Posts by tag: Scuola

Cultura e Spettacoli 7 Ottobre 2021

Arte e scienza, stage a «sabato sera» per tre studenti dell’«Alberghetti»

Nicole Dall’Osso, Riccardo Olmi ed Eliana Taha. Tre diciottenni con la mente piena di curiosità verso il mondo e con il cuore forte dell’entusiasmo di scoprire quello che offre. Sono loro i tre studenti del Liceo scientifico delle scienze applicate «Francesco Alberghetti» che sono stati protagonisti di uno stage nella redazione di sabato sera rientrante nell’ambito dei Pcto, i Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento.

In redazione hanno portato la loro vivacità, la loro attenzione al mondo della comunicazione ma anche ai tanti temi diversi che di volta in volta venivano trattati (dalla cronaca alla cultura fino allo sport), ascoltando, guardando, ponendo domande sempre centrate, e dando un contributo personale. Si sono cimentati con il mondo delle notizie, partendo da come si scrive un articolo per arrivare a come si realizza un giornale. Senza dimenticare l’informazione on line e i mezzi digitali. Il tutto portando anche loro competenze personali.

Un tema in particolare è stato da loro posto e scelto per lavorarci in modo approfondito, intrecciando il mondo degli studi e dei loro interessi: l’interazione tra arte e scienza. Con l’aiuto e il coinvolgimento della redazione, è stato sviluppato in un progetto giornalistico: interviste che i ragazzi hanno realizzato a tre esperti e professionisti (Annalisa Cattani, artista e studiosa di Retorica e Arti Visive, lo scultore Giampaolo Bertozzi ed il fotografo Mirco Lazzari) che raccontano, appunto, il rapporto tra le tecnologie e l’espressione artistica. (r.c.)

Approfondimenti e le interviste ai tre esperti realizzate dagli studenti su «sabato sera» del 30 settembre.

Nella foto: Eliana Taha Nicole Dall’Osso ed Riccardo Olmi; nelle immagini piccole Annalisa Cattani, Giampaolo Bertozzi e Mirco Lazzari) 

Arte e scienza, stage a «sabato sera» per tre studenti dell’«Alberghetti»
Cronaca 6 Ottobre 2021

Maltempo e scuole, dopo la dad venerdì tornano in classe gli studenti dell’Alberghetti

Dopo il nubifragio del 30 settembre scorso su Imola, con l’acqua che ha invaso l’istituto Alberghetti di via San Benedetto e costretto gli studenti a seguire le lezioni in dad, questa mattina il dirigente scolastico Gian Maria Ghetti ha annunciato il ritorno in classe da venerdì 8 ottobre.

«Dopo aver effettuato in questi giorni le necessarie verifiche e manutenzioni in collaborazione con la Città metropolitana di Bologna, da venerdì 8 ottobre sarà possibile tornare a svolgere lezioni in presenza nella aule della sede dell’istituto in via San Benedetto. L’evento atmosferico ha causato l’allagamento di molte aule, alcune infiltrazioni nei controsoffitti dei corridoi e malfunzionamenti all’impianto elettrico. In questi giorni sono stati sistemati questi effetti del maltempo per un ritorno in sicurezza. Ringrazio tutti per la collaborazione, l’attenzione ed il sostegno in questa settimana difficile».

«Una bella notizia che rende merito agli sforzi di tutti e dovuta per le famiglie, i docenti e tutto il mondo della scuola al fine di ridurre i disagi e l”uso della dad» ha commentato il sindaco Marco Panieri.

Nella foto: l’istituto Alberghetti di via San Benedetto 

Maltempo e scuole, dopo la dad venerdì tornano in classe gli studenti dell’Alberghetti
Economia 1 Ottobre 2021

Alma Mater e ConAmi, un’alleanza «ecologica» su progetti di mobilità sostenibile

ConAmi e Università di Bologna hanno siglato un accordo quadro di collaborazione, per i prossimi sei anni, su progetti multidisciplinari in tema di ricerca e innovazione, imprenditorialità, didattica, orientamento al lavoro e internazionalizzazione.

Ambiti di interesse per ConAmi sono in particolare la mobilità sostenibile e il trasferimento tecnologico sulla «transizione ecologica». Spazio anche a percorsi di valorizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale del polo universitario felsineo, così come a iniziative sportive. «Per ConAmi – motiva il presidente, Fabio Bacchilega – lo sviluppo di settori strategici come la mobilità sostenibile e la transizione ecologica sono elementi essenziali per alimentare l’evoluzione di un territorio che, attraverso le sue fiorenti realtà imprenditoriali, lavorative e didattiche, desidera fermamente tenere il passo qualitativo con le tendenze in arrivo dal panorama globale». (r.c.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 7 ottobre.

Nella foto: da sinistra, il rettore dell’Alma Mater Francesco Ubertini e Fabio Bacchilega, presidente di ConAmi 

Alma Mater e ConAmi, un’alleanza «ecologica» su progetti di mobilità sostenibile
Cronaca 30 Settembre 2021

Alberghetti, aule evacuate per danni da maltempo

Fuori programma per gli studenti dell’Istituto Alberghetti di via San Benedetto a Imola. Questa mattina, a causa dei danni provocati dal temporale di questa notte, la scuola è stata evacuata. «È in corso il sopralluogo da parte della polizia metropolitana – ci aggiorna il dirigente scolastico, Gian Maria Ghetti -. Al momento non è possibile prevedere quando potremo riaprire».

A partire da domani per le classi dell’Istituto tecnico e del Liceo delle Scienze applicate le lezioni proseguiranno in Dad «fino a nuova comunicazione», informa il sito di istituto. Le tre classi del corso serale, invece, svolgeranno le lezioni regolarmente in presenza. (lo.mi.)

Nella foto (d’archivio): aula all’Istituto Alberghetti di Imola

Alberghetti, aule evacuate per danni da maltempo
Cronaca 23 Settembre 2021

All’Istituto Alberghetti iniziano i corsi serali, ma le risorse ci sono solo fino a fine dicembre

All’Istituto Alberghetti di Imola i corsi per adulti in Meccanica e Meccatronica inizieranno finalmente lunedì 27 settembre nelle tre sezioni serali. L’annuncio è arrivato ieri, dopo giorni di incertezza sulla effettiva possibilità di attivare il percorso anche per l’anno scolastico 2021-22.

Nei giorni scorsi il dirigente dell’Ufficio scolastico regionale per l’ambito territoriale di Bologna, Giuseppe Antonio Panzardi, aveva confermato al sabato sera che le lezioni sarebbero partite con un differimento rispetto al normale calendario scolastico, grazie ai fondi della legge 106 (decreto Sostegni bis). Alla base del problema, l’incremento di iscritti nelle scuole di secondo grado dell’iarea metropolitana e la necessità di ripartire i fondi disponibili in modo adeguato al fabbisogno.

Nei giorni scorsi l’Alberghetti ha ricevuto circa 180 mila euro per l’assunzione di docenti, con contratti attivabili però fino al 31 dicembre. «I fondi per i corsi serali sono arrivati nell’ambito generale dei fondi per l’emergenza Covid e devono essere utilizzati entro il 31 dicembre. Sul futuro non faccio previsioni» commenta il dirigente scolastico, Gian Maria Ghetti.

Nei giorni scorsi, per sollecitare l’organizzazione del corso serale, gli studenti avevano improvvisato una protesta davanti al cancello dell’Istituto, in via San Benedetto. (lo.mi.) 

Nella foto (Isolapress): la protesta degli studenti del corso serale all’Istituto Alberghetti

All’Istituto Alberghetti iniziano i corsi serali, ma le risorse ci sono solo fino a fine dicembre
Cronaca 23 Settembre 2021

Crepe nel soffitto, a Castello chiusa la palestra della scuola Pizzigotti

A Castello la palestra della scuola Pizzigotti da oggi chiude per importanti lavori di messa in sicurezza. La decisione è stata presa ieri mattina dopo un sopralluogo dell’Ufficio tecnico comunale per verificare quelle che apparivano come piccole crepe nel soffitto, ma che hanno rivelato in realtà una potenziale situazione di pericolo.

Per questo motivo è stato deciso per la messa in sicurezza della struttura, che ne impedirà di fatto l’utilizzo presumibilmente fino alla fine dell’anno scolastico. «Dopo i rilievi – informa il sindaco Fausto Tinti –, l”Amministrazione comunale, in accordo con la dirigenza dell’Istituto Comprensivo di Castel San Pietro e con le società sportive che la utilizzano, ha immediatamente deciso di chiudere la struttura per avviare il prima possibile un intervento di ripristino e messa in sicurezza. Nel frattempo, stiamo predisponendo una soluzione per offrire la possibilità a tutti i ragazzi e le ragazze di continuare a fare attività sportiva. La nostra speranza è quella di riuscire a metterla in campo il prima possibile, indicativamente entro le prossime due settimane». (r.cr.)

Nella foto: la scuola Pizzigotti

Crepe nel soffitto, a Castello chiusa la palestra della scuola Pizzigotti
Cronaca 22 Settembre 2021

Il Comune di Imola sostiene le imprese «slot free» e le scuole per i progetti contro il gioco d’azzardo

Il Comune di Imola stanzia un contributo economico di 18 mila euro per le attività economiche «slot free» che hanno scelto di non installare o di rimuovere gli apparecchi videolottery/slot machine per il gioco d’azzardo. Si tratta di fondi regionali trasferiti attraverso il Circondario imolese. L’assegnazione avverrà mediante l’avviso pubblico «Slot Free Er – Misure di sostegno alle imprese per la rimozione degli apparecchi da gioco videolottery/slot machine». Le domande di ammissione al contributo vanno presentate entro 30 giorni dalla pubblicazione del bando, che sarà disponibile sul sito del Comune di Imola nei prossimi giorni. 

Imola destina inoltre 3.150 euro agli Istituti comprensivi statali e paritari imolesi per progetti finalizzati alla diffusione della legalità e/o al contrasto al gioco d’azzardo patologico durante l’anno scolastico 2021-22. Le risorse residue saranno poi rese disponibili agli Istituti superiori di Imola, al Centro permanente d’istruzione degli adulti di Imola e al Ciofs di Imola, per le stesse finalità. La cifra rappresenta una quota parte dei Fondi regionali politiche giovanili e contrasto al gioco d’azzardo patologico (anno 2021), che sono stati ripartiti dal Circondario a ciascuno dei dieci Comuni associati. (lo.mi.)

Il Comune di Imola sostiene le imprese «slot free» e le scuole per i progetti contro il gioco d’azzardo
Cronaca 13 Settembre 2021

Inizio dell’anno scolastico, il suono della campanella a Imola, Castel San Pietro, Medicina e Ozzano

Oggi tutti studenti del circondario sono tornati in classe per l’inizio del nuovo anno scolastico. A Imola il sindaco Marco Panieri e l’assessore Fabrizio Castellari, come da tradizione, hanno portare loro il saluto ad alunni ed insegnanti. A Castel San Pietro, invece, il compito è spettato all’assessore Giulia Naldi che ha rivolto il benvenuto e l’augurio di buon anno scolastico a studenti, famiglie, dirigenti, docenti e personale a nome del sindaco Fausto Tinti e di tutta l’amministrazione comunale.

A Medicina, invece, al campo sportivo erano presenti oltre al sindaco Matteo Montanari, la vicepresidente della Regione Emilia-Romagna Elly Schlein, l’Assessore all’Istruzione Dilva Fava, la Dirigente scolastica Loredana Bilardi e il vicario Marco Baldini. Alle scuole Simoni gli studenti troveranno una palestra più ampia e moderna.

Infine, ad Ozzano, è toccato a dirigente scolastico ed amministrazione comunale accogliere gli studenti nel primo giorno di scuola. (r.cr.)

Foto Isolapress

Inizio dell’anno scolastico, il suono della campanella a Imola, Castel San Pietro, Medicina e Ozzano
Cronaca 12 Settembre 2021

Inizio anno scolastico, il saluto dell’assessore alla Scuola Fabrizio Castellari

Mancano poche ore all’inizio dell’anno scolastico, previsto per domani, lunedì 13 settembre. A tal proposito il vicesindaco ed assessore alla Scuola del Comune di Imola, Fabrizio Castellari, ha inviato una lettera di saluto ai dirigenti scolastici degli istituti di ogni ordine e grado e per loro tramite agli insegnanti, agli educatori, al personale non docente e ai presidenti ed ai rappresentanti dei consigli di istituto 

«Egregi, siamo prossimi al via di un nuovo anno scolastico e la scuola imolese si conferma solida e strutturata, pronta ad intraprendere questo cammino. Già il 30 agosto hanno preso il via i servizi comunali e convenzionati per lo 0/6, ovvero gli asili e scuole dell’infanzia, nell’anno che celebra due anniversari importanti: il 50° dall’istituzione della prima scuola dell’infanzia comunale ed il 45° dal primo servizio comunale di asilo nido. Ora il semaforo verde scatta per tutti, scuola primaria e secondaria, fino agli istituti superiori ed a tutti i percorsi di formazione. Desidero rivolgere un saluto ed un augurio sincero da parte di tutta l’Amministrazione comunale, anzitutto agli alunni e alle loro famiglie, ai docenti e agli educatori, ai dirigenti, al personale amministrativo e ausiliario, a tutti coloro che compongono quel mosaico meraviglioso che è la comunità scolastica imolese e territoriale, una comunità scolastica che ha saputo affrontare e superare questi due anni profondamente segnati dal Covid. Nell’emergenza abbiamo riscoperto quel patto virtuoso tra la scuola, gli alunni e le famiglie che, nella fatica delle pause forzate e della didattica a distanza, è stato un grande valore aggiunto. A tutti va la mia gratitudine più profonda. Ora si guarda avanti, con la scuola che finalmente ritorna in presenza e un anno davanti a noi che tutti auspichiamo possa svolgersi senza interruzioni. Questa è la novità più importante dell’anno scolastico alle porte e l’augurio che tutti ci scambiamo. C’è un entusiasmo ritrovato che si percepisce a tutti i livelli, che va accompagnato e valorizzato. Tra le tante nuove opportunità di questo anno scolastico, desidero sottolinearne alcune che ritengo in qualche modo simboliche della fase di ripresa che ci apprestiamo a vivere. Si amplia l’offerta formativa post diploma con due nuovi percorsi al via: un Its ed un Ifts, legati all’informatica applicata, alla tecnologia avanzata ed alla meteorologia. Progetti sperimentali, frutto della collaborazione tra imprese ed istituti superiori. Non è da meno la rete dei laboratori di eccellenza, alto progetto fondamentale per qualificare ulteriormente l’istruzione superiore ed il suo rapporto con il territorio e le sue eccellenze. Senza dimenticare la bella novità dell’avvio del corso di laurea in meccatronica, che amplia e rafforza la ultraventennale offerta dell’Università di Bologna nella nostra città. E allora, che sia davvero un buon anno scolastico e formativo per tutti, in grado di coronare positivamente le aspettative di ognuno». (r.cr.)

Nella foto: l’assessore alla Scuola, Fabrizio Castellari

Inizio anno scolastico, il saluto dell’assessore alla Scuola Fabrizio Castellari
Cronaca 11 Settembre 2021

La scuola riparte e l’Emilia-Romagna è pronta, via al nuovo anno con il 100% degli studenti presenti in aula

L’Emilia-Romagna è pronta ad iniziare, lunedì 13 settembre, il nuovo anno scolastico con il 100% degli studenti in presenza nelle aule e in sicurezza. Con precise regole sanitarie declinate sulla base delle indicazioni nazionali, un piano di rafforzamento dei trasporti e investimenti sugli spazi resi possibili dagli stanziamenti di risorse statali per garantire la massima sicurezza possibile per studenti, famiglie e personale.

Vaccinazioni. Un avvio della scuola che coincide con il buon andamento della campagna vaccinale in Emilia-Romagna: è al 95,1% la percentuale del personale dell’istruzione (università compresa), docente e no, che ha ricevuto almeno una dose di vaccino e all’85,6% quella di chi ha completato il ciclo; al 67,1% quella di copertura con almeno una dose della fascia 12-19 anni, quindi oltre l’obiettivo dei due terzi che era stato fissato per l’inizio dell’anno scolastico, e al 48% quella di chi ha completato il ciclo sempre tra i più giovani. E sale ancora la copertura in tutta la popolazione vaccinabile, dai 12enni in su: l’83% ha ricevuto almeno una dose e il 75% ha completato il ciclo.

Regole sanitarie e monitoraggio. La Regione ha già fornito, sulla base delle direttive nazionali, le indicazioni operative da seguire per l’individuazione dei «contatti stretti» in caso di presenza di un positivo, la durata differenziata della quarantena per vaccinati (7 giorni) e no (10 giorni), i tempi per l’esecuzione del tampone e della riammissione in aula o in sezione, sia per quanto riguarda le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, sia per i Servizi 0-3 anni e le scuole per l’infanzia. La Regione parteciperà inoltre, con l’utilizzo di 13mila tamponi molecolari salivari al mese forniti dalla Struttura commissariale (il cui arrivo è atteso nei prossimi giorni), alla campagna nazionale di monitoraggio epidemiologico, su base volontaria, nelle cosiddette “scuole sentinella” (primarie e secondarie di primo grado), con l’obiettivo di ridurre il rischio di circolazione virale sia nelle scuole che nella comunità e limitare i provvedimenti di sanità pubblica (isolamenti, quarantene) che ne potrebbero scaturire. Gli istituiti scolastici dove proporre l’attività di screening vengono individuati a rotazione, anche sulla base dell’andamento epidemiologico e della copertura vaccinale, a livello provinciale da parte di ogni dipartimento di sanità pubblica in collaborazione con l’tfficio scolastico. L’ipotesi, sulla base dell’arrivo del materiale, è quella di partire nella settimana tra il 20 e il 25 settembre. (r.cr.)

Foto dal sito della Regione Emilia Romagna

La scuola riparte e l’Emilia-Romagna è pronta, via al nuovo anno con il 100% degli studenti presenti in aula

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA