Economia

Economia 20 Settembre 2021

Crif fra le top 100 aziende al mondo fornitrici di tecnologia finanziaria

Per il nono anno consecutivo la bolognese Crif, società specializzata in sistemi di informazioni creditizie e commerciali e soluzioni per la gestione del credito con sede anche a Varignana, si conferma tra le top 100 aziende a livello globale in base alla classifica Idc FinTech Rankings 2021, che include i principali provider globali di tecnologia finanziaria sulla base del fatturato derivante dalle istituzioni finanziarie loro clienti e relativo a hardware, software e servizi.

«Gli ingenti investimenti fatti nel tempo sia per lo sviluppo di soluzioni avanzate sul fronte digitale e dell’open banking, sia per diversificare l’attività a livello geografico (Crif è presente in 40 Paesi su 4 continenti) ci stanno consentendo di crescere anche in una fase pesantemente condizionata dall’emergenza sanitaria ed economica» commenta Carlo Gherardi, Ceo di Crif, che nel 2020 ha visto il fatturato consolidato attestarsi a 567 milioni di euro, contro i 557 del 2019.

Per il triennio 2021-2023 l’azienda prevede investimenti a livello globale per complessivi 350 milioni di euro, che vanno ad aggiungersi ai 119 milioni del 2020, quando già si registrava una crescita rispetto ai 90 milioni dell’anno precedente. (lo.mi.) 

Nella foto: Carlo Gherardi, Ceo di Crif

Crif fra le top 100 aziende al mondo fornitrici di tecnologia finanziaria
Economia 18 Settembre 2021

Lo yacht Explorer 62 della mordanese Centrostiledesign primeggia al World Yachts Trophies

Nuovo prestigioso riconoscimento internazionale per Centrostiledesign, studio mordanese di progettazione nautica e industriale fondato da Davide Cipriani. Lo scorso 11 settembre, a Cannes, si è aggiudicato il World Yachts Trophies 2021, che premia le migliori barche e yacht da 13 a 140 metri, lanciati durante l’anno.

Il motoryacht Explorer 62 ha ottenuto il primo premio per il migliore layout tra 69 finalisti. Tra le caratteristiche di questo modello, la forte versatilità degli spazi, il salotto di 30 metri quadrati inondato di luce naturale, grazie a superfici interamente in vetro, il contrasto tra finiture lucide e opache, progettate in combinazione con illuminazione dedicata per creare suggestivi giochi di luce che esaltano l’ampiezza degli spazi. (lo.mi.) 

Nella foto: Davide Cipriani, fondatore e Ceo di Centrostiledesign

Lo yacht Explorer 62 della mordanese Centrostiledesign primeggia al World Yachts Trophies
Economia 17 Settembre 2021

Annata amara per il miele, produzione a picco soprattutto per acacia e millefiori

Quest’anno la produzione di miele sarà probabilmente tra le più basse degli ultimi decenni. La previsione di Coldiretti è confermata anche dall’Osservatorio nazionale miele, con sede a Castel San Pietro. «Una perdita produttiva senza precedenti – sottolinea il direttore, Giancarlo Naldi -. Se in Emilia Romagna la produzione media annuale si attesta sui 20/25 chili, quest’anno per molti è stata zero, talvolta 2 o 3 chili e, solo in rarissimi casi, si è arrivati a 5. Le intense gelate che si sono verificate all’inizio del mese di aprile e l’andamento meteorologico sfavorevole che ha caratterizzato il mese di maggio, con basse temperature notturne e vento persistente, hanno compromesso irrimediabilmente le principali produzioni primaverili».

Intanto nel weekend del 18 e 19 settembre a Castel San Pietro torna l’appuntamento con il concorso Tre Gocce d’Oro-Grandi Mieli d’Italia, che ha registrato l’arrivo di 1.100 campioni di mieli da analizzare, un risultato straordinario considerando la pessima annata. In centro città, la Fiera del miele, convegni e incontri. (r.cr.)

Ulteriori approfondimenti sul «sabato sera» del 9 settembre

Annata amara per il miele, produzione a picco soprattutto per acacia e millefiori
Economia 16 Settembre 2021

La Rivit di Ozzano acquisita per 17 milioni dalla Fervi di Vignola

La Rivit Srl di Ozzano Emilia, azienda leader nei sistemi di fissaggio, utensili e macchine per assemblaggio e deformazione lamiera, è stata acquisita dalla modenese Fervi Spa, parte di un gruppo operante nel settore delle attrezzature professionali per l’officina meccanica, auto, falegnameria, edilizia. «Assicuriamo che i livelli occupazionali (circa 120 dipendenti Rivit e 140 Fervi, Ndr) rimarranno intatti, anzi saranno destinati ad aumentare» commenta il direttore generale Fervi, Guido Greco.

Rivit, fondata nel 1973 che dal 2006 ha sede in via Marconi a ridosso dell’autostrada non lontano da Ponte Rizzoli, negli anni si è strutturata in tre divisioni, quali industria, edilizia e rivendita, coprendo i settori automotive, carrozzeria industriale, elettronica, elettrodomestici, lattoneria, carpenteria e coperture metalliche. Presente in sessanta Paesi nel mondo, ha avuto ricavi netti di vendita pari a 18 milioni nell’esercizio del 2020. (ti.fu.) 

Ulteriori dettagli sul «sabato sera» del 16 settembre 

Nella foto: la sede di Rivit a Ponte Rizzoli 

La Rivit di Ozzano acquisita per 17 milioni dalla Fervi di Vignola
Economia 15 Settembre 2021

L’imolese TeaPak ancora campione di Welfare tra 6 mila aziende italiane

TeaPak, azienda imolese che miscela e confeziona tisane biologiche di alta qualità per il gruppo internazionale Yogi Tea, ha ottenuto per il secondo anno consecutivo il riconoscimento di Welfare Champion, massimo rating nell’ambito della certificazione nazionale Welfare index Pmi, indetta da Generali Italia. La premiazione ha avuto luogo il 9 settembre a Roma, alla presenza del ministro del Lavoro, Andrea Orlando, e della sottosegretaria di Stato al ministero dello Sviluppo economico, Anna Ascani, ricevendo la menzione speciale Salute, assegnata ad un totale di sole 5 aziende su 6 mila partecipanti, per la grande attenzione riposta al tema del benessere psicofisico dei propri dipendenti. (r.cr.) 

Nella foto: la premiazione 

L’imolese TeaPak ancora campione di Welfare tra 6 mila aziende italiane
Economia 15 Settembre 2021

Ex Martelli, la Cfg Ambiente si aggiudica lo stabilimento di Toscanella

La sede dell’ex Martelli lavorazioni tessili di Toscanella, fallita nel 2016, ha un nuovo proprietario. La società Cfg Ambiente si è aggiudicata oggi all’asta l’immobile, presentando un’offerta di 695 mila euro, pari a 135 mila euro in più rispetto alla base d’asta di 560 mila euro.

Oltre a Cfg Ambiente ha partecipato all’asta anche la società Elleti, del gruppo tessile veneto Lovato, che nel 2016 si era aggiudicata invece il ramo d’azienda dell’ex Martelli, portando avanti l’attività per soli quattro anni. All’inizio del 2020, infatti, ha annunciato la chiusura e lo scorso dicembre è scattato il licenziamento collettivo degli ultimi 25 addetti. (lo.mi.) 

Ulteriori dettagli sul «sabato sera» del 23 settembre 

Nella foto: veduta aerea dell’ex stabilimento Martelli a Toscanella

Ex Martelli, la Cfg Ambiente si aggiudica lo stabilimento di Toscanella
Economia 10 Settembre 2021

La moto elettrica Lacama di Tazzari in onda su Tg1 Motori

Un pezzo di Imola in onda oggi su Tg1 Motori. Protagonista la moto elettrica Lacama (diminutivo di La Camaleontica) dell’azienda Tazzari che, oltre ad essere a emissioni zero, ha la peculiarità di poter essere personalizzata grazie alla tecnologia della stampa 3D, che consente di dare agli elementi superiori della carrozzeria infinite combinazioni di colore e design. La moto sarà immessa sul mercato a gennaio 2022.

Per saperne di più sulla Lacama di Tazzari date un’occhiata a «sabato sera» del 28 gennaio. 

Nella foto: la moto elettrica Lacama

La moto elettrica Lacama di Tazzari in onda su Tg1 Motori
Economia 9 Settembre 2021

Il «Mare termale» del gruppo Monti ha raggiunto Porretta

Dalla valle del Sillaro a Porretta, il gruppo Monti Salute più allarga i suoi orizzonti verso il cuore dell’Appennino bolognese. Sarà infatti il gruppo guidato dal professor Antonio Monti, che ne è il direttore scientifico, a realizzare un corposo progetto di rilancio del complesso termale porrettano. «Il nostro è un progetto nazionale – sottolinea Monti -, che contribuirà a rendere nazionale anche lo stesso Villaggio, sul quale continueremo ad investire. Creeremo infatti un complesso importante a Porretta, collegandolo con Monterenzio mediante una navetta giornaliera transappenninica attiva tutto l’anno». (mi.ta.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 9 settembre.

Nella foto: le terme di Porretta

Il «Mare termale» del gruppo Monti ha raggiunto Porretta
Economia 8 Settembre 2021

La nuova «casa» di Coop Reno prende forma a Castel Guelfo

In via Fornace a Castel Guelfo proseguono i lavori, avviati lo scorso novembre,  per la realizzazione del nuovo centro direzionale di Coop Reno. Il complesso comprenderà quattro edifici, connessi tra loro all’interno di un grande parco di 19 mila metri quadri. «Stiamo completando i progetti collegati al centro direzionale – spiega il presidente, Andrea Mascherini, che aggiorna sull’andamento della cooperativa di consumo -. Abbiamo raggiunto quota 47 supermercati (di cui quattro nel circondario imolese, Ndr) e sta per aprire il quarto distributore di carburanti sulla strada porrettana all’altezza della località Tabina. Anche per il 2021 il fatturato di gruppo si attesterà sopra i 220 milioni di euro, continuando così il proprio piano di sviluppo, che era una delle ragioni dell’investimento per il nuovo centro direzionale». (lo.mi.) 

L’articolo completo sul «sabato sera» del 2 settembre 

Nella foto: veduta aerea del cantiere in via Fornace a Castel Guelfo

La nuova «casa» di Coop Reno prende forma a Castel Guelfo
Economia 6 Settembre 2021

Cercasi informatici, la castellana Teko Telecom tra le 11 aziende del progetto regionale che li recluta all’estero

Le aziende della nostra regione cercano sviluppatori di programmi e di piattaforme informatiche. Fra queste c’è anche la Teko Telecom di Castel San Pietro, impresa del gruppo americano Jma  specializzata nel campo delle telecomunicazioni mobili, che ha deciso di sfruttare l’opportunità messa a disposizione dal progetto regionale it-Er Careers, ideato per richiamare in patria i cervelli italiani «in fuga» all’estero o per attrarne di stranieri.

«Abbiamo l’urgenza di inserire in organico complessivamente 40-50 persone, tutte nell’ambito della ricerca – spiega Angela Flammia, responsabile delle politiche del personale di Teko Telecom -. Le figure professionali che stiamo cercando sono neolaureati in telecomunicazioni, elettronica e informatica. E siamo molto esigenti, perché il 90 per cento dei nostri dipendenti si è laureato con 110 e lode, e questo per noi fa la differenza». (lo.mi.) 

L’articolo completo su «sabato sera» del 2 settembre 

Nella foto: il «technology center» di Teko Telecom a Castel San Pietro

Cercasi informatici, la castellana Teko Telecom tra le 11 aziende del progetto regionale che li recluta all’estero

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast