Posts by tag: Natale

Cronaca 12 Dicembre 2020

«Natale in Galleria», feste all’insegna dell’artigianato e della solidarietà

Manca poco al Natale e quest’anno l’associazione Artigiamano Handmade presenta «Natale in Galleria», un”iniziativa che punta sulla qualità, l”originalità e il vero artigianato. Da oggi, sabato 12 dicembre, presso l’ex sede dell”Urp in Via Appia, 1/e nella Galleria del Risorgimento del centro storico di Imola, sarà attivo il nuovo temporary shop dove sarà possibile ammirare articoli esclusivi, prodotti da mani sapienti di creativi, designers e makers locali.

Fino al 6 gennaio 2021 ad ingresso gratuito il pubblico potrà ammirare capi d”abbigliamento esclusivi, bigiotteria pregiata ed accessori moda. Si potranno trovare anche oggetti regalo unici e irripetibili, arredi per la casa, idee per gli addobbi natalizi, tutto rigorosamente fatto a mano da artigiani del territorio per la promozione di un commercio solidale e locale. Per tutta la manifestazione sarà presente la cooperativa sociale Officina Immaginata che lavora nell”ambito dei servizi educativi e culturali, nella formazione alle tecnologie digitali tramite la collaborazione con Fab Lab Imola, con l”obiettivo dell”inclusione sociale in ambito lavorativo grazie al negozio ”Etico” in Piazza Gramsci.

All”interno di «Natale in Galleria» Artigiamano Handmade Lab organizza il progetto «Dono di Natale». Ognuno è invitato entro domenica 20 dicembre a portare un oggetto a scelta tra: una cosa calda (un capo d”abbigliamento a scelta tra cappello, guanti, sciarpa… preferibilmente nuovo oppure usato, ma tenuto in ottimo stato), una cosa golosa (un dolciume), una cosa utile (un oggetto utile per la casa, zaino, astuccio, colori… ) ed una cosa bella (un articolo a scelta tra trucco, borsa, profumo, gioco per bambini…) L”associazione Artigiamano inserirà una cosa creativa ed ogni pacco regalo sarà consegnato alla Caritas che provvederà a distribuirli ai più bisognosi.

Per maggiori informazioni su giorni e orari d”apertura. (da.be.) 

«Natale in Galleria», feste all’insegna dell’artigianato e della solidarietà
Cronaca 11 Dicembre 2020

A Castello durante le festività cambiano le modalità di sosta nel parcheggio di via Oberdan

Il Comune di Castel San Pietro ha emesso un’ordinanza per modificare le modalità di sosta nel parcheggio di via Oberdan nel periodo natalizio.

Da sabato 12 dicembre fino al 7 gennaio, infatti, oltre ai giorni festivi in cui tutti i parcheggi della città sono da sempre gratuiti, la sosta sarà gratuita anche il sabato tutta la giornata e dal lunedì al venerdì a partire dalle ore 14 con disco orario di massimo 2 ore. «E’ un primo passo per rispondere alle esigenze dei commercianti che anche in fase di confronto con Pronto Sindaco! hanno ribadito la necessità di avere un piano sosta più leggero per favorire gli acquisti in centro storico» afferma il vicesindaco Andrea Bondi. (da.be.)

Foto presa dal sito del Comune di Castel San Pietro

A Castello durante le festività cambiano le modalità di sosta nel parcheggio di via Oberdan
Cronaca 10 Dicembre 2020

A Imola per le festività natalizie sosta gratis nei parcheggi a pagamento

Sosta gratis in tutti i parcheggi a pagamento, a sbarre e su strada, per un totale di oltre 2.400 posti auto, da sabato 12 dicembre a giovedì 7 gennaio 2021 dalle ore 17.00, dal lunedì al sabato. Lo ha deciso il Comune di Imola, al fine di valorizzare il centro storico, in occasione delle prossime festività natalizie, agevolandone l’accessibilità attraverso provvedimenti finalizzati a favorire l’afflusso dei visitatori. La vera novità di quest’anno però è l’estensione della gratuità a tutti i 1.594 parcheggi a pagamento su strada che si aggiunge all’ampliamento di mezz’ora della gratuità, che quest’anno comincerà dalle ore 17 (anziché dalla ore 17,30). «La decisione della gratuità della sosta è stata assunta dall’Amministrazione comunale dopo un confronto con le Associazioni di Categoria – sottolinea Pierangelo Raffini, assessore alle Attività produttive e al Centro storico -. L’obiettivo è quello di iniziare una collaborazione attiva e continua. Siamo all’inizio, ma vogliamo pensare fin da subito ad azioni e modalità differenti affinché il centro storico ritorni ad essere vivo e partecipato. Una diversa modalità di fruizione dei parcheggi durante il periodo festivo è uno dei primi passi che stiamo compiendo insieme».

I parcheggi a sbarre nei quali si potrà sostare gratuitamente (anziché a pagamento), dalle ore 17 alle ore 19 (ora in cui finisce il periodo a pagamento), dal lunedì al sabato sono: il parcheggio Centro Città (ingresso via Aspromonte e viale Carducci), Ortomercato (via Zappi), parcheggio Ragazzi del ’99, parcheggio Guerrazzi e parcheggio Palestra Cavina, per complessivi 831 posti. I parcheggi su strada a pagamento nei quali si potrà sostare gratuitamente dalle ore 17 alle ore 19 (ora in cui finisce sempre il periodo a pagamento), dal lunedì al sabato sono tutti quelli delimitati dalle strisce blu e sono in totale 1.594, distribuiti non solo nelle strade a ridosso del centro storico, ma anche in altre zone della città. (da.be.)

Nella foto: una veduta aerea del parcheggio Ragazzi del ’99, tratta dal sito di Area Blu

A Imola per le festività natalizie sosta gratis nei parcheggi a pagamento
Cronaca 7 Dicembre 2020

Caro amico, mi scrivi? I vostri auguri natalizi per gli anziani della Cra Venturini

Una speciale buchetta delle lettere montata all”ingresso di via Venturini 14, dove ognuno potrà imbucare un proprio pensiero, o un disegno, per gli ospiti della Casa residenza anziani.

E” questa la bellissima idea lanciata oggi, fino al 6 gennaio, da Seacoop, cooperativa che dal 2006 gestisce la Cra Venturini. Chiunque, quindi, potrà scrivere una lettera, un biglietto di auguri, fare un disegno o scattare una foto. Saranno poi gli animatori della Cra a mostrarli o leggerli agli ospiti durante le vacanze e provare così a regalargli un sorriso. (da.be.)

Caro amico, mi scrivi? I vostri auguri natalizi per gli anziani della Cra Venturini
Cronaca 7 Dicembre 2020

Imola Futuro, Fondazione Matteo Bagnaresi e Croce Rossa insieme nell’iniziativa «Scatole di Natale» per i più bisognosi

Anche Imola Futuro, la Fondazione Matteo Bagnaresi e la Croce Rossa di Imola aderiscono all’iniziativa Scatole di Natale per i più bisognosi e la promuovono in tutta la città di Imola. Come funziona? Bisogna prendere una scatola da scarpe e metterci dentro una cosa calda (sciarpa, maglione, guanti, coperta, ecc. in buono stato), una cosa golosa (ovviamente non scaduta o deperibile), un passatempo (libro, matite, rivista, ecc.), un prodotto di bellezza (bagnoschiuma, crema, profumo, ecc.) e un biglietto di auguri. Sulla scatola, una volta incartata e decorata, bisogna scrivere in un angolo sei il destinatario è un uomo, una donna o un bambino e, in quest’ultimo caso indicare l’età o la fascia di età. Ciascuna famiglia può preparare anche più di una scatola.

Infine, la scatola va consegnata alla sede del comitato di Imola della Croce Rossa Italiana, in via Meloni 4 (telefono: 0542/34035) da martedì 8 a martedì 22 dicembre. I volontari di Imola Futuro, della Fondazione Matteo Bagnaresi e tutti coloro (privati cittadini, associazioni, parrocchie, ecc.) che vorranno aderire a questa iniziativa di beneficenza distribuiranno le scatole fra lunedì 21 e mercoledì 23 dicembre.

Per ulteriori informazioni: 335/8053660, 338/6255012 e 340/6106523. (r.cr.)

 

Imola Futuro, Fondazione Matteo Bagnaresi e Croce Rossa insieme nell’iniziativa «Scatole di Natale» per i più bisognosi
Ciucci (ri)belli 2 Dicembre 2020

Ernesto: letterine, un concorso e una diretta Facebook per festeggiare Mikulàs

Natale e tradizioni. Anche di altri Paesi. L’associazione di volontariato Ernesto, ente imolese autorizzato alle adozioni internazionali con l’Ungheria, organizza da diversi anni una festa dedicata a Mikulàs (o Szent Miklós), la versione ungherese di San Nicola, che nella notte tra il 5 e il 6 dicembre porta cioccolata e regali ai bambini.

La diretta Facebook

Quest’anno l’associazione imolese, che dal 2007 a oggi ha dato una famiglia a oltre 370 minori, ha deciso di festeggiare questa ricorrenza organizzando un evento in diretta sulla propria pagina Facebook: Associazione di volontariato Ernesto. Domenica 6 dicembre 2020, dalle ore 16, si festeggerà l’arrivo di Mikulàs on line, con attività per tutti i bambini: l’apertura e la lettura delle letterine indirizzate a Babbo Natale, laboratori creativi e l’ascolto di canzoni e musiche tradizionali ungheresi.

Le letterine

I bambini del circondario imolese che volessero partecipare, possono far avere all’associazione le proprie letterine all’indirizzo di posta elettronica info@associazionernesto.it e collegarsi il giorno stesso per
assistere alla diretta dell’evento.

Il concorso

In occasione di tale evento inoltre, l’associazione Ernesto ha indetto un concorso aperto ai bambini di tutt’Italia dal titolo Come immagini Mikulàs. Per partecipare, occorre rappresentare Mikulàs (San Nicola) così come lo si immagina e con la tecnica preferita. Gli elaborati dovranno pervenire entro il 5 dicembre 2020 alla mail info@associazionernesto.it. Per info sul concorso o sull’evento: tel. 335 7096440.

Ernesto: letterine, un concorso e una diretta Facebook per festeggiare Mikulàs
Cronaca 2 Dicembre 2020

Coronavirus, cresce l’attesa per il nuovo Dpcm. Bonaccini: «Nessun tana liberi tutti»

«Per il periodo natalizio serviranno misure che evitino il tana libera tutti». A dirlo è il presidente della Regione, Stefano Bonaccini che ha aggiunto come «visti i dati incoraggianti probabilmente nel fine settimana l’Emilia Romagna tornerà in zona gialla». In queste ore, intanto, è atteso il nuovo Dpcm che entrerà in vigore venerdì 4 dicembre. Al momento di andare in stampa con questo numero di «sabato sera», però, si rincorrono le indiscrezioni sulle misure che saranno adattate durante le Feste per contenere il virus. Ma cosa prevederà il decreto? Proviamo a fare qualche ipotesi.

La sensazione è che si vada verso un’Italia tutta gialla o quasi, dove saranno vietati gli spostamenti tra le regioni ed un blocco dal 19 dicembre al 6 gennaio (o il 10 gennaio) per raggiungere le seconde case ed evitare così di commettere gli errori dell’estate scorsa. Il Governo, però, sta pensando ad alcune deroghe: sarà sempre consentito rientrare presso la propria residenza o domicilio, mentre si sta vagliando la possibilità di un ritorno in famiglia per gli studenti fuori sede e per chi vuole trascorrere le feste con i genitori anziani o un parente malato, previa però autocertificazione.

Confermato il coprifuoco dalle 22 alle 6 di mattina (non più alle 5) che mette così a rischio il cenone della vigilia e la notte di Capodanno: questo per cercare di limitare il numero di ospiti in casa fino ad un massimo di sei persone. Orari che obbligherebbero quindi ad anticipare la messa di Natale. Se i negozi rimarranno aperti fino alle 21, ovviamente con ingressi contigentati, così come i centri commerciali anche nel weekend, bar e ristoranti, invece, terranno le saracinesche abbassate a Natale e Santo Stefano. Chiusi gli impianti sciistici.
Sulla scuola, infine, il Governo sta vagliando un ritorno in classe dal 7 gennaio, ma c’è chi spinge per una riduzione della didattica a distanza già dal 14 dicembre. (da.be.)

Coronavirus, cresce l’attesa per il nuovo Dpcm. Bonaccini: «Nessun tana liberi tutti»
Cultura e Spettacoli 28 Novembre 2020

Natale 2020, Imola accende le luminarie con… due novità

Da oggi, sabato 28 novembre, a Imola si accendono le luci del Natale, per salutare e illuminare le prossime festività. Due i momenti caratterizzanti dell’accensione, che causa l’emergenza Covid-19 non sarà aperta al pubblico, ma avverrà alla presenza solo delle autorità, delle associazioni di categoria e degli sponsor. «Il momento che stiamo attraversando è difficile, inutile negarlo: gli eventi sono sospesi o a distanza, le restrizioni in atto sono importanti, a tutti vengono richiesti sacrifici per il bene collettivo. Per questo l”Amministrazione comunale ha voluto contribuire direttamente, insieme a un gruppo numeroso di sostenitori, alla realizzazione delle luminarie e dell”albero di Natale in piazza Matteotti – fa sapere il sindaco Marco Panieri -. Un gesto simbolico che vuole dire: insieme ce la possiamo fare. Guardiamo il futuro con fiducia, con l”augurio che l”Anno Nuovo porti pace e serenità a tutte le nostre famiglie».

Alle 17 si apre con la benedizione del presepe, che torna ad essere allestito in piazza Caduti per la Libertà, impartita dal vescovo Mosciatti. Poi il trasferimento in piazza Matteotti, per l’accensione dell’albero che è posizionato proprio al centro della piazza. Alto 11,5 metri, con un diametro di 3 metri, l’albero è in alluminio, con le luci a led, a basso consumo ed a bassa tensione, quindi non pericolose neanche al tatto. «Una scelta per valorizzare piazza Matteotti nella sua interezza e accendere una luce di speranza sul futuro. La soluzione è stata condivisa con gli operatori del mercato ambulante e con le associazioni del settore, che ringrazio per la disponibilità» conclude il sindaco Panieri.

Infine, vista la possibilità che le normative in vigore per il contrasto alla pandemia nelle prossime settimane possano cambiare, con conseguenti ricadute sul programma delle iniziative natalizie, quest’anno il calendario degli appuntamenti non verrà raccolto in una pubblicazione cartacea, ma sarà disponibile solo digitalmente. (da.be.)

Nella foto (Isolapress): l’albero in piazza Matteotti che sarà acceso oggi pomeriggio

Natale 2020, Imola accende le luminarie con… due novità
Cultura e Spettacoli 27 Novembre 2020

Natale 2020, si accendono le luci a Castello e Osteria Grande

Si accendono le luci natalizie a Castel San Pietro. L’ora X che darà il via a CastèlaNadèl 2020 è prevista per sabato 28 novembre alle 17.30 quando le luminarie saranno accese in contemporanea a Castello e Osteria Grande.

In piazza XX Settembre e sul web sarà proiettata la cerimonia con piccoli filmati con gli auguri dell’amministrazione comunale, delle associazioni di categoria e rappresentanti dei commercianti. «In questo momento di ansia e incertezze dovuto al persistere della pandemia, il nostro desiderio è quello di celebrare il Natale ristabilendo insieme a tutta la città le nostre priorità. Noi ci siamo e faremo in modo di farvi sentire la nostra vicinanza sia in presenza, per quel che sarà possibile, sia da remoto grazie alle straordinarie possibilità donateci dalla tecnologia» annuncia il sindaco Fausto Tinti, che auspica anche «che questo sia, in un’ottica di solidarietà diffusa, un Natale di rinascita per tutta la comunità castellana. Ripensiamoci come una grande famiglia in cui ognuno può fare la differenza e aiutare chi è più in difficoltà». (r.cr.)

Approfondimenti e aggiornamenti sui siti della Proloco e del Comune di Castel San Pietro e sulle pagine Facebook.

Nella foto: un’immagine delle luminarie a Castel San Pietro durante le festività dello scorso anno

Natale 2020, si accendono le luci a Castello e Osteria Grande
Cronaca 6 Gennaio 2020

Futuro in Comune Imola offre una casa agli alberi di Natale dopo le festività

L’associazione Futuro in Comune Imola offre una casa agli alberi di Natale dopo le festività.
«La campagna Regala il tuo albero e salva l’ambiente è la ricerca di una nuova casa per gli alberi di Natale veri che le famiglie imolesi non sanno come/dove conservare dopo le festività – spiega Giuseppina Brienza, presidente dell’associazione –. Un dono all’intera collettività che verrà evidenziato da una targhetta con il nome delle famiglie e una dedica che accompagnerà l’albero nella sua nuova casa».
I riferimenti per i cittadini sono i numeri 3358053660 (Giuseppina Brienza), 3384109936 (Giulia Broggini), l’indirizzo e-mail futuroincomuneimola@gmail.com e la pagina Facebook Futuro in Comune Imola.

Il lancio della campagna arriva contemporaneamenre alla piantumazione di due tigli in via Goccianello da parte della Brienza e della candidata consigliera regionale di Europa verde Eya Ghannouchi, dopo che Futuro in Comune Imola ha deciso di fare propria la proposta del presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini di piantare un albero per ciascun abitante.
«La salvaguardia dell’ambiente e la compensazione dei cambiamenti del territorio generati dall’attività dell’uomo devono diventare due fra i principi cardine dell’azione politica a qualsiasi livello – commenta la Ghannouchi –. E noi giovani, dopo essere scesi in piazza per chiedere alla politica di modificare le proprie priorità, adesso dobbiamo impegnarci in prima persona per innescare il cambiamento che abbiamo chiesto. In gioco c’è il nostro futuro».
«Come punto programmatico della coalizione di centrosinistra in vista delle elezioni amministrative proporremo l’individuazione di aree idonee per la piantumazione di 70.000 alberi, uno per ogni imolese», rilancia la Brienza. (r.cr.)

Nella fotografia, la piantumazione dei due tigli in via Goccianello

Futuro in Comune Imola offre una casa agli alberi di Natale dopo le festività

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast