Posts by tag: #LeNaturelle

Sport 17 Febbraio 2019

Basket A2, il terzo quarto condanna Le Naturelle a Ravenna

All’andata finì con un supplementare che Ravenna vinse. Stavolta l’equilibrio si è rotto nel terzo quarto quando Imola ha abbassato le sue percentuali di tiro e l’OraSì è scappata per non farsi più riprendere. Pesano nell’economia della partita la brutta serata al tiro di Bj Raymond (1/5 da 2, 1/3 da 3) e i 9 rimbalzi in meno catturati da Le Naturelle (40-31).
Equilibrio e altalena nel primo quarto dove la partita si gioca sotto canestro. E proprio Imola lancia la fuga a cavallo del primo e secondo quarto, con il solito Bowers e un Simioni di sostanza (finirà con una doppia doppia, 19 punti e 10 rimbalzi), corroborati da Rossi. Il massimo vantaggio è il +11 (27-38) dopo 15 minuti. Ravenna però non si squaglia e il secondo quarto si chiude in perfetta parità, con Imola che replica i 22 punti del primo quarto. Imola tira con il 58% complessivo. Non è male ma non basta a scavare il fosso.
Nella seconda metà del terzo quarto va in fuga l’OraSì. La percentuale al tiro de Le Naturelle si affloscia, Bj non innesta la marcia giusta (appena 7 punti in 30 minuti) e Smith con una tripla firma il +10 (63-53 dopo quasi 29 minuti). Di Paolantonio chiude il quarto con i tre cambi italiani in campo (Rossi, Montanari, Magrini) e Imola finisce sotto di 8 (65-57). Gli ultimi 10 minuti iniziano in salita con Raymond che manca il primo canestro, brutto segnale. Torna in campo Fultz, da 3 si riaccende Bj ma non si spegne Smith e Ravenna resiste. E’ il capitano Rossi con due canestri di fila (due assist di Fultz) a guidare la rimonta (70-64 dopo 34 minuti). Ravenna incassa il colpo e allunga ancora. Montano mette 6 punti di seguito e l’OraSì va al massimo vantaggio (80-64 a 4 minuti dalla fine). Il coriaceo Bowers (due cesti da 3 a fila) e Simioni danno l’ultimo assalto al fortino bizantino (85-79). Stavolta è il cronometro a non dare altro respiro a Le Naturelle che perdono il secondo derby in trasferta dopo Ferrara. (p.b.)
Il tabellino
OraSì Ravenna – Le Naturelle Imola 87-79 (19-22, 22-22, 24-13, 22-22)
Ravenna: Smith 27, Rubbini, Hairston 13, Masciadri 12, Cardillo 6; Marino 6, Montano 16, Gandini 7, Jurkatamm. Ne. Tartamella, Baldassi, Montigiani. All. Mazzon.
Imola: Fultz 6, Bowers 19, Crow 2, Raymond 14, Simioni 19; Rossi 10, Magrini 7, Montanari 3. Ne: Ndaw, Calabrese, Wiltshire. All. Di Paolantonio.

Nella foto dell”archivio Isolapress il capitano Rossi.

Basket A2, il terzo quarto condanna Le Naturelle a Ravenna
Sport 10 Febbraio 2019

Basket A2, Imola inizia a giocare dopo 20 minuti e Ferrara si prende il derby

Le Naturelle arrivano in ritardo a Ferrara che vince perché nei primi due quarti uccide la partita. Nel tabellino si legge che Imola ne manda quattro in doppia cifra mentre gli estensi “ingordi” sono appena tre. Ma sono i numeri che contano di meno, quello che ha pesato di più è stata la fame di punti di Ferrara. Le Naturelle perdono dopo 3 vittorie consecutive e rimandano l’appuntamento con una stagione più nobile, accontentandosi di guidare la pancia della classifica del girone Est della A2. Sopratutto condannandosi a dover ancora giocare partite di qualità per raggiungere spiagge sicure.
Il primo quarto è un massacro per Imola con la difesa che prende un parziale di 18-2 dopo un inizio incoraggiante (8-7 dopo 3 minuti). Anche il secondo quarto per Le Naturelle è un calvario che inchioda i biancorossi (30 punti in 10 minuti sono una condanna senza appello). Non va nulla così come invece va quasi tutto nel terzo parziale che Imola trasforma in una speranza grazie ai due americani e a Simioni che gioca una partita dai numeri importanti (solo un errore al tiro, 2/3 da due e 2/2 da tre). L’ultimo quarto inizia con un quintetto guidato in regia da Montanari. Le certezze di Ferrara iniziano a scricchiolare e un tecnico a Fantoni consente a Imola di arrivare a -7 quando mancano 5 minuti alla fine. Le Naturelle ci provano, ma i danni della prima metà di partita sono troppo pesanti. Ferrara con Panni, Molinaro e il solito Ganeto rimette due cifre tra lei e Imola quando di minuti ne mancano meno di 3. Pochi per raddrizzare il punteggio anche se i secondi 20 minuti rimettono in ordine almeno l’onore. (Paolo Bernardi)
Bondi Ferrara – Le Naturelle Imola 105-91 (33-20, 30-18, 18-28, 24-25)
Ferrara: Panni 11, Swann 9, Calò 8, Molinaro 8, Fantoni 5; Campbell 29, Liberati 6, Ganeto 23, Barbon 6, Mazzoleni. Ne Conti, Petrolani. All. Leka.
Imola: Fultz 10, Bowers 26, Crow 9, Raymond 24, Simioni 19; Rossi 3, Magrini, Montanari. Ne: Ndaw, Calabrese, Wiltshire. All. Di Paolantonio.
Nella foto Isolapress Simioni.

Basket A2, Imola inizia a giocare dopo 20 minuti e Ferrara si prende il derby
Sport 3 Febbraio 2019

Basket A2, Le Naturelle in 50 minuti si prendono la partita e la terza vittoria in otto giorni

Terza vittoria consecutiva per Le Naturelle in otto giorni. Dopo due supplementari i ragazzi di Di Paolantonio hanno ragione di Mantova. Imola ha vinto perché ha un giocatore decisivo come Bj Raymond (34 punti, 7 rimbalzi, 43 di valuazione), perché Bowers è una guardia solida in ogni fondamentale (26 punti, 5/8 da tre punti, 7 rimbalzi, 6 recuperi), perché la squadra ha saputo tirare fuori scampoli preziosi anche dagli italiani. Il settimo posto in classifica solitario per Le Naturelle può essere un prezioso trampolino.
La cronaca della partita ci ha offerto un primo quarto di ritmo e intensità. Imola tira meno ma meglio (58% totale), Mantova però sta quasi sempre avanti nel punteggio. Si difende morbido, ma la partita è gradevole. Bowers è in palla e Le Naturelle stanno a ruota con le sue iniziative (oltre che con il solito Bj Raymond) e a metà quarto mettono anche il naso avanti. Nel secondo quarto la fisicità di Mantova alza l”adrenalina della partita, ma dalla guerriglia sottocanestro Imola non si tira indietro. Morse è dominante sottocanestro e dopo 17 minuti è già in doppia doppia (13 punti, 10 rimbalzi). Imola sprinta in avvio di terzo quarto è si porta a +10 (59-49 dopo 24 minuti). Mantova ci mette una pezza e appena Le Naturelle riducono le percentuali tornano sotto (65-62 dopo 28 minuti e mezzo).
Bowers rallenta e la parità arriva a quota 69 dopo 32 minuti. Si torna al punto a punto dei primi due quarti, ma la partita è meno fluida e i viaggi in lunetta aumentano. Nell”altalena prima Imola va a +3, poi ci va Mantova quando mancano 120 secondi alla fine. Imola ne sbaglia 3 a fila, ma la Pompea la imita. Bowers pareggia all”alba degli ultimi 60 secondi (81 pari). Crow stoppa Visconti e a 31 secondi dalla fine Mantova ha palla in mano con 4 secondi per il tiro. Sbaglia Valdeman, rimbalzo Imola che ha virtualmente l”ultimo tiro. Bowers è corto e si va ai supplementari.
Il primo overtime comincia con Bj Raymond protagonista, prima canestro in entrata, poi rimbalzo in difesa (84-81). Veideman, Visconti da tre e Morse rovesciano il vantaggio (84-88). Imola da tre con Magrini si riavvicina (87-88). Morse in lunetta a 78 secondi dalla fine fa 1/2 (87-89). Imola perde palla a 58 secondi dalla fine. Mantova si incarta, Bj in contropiede prende fallo e fa 2/2. Parità a quota 89 con 35 secondi da giocare. Veideman la mette in entrata a 15 secondi dalla fine (89-91). Raymond in entrata fa pareggio a 7 secondi e 6 decimi dalla fine. Morse non imbuca e la partita si allunga di 5 minuti ancora.
Il secondo supplementare si sblocca dopo due minuti con due liberi di Crow (93-91). Una tripla benedetta di Simioni a 2 minuti dalla fine firma il 96-91. Raspino perde palla e Bowers a 78 secondi dalla fine va in lunetta per un 2/2 che chiude i conti (98-91). Visconti e Raymond confezionano il 102-96 che si legge a 12 secondi dalla fine. Veideman dalla lunetta fa 2/2 ma Bj prende il pallone e lo porta fino all”ultimo punto della partita. (Paolo Bernardi)
Il tabellino
Le Naturelle Imola – Pompea Mantova 103-98 (23-25, 21-20, 23-17, 14-19, 22-17, 12-7)
Imola: Fultz 3, Bowers 27, Crow 13, Raymond 34, Simioni 7; Rossi 16, Magrini 3, Montanari, Calabrese. Ne: Ndaw, Wiltshire. All. Di Paolantonio.
Mantova: Maspero 7, Veideman 16, Raspino 10, Morse 20, Ghersetti 6; Visconti 23, Ferrara 7, Metreveli 4,Vencato 5. Ne Guerra. All. Finelli.

Nella foto Isolapress Tim Bowers.

Basket A2, Le Naturelle in 50 minuti si prendono la partita e la terza vittoria in otto giorni
Sport 27 Gennaio 2019

Basket A2: Le Naturelle vincono all'ultimo secondo con un canestro di Fultz

Una partita trascorsa sempre avanti, una vittoria raccolta all”ultimo secondo con un canestro di Fultz che entra, benedetto dagli dei del basket. Le Naturelle vincono una partita che negli ultimi secondi è la sintesi delle emozioni ignorate per gli altri 39 minuti.
La sintesi è questa: Imola regala un”azione da 4 a Ogide quando mancano 23 secondi alla fine. Piacenza va 83-81 (minimo svantaggio fin lì). Bowers mette un libero su due dall”altra parte e l”ex Sabatini firma il pareggio da tre punti a 4 secondi dalla fine. Poi arriva la benedizione di Bob (tiro frontale) e tutti possono lasciare il palaRuggi con un sorriso e una classifica meno gelida.
La cronaca del match è piatta. Pronti, via e Imola vola 15-0 in quattro minuti. Piacenza segna il primo canestro su azione dopo sette minuti (Piccoli da tre vale il 18-7), ma basta per stare in partita in un quarto che Le Naturelle chiudono a +10. Il secondo quarto è una pedana di spine che ferisce i piedi e le certezze di Imola. Assigeco pulisce il mirino (dal 20% del primo quarto, al 45% del secondo) e solo la qualità di Tim Bowers (4 su 4 da due) soccorre il corposo Bj Raymond per tenere avanti Le Naturelle.
Quando Piacenza arriva a -3 (49-46 dopo 22 minuti) sembra l”aggancio, invece Imola infila un parziale di 11-0 (60-46 a metà del terzo quarto). La partita diventa passabile dopo essere stata per larghe inquadrature avvilente. Nell”ultimo quarto Assigeco produce il suo sforzo massimo a metà del parziale. Sul 78-75 Piacenza ha due possessi per pareggiare ma non li sfrutta. Poi il film che vi abbiamo raccontato. A lieto fine. (Paolo Bernardi)
Il tabellino
Le Naturelle Imola -Assigeco Piacenza 86-84 (24-14, 20-23, 26-24, 16-23)
Imola: Fultz 13, Bowers 26, Crow 12, Raymond 20, Simioni 8; Rossi 7, Magrini, Montanari, Ndaw. Ne: Calabrese, Wiltshire. All. Di Paolantonio.
Piacenza: Sabatini 9, Formenti 8, Murry 19, Ihedioha 8, Ogide 17; Piccoli 8, Vangelov 1, Antelli 9, Diouf, Turrini 5. Ne Graziani. All. Ceccarelli.

Nella foto Isolapress, il canestro decisivo di Robert Fultz

Basket A2: Le Naturelle vincono all'ultimo secondo con un canestro di Fultz
Sport 6 Gennaio 2019

Basket A2, Le Naturelle si prendono il derby di Romagna per 74-63

Batte forte sempre il cuore di Imola nel derby vinto con la Unieuro Forlì giocato a Faenza. Le Naturelle hanno prevalso perché hanno tenuto gli ospiti a -20 punti dalla loro media abituale e perché hanno trovato più qualità dalla panchina per affiancare i solidi apporti degli americani e di un Simioni presente. Di Paolantonio parte con Crow in quintetto ma lo ruota con Magrini avendo un prezioso contributo proprio dalla guardia entrata come sesto uomo.
Le Naturelle tentano l”allungo in avvio ma Forlì resiste e chiude avanti 17 a 16 i primi 10 minuti e soprattutto prende 13 rimbalzi contro gli 8 Le Naturelle. Da sottocanestro Imola ricostruisce comunque la sua partita con Rossi che inizia il secondo quarto banchettando nel pitturato ospite. Poi Le Naturelle allungano con Bj Raymond (7 punti a fila) fino al 37-27 di metà partita. Forlì nel secondo quarto dal campo mette un misero 3 su 14 contro il 10 su 19 di Imola.
De Lurentiis aggiusta le percentuali all”inizio del terzo quarto (3 su 3 in 2 minuti), tutta Forlì lo imita e si rimette in scia. Bowers e i primi squilli di Magrini e Montanari (entrambi da tre punti) consentono a Le Naturelle di rimanere davanti all”alba degli ultimi 10 minuti di partita 58-52). Magrini e Montanari reggono la scena per molti minuti e Le Naturelle portano a casa il derby con pieno merito. (Paolo Bernardi)
Il tabellino
Le Naturelle Imola – Unieuro Forlì 74-63 (16-17, 21-10, 21-25, 16-11)
Imola: Fultz 3, Bowers 16, Crow 2, Raymond 20, Simioni 14; Magrini 10, Rossi 6, Montanari 3. Ne. Ndaw, Calabrese, Wiltshire. All. Di Paolantonio.
Forlì: Giachetti 5, Johnson 9, Donzelli 7, Lawson 23, Oxilia 8; De Laurentiis 9, Tremolada 2, Fabiani. Ne. Ravaioli, Dias, Bonacini, Flan. All. Valli.

Nella foto di Isolapress Rossi.

Basket A2, Le Naturelle si prendono il derby di Romagna per 74-63
Sport 30 Dicembre 2018

Basket A2: Le Naturelle non tengono il ritmo della Poderosa Montegranaro

Le Naturelle chiudono il 2018 con una sconfitta a Montegranaro. Contro la Poderosa era la prima partita di un ciclo etichettato come «terribile». Con queste premesse sembra non essere una definizione esagerata. L”assenza di Crow ha accorciato le rotazioni per Di Paolantonio che dopo dieci minuti incoraggianti si scioglie alla prima sgasata della Poderosa che prende un vantaggio importante nel secondo quarto. La seconda metà di partita è solo per le statistiche: al tiro Imola regge (45% per Montegranaro, 42% per gli imolesi le percentuali) ma la Poderosa ha tentato 69 tiri e Le Naturelle solo 53; i rimbalzi dicono +10 per i padroni di casa (42-32).
Il primo quarto lo chiude avanti Imola con un Simioni importante (8 punti e 2 rimbalzi). La difesa di Montegranaro si stringe, Le Naturelle nei secondi dieci minuti ne infilano appena 8 e soffrono un parziale di 12-0 nel cuore del quarto. La partita a metà dice che Imola è a -16. Il pistolero Corbett infila due triple a fila all”inizio del terzo quarto e per Le Naturelle il distacco diventa subito incolmabile (il massimo è di 22 punti), nonostante un Bj Raymond ispirato. Ultimo quarto con Fultz (8 punti a fila) e le triple (4 su 5 negli ultimi 10 minuti) che danno dignità alla partita de Le Naturelle (ritardo che si accorcia fino a -12). (Paolo Bernardi)
Il tabellino
La Poderosa Montegranaro – Le Naturelle Imola 82-69 (20-22, 26-8, 18-15, 18-24)
Montegranaro: Palermo 7, Corbett 15, Negri 1, Simmons 17, Amoroso 8; Petrovic 12, Traini, Treier 5, Testa 11, Mastellari 6. All. Pancotto.
Imola: Fultz 11, Bowers 11, Magrini 2, Raymond 21, Simioni 11; Rossi 4, Montanari 7, Ndaw 2. Ne. Calabrese, Wiltshire. All. Di Paolantonio.

Nella foto Isolapress, Robert Fultz

Basket A2: Le Naturelle non tengono il ritmo della Poderosa Montegranaro
Sport 23 Dicembre 2018

Basket A2: Le Naturelle perdono in casa con Cento nella notte di Chicco Ravaglia

Le Naturelle perdono in casa con Cento nel prenatalizio. Ospiti sempre in vantaggio con l”ex Gasparin e Mays protagonisti. Imola è apparsa scarica e ha vanamente inseguito per tutta la partita. Una sconfitta dolorosa per i biancorossi imolesi che precede una infilata di cinque partite durissime.

Il prepartita è caratterizzato dal ricordo che le due curve dei tifosi dedicano a Enrico Chicco Ravaglia, il mai dimenticano campione imolese scomparso il 23 dicembre 1999 che giocò a Cento la sua prima stagione da senior. Sempre prima della palla a due c”è anche un premio per Bj Raymond, Mvp di novembre per il girone Est della serie A2. Purtroppo siamo già a dicembre…

Finalmente si comincia. Il primo canestro è di Bowers ma dopo il preventivato lancio dei peluche che verrano donati ai piccoli del reparto Pediatria e Nido dell”ospedale Santa Maria della Scaletta di Imola, Cento parte a… mille e va 19-8 dopo 6 minuti. Magrini suona la sveglia e Le Naturelle trovano un parziale di 11-4 che rimette in asse la partita. Imola 0/5 nel tiro da 3 punti dopo 10 minuti. Un altro dato però merita di essere focalizzato: dopo 14 minuti tiri liberi, Le Naturelle 12/15, Cento 0/0. A mandare in lunetta Mays è un antisportivo dopo 14 minuti e 2 secondi. Un furto a centrocamo di Gasparin su Montanari scrive il 24-32 per Cento che perde White per un infortunio alla schiena. Gli altri americani in campo danno spettacolo, a Bowers e Bj risponde una doppia tripla di Mays. Alla pausa Cento ne ha 8 di vantaggio. Il distacco cresce, Mays e l”ex Gasparin martellano da tre punti e Imola scivola a -13. Nell”ultimo quarto Le Naturelle difendono duro, Cento ritrova anche White ma nella bagarre Imola non trova comunque i punti per rimontare e gli ultimi 10 minuti sono passerella per i centesi. (Paolo Bernardi)

Il tabellino

Le Naturelle Imola – Baltur Cento 69-81 (19-23, 35-43, 57-70)

Imola: Fultz 13, Bowers 18, Magrini 5, Raymond 17, Simioni 6;  Rossi 10, Crow, Montanari. Ne. Calabrese, Wiltshire, Ndaw. All. Di Paolantonio.  Cento: Mays 23, Moreno 6, Reati 13, White 9, Benfatto 5; Gasparin 13, Chiumenti 12, Ba, Ebeling. Ne Invidia, Pasqualin, Fioravanti. All. Benedetto.

Nella foto di Isolapress: il ricordo di Enrico Chicco Ravaglia della curva dei tifosi dell”Andrea Costa (striscione simile hanno esposto i tifosi di Cento)

Basket A2: Le Naturelle perdono in casa con Cento nella notte di Chicco Ravaglia
Sport 16 Dicembre 2018

Basket A2, Le Naturelle perdono dopo 45 minuti. Pochi rimbalzi e troppi tiri lasciati a Jesi

Le Naturelle a Jesi giocano 45 minuti ma non riescono a passare. Una serata sottotono per Bj Raymond viene mascherata da un Bowers sempre più convincente (27 punti), da un Magrini ispirato (3/3 da due, 5/9 su tre), da un Simioni importante (7/8, 2/3). Imola però soffre a rimbalzo (44 a 33 per Jesi) e nonostante il 56% al tiro lascia 94 conclusioni a Jesi contro le 70 delle Naturelle.
La cronaca
Sostanziale equilibrio nel primo quarto dove Rinaldi e Toté fanno partita per Jesi, Bj Raymond e Bowers per Imola che ha anche un buon Magrini. Le Naturelle patiscono un po” a rimbalzo e lasciano secondi tiri ai marchigiani che per questo rimangono davanti a lungo. A metà secondo quarto arriva il terzo fallo di Raymond su Dillard. Per Di Paolantonio è una brutta notizia. Quella buona è che Simioni proprio in quei minuti mette quattro canestri a fila (uno da tre) e Le Naturelle sprintano con Bowers che firma i punti di Imola fino al 44-48 che manda le squadre all”intervallo.
Nel terzo quarto Magrini firma 13 punti (tre tiri da tre) e Le Naturelle cantano (62-72 sul tabellone dopo 27 minuti). Dillard ricuce e Magrini commette il terzo fallo. Arriva anche il quarto, ma di Bj Raymond dopo 33 minuti con Imola avanti 82-74. Jesi tenta di riportarsi sotto. Bj Raymond commette il quinto fallo quando la partita è ancora lunga (36 minuti abbondanti giocati) e i marchigiani con Toté (7 punti a fila) sorpassano (90-88 a due minuti e mezzo dalla fine). I falli tolgono dal campo anche Rinaldi (quando mancano meno di 2 minuti alla fine). Rossi mette un paio di giocate d”oro e Bowers da tre firma il controsorpasso quando si entra nell”ultimo minuto (91-93). Dillard rimette Jesi sopra (2+1) a 30 secondi dalla fine. Simioni firma il 94-95 a 15 secondi dalla fine. Jones  da tre ribalta ancora (97-95) a 7 secondi dalla fine. L”ultima azione dei tempi regolamentari Di Paolantonio la disegna dal timeout e Bowers manda il match all”overtime dopo 97 punti. Jesi inizia il supplementare sull”abbrivio del finale di tempo e scappa 102-99. Bowers firma un altro pareggio a quota 106, poi stoppa Dillard e prende un rimbalzo difensivo nell”azione successiva. Non basta perché Baldasso da tre e Dillard da due condannano Imola. (p.b.)
Il tabellino
Termoforgia Jesi – Le Naturelle Imola 113-107 (24-20, 20-28, 28-28, 25-21)
Jesi: Dillard 29, Jones 26, Baldasso 9, Rinaldi 14, Toté 25; Lovisotto 2, Mascolo 8, Santucci. Ne. Mwananzita, Kouyate, Bordoni, Valentini. All. Cagnazzo.
Imola: Fultz 3, Bowers 27, Magrini 23, Raymond 12, Simioni 20; Crow 8, Montanari, Rossi 14. Ne.
Calabrese, Wiltshire, Ndaw. All. Di Paolantonio.

Nella foto Isolapress Bj Raymond

Basket A2, Le Naturelle perdono dopo 45 minuti. Pochi rimbalzi e troppi tiri lasciati a Jesi

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast