Tognacci (entrambi con 14 punti) e Ranuzzi (13 punti). (r.s.)

Nella foto (Isolapress): il capitano della Virtus Imola Aglio

Virtus Imola – Andrea Costa 87-68 (25-16; 40-36; 64-52)

Virtus: Carta 3, Galassi 8, Milovanovic 6, Dalpozzo 3, Pellegrini 2, Soliani 8, Magagnoli 10, Morara 20, Tommasini 10, Aglio 17, Neri ne. All. Regazzi.

Andrea Costa: Marangoni, Tognacci 14, Corcelli 10, Trentin 14, Restelli 7, Roli ne, Spagnoli ne, Agostini 8, Fazzi 2, Ranuzzi 13, Barbieri ne. All. Grandi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SCARICA L’APP GRATUITA DI SABATO SERA

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook